CHIAMACI +39 333 8864490

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa estesa Cookie Policy

Utilizziamo i cookie per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo. I dati raccolti grazie ai cookie servono per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.

Cosa sono i cookie?

I cookie sono piccoli file di testo inviati dal sito al terminale dell’interessato (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi al sito alla successiva visita del medesimo utente. Un cookie non può richiamare nessun altro dato dal disco fisso dell’utente né trasmettere virus informatici o acquisire indirizzi email. Ogni cookie è unico per il web browser dell’utente. Alcune delle funzioni dei cookie possono essere demandate ad altre tecnologie. Nel presente documento con il termine ‘cookie’ si vuol far riferimento sia ai cookie, propriamente detti, sia a tutte le tecnologie similari.

Tipologia dei cookie

I cookie possono essere di prima o di terza parte, dove per "prima parte" si intendono i cookie che riportano come dominio il sito, mentre per "terza parte" si intendono i cookie che sono relativi a domini esterni. I cookie di terza parte sono necessariamente installati da un soggetto esterno, sempre definito come "terza parte", non gestito dal sito. Tali soggetti possono eventualmente installare anche cookie di prima parte, salvando sul dominio del sito i propri cookie.

Natura dei cookie

Relativamente alla natura dei cookie, ne esistono di diversi tipi:

Cookie tecnici

I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di "effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio" (cfr. art. 122, comma 1, del Codice). Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in: • cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di autenticarsi per accedere ad aree riservate); essi sono di fatto necessari per il corretto funzionamento del sito; • cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso, al fine di migliorare le performance del sito; • cookie di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.

Cookie di profilazione

I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all'utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell'ambito della navigazione in rete. Per l'utilizzo dei cookie di profilazione è richiesto il consenso dell'interessato. L’utente può autorizzare o negare il consenso all'installazione dei cookie attraverso le opzioni fornite nella sezione "Gestione dei cookie". In caso di cookie di terze parti, il sito non ha un controllo diretto dei singoli cookie e non può controllarli (non può né installarli direttamente né cancellarli). Puoi comunque gestire questi cookie attraverso le impostazioni del browser (segui le istruzioni riportate più avanti), o i siti indicati nella sezione "Gestione dei cookie".

Cookie installati su questo sito

Ecco l'elenco dei cookie presenti su questo sito. I cookie di terze parti presentano il collegamento all'informativa della privacy del relativo fornitore esterno, dove è possibile trovare una dettagliata descrizione dei singoli cookie e del trattamento che ne viene fatto.

Elenco dei cookie presenti sul sito NEROSPINTO

Cookie di sistema Il sito NEROSPINTO utilizza cookie per garantire all'utente una migliore esperienza di navigazione; tali cookie sono indispensabili per la fruizione corretta del sito. Puoi disabilitare questi cookie dal browser seguendo le indicazioni nel paragrafo dedicato, ma comprometterai la tua esperienza sul sito e non potremo rispondere dei malfunzionamenti. Facebook Facebook utilizza cookie per offrire all'utente funzionalità di condivisione e di “like” sulla propria bacheca. Per maggiori informazioni, consultare la pagina https://www.facebook.com/about/privacy Twitter Twitter utilizza cookie per offrire all'utente funzionalità di condivisione sulla propria bacheca. Per maggiori informazioni, consultare le pagine: https://support.twitter.com/articles/20170519-uso-dei-cookie-e-di-altre-tecnologie-simili-da-parte-di-twitter e https://twitter.com/privacy?lang=it Google+ Google+ utilizza cookie per offrire all'utente funzionalità di condivisione sulla propria bacheca. Per maggiori informazioni, consultare la pagina http://www.google.com/policies/technologies/cookies/ Pinterest Pinterest utilizza cookie per offrire all'utente funzionalità di condivisione sulla propria bacheca. Per maggiori informazioni, consultare la pagina https://about.pinterest.com/it/privacy-policy Durata dei cookie I cookie hanno una durata dettata dalla data di scadenza (o da un'azione specifica come la chiusura del browser) impostata al momento dell'installazione. I cookie possono essere: • temporanei o di sessione (session cookie): sono utilizzati per archiviare informazioni temporanee, consentono di collegare le azioni eseguite durante una sessione specifica e vengono rimossi dal computer alla chiusura del browser; • permanenti (persistent cookie): sono utilizzati per archiviare informazioni, ad esempio il nome e la password di accesso, in modo da evitare che l'utente debba digitarli nuovamente ogni volta che visita un sito specifico. Questi rimangono memorizzati nel computer anche dopo aver chiuso il browser. NEROSPINTO terrà opportuna traccia del/dei consenso/i dell’Utente attraverso un apposito cookie tecnico, considerato dal Garante Privacy uno strumento “non particolarmente invasivo”. L’Utente può negare il suo consenso e/o modificare in ogni momento le proprie opzioni relative all’uso dei cookie da parte del presente Sito Web, tramite accesso alla presente Informativa Privacy che è “linkabile” da ogni pagina del presente Sito. L’Utente ha la facoltá in qualsiasi momento di esercitare i diritti riconosciuti dall'art. 7 del D.Lgs. 196/2003 ed, in particolare, tra gli altri, di ottenere copia dei dati trattati, il loro aggiornamento, la loro origine, la finalità e la modalità del trattamento, la loro rettifica o integrazione, la loro cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco per i trattamenti in violazione di legge e di opporsi per motivi legittimi al trattamento. Per esercitare tali diritti, scrivere a NEROSPINTO . Se è già stato dato il consenso ma si vogliono cambiare le autorizzazioni dei cookie, bisogna cancellarli attraverso il browser, come indicato sotto, perché altrimenti quelli già installati non verranno rimossi. In particolare, si tenga presente che non è possibile in alcun modo controllare i cookie di terze parti, quindi se è già stato dato precedentemente il consenso, è necessario procedere alla cancellazione dei cookie attraverso il browser oppure chiedendo l'opt-out direttamente alle terze parti o tramite il sito http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte Se vuoi saperne di più, puoi consultare i seguenti siti: • http://www.youronlinechoices.com/ • http://www.allaboutcookies.org/ • https://www.cookiechoices.org/ • http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/3118884

Come disabilitare/cancellare i cookie mediante configurazione del browser

Chrome 1. Eseguire il Browser Chrome 2. Fare click sul menù presente nella barra degli strumenti del browser a fianco della finestra di inserimento url per la navigazione 3. Selezionare Impostazioni 4. Fare clic su Mostra Impostazioni Avanzate 5. Nella sezione “Privacy” fare clic su bottone “Impostazioni contenuti“ 6. Nella sezione “Cookie” è possibile modificare le seguenti impostazioni relative ai cookie: • Consentire il salvataggio dei dati in locale • Modificare i dati locali solo fino alla chiusura del browser • Impedire ai siti di impostare i cookie • Bloccare i cookie di terze parti e i dati dei siti • Gestire le eccezioni per alcuni siti internet • Eliminare uno o tutti i cookie Mozilla Firefox 1. Eseguire il Browser Mozilla Firefox 2. Fare click sul menù presente nella barra degli strumenti del browser a fianco della finestra di inserimento url per la navigazione 3. Selezionare Opzioni 4. Selezionare il pannello Privacy 5. Fare clic su Mostra Impostazioni Avanzate 6. Nella sezione “Privacy” fare clic su bottone “Impostazioni contenuti“ 7. Nella sezione “Tracciamento” è possibile modificare le seguenti impostazioni relative ai cookie: • Richiedi ai siti di non effettuare alcun tracciamento • Comunica ai siti la disponibilità ad essere tracciato • Non comunicare alcuna preferenza relativa al tracciamento dei dati personali 8. Dalla sezione “Cronologia” è possibile: • Abilitando “Utilizza impostazioni personalizzate” selezionare di accettare i cookie di terze parti (sempre, dai siti più visitato o mai) e di conservarli per un periodo determinato (fino alla loro scadenza, alla chiusura di Firefox o di chiedere ogni volta) • Rimuovere i singoli cookie immagazzinati. Internet Explorer 1. Eseguire il Browser Internet Explorer 2. Fare click sul pulsante Strumenti e scegliere Opzioni Internet 3. Fare click sulla scheda Privacy e, nella sezione Impostazioni, modificare il dispositivo di scorrimento in funzione dell’azione desiderata per i cookie: • Bloccare tutti i cookie • Consentire tutti i cookie • Selezionare i siti da cui ottenere cookie: spostare il cursore in una posizione intermedia in modo da non bloccare o consentire tutti i cookie, premere quindi su Siti, nella casella Indirizzo Sito Web inserire un sito internet e quindi premere su Blocca o Consenti. Safari 1. Eseguire il Browser Safari 2. Fare click su Safari, selezionare Preferenze e premere su Privacy 3. Nella sezione Blocca Cookie specificare come Safari deve accettare i cookie dai siti internet. 4. Per visionare quali siti hanno immagazzinato i cookie cliccare su Dettagli Safari iOS (dispositivi mobile) 1. Eseguire il Browser Safari iOS 2. Tocca su Impostazioni e poi Safari 3. Tocca su Blocca Cookie e scegli tra le varie opzioni: “Mai”, “Di terze parti e inserzionisti” o “Sempre” 4. Per cancellare tutti i cookie immagazzinati da Safari, tocca su Impostazioni, poi su Safari e infine su Cancella Cookie e dati Opera 1. Eseguire il Browser Opera 2. Fare click sul Preferenze poi su Avanzate e infine su Cookie 3. Selezionare una delle seguenti opzioni: • Accetta tutti i cookie • Accetta i cookie solo dal sito che si visita: i cookie di terze parti e quelli che vengono inviati da un dominio diverso da quello che si sta visitando verranno rifiutati • Non accettare mai i cookie: tutti i cookie non verranno mai salvati.

Mercoledì 26 Marzo 2014 alle ore 19.00 inaugura Cildo Meirels. Installations, la prima mostra Italia dedicata a uno dei più importanti artisti del panorama internazionale.

Dove? Ovviamente all’Hangar Bicocca.

 

 

Curata da Vicente Todolí, la personale comprende grandi installazioni, prodotte dal 1970 a oggi, di totale coinvolgimento per il pubblico. Più di 12 importanti installazioni realizzate dall’artista di fama internazionale saranno esposte nella mostra che durerà fino al 20.07.2014.

 

In occasione dell'apertura della mostra, Mercoledì 26 Marzo alle ore 11.30 si terrà la conferenza stampa. Durante la conferenza, trasmessa in streaming su www.hangarbicocca.org, interverranno Marco Tronchetti Provera, Vicente Todolì, Clido Meireles.

 

L’autore è tra i primi a sperimentare, fin dagli anni 60, installazioni immersive e multisensoriali che richiedono il totale coinvolgimento del pubblico. Egli affronta tematiche sociali e culturali attraverso opere che rivelano pienamente il loro significato solo nel momento in cui sono attraversate, coinvolgendo oltre alla vista, anche l’udito, il tatto, l’olfatto e addirittura il gusto. La mostra si snoda attraverso un percorso spiazzante, caratterizzato da opere monumentali e piccolissime che catturano lo spettatore anche attraverso l’uso indistinto dei materiali operato dall’artista.

Cildo Meireles sceglie oggetti e materie in base alle loro caratteristiche simboliche o sensoriali, mettendo insieme elementi contrastanti dal punto di vista semantico o visivo. L’uso di grandi quantità di oggetti identici o simili per creare ambienti ed effetti visivi nuovi, il suono come elemento centrale nella relazione del pubblico con le opere, e lo spazio quale componente fondamentale nell’enfatizzare i paradossi e le metafore, sono elementi chiave dell’arte di Cildo Meireles efficacemente riassunti nelle 12 installazioni presentate in HangarBicocca.

 

La mostra dell’artista è parzialmente coprodotta con il Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofìa (Madrid) e il Museu de Arte Contemporanea de Serralves (Porto).

 

 

Una mostra particolare, interattiva e sorprendete che Nerospinto consiglia di non perdere!

 

 

 

Cildo Meireles. Installations / A cura di Vicente Todolí

 

Fondazione HangarBicocca Via Chiese 2, 20126 Milano

T (+39) 02 66 11 15 73(+39) 02 66 11 15 73 F (+39) 02 64 70 275 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Orari d'apertura Lun-Mar-Merc: chiuso Gio-Ven-Sab-Dom: 11.00-23.00

Ingresso libero

 

Call
Send SMS
Add to Skype
You'll need Skype CreditFree via Skype

Fino al 23 Marzo 2014 alla Triennale di Milano e allo Spazio Oberdan, XXI Sguardi altrove film festival, cinema e arte al tempo della crisi.

 

Una delle più importanti rassegne italiane, Sguardi Altrove Film Festival, dedicate al cinema e ai linguaggi artistici al femminile ritorna a Milano.

Il festival festeggia la sua XXI edizione con un calendario ricco di anteprime, proiezioni, incontri e mostre. Il fil rouge dell’evento è quello della crisi e della rinascita nelle sue molteplici declinazioni.

 

Organizzato dall’Associazione Sguardi Altrove - Donne in Arti Visive con il patrocinio del Comune di Milano - Assessorato alla cultura e con la direzione artistica di Patrizia Rappazo, il festival si svolge secondo una formula consolidata e di successo, affinata nel corso degli anni e centrata sul connubio tra due diverse aree tematiche: Tasselli d’Arte - Oltre Il Cinema (mostre fotografiche, installazioni, proiezioni e workshop) in corso fino al 23 marzo presso La Triennale di Milano; e Il Cinema (lungometraggi, corti, e documentari) in programma quest’anno dal 13 al 23 marzo allo Spazio Oberdan e al Cinema Beltrade.

 

Il programma completo del festival è visibile su sguardialtrove.it oppure su facebook.com/sguardi.altrove.

Anche sui social network è possibile seguire l’evento:

facebook Festival MIX Milano twitter @mixfestival youtube MIX MILANO

 

Milano Film Network che organizza e gestisce il festival è un progetto realizzato grazie al contributo di Fondazione Cariplo che mette in rete 7 festival milanesi. Offre quindi una proposta culturale lungo tutto l’anno e alcuni servizi per chi si occupa e interessa di cinema. I 7 festival sono: il Festival del Cinema Africano d'Asia e America Latina, Festival MIX Milano, Filmmaker, Invideo, Milano Film Festival.

 

Godetevi le anteprime, le proiezioni e i numerosi eventi del festival! Per tutti gli appassionati di cinema è un evento imperdibile!

 

 

 

Festival Mix Milano vi invita a:

XXI Sguardi altrove film festival

Cinema e Arte al tempo della crisi

 

Tasselli D’Arte. Oltre Il Cinema - dal 28 febbraio al 23 marzo 2014 La Triennale di Milano

 

Cinema - dal 13 al 23 marzo 2014 Spazio Oberdan, Cinema Beltrade

 

Giovedì 27 marzo al The Room di Milano L'Age D'Or, imperdibile serata con ospiti d'eccezione, una su tutti l'artista Tiziana Orrù.

Nata a Milano e grandissima amante della fotografia fin da quando era bambina, Tiziana ha deciso in tempi recenti di rendere la sua passione una professione. Corsi, tutorials e una vera e propria scuola di fotografia on line le hanno permesso di realizzare il suo sogno, diventare una fotografa di grande talento e professionalità. La passione per il ritratto l’ha portata a focalizzarsi sul beauty, il fashion, la street photography, il wedding, la fotografia di eventi ed in generale tutto ciò che comporta la componente umana.

A 40 anni, dopo aver perso il lavoro a tempo indeterminato che svolgeva da ben 10 anni, Tiziana Orrù non si dispera, anzi, comincia a inseguire la sua più grande passione attraverso l’insegnamento dello scrittore Coelho: l’universo cospira affinché, chi lo desidera fortemente, riesca a realizzare i propri sogni. A 40 anni ci si può reinventare e la fotografa ne è la più grande testimonianza.

Gli osservatori dei lavori dell’artista milanese sottolineano la sua capacità di cogliere attimi preziosi dai quali traspaiono emozioni e sentimenti. La fotografia per lei significa essere in grado di immortalare l’apparenza cercando di estrapolarne la vera essenza. Il suo sito, neonato, ancora in under construction, è www.tizianaorru.com. La maggior parte dei suoi lavori sono visibili sulla sua pagina Facebook.

Per l'occasione l'artista sarà presente con la sua inseparabile macchina fotografica per immortalare gli istanti della serata di giovedì 27 Marzo al The Room: L’Age D’Or. In occasione dell’apertura del MIART, ospiti, durante l’aperitivo, Filippo Parodi che presenterà il suo libro “La Testa Aspra”, edito da Gorilla Sapiens. A seguire l’autore suonerà alcuni brani de "La Testa Aspra" accompagnato da Roberto Marinelli alla lettura e Gino Lucente alla chitarra, in una performance che coinvolge i sensi e la mente al pensiero e alla riflessione.

A completare la serata, il Dj Set dei due protagonisti dell’evento: Parodi e Lucente che si cimenteranno in una sperimentazione kraurock, post rock e rockpsichedelico. Un dj originale e nuovo per Milano, tra i visionari Can, passando per gli immaginifici NEU!, ma anche i classici Kraftwerk. Una notte di rock, psichedelia e cultura all'ennesima potenza.

New Girls, il collettivo tutto al femminile (o quasi) è il partner speciale dell’evento. Interpreta e racconta i nuovi trend attraverso blog che descrivono in modo reale e sincero il mondo che circonda le donne con forte creatività e personalità.

Indira Fassioni

INFO:

The Room - via Giulio Romano 8, Milano

Aperto dalle 19.00 alle 2.00

Info e Prenotazioni: 3343951406/ 0258319839

 

 

La Villa 

Inizia con questo articolo il viaggio di Nerospinto tra le abitazioni più affascinanti e preziose di Milano, che sono delle vere e proprie "Case-Museo" e che fanno parte del patrimonio culturale ed artistico della città, luoghi d'elezione da tenere d'occhio e da visitare nel capoluogo lombardo.

La prima tappa di questo percorso tra i tesori della Milano storico-artistica è Villa Necchi Campiglio, considerata patrimonio del territorio dal Fai (Fondo Ambiente italiano), e che si trova in via Mozart al numero 14, proprio nel cuore di Milano, un posto incantevole nascosto tra le vie che si snodano tra San Babila e Palestro.

LaVilla è stata costruita tra il 1932 e il 1935 dall’architetto milanese Piero Portaluppi, è giunta a noi perfettamente  conservata, sia nell’ampio giardino esterno - corredato da tennis e piscina -, sia nella ricca infilata di sale interne. Architettura, arti decorative, arredi e collezioni restituiscono, nel loro armonioso insieme, l’elevato standard di vita dei proprietari, esponenti dell’alta borghesia industriale lombarda. Nello stesso tempo il fervore delle quotidiane attività domestiche è adeguatamente testimoniato dalla sequenza delle sale di servizio, office, cucine e bagni, ancora dotati degli impianti tecnici originari. Lo stile dell'architettura e degli interni è quello dei primi anni trenta, influenzato in parte dal nascente  razionalismo, che all’esterno della villa è evocato dal rigoroso disegno di linee e superfici, mentre all’interno si intreccia briosamente a elementi déco. Una brillante fantasia creativa e il gusto degli anni venti sono infatti componenti costanti nell’opera di Portaluppi,

Con il secondo dopoguerra, i Necchi Campiglio mostrano però un orientamento di gusto diverso e ricolmano gli interni della loro dimora con mobili e oggetti d’arte antichi, per lo più del XVII e XVIII secolo, rimuovendo integralmente gli arredi dell’epoca originaria. Il processo di “antichizzazionesottolinea un preciso interesse dei proprietari per una veste sfarzosa della loro casa, i Necchi Campiglio mostrano scarsa attenzione per le vicende artistiche novecentesche, preferendo acquisire arredi e dipinti presso il tradizionale mercato antiquario

Due importanti donazioni contribuiscono all’arricchimento del patrimonio artistico della Villa: la preziosa raccolta di arti decorative del XVIII secolo di Alighiero ed Emilietta de’ Micheli, allestita in una sala del primo piano e lo straordinario gruppo di dipinti e sculture degli anni ‘20/’40 di Claudia Gian Ferrari, collocato nelle stanze del piano terra. All’interno della Villa è inoltre possibile vedere due quadri importanti, un Canaletto della prima metà del Settecento ed “Oreste ed Elettra” di De Chirico, del 1923.

La Storia:

Il periodo di maggior vitalità imprenditoriale e sociale dei Necchi Campiglio copre l’intervallo dagli anni venti alla fine degli anni sessanta del Novecento. Nonostante la crisi economica del ‘29 e le distruzioni della Seconda Guerra Mondiale, la storia di Milano di questo arco di tempo è immancabilmente segnata da grande energia e operosità. I Necchi Campiglio (le sorelle Gigina e Nedda Necchi e Angelo Campiglio, marito di Gigina) sono stati i tipici esponenti di quell’alta borghesia imprenditoriale che ha avuto un ruolo determinante nella Lombardia novecentesca: dirigenti e industriali che hanno fatto grande Milano con le loro imprese economiche ma che dimostravano anche sensibilità e interesse nei confronti dell’assistenza civica. Una borghesia che amava la mondanità, si intrecciava alle antiche casate lombarde, partecipava a balli e battute di caccia, frequentava la Scala e i circoli privati.

Gli eventi:

La Villa Necchi Campiglio ospita tutti gli anni verso febbraio la manifestazione AgruMi, mostra-mercato che rende omaggio ai frutti protagonisti delle tavole invernali. Una giornata caratterizzata da profumi avvolgenti e colori intensi, che presenta agli ospiti l'intero universo di aromi e sapori degli agrumi: piante, frutti, marmellate, mieli, mostarde, profumi, cosmetici e raffinati decori.

Per informazioni sulla manifestazione:

www.fondoambiente.it

Curiosità:

Prima o dopo la visita di Villa Necchi Campiglio è possibile rilassarsi a bordo piscina e sorseggiare un buon bicchiere di vino preso direttamente dalla Caffetteria, che è anche perfetta per pranzetti che non si dimenticano facilmente.

 

Villa Necchi Campiglio via Mozart, 14 - Milano Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.fondoambiente.it

 

Orari Da mer a dom: 10.00-18.00 Ultimo ingresso: 17.15 Giorni festivi: consultare  www.fondoambiente.it

Biglietti - Adulti € 9,00 - Aderenti FAI e Soci National Trust Gratuito - Bambini (4-14 anni) € 4,00 - Scolaresche € 3,00 - Scolaresche aderenti FAI € 1,50

I gruppi sono ammessi previa prenotazione. La visita si svolge con una guida in gruppi di massimo 15 persone. Durata della visita: 50 minuti. In caso di manifestazioni il prezzo può variare.

 

Aldo Grasso e Vincenzo Trione curano una giornata di studi innovativa e particolare alla Triennale.

 

Oggi 11 Marzo 2014 dalle ore 9.30 alla Triennale si terrà “Modi di vedere. Forme di divulgazione artistica nella televisione italiana”.

La giornata di studi si pone l’obiettivo di rispondere ad alcune domande molto attuali: in che modo la televisione italiana, un mezzo di comunicazione da sempre considerato basso e popolare, vero condensato della cultura di massa, ha raccontato una forma espressiva “alta e nobile” come l’arte? Esiste un pubblico per l’arte in tv, e che profilo ha? Quali linguaggi, quali format e programmi, quali figure rappresentative hanno segnato la storia del complesso rapporto tra queste due forme di comunicazione, dai primi esperimenti “accademici” del Servizio Pubblico delle origini, passando per la rivoluzione spettacolare della televisione commerciale, fino allo specifico dei canali tematici digitali? La giornata è organizzata per l'11 marzo 2014, presso La Triennale, dalle Università IULM e Cattolica di Milano, e curata da Aldo Grasso e Vincenzo Trione.

La giornata, organizzata anche in occasione della ricorrenza dei sessant’anni della televisione italiana, avrà numerosi ospiti specialisti sul tema come: studiosi di media e di arte (tra gli altri Mario Abis, Tommaso Casini, Martina Corgnati, Massimiliano Panarari, Massimo Scaglioni), insieme ai professionisti del piccolo schermo (provenienti da Rai, Sky e Mediaset) che si sono occupati in prima persona, e da diversi punti di vista, dei programmi dedicati al racconto dell’arte in televisione. Critici d’arte e divulgatori sono stati chiamati, attraverso videointerviste, a testimoniare il loro rapporto con il piccolo schermo e il loro punto di vista sul ruolo della televisione nel far conoscere e rappresentare l’arte. Pif interverrà a raccontare la puntata de Il Testimone dedicata all’arte contemporanea.

 

I partecipanti discuteranno e rifletteranno sull’idea di arte che la tv italiana ha, nel tempo, filtrato per il suo pubblico. Indagheranno su come la televisione ha influito sulla figura e sul ruolo dello storico dell’arte e dell’artista, spesso trasformandoli in icone popolari. Si soffermeranno sui diversi generi espressivi con cui il racconto dell’arte in tv ha dialogato, dalla fiction all’inchiesta, dal documentario al magazine informativo. Correderanno il dibattito alcune installazioni video, realizzate in partnership con i broadcaster Rai, Mediaset e Sky, che ripercorreranno attraverso le immagini la storia dei programmi sull’arte nella tv italiana dagli anni Cinquanta a oggi.

Per il programma dettagliato della giornata www.triennale.org.

 

Nerospinto consiglia a tutti quelli appassionati di arte, a chi vuole indagare sul mondo televisivo dedicato all’arte di non perdersi questo appuntamento.

 

 

Modi di vedere.

Forme di divulgazione artistica nella televisione italiana

Giornata di studi

a cura di Aldo Grasso e Vincenzo Trione

11 marzo 2014

ore 9.30

Ingresso libero 

 

Triennale di Milano

Viale Alemagna 6

20121 Milano

T. +39 02 724341+39 02 724341

 

Call
Send SMS
Add to Skype
You'll need Skype CreditFree via Skype

Dopo il grande successo avuto a Seriate questo inizio settimana, lo spettacolo LORCAbaret si ripropone a Milano, al Teatro Linguaggi Creativi in Via Eugenio Villoresi, 26 con una serata a Doppia Replica: ore 20 e ore 21.30.

Che cos'è LORCAbaret? Difficile dirlo; questa particolare performance ha l'intento di mostrare il bestiario umano, il primato e vissuto del grande poeta andaluso F.G. Lorca.

Spagnolo di nascita, Lorca ha la possibilità di conoscere e avvicinarsi a personaggi appartenenti al mondo dell'arte, come Dalì, Bunuel, Jimenez, e successivamente a Pablo Neruda, formando così la sua figura, sia come autore teatrale che come poeta.

Durante gli ultimi anni '20, anche se per un breve periodo, si trasferisce negli Stati Uniti per una serie di conferenze, e soggiorna a New York per un anno in qualità di studente presso la Columbia University. Ha qui inizio un periodo estremamente fecondo per Lorca: "..ove la bellezza e l’orrore e l’ineffabile e il ripugnante vivano e si scontrino in mezzo alla più incandescente allegria".

Qui Lorca ha la possibilità di conoscere ed esprimere in libertà le proprie pulsioni amorose e scoprire la propria sessualità.

Una volta arrivato a Cuba, Lorca, trascorre le sue serate al 'Alhamabra', un teatro per soli uomini dove la satira politica e le allusioni sessuali erano alla portata di tutte le bocche.

 

E' proprio da queste esperienze di vita che nasce il progetto LORCAbaret, un surreale e visionario susseguirsi di scene che s'ispirano alla sua vita, ai suoi trascorsi e alle sue magnifiche opere. LORCAbaret si propone "come varietée, tutt'altro che scanzonato, fatto numeri o quadri, per Lorca e su Lorca".

 

Ma lasciando da parte le parole, l'unico modo per assicurarsi una serata intelligente, all'insegna dell'arte è prenotare un biglietto:

2 repliche, ore 20.00 - 21.30 intero: 15.00€; ridotto 10.00€

per informazioni: 331.79 02 040331.79 02 040 / 349.28  23 689349.28  23 689

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.fabbricaspettacolo.it

Call
Send SMS
Add to Skype
You'll need Skype CreditFree via Skype

Giovedì 27 febbraio, dal tardo pomeriggio, Van Gogh Alive e l'Associazione FDVLAB aprono le porte della Fabbrica del Vapore alla città.

 

I cittadini di Milano ma non solo sono invitati a una serata dedicata alla riscoperta della creatività giovanile. La mostra di Van Gogh Alive, presente nella Fabbrica del Vapore, sottolinea la grande fantasia ed estro del pittore olandese. I numerosi laboratori della serata di giovedì avranno l’obiettivo di far scoprire agli spettatori la propria fantasia e pazzia creativa, quella che dominava l’animo del pittore olandese.

La decorazione della cancellata della Fabbrica del Vapore sarà solo una delle attività della serata all’insegna della creatività giovanile. Il progetto di decorazione della cancellata di via Procaccini, angolo Luigi Nono, è stato realizzato dagli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Brera.

I laboratori, ai quali si potrà partecipare gratuitamente durante la serata, sono accessibili fino alle 23, orario di chiusura dell’esposizione. Un ampio numero di laboratori sarà a disposizione del pubblico, tra i quali ricordiamo Polifemo alle 18.30, una conferenza nella quale l’Associazione culturale indipendente gestita da un collettivo di professionisti dell’immagine, presenta una storia fotografica tra Salento e Milano, cinema e letteratura, santi e bandiere, angeli e demoni. Alle 19 invece l’Accademia del gioco dimenticato proporrà attività ludiche per bambini e genitori. Dalle 19 alle 21.30 si terrà una lezione aperta di danza contemporanea con Ariella Vidach. Questi sono solo alcuni degli appuntamenti della serata, il calendario completo è disponibile su www.vangoghalive.it.

Alle 19 gli spazi di Van Gogh Alive LAB - Atelier Winsor & Newton ospiteranno un live painting con l’obiettivo di presentare “Public Art Project”, intervento pittorico di decorazione della cancellata di via Procacini promosso in occasione della mostra. L’ingresso libero avverrà direttamente dal piazzale della Fabbrica del Vapore.

Una commissione composta dai docenti dell’Accademia di Belle Arti di Brera ha selezionato, tra le innumerevoli proposte, quella in cui meglio si sottolineavano e valorizzavano i temi concettuali e la possibilità di declinare le qualità materiche dei prodotti offerti dallo sponsor Liquitex. Nel corso della serata gli studenti scelti narreranno visivamente quello che sarà l’intervento sulla cancellata, dipingendo su un pannello a grandezza reale.

Durante l’evento sarà aperta al pubblico anche la pista di pattinaggio Ice Alive, che ha prorogato la permanenza nel piazzale della Fabbrica del Vapore. Ad accogliere i pattinatori di Ice Alice anche un punto ristoro, “La piccola Svizzera”, chalet per gustare la vera raclette, vin brulé e altri piatti caratteristici della cucina elvetica e nordica grazie anche alla collaborazione con Switzerland Cheese Marketing Italia.

 

Per maggiori informazioni su FDVLAB, Associazione dei Laboratori della Fabbrica del Vapore

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – 3929965885

www.fdvlab.org

 

ICE ALIVE

Aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle 20.00

giovedì e sabato dalle 10.00 alle 00.00

ingresso 5, 00 euro compreso noleggio pattini

www.icealive.it - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

MOSTRA VAN GOGH ALIVE  

Fino al 9 marzo 2014

Milano - Fabbrica del Vapore, Via Procaccini 4 – 20154

www.vangoghalive.it

Aperta tutti i giorni dalle 10 alle 20,  giovedì e sabato dalle 10 alle 23

(ultimo ingresso consentito fino ad un’ora prima della chiusura della mostra)

BIGLIETTI: Adulti 12 euro, Ridotto 10 euro

Il polo museale milanese di Intesa Sanpaolo in Piazza Scala ospiterà un evento eccezionale! Dal 13 Marzo al 13 Aprile 2014 le Gallerie d’Italia saranno il luogo di un approfondimento cinematografico legato alla mostra “Homo ludens. Quando l’arte incontra il gioco”.

 

L’iniziativa si colloca nell’ambito di una nuova e stimolante collaborazione tra Fondazione Cineteca Italiana e Gallerie d’Italia, che si svilupperà nell’abbinamento di rassegne ed eventi cinematografici con mostre temporanee.

 

I titoli proposti creano, insieme alle opere d’arte, un percorso attraverso varie tematiche legate al gioco, l’elemento fondamentale della creazione artistica. A dare l’avvio all’approfondimento cinematografico sono alcuni cortometraggi che sottolineano l’importanza dell’aspetto ludico nel cinema delle avanguardie, tra questi alcuni titoli sono Entr’acte, uno dei film sacri del movimento surrealista, nato da un soggetto di Francis Picabia, accompagnato dalle musiche di Satie, interpretato da questi e altri celebri artisti è una deliziosa e irriverente messa a frutto delle tecniche poetiche del gruppo guidato da Breton; e Cirque Calder in edizione originale, mostra lo scultore americano Alexander Calder con il circo che costruì in miniatura nel 1929, un enorme giocattolo usato per divertire gli amici ma anche un’anteprima di quelle che divennero caratteristiche essenziali dei suoi “mobiles”.

Le proiezioni dei cortometraggi d’avanguardia sarà impreziosita dall’accompagnamento al piano forte solo e dall’utilizzo di strumenti giocattolo a cura di Francesca Badalini.

 

Allo scacchista statunitense Bobby Fischer, una delle figure più affascinanti e tragiche del secolo scorso, è dedicato il documentario inserito in calendario Bobby Fischer Against the World. Realizzato da Liz Garbus, una regista che ha firmato alcuni dei più celebrati documentari americani degli ultimi anni, più volte candidata all’Oscar, vincitrice del Sundance Film Festival e di un Emmy Awards, ripercorre la contiguità di genio e follia del personaggio americano di Bobby.

 

Non manca un’antologia cult: Norman McLaren tra animazione e sperimentazione giocosa, che comprende alcuni cortometraggi girati negli anni ’50-’60 dal regista scozzese, autore di opere fondamentali nel campo del cinema di animazione. Alcuni dei titoli sono Neighbours, Pas de deux e Le merle. 

 

In programma La casa dei giochi, il thriller psicologico con la regia di David Mamet; L’arte del sogno, l’opera più personale del visionario Michel Gondry, che ci porta alla scoperta dell’immaginario onirico del protagonista. Non manca una proiezione dedicata ai più piccoli: Labyrinth - dove tutto è possibile, film ricco di avventure e incontri fantastici con una giovanissima Jennifer e un carismatico David Bowie.

 

Una serie di proiezioni che uniscono due mondi: quello del gioco e quello dell’arte. Un’iniziativa da non perdere vi aspetta dal 13 Marzo alle Gallerie d’Italia.

 

 

 

 

RASSEGNA CINEMATOGRAFICA COLLEGATA ALLA MONOGRAPHIA ‘HOMO LUDENS. QUANDO L’ARTE INCONTRA IL GIOCO’

Gallerie d’Italia - Piazza Scala, Milano

 

L’ingresso alle proiezioni è gratuito

Per informazioni:

www.cinetecemilano.it

www.gallerieditalia.com

 

Avete applaudito la scorsa stagione Marco Pagani sul palcoscenico del Verdi? Avete amato l’attore nei panni di un contrabbassista impegnato in uno straripante monologo? Allora non dovete perdervi il grande e atteso ritorno di Il Contrabbasso.

 

Lo spettacolo diretto da Gianluca Massiotta, vede Marco Pagani darà corpo e voce alle diverse sfumature di un poliedrico musicista. Lo spettacolo sarà dal 19 Febbraio al 2 Marzo al Teatro Verdi. Sul palco un ritratto ironico e dissacrante di un certo tipo di figura maschile contemporanea, sospesa tra arroganza e fragilità.

Viene descritto il mondo dei musicisti di professione, nelle sue diverse sfaccettature sia positive che negative che caratterizzano questo mondo.

Il testo che si presenta complesso e ricco si pone l’obiettivo di indagare l’animo umano disegnando un personaggio in bilico tra lo spettro della solitudine e il riscatto di una passione rigeneratrice. La dimensione della professione di musicista in orchestra, che all’apparenza sembra dorata, si svela invece anche nei suoi aspetti più conflittuali.

L’opera si presenta come una potente e impietosa metafora della nostra intera società.

 

Un omaggio quello di Massiotta e Pagani al grande attore polacco Jerzy Stuhr (pupillo di Wajda, Zanussi e soprattutto Kieślowski) che esattamente 29 anni fa e proprio al Teatro Verdi di Milano donò una magistrale interpretazione di questo bellissimo testo.

Il progetto mette in dialogo due linguaggi, quello del teatro e quello della musica; è anche l’incontro di due artisti che condividono la stessa formazione artistica: Pagani, attore e doppiatore e interprete di film e spettacoli teatrali, e Gianluca Massiotta che, dopo il fortunato debutto ne La stanza dei fiori di china con Angela Finocchiaro, ha continuato sulla strada della regia, sempre più orientata alla collaborazione con orchestre e musicisti classici anche contemporanei.

Il regista descrive lo stato d’animo del protagonista: “Deluso dalla propria carriera in orchestra (non è che “terzo leggio” nella fila dei contrabbassi) eppure fermamente convinto dell’assoluta centralità del proprio ruolo, il nostro protagonista è un depresso, non privo però di una sua rozza fierezza fatta di sensibilità e di un discreto talento.”

A volte esistono le seconde occasioni, non perdetevi il grande ritorno di Il Contrabbasso!

 

 

in collaborazione con Otto&Marvuglia IL CONTRABBASSO

di Patrick Suskind con Marco Pagani Scene e regia Gianluca Massiotta Disegno luci Marco Zennaro Direttore di produzione Franco Spadavecchia Traduzione di Umberto Gandini Si ringrazia per la collaborazione Paola Ascenso

 

Spettacolo inserito in INVITO A TEATRO

Teatro Verdi  (Via Pastrengo 16, Milano – Tel. 02 688003802 6880038)

Biglietti: intero 20€ - convenzionati 14€ -ridotto over 65/under 25 10€ mercoledì posto unico 10€

Vendita on-line: www.vivaticket.it (con diritto di prevendita)

Orari spettacoli: da martedì a sabato ore 21.00 – domenica ore 16.30

 

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI:

02 2700247602 27002476 - www.teatrodelburatto.it - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Prenotazioni : orario da lunedì a venerdì 10.00/13.00 -14.00/18.00

La Biglietteria presso il Teatro Verdi  è aperta solo nei giorni di spettacolo.

Call
Send SMS
Add to Skype
You'll need Skype CreditFree via Skype

Atmosfere mistiche e fiabesche vi aspettano alla mostra Sculture Possibili, The Sky Above The Blood Below di Giovanni Rizzoli.

 

Per la sua seconda personale alla FL Gallery di Federico Luger l’artista mette in scena l’eventuale scomparsa del male dalla terra. Ispirazioni spirituali e religiose si fondano con le istanze laiche, etiche e civili.

La mostra iniziata il 5 Febbraio 2014 sarà aperta fino al 31 marzo.

L’artista veneziano si è laureato in storia dell’arte medievale ed è stato protagonista alla Biennale di Venezia del 1999 curata da Harald Szeemann. Negli spazi di via Circo a Milano l'artista racconta una “terra senza il male”, dove l’umanità e la divinità si incontrano nuovamente dopo una lunga separazione nella speranza di ricomporsi, come due parti dello stesso simbolo ormai distrutto.

Il percorso dell’artista veneziano, più spirituale che fisico, è reso concreto con una seria di sculture che portano in luce la condizione umana. Alcune delle sue opere sono Oltre (2013) e Ipotesi di ascensione (2002-2013): la prima, una sfera di marmo nero del Belgio di 45 cm di diametro con un’unica incisione in aramaico del nome di Gesù, posizionata in modo tale che l’iscrizione risulti nascosta allo sguardo; la seconda, una figura in bronzo appesa, con le mani alzate al cielo, colta nel tentativo di vincere la gravità della condizione umana che la tiene ancorata a terra. Accanto alle sculture sarà esposto un piccolo libro di Milton, Paradise Lost, che affronta proprio il dramma umano tra la scelta della conoscenza e l’affidamento alla grazia divina.

Lasciatevi affascinare delle atmosfere spirituali, mistiche e fiabesche e non perdetevi le opere di Giovanni Rizzoli.

 

Giovanni Rizzoli Possible Sculptures, The Sky Above The Blood Below

5 febbraio – 31 marzo 2014

 

New Space Federico Luger GALLERY Via Circo 1, Milano

Info: +39 0267391341+39 0267391341 www.flgallery.com

 

Orari: da martedì a sabato dalle 16:00 alle 19 :00.

Chiuso domenica e lunedì.

 

Call
Send SMS
Add to Skype
You'll need Skype CreditFree via Skype

Pagina 11 di 19

Instagram

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.