CHIAMACI +39 333 8864490

|||

GLI CHEF STEFANO MARZETTI, GIUSEPPE DI IORIO E MASSIMO VIGLIETTI SONO I PROTAGONISTI DELLA PRIMA SERATA GASTRONOMICA VIRTUALE “A CENA CON GLI CHEF”

A CENA CON GLI CHEF è l’iniziativa ideata da Pierpaolo Roselli di DINNERATHOME.IT che si pone l’obiettivo di portare nelle case delle cooking class experience in diretta streaming con prestigiosi chef della cucina italiana, in una nuova atmosfera tra il reale e il virtuale.

Il prossimo 10 ottobre, dalle ore 18.30, il Teatro dal Verme di Milano ospiterà un evento eccezionale in cui il Karate incontra le “ Arti": dalla musica alla video arte, dalla calligrafia alla cinematografia d'autore. Gli artisti e i performer presenti sono di assoluto rilievo internazionale e la serata sarà speciale grazie alla partecipazione del Maestro Dario Marchini (Karate), del pianista Cesare Picco, del calligrafo Luca Barcellona, dei registi Giovanni Giommi e Latino Pellegrini e ovviamente di chi questa commistione l'ha pensata e realizzata, Yuri Tartari Pucci. Si inserisce quindi perfettamente in questo quadro la presentazione ufficiale del volume “Shōtōkan Ryū Karate-Dō Kata” del Maestro Dario Marchini, edito da Taikyoku Publishing Company del karateka Ewald Roth. Il prodotto è di grandissimo valore tecnico ed è stato realizzato con la massima cura e attenzione al dettaglio, utilizzando materiali di altissima qualità in grado di restituire a questo libro un carattere prezioso.

Il progetto si inserisce anche nel calendario di eventi di EXPO IN CITTA' per rendere unica Milano durante il semestre di Expo. http://it.expoincitta.com/Calendario/Appuntamenti/LEfficacia-DellArte.kl

Sul Karate è stato effettivamente scritto molto e nell’immaginario comune rientra a pieno titolo come la disciplina di combattimento orientale più nota al mondo. Se da un lato questa vasta divulgazione ne ha favorito la crescita come sport, dall’altro ne ha stemperato alcuni aspetti che in realtà sono essenziali per la comprensione e lo studio approfondito di questa arte marziale. Si comprende infatti come, a seguito di un lungo percorso di pratica e studio del Karate, si riesca quasi a superare il carattere marziale e ad astrarne il suo spirito più artistico, anzi più precisamente si riesca a fare incontrare questi due caratteri apparentemente distanti in una sola parola che in giapponese è Dō, la cui traduzione più vicina è Via. Proprio da questa analisi complessa e attenta nasce il progetto che verrà presentato durante l’evento.

Il punto di partenza è la profonda conoscenza del Karate del Maestro Dario Marchini, pluricampione del mondo e presidente dell’Associazione Culturale Kokoro International, che si prefigge un lavoro di approfondimento e riflessione continua sui valori del Karate-Dō.

Da qui nasce il progetto “L’efficacia dell’arte” come tentativo di proposta a un pubblico ampio - non necessariamente di praticanti - dei principi e dell’esperienza di questa disciplina. Il percorso che verrà presentato durante la serata ricorrerà infatti ad alcuni lavori cinematografici realizzati con l’intenzione di fornire spunti di riflessione alternativi rispetto ai luoghi comuni che confondono i contorni di questa disciplina. Non si vedranno tavolette spezzate con la forza di un pugno ma si vedrà invece come la forza della musica può essere paragonata a quella di un colpo eseguito con la giusta intenzione, come la velocità di un gesto ne determini la sua efficacia quanto una pennellata data su una tela.

L’evento sarà quindi un alternarsi di immagini e parole dei protagonisti coinvolti in questo percorso, dai maestri ai registi, dagli artisti agli allievi, e giungerà al suo culmine con una performance inedita di Cesare Picco, famoso pianista improvvisatore e Luca Barcellona, uno dei più noti calligrafi contemporanei. Possiamo forse pensare che è il primo evento nella storia del Karate il cui l’obiettivo è quello di riempire un teatro di riflessioni, di immagini, di elaborazioni e di momenti di confronto tra praticanti e non. Possiamo forse dire inoltre che è la prima volta che la cinematografia cerca di raccontare con linguaggi moderni questa arte tradizionale senza comprometterne, anzi esaltandolo, l’alto contenuto tecnico.

[gallery ids="46895,46896,46898,46899"]

 

Ultima tappa per il tour primaverile di Irene Grandi lunedì 25 maggio al Teatro dal Verme. Dopo aver portato a Sanremo il brano da lei scritto "Un vento senza nome", Irene ha ripercorso nel nuovo album i suoi successi arricchendoli di atmosfere intense e minimali con echi rock, avvalendosi anche della collaborazione di Saverio Lanza (chitarrista di Pelù, Antonacci, e Cristina Donà). Durante il concerto la cantante fiorentina delizierà i suoi fan con passaggi da una voce intimista a picchi rock più energici arricchiti a tratti da sfumature funky e soul. Lo show prevede inoltre una parentesi teatrale sperimentale con la performance fra video e musica dei Pastis.

 

Lunedì 25 maggio 2015

Teatro dal Verme

Via San Giovanni sul Muro 2

20121 Milano

0287905

ore 21.00

Poltronissima € 40,25 / Potrona € 34,50 / Balconata € 28,75 - diritti di prevendita inclusi Apetura porte ore 20 Inizio ore 21

 

[gallery type="rectangular" ids="43161,43162,43163,43164,43167,43168"]

Domenica 8 marzo presso il Teatro dal Verme di Milano, si terrà il concerto di Marcella Bella insieme a tanti amici e colleghi per festeggiare il compleanno del fratello, anch'egli musicista, "Buon Compleanno Gianni".

Marcella Bella ha segnato la storia della musica italiana con tantissime canzoni rimaste impresse nella memoria di chiunque, a cominciare dal ricordo di quelle "Montagne Verdi" e le corse di una bambina. Il suo amico suo più sincero è il fratello, Gianni, autore di musica e testi di vere e proprie hit a dir poco mitiche, come quelle per Adriano Celentano, oppure "L'ultima poesia oppure", ancora, l'intramontabile "Non si può morire dentro", ed è proprio in occasione del compleanno di Gianni Bella, che la sorella Marcella e tanti amici del mondo della musica omaggiano l'artista con un concerto.

Una serata Bella nel vero senso della parola. Tante voci, tante emozioni, tante star. Una su tutte, Loredana Bertè.

8 marzo 2015 - h 21.00

Buon Compleanno Gianni Marcella Bella omaggia il fratello Gianni

Teatro dal Verme Via San Giovanni sul Muro, 2 - 20121 Milano 02 87905 - dalverme.org/index.php

Biglietti Intero: 10€ + prevendita

 

[gallery type="rectangular" size="full" ids="38398,38397,38395,38394,38393"]

 

 

 

 

 

È un appuntamento che farà restare senza parole quello con il Gran Festival del Cinema Muto, fondato e diretto a Milano da Alessandro Calcagnile e Rossella Spinosa, giunto ormai al V anno di vita. Anche quest’anno il Festival, che si svolge dall’11 settembre al 5 ottobre 2014, continuerà nel suo percorso itinerante e coinvolgerà diverse location milanesi.

 

 

 

L’edizione 2014 del Festival sarà dedicata alla produzione inglese di Alfred Hitchcock degli anni Venti, con sei dei suoi nove lungometraggi muti, opere importanti che ebbero un grande successo di pubblico e che anticiparono le tematiche del lungo percorso cinematografico di Sir Alfred. Tutti i film saranno proiettati in edizioni restaurate e accompagnati con musica dal vivo su partiture composte da Rossella Spinosa.

Il Festival si aprirà giovedì 11 settembre presso il Teatro Dal Verme con la proiezione di The Manxman (1929), considerato uno dei film precursori di alcuni dei più famosi titoli del regista inglese, fra cui il celeberrimo Vertigo. Il film sarà accompagnato da una partitura originale per pianoforte e orchestra, in collaborazione con l’Orchestra I Pomeriggi Musicali e con la partecipazione solistica della stessa pianista-compositrice Rossella Spinosa, sotto la direzione della esperta bacchetta di Alessandro Calcagnile.

Dopo l’appuntamento inaugurale, domenica 14 settembre avranno inizio le proiezioni del Festival presso Spazio Oberdan, con la proposta di altri tre titoli: Champagne – Tabarin di lusso (1928), Blackmail (1929) e The Lodger (1927). Noi della redazione segnaliamo quest’ultima pellicola, thriller ispirato al personaggio di Jack lo Squartatore. Venne considerato dallo stesso Hitchcock il suo “primo vero film”, tanto che lo firmò con la prima delle sue apparizioni divenute in seguito celeberrime. In questi film Hitchcock diede prova di una già acquisita maturità estetica fondata soprattutto sul rigore del montaggio e scelte di illuminazione di chiara derivazione espressionista.

Negli appuntamenti in Oberdan la sonorizzazione sarà con pianoforte, affidato all’esecuzione e alla creatività di Rossella Spinosa.

Domenica 28 settembre il festival si sposterà al MIC-Museo Interattivo del Cinema con la proposta di The Farmer’s Wife (1928), commedia caratterizzata da un caustico umorismo con la quale Hitchcock si appassionò alla descrizione grottesca dei personaggi. In scena I Solisti Lombardi in formazione cameristica.

Presso il Politecnico di Milano, giovedì 18 settembre, in programma The Ring (1927), pellicola ricca di finezze registiche e dotata di straordinarie qualità dinamiche del montaggio. Ad accompagnare la proiezione I Solisti Lombardi in ensemble, diretti ancora da Alessandro Calcagnile.

Fuori programma presso il Museo del Novecento, il 25 settembre. Una conferenza sui rapporti fra Hitchcock e Bernard Hermann, il grande compositore e direttore d’orchestra newyorkese autore delle colonne sonore di alcuni dei più celebri lungometraggi del regista inglese. Relatori i direttori artistici del Gran Festival del Cinema Muto, i maestri Alessandro Calcagnile e Rossella Spinosa.

 

 

INFO

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.cinemato.it

Tel. 0289122267 - Tel. 3294385134

Fax. 028465450

BIGLIETTI

Da 5€ a 10€

 

 

 

Ci siamo. Mercoledì 19 giugno ha preso il via uno dei festival letterari nazionali più importanti e attesi, perno culturale della città di Milano ormai da quattordici anni.

Parliamo di La Milanesiana, un progetto di Elisabetta Sgarbi particolarmente ambizioso che si pone l’obiettivo di essere un momento di  incontro e dialogo tra i protagonisti internazionali più importanti  delle diverse discipline artistiche e della cultura.

Letteratura, cinema, musica, scienza, filosofia e teatro, La Milanesiana vuole abbattere i confini tra i saperi per aprirsi ad un confronto totale, coinvolgendo tutte le espressioni artistiche provenienti da qualsiasi parte del mondo.

 

Mai come quest’anno il cartellone è davvero ampio e variegato: oltre 160 ospiti internazionali in rappresentanza di ben 18 paesi, artisti pluripriemiati, dai Nobel per la letteratura Wole Soyinka, John Coetzee e Gao Xingjian alla medaglia Fields per la matematica Michael Atiyah, dal Leone d'Oro Marco Bellocchio al Pulitzer Michael Chabon, passando per Umberto Eco, Tvetan Todorov, Amitav Ghosh, Petros Markaris, senza dimenticare la partecipazione di big dal mondo della musica come Gianna Nannini, Morgan, Alice e  Michael Nyman.  Questi grandi nomi andranno ad animare i 40 appuntamenti tra proiezioni, concerti, letture, spettacoli teatrali inediti e mostre previsti dal 19 giugno al 9 luglio che coinvolgeranno diversi luoghi simbolo della vitalità culturale del capoluogo lombardo. Alle location abituali della Milanesiana come il Teatro Dal Verme, la sala Buzzati del Corriere della Sera, le due biblioteche di Parco Sempione, lo Spazio Oberdan, l’Auditurium HQ Pirelli alla Bicocca e il Teatro Off,  si aggiunge la Sala delle Cariatidi e la Sala delle Colonne di Palazzo Reale.

 

In questa dislocazione si realizza in pieno la scelta della direzione artistica del festival che si orienta verso un sempre più marcato policentrismo, realizzando così un’idea di Milanesiana diffusa e condivisa che insieme all’alta qualità delle proposte riesca a farsi amare dalla società milanese, e non solo.

 

Il tema scelto per la XIV edizione è il Segreto, che per Estein richiama la complessità della natura e del mondo.

Così afferma Elisabetta Sgarbi: “In un momento in cui la parola d'ordine sembra essere "trasparenza", cerchiamo di indagare il suo opposto, il segreto, nei suoi aspetti positivi, irrinunciabili, poetici, e naturalmente, se gli artisti lo vorranno, anche negativi.”

 

Grandi nomi, nuovi luoghi, voglia di stupire e affascinare, La Milanesiana propone tutto questo per la XIV edizione, ma.. sarà all’altezza delle aspettative?

Non vi resta altro che scoprirlo

 

 

 

 

 

Informazioni al pubblico e programmazione – www.lamilanesiana.it

Teatro Dal Verme – tel. 02 87905

Provincia di Milano – tel. 02 7740.6384/6329

Ufficio Stampa La Milanesiana

Studio De Angelis, Milano

Tel. 02 324377 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Stasera, 22 aprile, Cristiano De André presenta il suo nuovo album ‘Come in cielo così in guerra’, che esce a dodici anni dall’ultimo disco.

 

Questa tappa del tour del celebre cantautore italiano sarà al Teatro Dal Verme e si aprirà con il singolo ‘Non è una favola’, attualmente in rotazione radiofonica, dedicando una prima parte del concerto a tutte le nuove canzoni, per poi passare a brani come, ‘Nella mia ora di libertà’, ‘Smisurata preghiera’, ‘Verranno a chiederti del nostro amore’, ‘La collina’, ‘Crêuza de mä’, ‘Amico fragile’, ‘Sidùn’, ‘Quello che non ho’, ‘Fiume Sand Creek’,‘Il Pescatore’, in omaggio al padre Fabrizio, mettendo in campo la sua sensibilità e le sue doti di polistrumentista, regalando grandi emozioni a se stesso e al pubblico.

 

Cristiano sul palco teatrale sarò accompagnato da storici tecnici quali Emiliano Morgia che si occupa della regia luci e dalla band composta da Osvaldo Di Dio alle chitarre, Davide Devito alla batteria e Daniele Dupuis alle tastiere e sequence.

Il tour è prodotto da International Music and Arts.

 

Biglietti: da 28,75 € a 51,75 € prevendita inclusa

http://www.ticketone.it/

 

Lunedì 22 aprile

Ore 21.00

 

Teatro Dal Verme

Via San Giovanni sul Muro, 2, Milano

 

http://dalverme.org/index.php

Segnatevi questa data: Sabato 20 Aprile 2013.

 

Come ogni anno si festeggia il Record Store Day e l'ambasciatore del 2013 è il vecchio e caro Jack White dei White Stripes. Siamo al settimo anno consecutivo e la giornata mondiale dedicata ai negozi di musica indipendente (CD e LP) vuole celebrare gli store in tutto il mondo e conservare l'unicità di questi luoghi dove l'ascoltatore interagisce, ascolta e accumula cultura nel senso più generale possibile.

 

Per la serie “meglio tardi che mai” a questa settima edizione partecipa anche l'Italia mettendosi in gioco in diverse città: Milano (al Teatro Dal Verme), Torino (al club Astoria), Bologna (alla Cineteca), Firenze (all'Auditorium Flog), Roma (al C.S. Brancaleone) e Napoli (Palazzo delle Arti - PAN). Nella nostra Milano al Teatro Dal Verme, dalle 19:00, ci sarà una “piazza musicale” dove si potrà acquistare e scambiare musica indipendente seguita dall’incontro condotto dal giornalista e critico musicale  Enzo Gentile con il cantautore/presentatore Enrico Ruggeri, lo scrittore Aldo Nove e il giornalista/dj/autore Luca De Gennaro.

 

Una cosa che accomunerà tutte e sei le città italiane c'è: la proiezione di 'Last Shop Standing - The Rise, Fall and Rebirth of the Independent Record Shop' di Pip Piper ispirato dal libro omonimo di Graham Jones. Nella pellicola viene raccontata l'ascesa dei negozi di dischi (dagli anni '60 agli '80), la nascita del rock'n'roll, del punk, delle influenze delle charts musicali sulle vendite fino alla nascita di un supporto che ben conosciamo: il Compact Disc. Paul Weller, Billy Bragg, John Marr e il noto produttore della EMI Tony Wadsworth sono alcuni dei protagonisti che potrete ammirare durante il film.

 

Cosa state aspettando? Cercate il negozio più vinico a casa vostra (vi consiglio di guardare QUI nella pagina ufficiale dell'evento), controllate se  i vostri cantanti/musicisti preferiti hanno in serbo qualche ristampa o un nuovo disco/split e godetevi il 20 Aprile. Se amate la musica e il concetto di cultura, non mettetevi a fare i rozzi pirati senza scopo se non quello di arricchire il vostro hard disk, godetevela ma contribuite anche voi.

 

Andrea Facchinetti

 

immobili sanremo

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.