CHIAMACI +39 333 8864490

Venerdì 20 novembre - ore 21 Spazio Fabbrica di Lampadine Via Ludovico di Breme 79 - Milano

C'era una volta l'andare al ristorante a mangiare... Tempi eclissati dall’avvento del “food”! Oggi al ristorante non si mangia, si degusta. In cucina non c’è un cuoco, bensì uno chef. E c’è tutto un fermento attorno alla tavola: i reucci della pignatta e la loro retorica, le cucine televisive e i congressi “golosi”, gli show cooking e i libri di ricette, la réclame surrettizia delle aziende produttrici e la fuffa delle blogger, i camerieri e gli osti, i conti che non tornano quasi mai e i critici gastronomici che tornano sempre, senza pagare. Il circo del food è servito. Vi raccontiamo i misteri buffi di questa bizzarra epopea a modo nostro. Con pensieri, parole, sorrisi e canzoni.

Interpreti: Marisa Della Pasqua, Luca Sandri e il pianista Gianluca Sambataro. Regia: Luca Sandri Testi: Valerio M. Visintin Musiche: canzoni di Fred Bongusto, Gorni Kramer, Giorgio Conte, Mina, Ornella Vanoni, Nino Ferrer, Gino Paoli e altri Durata: 70 minuti

Info:

OSTI SULL'ORLO DI UNA CRISI DI NERVI Venerdì 20 novembre - ore 21 Spazio Fabbrica di Lampadine Via Ludovico di Breme 79 - Milano Biglietti: 17 euro sul sito o in loco un'ora prima dello spettacolo Riduzione per gruppi: 10 euro Per maggiori informazioni: www.viaggiosumarte.com

Osti_sull'Orlo di una Crisi di Nervi-Gallery-nerospinto2 Osti_sull'Orlo di una Crisi di Nervi-Gallery-nerospinto3

Sono davvero da non perdere le grandi anteprime del secondo weekend del Festival Piccolo Grande Cinema, prima fra tutte quella attesissima de "Il piccolo principe", film d’animazione diretto da Mark Osborne e tratto dal classico di Antoine de Saint-Exupery. Il film uscirà nella sale italiane l’1 gennaio 2016, con un cast stellare che dà le voci ai personaggi, tra cui Toni Servillo, Angelo Pintus, Pif, Alessandro Siani...

All’interno del programma family ci saranno altre due preziose anteprime: "Phantom boy" e "Les oiseaux de passage", vincitore di alcuni fra i più importanti premi per il cinema per ragazzi, fra cui Miglior film al Festival del Cinema per Bambini di Montreal.

In calendario ci sono anche due eventi speciali, legati all’ultimo film di Matteo Garrone, "Il racconto dei racconti", che ha concorso al Festival di Cannes 2015:

  • venerdì 20 novembre, alle ore 17 al MIC – Museo Interattivo del Cinema, si terrà un incontro con il mago degli effetti speciali Leonardo Cruciano, make up artist e creature creator della società Makinarium. Cruciano racconterà come, combinando assieme effetti fisici e ritocchi digitali, il team di Makinarium ha realizzato e animato creature realistiche direttamente sul set del film.
  • Invece, special guest di sabato 21 novembre, alle ore 21 allo Spazio Oberdan, sarà proprio il regista Matteo Garrone, che racconterà al pubblico milanese le origini e la realizzazione una delle pellicole più incredibili della stagione.
La novità di quest’anno del Festival Piccolo Grande Cinema è proprio l’offerta destinata al pubblico dei giovani adulti, cui il Festival propone la sezione Neverland, che si compone di titoli provenienti da svariati Paesi che riflettono sui timori e tremori dell’adolescenza: per questo motivo, per il secondo anno consecutivo, Fondazione Cineteca Italiana, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano, ha pensato di regalare ai ragazzi milanesi che nel 2016 compiono 18 anni la CARD18, un abbonamento annuale gratuito per accedere liberamente alle proiezioni in programma presso Spazio Oberdan e MIC – Museo Interattivo del Cinema.

All’interno della sezione Neverland, il calendario prevede per venerdì 20 novembre, alle ore 20, l’anteprima di "Human – Il cuore ferito del mondo" di Yann Arthus-Bertrand, il più grande fotografo aereo mondiale e regista: un docufilm che lo ha portato a intervistare con la sua équipe 2020 persone in 60 Paesi del mondo in 63 lingue diverse.

Assolutamente da segnalare, infine, è l’interessante laboratorio "Alla scoperta dei segreti della fotografia": un incontro teorico-pratico a cura del fotografo Gianni Nigro che spiegherà a 15 ragazzi, dagli 11 ai 14 anni, come funzionano le macchine fotografiche professionali, mostrandone alcune tipologie, e come si è modificata la tecnologia e la professione del fotografo con l’avvento del digitale. Darà inoltre dritte e consigli su come realizzare scatti d’autore.

PICCOLO GRANDE CINEMA Spazio Oberdan - Viale Vittorio Veneto 2, Milano MIC – Museo Interattivo del Cinema - Viale Fulvio Testi 121, Milano Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.piccolograndecinema.it

[gallery ids="48180,48182,48183"]

 

|||

Esorbitanti, traboccanti di moda e glamour. I primi tre anni di vita di Swiss Corner sono stati così: destinati a lasciare il segno. Per questo motivo per spegnere le candeline sulla torta del fortunato locale di Piazza Cavour ci sarà una festa dedicata al decennio che più ha influenzato la cultura del divertimento: i favolosi anni ’80!!! Sabato 21 novembre si parte alle 20 con un aperitivo di classe (costo consumazione: 10 euro), in console DJ Generalitos con una selezione deep house. Alle 22 inizia la festa!! Non siate morigerati: esagerate pure con la lacca nei capelli, gonfiate le spalline nella giacca, truccatevi con ombretti fluo e ispiratevi ai modelli iperbolici degli anni ’80 grazie alla musica di DJ Adventure & Percussion Show live a cura di Max Morandi. E come in tutti i compleanni che si rispettino, a mezzanotte ci sarà il taglio della torta. Per tutta la serata Jack Daniel’s regalerà magliette, cappellini e braccialetti.

SWISS CORNER

Aperto 7 giorni su 7 dalle 07.30 alle 02.00, costituisce uno spazio innovativo, un punto di riferimento nel panorama milanese, italiano e non solo, per qualità ed innovazione. Si propone come luogo di eccellenza in cui spazi espositivi e ristorativi comunicano in sinergia, in cui il mix di promozione culturale ed entertainment invita il pubblico a farsi largo in un modo di vivere gli spazi assolutamente inedito.

60 posti a sedere per una colazione al volo, un business lunch, un aperitivo o una cena, nel cuore di una Milano sempre dinamica e attenta alle nuove tendenze. Al centro del locale si trova un ampio bancone, a destra e sinistra due zone per la ristorazione. I colori che dominano, sono il rosso e l’acciaio. Delizioso anche il dehor esterno affacciato su Piazza Cavour. Uno spazio all’aperto con possibilità di pranzare o sorseggiare un drink davanti ad uno dei parchi cittadini più caratteristici di Milano, i Giardini di Via Palestro.

Chi si accomoda per un drink o un brunch, non lo fa in un contesto qualsiasi. Da SWISS CORNER, in una zona del locale si trovano tavoli e sedie della serie “Tulip” del designer Eero Saarinen; nell’altra ala tavoli “IL VOLO” e sedie “LA LEGGERA” dell’architetto e designer svizzero Riccardo Blumer.

200 metri quadri che racchiudono il meglio della cultura svizzera. SWISS CORNER rappresenta una vetrina di promozione all’interno di uno spazio dinamico, destinato ad un pubblico ampio e qualificato, e si propone come location ideale per eventi e manifestazioni di varia natura. Il locale offre inoltre un servizio bar/ristorazione di alto livello che si distingue per qualità ed originalità, affiancando nei menù prelibatezze svizzere al meglio delle proposte tradizionali.

Uno spazio concepito dalla Camera di Commercio Svizzera in Italia. La gestione e conduzione del Lounge/Bistrot è affidata a Fabio Acampora e Sebastian Bernardez.

Info: SWISS CORNER MILANO Piazza Cavour angolo via Palestro, tel   02 76390698 Aperto dal lunedì alla domenica dalle 07:30 alle 02:00 www.swisscornermilano.it

 Swiss corner-gallery-nerospinto1

Chi anche solo per un attimo non desidera tornare bambino? Sono quelle sensazioni che non si apprezzano a pieno quando si è giovani, ma che, una volta perse, si cerca disperatamente di ritrovare a tutti i costi. E così si inizia a scavare nei ricordi, si aprono i vecchi album di fotografie e si rovista negli scaffali impolverati… ed è lì che certe piccole perle d’infanzia vengono alla mente. Il Piccolo Principe, libro senza tempo scritto da Antoine de Saint-Euxpéry nel 1943, che da sempre affascina i più piccini e stravolge gli animi dei più grandi, viene adesso finalmente messo in scena il prossimo 12 dicembre al Teatro Manzoni di Sesto San Giovanni, con un’inedita versione sia recitata che danzata. Con la regia di Mirko Lanfredini, già direttore e fondatore dell’Associazione Culturale Teatro della Verità, che all’interno dello spettacolo vestirà i panni dell’Aviatore, e le coreografie di Barbara Melica, direttrice del Cigno Danza e campionessa della squadra nazionale di danze sul ghiaccio, questa particolarissima versione dell’opera francese più famosa di sempre cerca di regalare al pubblico un tripudio di emozioni, con momenti incisivi e carichi di pathos, senza tuttavia discostarsi dall’atmosfera dolce e genuina del racconto originale. La talentuosa Gaia Percudani, classe 1999, vestirà i panni di questo Piccolo Principe, giovane e curioso che, proprio grazie alla sua ingenuità pura e sincera, si spingerà in un viaggio oltre i limiti della fantasia, conoscendo tantissimi nuovi amici e passando attraverso mondi sconosciuti e decisamente singolari. Una freschezza esplosiva, quella della giovane Gaia, che anche se giovane riesce a colpire il cuore degli spettatori, interpretando un bambino alle prese con il mondo degli adulti: quello stesso mondo che tende a schiacciare la fanciullezza e a farci crescere fin troppo in fretta. Se gli attori sono già ad altissimi livelli, certamente non è da meno il corpo di ballo, composto da Lorenzo Morrone, Chiara Borghini, Matteo Ravelli, Nicoletta Morone, Ciro Venosa e Adele Di Giovanni. Sei professionisti della danza, provenienti da esperienze di vita totalmente differenti l’uno dall’altro, arricchiranno le scene di questo spettacolo unico, con coreografie vorticose, divertenti interpretazioni e momenti di estrema tenerezza. La danza diventa qui un linguaggio strettamente interconnesso con la parola vera e propria. Corpo e voce si uniscono per esprimere al meglio quelle che sono le scene che compongono questo puzzle di metafore e significati. L’arte quì si fa specchio di quello che la società moderna sta diventando, prendendo come pretesto un’opera straordinaria come quella del Piccolo Principe che al suo interno è densa di significati e simbolismi. «La nostra idea è quella di creare uno spettacolo per tutti, uno spettacolo che possa incuriosire e stupire i piccoli e allietare i grandi e dati i contenuti morali del testo, che possa insegnare e ricordare concetti e idee che andrebbero sempre tenuti presenti nel rapporto fra adulti e bambini», come dichiarano Barbara e Mirko parlando del progetto. Un esperimento che mette in gioco dinamiche complesse, a cavallo tra emozioni e sentimenti molto forti, ma che si prestano perfettamente per la rappresentazione teatrale e che cercheranno di scuotere negli animi degli spettatori anche solo un briciolo di passione. Perché il teatro, inteso nel suo senso più ampio, è anche questo. Il teatro è sconvolgimento. Il teatro è passione. Il teatro è emozioni. Emozioni vere provenienti da gente vera che sul palco mette a nudo la propria anima, e quella del personaggio che interpretano, al servizio di chi guarda, al servizio del pubblico: per stupire, emozionare o anche solo divertire grandi e piccini. Il Piccolo Principe è tutto questo e molto più. E vi aspetta al Teatro Manzoni di Sesto San Giovanni il prossimo 12 Dicembre. Regalatevi un momento di nostalgia e provate a entrare nel mondo delle quattro dimensioni, quello che, grazie a un palco e a dei tendoni rossi, riesce a dare un senso anche alle giornate più buie, perché vi permette, anche solo per un paio d’ore, di uscire da voi stessi ed entrare un universo parallelo: quello di un Piccolo Principe che fece di tutto tornare dalla sua amata Rosa.

PICCOLO PRINCIPE 12 Dicembre 2015, ore 21, Teatro Manzoni Sesto San Giovanni (MI) – Via Petazzi, 18. BIGLIETTI: intero - 15€ Ridotto under 14 - 10€ Per info e prevendite rivolgersi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o 342 0780981 Dal 21 novembre sarà possibile acquistare i biglietti anche alla biglietteria del Teatro dalle 17 alle 19 - (02/2421603).

www.teatrodellaverita.com

Sono passati più di settant’anni da quando Charlie Chaplin scrisse, interpretò e diresse il suo primo film parlato “Il Grande dittatore”, dedicato al tema della minaccia nazista. Giuseppe Marini e Massimo Venturiello, proponendo questo spettacolo per la prima volta a teatro, cercano di ridare coraggio al mondo che crede ancora nella libertà, esattamente ciò che fece Chaplin a suo tempo. Da mercoledì 25 novembre sarà in scena al Teatro Carcano di Milano, fino a domenica 6 dicembre 2015.

Nonostante siano passati alcuni decenni e il mondo sia cambiato profondamente, sono presenti alcune inquietanti analogie con i lontani anni del primo Novecento: una crisi economica che ricorda quella del 1929, il crollo delle banche, l’inflazione, la disoccupazione e la depressione. “Il Grande dittatore” è un’opera ancora molto attuale grazie alla sua messa a nudo dell’essenza umana: il protagonista si fa letteralmente in due; da una parte c’è il piccolo ebreo che fa il barbiere nel ghetto in cui il nazismo lo ha rinchiuso e dall’altra c’è il feroce dittatore, al quale egli assomiglia tanto da finire con l’assumerne il ruolo, rovesciando, nel suo messaggio radiofonico finale, la violenza in pacifismo.

Afferma Venturiello: “Ciò che preme di non perdere è l’ironia, il sarcasmo e l’irresistibile comicità dell’opera, nella cui messa in scena la musica (composta per l’occasione da Germano Mazzocchetti) e le parti cantate (impreziosite dalla presenza di un’artista come Tosca) saranno grandi protagoniste”. Per Giuseppe Marini “Il nesso tra Chaplin e Brecht è molto stimolante e troverà riscontro in ambito registico nella realizzazione dello spettacolo che, come ogni trasposizione teatrale di un’opera cinematografica, prevede irrinunciabili tradimenti, ovvero delle scelte”.

IL GRANDE DITTATORE Teatro Carcano: Corso di Porta Romana 63 – Milano Mercoledì 25 novembre – Domenica 6 dicembre Orari: martedì/mercoledì/giovedì/sabato ore 20,30 – venerdì ore 19,30  – domenica ore 16,00 Info e prenotazioni: 02 55181377 – 02 55181362  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.teatrocarcano.com

Indira Fassioni

[gallery ids="48117,48118,48119"]

Dal 17 al 22 novembre- Sala Grande Uno spettacolo di Giuseppe Patroni Griffi Produzione Teatro Stabile di Napoli

In memoria di una signora amica si svolge in quattro serate dal 1945 al 1950, in una geografia che contrappone Napoli a Roma. Le quattro serate sono il racconto di uno scontro generazionale, tra la necessità di partire e la consapevolezza del restare, tra il passato nostalgico delle madri e il futuro incerto di figli carichi di ideali, giovani irrisolti che si dibattono nel tentativo di dare un senso alla fuga da una città-rifugio. Le storie della protagonista Mariella Bagnoli (Mascia Musy) e delle sue amiche sembrano risalire dagli antri bui dei sotterranei che furono i ricoveri promiscui di una guerra che «non basta a liberarci dall'infelicità, dalla disgrazia, dal destino fetente di nascere napoletani» e che, insieme alle notti profonde, non vuole proprio passare. Nel 1963 Francesco Rosi, anch'egli figlio geniale di una generazione lacerata dall’odio-amore per Napoli, mise in scena per la prima volta In memoria di una signora amica, a breve distanza dall'uscita del suo film Le mani sulla città.Tra le interpreti nella rilettura di Francesco Saponaro (premio Eti 2009), Mascia Musy (Premio De Sica 2013 per il Teatro, Premio UBU miglior attrice 2008, premio ETI Olimpici del Teatro 2008) interprete prediletta di Eimuntas Nekrosius e Fulvia Carotenuto, protagonista al Parenti lo scorso anno con Carlo Cecchi dello spettacolo di successo Il lavoro di vivere diretto da Andrée Shammah.

C'è un filo rosso che lega il mio lavoro di questi ultimi anni alla messa in scena di In memoria di una signora amica di Giuseppe Patroni Griffi e passa, essenzialmente, dall'incontro con il teatro di Eduardo De Filippo, lambisce le rarefatte armonie della letteratura di Raffaele La Capria e si alimenta dell'ardente poesia di Enzo Moscato. Giuseppe Patroni Griffi è, tra i grandi maestri del Novecento italiano, una delle voci più limpide e sagaci. Il suo genio ha dato vita a meravigliosi personaggi di teatro che ritrovo nei vicoli che si inseguono tra i palazzi a spuntatore, nei bassi dei quartieri spagnoli ma anche in certe case di Chiaia o di Posillipo, solo apparentemente confortate dai panorami di una bella giornata. In fondo anche le storie di Mariella Bagnoli e delle sue amiche sembrano risalire dagli antri bui degli ipogei che furono i ricoveri di una guerra che insieme alle notti profonde non vuole proprio passare. Nel 1962 Francesco Rosi, anch'egli figlio geniale di una generazione lacerata dall’odio-amore per Napoli, mise in scena per la prima volta In memoria di una signora amica a breve distanza dall'uscita del suo film Le mani sulla città. È a partire da questa costellazione di riferimenti per nulla trascurabili, che affronto questo capolavoro di Patroni Griffi che invoca la necessità di una radicale e definitiva trasformazione senza perdere quell'intenso «respiro di vita e di bellezza» che può ancora salvarci.

Francesco Saponaro

Info: Prezzo biglietti: intero I e II settore 32€;III settore 25€; under26/over60 18€;convenzionati 22,50€ (prevendita 1,50 €) Orari: lun riposo-mart, sab h20.30 - mer,ven h19.30 - gio h21 - dom h15.30 Tel : 02 59 99 52 06; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; www.teatrofrancoparenti.it

 

Come cambia la vita a quarant’anni? Non si può più mangiare quello che si mangiava prima, si è troppo giovani per fare alcune cose, ma già troppo vecchi per farne altre...

“Ormai sono una milf” è la vita da quarantenne raccontata con gli occhi di Angelo Pintus, che si sente sempre quel bambino che quando vedeva gli amici quarantenni dei propri genitori li considerava vecchi e si meravigliava di quanto vivessero a lungo i grandi.

Pintus ritorna in scena sul palco del Teatro Manzoni di Milano, dal 30 novembre all’8 dicembre 2015, reduce del successo di “50 sfumature di…Pintus”, record di incassi e presenze in tutta Italia; un vero fenomeno che lo ha lanciato direttamente sul palco di Sanremo come ospite comico.

Angelo Pintus cerca di spiegare al pubblico i suoi 40 anni: guardandosi allo specchio pensa di essere sempre più in forma, anche se ormai è un uomo fatto. “Un uomo? Una signora! Anzi… una milf”.

ORMAI SONO UNA MILF Teatro Manzoni:  Via Alessandro Manzoni 42 - Milano Dal 30 novembre all’8 dicembre  2015 ORARI: feriali e 7 dicembre  ore 20:45 - domenica e 8 dicembre ore 15:30 Tel. 02 763 6901 www.teatromanzoni.it

 

[gallery ids="48101,48102,48104"]

 

|||

Classe 1974, Niccolò Agliardi torna ad esibirsi domenica 22 novembre, per la quarta volta, nel famoso jazz club Blue Note Milano. Famoso autore e compositore noto al panorama musicale italiano ed internazionale, ha collaborato con numerosi artisti e pubblicato quattro dischi di inediti, “1009 giorni” (2005), “Da Casa A Casa” (2008), “Non Vale Tutto” (2011) e “Io Non Ho Finito” (2013).

Il concerto si svolgerà secondo un assetto del tutto rinnovato, senza però rinunciare ai grandi successi che lo hanno reso famoso, accompagnato dalla sua band, composta da Matteo Bassi al basso, Giacomo Ruggeri, chitarra, Tommaso Ruggeri, batteria, e Francesco Lazzari al pianoforte.

 

Agliardi, famoso per i suoi album, è ancora più noto per le collaborazioni con importanti cantanti della scena italiana, tra cui Laura Pausini, per la quale ha scritto i testi di ben 6 brani del suo nuovo disco “Simili”, Eros Ramazzotti, Zucchero, Elisa, Bryan Adams e molti altri. Ha anche pubblicato, insieme ad Alessandro Cattelan, il romanzo “Ma la vita è un’altra cosa” e partecipato come giudice a Spit, programma cult di MTv, oltre ad essere direttore artistico musicale della serie TV “Braccialetti Rossi”, trasmessa su Rai1.

 

Parte dell’incasso dell’evento sarà devoluta a Never Give Up, Onlus sostenuta da Niccolò Agliardi per la prevenzione ed il trattamento dei disturbi della nutrizione e dell’alimentazione, che in occasione dell’evento allestirà un banchetto a scopo informativo e di sensibilizzazione  del pubblico riguardo ai propri progetti. A tal proposito, lo spettacolo per la serata di domenica sarà unico, con inizio alle ore 21.00 e apertura porte alle 19.30; i biglietti acquistati entro le due ore precedenti ogni concerto sono venduti al prezzo di 20,00 € (prezzo “advance”), mentre per quelli acquistati direttamente all’ingresso dello spettacolo è 25,00 euro (prezzo "door").

Il concerto di Niccolò Agliardi, per chi si trova vicino a Milano, diventa così una possibilità di fare beneficienza ascoltando dell’ottima musica, prodotta da un giovane ed affermato talento italiano.

 

Info: http://www.niccoloagliardi.it/ www.facebook.com/niccoloagliardi - www.twitter.com/NiccoloAgliardi www.never-give-up.it

Evento e Biglietti: www.bluenotemilano.com

 

|||

Alla conclusione dello tour estivo che lo ha visto protagonista negli stadi italiani, Tiziano Ferro non si ferma e riparte subito con l'European Tour, iniziato lo scorso venerdì a Torino e che lo vedrà nelle serate di oggi, lunedì 16 novembre, e domani martedì 17 novembre presente al Mediolanum Forum di Assago. Proseguirà poi in altre città italiane, ma anche in Svizzera, Germania e Belgio, per un totale di sedici tappe in Italia, tutte SOLD OUT, e cinque all'estero, che si concluderanno il 20 dicembre.

La scaletta prevederà una selezione delle canzoni contenute nella sua raccolta "TZN. The best of Tiziano Ferro", il fascino e il carisma travolgente di questo artista saranno accompagnati da una band d'eccezione, la stessa che lo aveva accompagnato negli stadi: Tim Stewart e Davide Tagliapietra (chitarra), Nicola Peruch (tastiere), Aaron Spears (batteria), Reggie Hamilton (basso) ed il direttore musicale Luca Scarpa (pianoforte).

L'intento è quello di riproporre, in scala ridotta e rinnovata, la magia degli spettacoli proposti negli stadi in estate. Attesissimo il ritorno del cantante e delle sue più famose canzoni, dalla "Xdono" degli esordi alla più attuale "Incanto", ma anche "Vento", un inedito dei suoi esordi giunta alle nostre orecchie solo oggi, Tiziano Ferro ha dato voce a numerosi successi che hanno scandito il passare degli anni, diventando una vera e propria colonna sonora. Melodie differenti, ma sempre al passo coi tempi, che riportano alla mente ricordi ed emozioni.

Una sorpresa dietro l'altra, quella di Tiziano Ferro è una forza inarrestabile, infatti dopo due tour nell'arco di un anno, sarà nuovamente alla volta degli studi di registrazione, per incidere ventidue nuove canzoni scritte nel corso di questi ultimi anni: non ci resta che aspettare di rimanere di nuovo stupiti dalla sua musica.

 

13 NOVEMBRE, TORINO – PALA ALPITOUR

16 e 17 NOVEMBRE, MILANO – MEDIOLANUM FORUM

19 NOVEMBRE, BOLOGNA – UNIPOL ARENA

21 e 22 NOVEMBRE, ROMA – PALALOTTOMATICA

24 NOVEMBRE, EBOLI (SA) – PALASELE

26 NOVEMBRE, BARI – PALAFLORIO

28 e 29 NOVEMBRE, ACIREALE (CT) – PALASPORT

02 e 3 DICEMBRE, MONTICHIARI (BS) – PALAGEORGE

05 DICEMBRE, ZURIGO – HALLENSTADION

06 DICEMBRE, GINEVRA – ARENA

08 DICEMBRE, MONACO DI BAVIERA – ZENIT

11 e 12 DICEMBRE, CONEGLIANO (TV) – ZOPPAS ARENA

15 DICEMBRE, BRUXELLES – FOREST NATIONAL

17 DICEMBRE, LUGANO – RESEGA

19 e 20 DICEMBRE, FIRENZE – MANDELA FORUM

 

[gallery ids="48036,48028,48029,48030,48032,48034"]

|||

Aperto da poco più di un mese Spice Bistro&Bar è il nuovo gastro-bistro di Misha Sukyas, un progetto innovativo in cui il cliente è il vero punto focale. Ricerca per il prodotto e l’impiattamento, abbinamenti di aromi e sapori originali, senza che il cliente perda le tracce della sua confort-zone.

Un approccio alla scoperta della buona cucina alla portata di molti, anche dei più giovani, attraverso porzioni e prezzi più moderate che invitano alla scoperta, a provare qualcosa di diverso senza il disagio e la paura che circonda spesso e volentieri il fine-dining.

La particolarità di questo gastro-bistrò, come lo definisco io, è che cambio sempre menù, due volte al giorno, e infatti scrivo personalmente a mano sia quello del pranzo sia quello della cena”: così lo chef milanese di origine armena Misha Sukyas, 35 anni, definisce il locale. Formatosi al liceo artistico, Misha è un “visualizzatore”, un architetto del gusto con un percorso personale camaleontico come le sue creazioni. Dalla sua prima esperienza, giovanissimo, in un ristorante di famiglia a Cabo San Lucas, Misha resta affascinato dall’atmosfera corsara che respirava in cucina. Poi è la volta di Londra, a 18 anni e poi l’Olanda, dove incontra Moshik Roth, chef israeliano di “avanguardia spietatissima” come lui stesso racconta, e paladino della cucina “tecno-emozionale”.

Un menù dinamico, trasversale, dove non vi sono regole, categorie e portate come antipasto, primo e secondo; un menù che cambia quotidianamente, in versione più snella e rivista per il pranzo. Questo grazie soprattutto ad una vera e propria collaborazione con fornitori selezionati accuratamente, come Sergio Motta per le carni e gli insaccati, l’Ortolano di via Canonica e Silvestro Mandara per i formaggi e le basi del gelato.

Attenzione alla qualità ed alla stagionalità: due dei principi cardine per la spesa e sulla quale poggiava l'odierna bistrattata nouvelle cuisine che doveva rappresentare l’essenza di un prodotto fresco e quotidiano di qualità, anziché l’attuale concetto di micro-porzione.

I cocktail hanno un ruolo decisamente importante, l’abbinamento cibo-cocktail è una delle ultime frontiere che sta sempre più ricevendo consensi ed è stata creata una lista ad hoc affinché possano essere un ideale accompagnamento per tutta la cena; oltre ad essere i principali protagonisti del pre e dell’after dinner.

Spice bistrò&bar è il luogo dove far nascere nuovi must come Parmigiana e Champagne, un luogo dove non vi sono regole se non quella di lasciarsi andare per vivere una piacevole esperienza.

 

Spice bistro&bar

via De Amicis, 4 - Milano Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.www.spicebistrobar.com Chiuso la domenica

[gallery ids="48019,48018,48017,48015,48013,48014"]

 

 

Pagina 9 di 138

coupon-code-amazon-deal-codici-sconto-amazon

immobili sanremo

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.