CHIAMACI +39 333 8864490

|||||

“The Guilty”: Ji Hyun Know porta il senso di colpa in mostra alla galleria Still di Milano

Dal 10 maggio all’11 giugno la galleria Still di Milano ospita “The Guilty”, la mostra di fotografia di Ji Hyun Know curata da Denis Curti.

Ji Hyun Know è un’artista coreana che ha iniziato la ricerca per il suo intimo progetto di fotografia nel 2009, anno in cui la donna decise di saltare nel vuoto, abbandonando la promettente e sicura carriera in tribunale, come avvocato, per rincorrere il suo sogno di diventare fotografa. Fu in quell’occasione che iniziò a sviluppare l’idea di un lavoro interamente dedicato a uno dei sentimenti più logoranti e profondi, il senso di colpa, lavoro che è culminato nella mostraThe Guilty”.

The Guilty” ha già conquistato la Francia e la Corea e questo mese arriva finalmente anche in Italia, presso la galleria Still di Milano.

The Guilty” è un percorso simile a un autoritratto, un racconto fotografico che parte dall’esperienza personale di Ji Hyun Know, che sembra gridare a tutti i visitatori: “Mi dispiace”.

La mostra si articola in una serie di volti femminili e maschili, di tutte le età, da ogni angolo del pianeta, volti fotografati in seguito a un profondo dialogo fra il soggetto inquadrato e l’artista. Si tratta di ritratti tutti completamente impersonali: tutti i visi, dai tratti marcati dall’afflizione, sono fotografati in posizione frontale, lo sguardo è fisso verso l’obbiettivo, lo sfondo è uniforme e la luce è neutra.

Tutti i volti celano un senso di colpa, quel senso che Jin Huyn Know ha ardentemente cercato: lo ha cercato e lo ha trovato e lo ha allora scritto a parole sulle facce dei protagonisti. Chi sono i protagonisti? C’è una donna che non trova il modo di confessare il suo amore a un uomo, un ragazzo che è sopravvissuto allo tsunami e una bambina che ha deciso di smettere di frequentare la chiesa causando un’immensa delusione al padre.

L’ispirazione Ji Huyn Know l’ha tratta da August Sander e dal suo lavoro “People of the 20th Century”, e da Thomas Ruff, allievo dei coniugi Becher alla scuola di Dusseldof celebre per la sua ritrattistica da fototessera. L’obiettivo, invece, è quello di esorcizzare la colpa, o meglio il suo senso: è la rivelazione che libera, finalmente, il soggetto.

L’appuntamento con questa mostra che ha più i tratti di una vera e propria ricerca sociale su quel senso di colpa che assale chiunque, è dal 10 maggio all’11 giugno presso la galleria Still di Milano.

THE GUILTY
Dal 10 maggio all'11 giugno
Galleria Still
Via Balilla 36
Milano

Opening mercoledì 10 maggio ore 18:30

Orari:
Da lunedì a venerdì: 9 – 13 | 14 – 18
Sabato e domenica su appuntamento
Entrata libera

Beatrice Bellano

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Instagram

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.