CHIAMACI +39 333 8864490

La cospirazione è fin troppo reale. Il 30 ottobre esce Utopia, la serie tv tra thriller e conspiracy, nel suo remake USA firmato Amazon Prime Video

Pubblicato in 16mm
Giovedì, 27 Giugno 2013 17:13

Ritenzione idrica. Rimedi e prevenzione

Con "ritenzione idrica" ci si riferisce alla tendenza del corpo a trattenere liquidi ed in particolar modo nella zona cosce, addome e glutei con relativo rigonfiamento anomalo dei tessuti in quelle zone.

Questo disturbo che colpisce soprattutto le donne, contrariamente a quanto si pensi non è legato al sovrappeso ma piuttosto a disfunzioni cardiache, renali, infiammazioni, reazioni allergiche e, più di tutto, a uno stile di vita sbagliato.

Un eventuale sovrappeso rallenta notevolmente la diuresi e peggiora la situazione del disturbo ma non ne è la causa diretta.

Come già detto il maggiore responsabile della ritenzione idrica è lo stile di vita scorretto: fumo, alcolici, sovrappeso, cibi salati, abuso di farmaci,caffè, abiti stretti, tacchi alti e rimanere a lungo in piedi senza muoversi.

Oltre ad evitare quanto citato i massaggi,l'attività fisica e bere molto  sono i migliori aiuti in questi casi.

I massaggi linfodrenanti sono i principali rimedi in casi di ritenzione idrica in quanto il trattamento non solo apre tutti gli scarichi linfatici ma convoglia grossi carichi di linfa verso questi e la diuresi è immediata.

Nel corpo esistono molte aree dove sono concentrati gli scarichi linfatici e i principali sono: cavo popliteo (dietro le ginocchia), inguine, ascelle.

Con questo si vuol far notare che non è completo e non è totalmente efficace un massaggio linfodrenante localizzato solo ed esclusivamente nella zona inguinale come purtroppo spesso accade in certi studi estetici.

La linfa è in circolo in tutto il corpo, davanti e dietro e tutti gli scarichi devono essere necessariamente trattati.

Testa, braccia, addome, caviglie, etc. sono  tutte aree ricche di scarichi linfatici e devono essere sollecitate anche se lontane in apparenza dalla zona del ristagno.

Il massaggio linfodrenante è come una pompa che attira la linfa stagnante, le tossine e cataboliti e tutti i punti elencati prima sono eccellenti fonti di lavoro per il successo del trattamento quindi perchè dedicarsi solo ad una zona e tralasciarne molte altre?

Il buon risultato del trattamento è agevolato anche dall'utilizzo di oli specifici e naturali che aiutano l'espulsione delle materie tossiche e favoriscono un corretto flusso della linfa.

 

Ultimo ma non meno importante un giusto aiuto nella vita quotidiana:

-in ufficio o se si sta troppo seduti muovere i piedi e le gambe in tutte le direzioni per ristabilire la circolazione

-camminare e correre

-bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno

-nuotare

-yoga

-dieta ricca di frutta e verdure

 

WWW.MASSAGGIMILANO.IT

 

Walter Zanca

Massaggiatore e reflessologo plantare professionista

Massaggi ayurvedici, rilassanti, linfodrenanti, energizzanti, californiani, hot stone, per donne in gravidanza, di bellezza.

Trattamenti di campane tibetane.

telefono 349.4487760

 

 

Pubblicato in in[sano]

Più volte ho scritto che il massaggio non solo è una cosa molto seria, ma anche che non tutti i tipi di massaggio vanno bene per la persona.

Nel caso della donna in gravidanza questo discorso è ancora più vero.

 

Un massaggio non specifico, che sia anche solo rilassante può risultare molto pericoloso.

Vibrazioni, coppettazioni, frizioni, percussioni, etc., sono dannose per il feto e possono portare a gravi risultati e compromettere la gravidanza.

La donna in gravidanza vive un momento della sua vita dove la sua situazione ormonale, emotiva e fisica subisce una trasformazione speciale, e speciale deve essere il trattamento che le si dedica.

 

La donna incinta può allora essere massaggiata?

Assolutamente sì, ma il trattamento deve essere necessariamente specifico e bisogna rivolgersi a personale capace ed esperto.

 

Quali sono i benefici per la donna in dolce attesa?

Ritenzione idrica, gambe gonfie, dolori al nervo sciatico, mal di schiena, ragadi dei capezzoli, sono solo alcune delle problematiche che nascono in questo periodo, ma possono essere fortemente contrastate, trattate e risolte.

Abbiamo con questo trattamento un grande e forte ricircolo sanguigno e di liquidi (siamo fatti del 73% di acqua) che arrivano anche al bambino e da qui è facile capire quanto un apporto di questi liquidi rigenerati e puliti porti un beneficio al feto proprio a livello di alimentazione del suo piccolo corpo e del suo cervello.

 

Studi medici hanno dimostrato che i bambini di madri che durante la gravidanza sono state massaggiate abbiano un cervello più sviluppato.

I dolori alla schiena ed in particolare alla zona lombare si fanno sentire molto quando la pancia inizia a crescere e da qui anche il nervo sciatico duole, protraendo il dolore lungo tutta la gamba o le gambe causando difficoltà motorie non indifferenti.

 

Manovre mirate e specifiche per muscoli lombari e nervo sciatico non solo alleviano la sofferenza, ma se ci si sottopone ai massaggi a gravidanza appena iniziata (meglio se dal terzo mese in poi) e quando non sono ancora comparsi dolori di alcun tipo, prevengono il crearsi di certe sintomatologie non esattamente piacevoli.

 

Durante il parto la zona muscolare dell'interno coscia è posta ad altissimo stress e proprio questa zona del corpo riceve durante il massaggio cure particolari. Un muscolo che viene profondamente e continuativamente manipolato non verrà a contrarsi ed irrigidirsi durante il parto e il risultato sarà la nascita di un bambino spesso senza dolori in questa zona.

 

Grande attenzione è posta anche all'olio che vene utilizzato. E' assolutamente necessario che si usi (fosse anche solo per una idratazione della persona) un olio naturale e biologico in quanto questo penetra nel corpo a livello profondo di muscoli, tendini, ossa e arriva anche al bambino sotto forma di nutrimento. Oli che contengono paraffina (petrolio) sono per ovvie ragioni dannosi e nocivi. È facile individuare questo tipo di prodotti leggendo gli ingredienti sulla confezione. Il primo elemento che compare è quello che nel prodotto è presente in maggior quantità e di solito questo è appunto la paraffina.

Necessario anche un olio privo di particolari odori o aromi in quanto questi possono risvegliare antiche emozioni a volte traumatiche e il feto non devo subire turbamenti di questo tipo.

 

Il massaggio del seno, ed in particolar modo del capezzolo, è non solo piacevole, ma indicato al fine di incrementare la montata lattica, avere un effetto lifting che eviti al seno di cadere e di prevenire il crearsi delle dolore ragadi durante l'allattamento.

Questi sono solo alcuni dei benefici che porta il massaggio in gravidanza. Risulta facile intuire come il sonno, la deambulazione, l'umore ricevano un forte beneficio.

La gravidanza è un momento speciale e meraviglioso per la donna e l'armonia e il benessere che si crea durante i trattamenti porta ad una comunione molto profonda con il proprio bambino e questo non potrà che legare ulteriormente mamma e figlio anche dopo il parto.

 

Walter Zanca

WWW.MASSAGGIMILANO.IT

Pubblicato in in[sano]

Instagram

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.