CHIAMACI +39 333 8864490

|||

Tratto dal romanzo di Lucy Maud Montgomery, verrà prodotta quest'anno dall'inglese CBS. La messa in onda è prevista per il 2017

"Anna dai capelli rossi", celebre serie animata degli anni 80 tornerà sul piccolo schermo. Questa volta però i personaggi saranno attori veri. L'emittente inglese CBS produrrà una serie tv che verrà trasmessa nel 2017. Sarà tratta dal romanzo di Lucy Maud Montgomery, pubblicato nel 1908, diventato in breve tempo un grande classico della letteratura per ragazzi.

Il romanzo, noto anche come "Anna dei tetti verdi" (dal titolo originale "Anne of Green Gables"), ebbe ben sette successori in cui la scrittrice canadese continuò la storia della protagonista Anne Shirley.

Scritta da Moira Walley-Beckett ("Breaking Bad", "Pan Am"), la serie racconterà della giovane ragazza dai capelli rossi che, dopo un'infanzia vissuta in orfanotrofio, viene mandata per errore a vivere a casa di una signora sola e di suo fratello.

Il cartone animato, prodotto dalla Nippon Animation per un totale di 50 episodi, fu trasmesso per la prima volta in Giappone nel 1979. In Italia arrivò nel 1980.

|||

A pochi giorni dell’improvvisa scomparsa del Duca Bianco, THE ROCK CITY, la mostra in corso alla Hernandez Art Gallery, proroga il suo termine al 30 gennaio, per esporre oltre 150 fotografie, che ritraggono David Bowie principalmente durante le sue tournée italiane, accompagnate dai video “Lazarus” e “Black Star”.

L’intera esposizione vuole essere un omaggio alla città di Milano nel suo periodo Rock, quando le star vivevano le strade meneghine come palcoscenici di uno straordinario spettacolo, quale è stato il periodo a cavallo tra gli anni Ottanta e i primi duemila.

Angelo Radaelli, Bruno Marzi, Gigliola Di Piazza e Massimo Barbaglia, sono gli occhi della città, coloro che ogni sera uscivano alla ricerca di suoni, balli, sguardi e divertimento tra i locali meneghini. Testimoni di un periodo ormai passato ed irripetibile, raccontano nei loro scatti la musica e la magia che ha avvolto le strade di Milano.

Fotografie autentiche, senza fronzoli, momenti ufficiali e ufficiosi. Sui palcoscenici la luce è soffusa, l’audio perfetto; che ci si trovi all’interno di un club jazz, di uno dei templi della musica, o di un teatro, l’atmosfera è esattamente quella trasmessa, nessuna patinatura travisa ciò che effettivamente è stato.

Madonna si aggirava per via Montenapoleone con Naomi Campbell, nei ristoranti cenavano Prince, Peter Gabriel, Sting, di fronte ad un microfono, o con disinvoltura per le strade, si trovavano Patti Smith, Fabrizio De Andrè, Frank Sinatra, Elton John, Woody Allen, Aerosmith, Liza Minelli, Skunk Anansie, Annie Lennox, Withney Huston e molti altri, personaggi dall’anima rock che hanno costruito un pezzetto di storia. Questa era Milano, the Rock City.

 

Francesca Bottin

THE ROCK CITY fino al 30 gennaio 2016 presso Hernandez Art Gallery a cura di Luigi Pedrazzi e co-prodotta da Arteutopia e Clarart Lun – Ven: 10.00 – 19.00 Sab: 11.00 – 13.00 / 14.30 – 19.00 Ingresso gratuito

|||

Per la prima volta in Italia, fino al 31 gennaio 2016, una raccolta di oltre cento fotografie a colori di Daido Moriyama, il maestro giapponese noto principalmente per i suoi scatti in bianco e nero. Ad ospitare la mostra, “Daido Moriyama in Color” a cura di Filippo Maggia, la galleria Carla Sozzani.

Stimato in tutto il mondo per la sua graffiante, sovente sgranata fotografia in bianco e nero, dalla fine degli anni Sessanta è andato spiccando dapprima in Giappone e successivamente in ambito internazionale, come il primo vero sguardo rivoluzionario sulla società nipponica. Il 1969 è l’anno in cui Moriyama pubblica sulla rivista Provoke “Eros” il resoconto di una notte con un’amante in una stanza d’albergo, e la serie interamente realizzata in un dragatore di Aoyama mentre fuori divampava la protesta giovanile.

Oggi, a distanza di cinquant’anni Moriyama presenta il suo lavoro a colori alla Galleria Carla Sozzani. Daido Moriyama in Color include una selezione di 130 fotografie inedite, realizzate tra la fine degli anni Sessanta e i primi anni Ottanta, anni decisivi per la formazione dell’artista.

La strada, sfondo prediletto del fotografo giapponese, è il tema centrale del lavoro di quegli anni, periodo storico particolare per il Giappone che, dopo la ricostruzione e il boom economico che seguirono la fine della seconda guerra mondiale, si trovò a vivere e affrontare l’occupazione americana e poi la contestazione studentesca, sull’onda di quanto succedeva in Europa e negli Stati Uniti.

Affascinato dalle esperienze della beat generation e in particolare dalla lettura del capolavoro di Jack Kerouac, “Sulla Strada”, il trentenne Moriyama inizia allora il suo solitario e interminabile  cammino, un viaggio infinito rivelato dalle immagini.

Immagini di un Paese che vive in bilico fra tradizione e modernità, di cui Moriyama, attraverso fotografie non convenzionali, cerca di carpire significativi frammenti di realtà, utilizzando in maniera anarchica la macchina fotografica. Oltre alla strada, ai vicoli bui e stretti che ancora oggi si celano appena dietro le grandi arterie che attraversano Tokyo, oltre ai locali, ai ritratti di moto e automobili americane di grossa cilindrata, agli scatti dei poster di divi americani ed europei, si distinguono in mostra i nudi femminili.

Info:

Galleria Carla Sozzani, corso Como 10, Milano. fino al 31 gennaio 2016 Orari: tutti i giorni, 10.30 – 19.30; mercoledi e giovedì, 10.30 –21.00 Contatti: tel. +39 02.653531

 

[gallery ids="49435,49436,49434"]

 

|||

Ristoranti, bistrot, trattorie raccontate nella narraguida “Ristoranti a Milano. 100 chef imperdibili in città”, un vero e proprio vademecum, edito da Novecento Editore, che si propone come una guida ai lettori che desiderano scoprire le proposte dell’ampia offerta gastronomica meneghina. La prefazione al piccolo volume  è arricchita da uno scritto di Sonia Peronaci, cuoca e fondatrice di Giallo Zafferano, il sito di ricette più famoso d’Italia.

Le autrici, Giovanna Caldara e Antonella De Minico, convinte che nei piatti non finiscano solo ingredienti ben amalgamati tra loro, hanno deciso di andare nelle cucine di 100 chef milanesi per conoscerli di persona e farsi raccontare la loro filosofia… A tu per tu con chef stellati e non, cuochi e osti per comprendere come in tavola finisce non solo il piatto ma anche l’essenza di chi lo ha creato. Tra le storie raccolte in “Ristoranti a Milano. 100 chef imperdibili in città”, ci sono quelle di artisti e artigiani del gusto più o meno intellettuali, con passioni particolari, o con alle spalle un lavoro ben diverso da quello che fanno oggi. Racconti di passione e amore per la cucina, di esperienze conviviali, di alchimia nei piatti…  Tra le pagine di questo preziosa guida milanese, troverete prima le persone  e poi i professionisti che ogni giorno si occupano del piacere e del benessere dei loro ospiti a tavola. Il volume è stato arricchito da una ricetta di ogni chef incontrato con tanto di segreti per poterla realizzare anche nella cucina di casa…

Alla scoperta di storie e di gusto nella città di Milano.

Sara Biondi

|||

La danza, si sa, è comunicazione e quando questa comunicazione riesce a intersecarsi con le principali esigenze del pubblico, è allora che la magia ha inizio.

Una delle più imponenti caratteristiche di questo secolo è sicuramente lo sviluppo incontrollato dei mezzi di comunicazione che si propagano attraverso internet e grazie anche ai social networks.

Ecco perché il nuovo lavoro della Compagnia EgriBiancoDanza, diretta da Susanna Egri, stuzzica particolarmente la nostra attenzione. In occasione dell’Anno Internazionale della Luce, infatti, la Fondazione Egri per la danza presenta “Light Heroes”, la nuova produzione nata da un’idea di Raphael Bianco (coreografo della compagnia e performer), che unisce arte e multimedialità, gioco e realtà, finzione e verità.

Uno spettacolo multimediale, che sfrutta le dinamiche dei videogames e dei social networks per raccontare un viaggio alla ricerca della luce.

Rivolto ai ragazzi delle scuole elementari e medie, e a chiunque abbia vogli di cimentarsi in un gioco nuovo fuori da ogni schema, questo “choreogame” diventa un vero e proprio gioco, con tanto di livelli e ostacoli da superare.

I danzatori si troveranno a interagire col pubblico e i ragazzi, divisi in squadre, dovranno scegliere e caratterizzare i personaggi, attraversando insieme con loro tutte le difficoltà e gli ostacoli che gli si presenteranno davanti.

Ogni successo sarà un passo avanti verso la fine del livello e verso la vittoria finale: riuscire a trovare la luce.

Un’idea diversa e originale, che rende partecipe i ragazzi facendoli entrare in un mondo per loro totalmente nuovo, un universo gestuale dove dovranno manipolare, gestire e organizzare in tempo reale ogni singolo personaggio, con le proprie caratteristiche e qualità peculiari.

Sempre sotto l’occhio attento di un tutor, i ragazzi dovranno quindi affrontare questo nuovo modo di vedere e vivere l’arte, utilizzando tutti i loro sensi e le loro percezioni in qualcosa che non avevano mai fatto prima.

Lo spettacolo vedrà tre repliche a Torino, dal 20 al 22 gennaio, al Teatro Vittoria e tre a Cuneo, dal 27 al 29 febbraio al Teatro Toselli. A conclusione dello show, i ragazzi avranno inoltre la possibilità di incontrare l’autore per un confronto diretto e una conversazione su quello che hanno appena vissuto e provato, per capire a pieno l’esperienza che gli si è presentata davanti e per prendere coscienza dei principali fattori che compongono una composizione coreografica: spazio, tempo ed energia.

Uno spettacolo nuovo e innovativo, che si chiede in modo divertente mai visto a teatro: “e se la mia vita fosse un videogame?”

LIGHT HEROES – CHOREOGAME

Teatro Vittoria,

via Gramsci, 4,

Torino

20 gennaio 2016 – ore 10.00

21 gennaio 2016 – ore 18.00

22 gennaio 2016 – ore 21.00

BIGLIETTI: INTERO 15€ - RIDOTTO 12€

Teatro Toselli,

via Teatro Toselli, 9,

Cuneo

27 febbraio 2016 – ore 21.00

28 febbraio 2016 – ore 18.00

29 febbraio- ore 11.00

BIGLIETTI: SE VUOI GIOCARE… (STAGE+ BIGLIETTO 1 GENITORE+ BIGLIETTO 1 FIGLIO: 15€) – Se non giochi, biglietto spettacolo a soli 5€

INFO E PRENOTAZIONI: +39 366 4308040 (ridotti con Whatsapp) / info@egridanza,com (scrivere per le TARIFFE SPECIALI SCUOLE) / ridotti con MSG PVT pagine Facebook (facebook.com/susannaegri ofacebook.com/compagnia.egribiancodanza) / www.egridanza.com

LightHeroes-gallery-nerospinto2

|||||||

Finalmente anche Milano ha un vero locale “child friendly”. Si chiama MOM's the family bar ed è nato per iniziativa di due neo mamme che vivono nel territorio meneghino, Rosa Massimo e Paola Tagliaferri.

MOM's non è un asilo nido né un baby parking bensì una caffetteria, aperta a grandi e piccini, ma pensata a misura di bambino. Il modello di riferimento sono i "Kinder Cafè" che hanno spopolato a Berlino, la capitale con il più alto tasso di natalità in Europa,

Vi attendono, allora, ampi spazi con angoli smussati, area bimbi per il gioco, stazione cambio - con fasciatoi attrezzati e pannolini, salviette igienizzanti e pasta protettiva, sgabellini e riduttori wc -, ma anche divanetti per l’allattamento e intrattenimenti studiati ad hoc.

Tra i suoi punti di forza il menu: adatto a gusti ed età diversi, dai biscotti agli omogeneizzati, ai passati di verdure, senza dimenticare i prodotti gluten-free per celiaci.

Il locale, situato in zona Cinque Giornate, si sviluppa in uno spazio di 140 quadrati, di cui 20 riservati ad un’area "baby friendly", ricca di giochi e provvista di box per i bambini che ancora gattonano.

Così, mentre i più piccoli si divertono in tutta sicurezza, i più grandi possono rilassarsi assaggiando stuzzichini e pasticcini da accompagnare a gustosi aperitivi. E approfittare, magari, della consulenza gratuita di una psicologa che collabora con il MOM's o delle diverse attività promosse per stimolare la vitalità di tutti: laboratori per pitturare o cucinare i biscotti insieme ai propri figli ma anche corsi di musica (per bambini 0-18 mesi) e di yoga per le mamme.

E' finita l'era dei ristoranti "off limit" per adulti con figli al seguito, delle carrozzine da chiudere perché occupano troppo spazio e delle cene faticosamente consumate con i bambini in braccio.

 

Mom's the family bar Via Antonio Fogazzaro 11 - 20135 Milano Tel 02.5512799 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

||||||

CONOSCI TE STESSO

Dal 10 al 31 gennaio

Dal 10 al 31 gennaio, presso il MIC - Museo Interattivo del Cinema, Fondazione Cineteca Italiana presenta CONOSCI TE STESSO, 4 film che conducono lo spettatore verso la meditazione e la ricerca interiore, programmati tutte le domeniche di gennaio.

Apre questo percorso Il cammino per Santiago di Emilio Estevez, un film commovente, un viaggio spirituale condotto dall’interpretazione intensa e naturalissima di Martin Sheen e dalla estrema sobrietà della regia. Il secondo appuntamento è con Mot Naturen, in concorso all’ultimo festival di Berlino e presentato in anteprima presso Spazio Oberdan lo scorso agosto, un’originale commedia norvegese condotta sul filo dell’ironia e del pensiero profondo. Il regista Ole Giaever, anche interprete protagonista, ha realizzato (l’auto)ritratto di un uomo adulto alle prese con i dubbi e le incertezze di chi ancora non ha raggiunto la maturità e vacilla sotto il peso di responsabilità che a tratti gli sembrano troppo pesanti da sopportare. Il flusso di coscienza al quale si lascia andare, favorito dai silenzi di una natura maestosa alla quale si consegna in solitudine per pochi giorni, assume i contorni di verità magari scomode ma necessarie, segno di quella fragilità che riguarda tutti e con la quale tutti, in qualche momento della nostra vita abbiamo dovuto fare i conti. Si prosegue con Maharishi Mahesh Yogi – Sage of a new generation, l’unico documentario mai realizzato con Maharishi Mahesh Yogi, che spiega gli effetti e i benefici della meditazione trascendentale (MT). Nel film il guru viene mostrato mentre interagisce con individui della generazione degli anni ’60 e con leader del movimento di MT. Maharishi incaricò specificatamente il filmmaker Alain Waite di realizzare questo film nel 1968. I commenti sul film sono stati entusiasti da parte di tutte le persone che l’hanno visto. Un must per chiunque voglia vedere e ascoltare Maharishi Mahesh Yogi. Infine, chiude il programma Il sale della terra, capolavoro di Wim Wenders e Juliano Ribeiro Salgado una vera esperienza estetica esemplare e potente diretta con coerenza tematica e grande rigore stilistico.

SCHEDE DEI FILM E CALENDARIO

Domenica 10 gennaio h 19.00 Il cammino per Santiago (Lydia Smith, USA/Spagna, 2015, 84’) Il film segue da vicino un gruppo di moderni pellegrini che affrontano il viaggio verso Santiago, ognuno con le proprie ragioni, motivazioni e aspettative.

Domenica 17 gennaio h 19.30 Mot Naturen (Ole Giaever, Norvegia, 2015, 80’ con Marte Magnusdotter Solem e Sivert Giaevert Solem, v.o. sott. It.) Martin è un padre che ha bisogno di una pausa dalle responsabilità familiari e per questo decide di ritirarsi sulle montagne per riflettere su se stesso e sugli obiettivi della sua vita. Un onesto e divertente ritratto di un giovane adulto alla ricerca della trasformazione.

Domenica 24 gennaio h 19.00 Maharishi Mahesh Yogi – Sage of a New Generation (Alan Waite, USA, 1969, 52’ con Maharishi Mahesh Yogi, v.o. sott. It.) L’unico documentario mai realizzato con Maharishi Mahesh Yogi, che spiega gli effetti e i benefici della meditazione trascendentale.

Domenica 31 gennaio

h 19.30 Il sale della terra (Wim Wenders, Juliano Ribeiro Salgado, Brasile, Francia, Italia, 2014, col., 100’)

Da quarant'anni Salgado attraversa i continenti sulle tracce di un'umanità in pieno cambiamento. Dopo aver testimoniato alcuni tra i fatti più sconvolgenti della nostra storia contemporanea - conflitti internazionali, carestie, migrazioni di massa - si lancia adesso alla scoperta di territori inesplorati e grandiosi, per incontrare la fauna e la flora selvagge in un grande progetto fotografico, omaggio alla bellezza del pianeta che abitiamo. La sua vita e il suo lavoro ci vengono rivelati dallo sguardo del figlio Juliano Ribeiro Salgado, che l'ha accompagnato nei suoi ultimi viaggi, e da quello di Wenders, fotografo egli stesso.

Info: MIC – MUSEO INTERATTIVO DEL CINEMA, Viale Fulvio Testi 121, Milano Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.cinetecamilano.it  02 87242114 Modalità di ingresso: Biglietto d’ingresso intero: € 5,50 Biglietto ridotto: € 4,00 Biglietto d’ingresso adulto + bambino: € 6,00

 

 

 

|||

Si dice che l’Epifania tutte le feste porta via, ma la saggezza popolare vacilla di fronte alle tante proposte culturali e di intrattenimento che il capoluogo Lombardo propone nel primo weekend dopo le vacanze natalizie. Ecco le nostre 5 proposte.

#Alternative Ghost Tour

Per un sabato sera alternativo vi proponiamo un tour guidato in compagnia dell’esperta di Arte Funeraria, Valeria, alla scoperta dei misteri di una Milano sconosciuta. Due ore di racconti da brivido dal Castello Sforzesco a Piazza Vetra.

715 Sabato 9 gennaio 2016

I misteri di Milano Sabato 9 gennaio 2016 17:00 – 19:00 6€

 #IlFighettino London Calling

E’ esterofilo, profuma di Londra e promette di radunare tante minigonne in stile Carnaby Street. Sul palco dell'Alcatraz di Milano i THE DEMIS fanno rivivere il meglio del repertorio Made in U.K. dagli anni Sessanta a Oggi. Rolling Stones e Beatles, Oasis e Kasabian, Depeche Mode e Blur, Cure e Prodigy. Insomma un party che ha tutte le carte in regola per spaccare!

12366238_522978484546285_1958955646336409155_n Sabato 9 gennaio 2016

Alcatraz sabato 9 gennaio 2016 dalle 23:00 5€ / 7€

 

#animaLovers Esposizione Internazionale Canina

Per tutti gli amanti degli amici a quattro zampe questo è il weekend più atteso dell’anno. Anche quest’anno la Fiera di Rho ospita il tradizionale appuntamento con l’Esposizione Internazionale Canina, che giunge sua cinquantesima edizione e festeggia premiando il “Best in Show”.

Loc_definitiva_20161 Sabato 9 - domenica 10 gennaio 2016

Fiera di Rho - padiglioni 22/24 Sabato 9 - domenica 10 gennaio 2016 9.30 - 17.00 10€

 

#LoSannoTutti Il concertone di Jovanotti

Il cantante più sdolcinato d’Italia replica a grande richiesta il tour “Lorenzo nei Palazzi dello Sport” in un doppio appuntamento già affollatissimo. Da San Siro al Mediolanum Forum d’Assago la scaletta è sempre la stessa, pronti per il karaoke?

jovanotti_concerto Venerdì 8 - sabato 9 gennaio 2016

Mediolanum Forum Venerdì 8 - sabato 9 gennaio 2016 dalle 21.00 a partire da 48,30€

#UltimaOccasione Billy Elliot – Il Musical

Domenica 10 gennaio sarà l’ultima occasione per vedere in scena il pugile che voleva fare il ballerino. Per assistere allo spettacolo musicato da Elton Jhon e diretto da Massimo Romeo Piparo, in scena al Teatro Nuovo di San Babila, è consigliato attrezzarsi con Kleenex e partner d’accompagnamento.

venerdì 8 , sabato 9 e domenica 10 gennaio 2016 venerdì 8 , sabato 9 e domenica 10 gennaio 2016

Teatro Nuovo

venerdì 8 gennaio 2016 dalle 20:45 a partire da 24, 50 €

sabato 9 gennaio 2016 dalle 20:45 a partire da 24, 50 €

domenica 10 gennaio 2016 dalle 15.30 a partire da 24, 50 €

- Serena Savardi -

|||

 

Il 14 gennaio 2016, nello splendido scenario dello Swiss Corner, un angolo di Svizzera in Piazza Cavour, nasce Charming Night.

 

Una onenight dai contenuti e dalle forme innovativi e unici nello scenario della notte milanese.

A partire dalle 22 fino alle 2 di notte lo Swiss ogni giovedì diventerà un contenitore prezioso di sonorità deep, nu-disco, funky, old house.

Alla console si alterneranno i sound designer Lello Mascolo e Rafven3, che disegneranno i percorsi musicali seguendo le immagini dei grandi fotografi che fanno da scenografia al locale.

Drink 10€.

 

Aperto 7 giorni su 7 dalle 07.30 alle 02.00, Swiss Corner rappresenta uno spazio innovativo, un punto di riferimento nel panorama milanese, italiano e non solo, per qualità ed innovazione. Si propone come luogo di eccellenza in cui spazi espositivi e ristorativi comunicano in sinergia, in cui il mix di promozione culturale ed entertainment invita il pubblico a scoprire un nuovo modo di vivere gli spazi.

60 posti a sedere per una colazione al volo, un business lunch, un aperitivo o una cena, nel cuore di una Milano sempre dinamica e attenta alle nuove tendenze. Al centro del locale si trova un ampio bancone, a destra e sinistra due zone per la ristorazione. I colori che dominano, sono il rosso e l’acciaio. Delizioso anche il dehor esterno affacciato su Piazza Cavour.

Swiss Corner racchiude il meglio della cultura svizzera.

Uno spazio concepito dalla Camera di Commercio Svizzera in Italia. La gestione e conduzione del Lounge/Bistrot  è affidata a Fabio Acampora e Sebastian Bernardez.

 

SWISS CORNER MILANO

Piazza Cavour angolo via Palestro tel   02 76390698 aperto dal lunedì alla domenica dalle 07:30 alle 02:00 www.swisscornermilano.it FB/Swiss Corner

charmingnight-gallery-nerospinto

|||

La Fondazione Prada comincia il nuovo anno in grande stile. Al rientro delle festività, infatti, la sede culturale meneghina riapre i battenti con Flesh, Mind and Spirit, una selezione di 15 film realizzata dal regista Alejandro González Iñárritu in collaborazione con Elvis Mitchell, critico cinematografico e curatore del Los Angeles Museum of Art Film. Proposta per la prima volta nel 2009 al Prada Transformer realizzato da OMA a Seoul, la rassegna rappresenta un’occasione unica per rivivere le pulsioni, le suggestioni e le passioni che hanno animato il regista premio oscar nella scoperta e nella visione di queste pellicole.

Alejandro_Gonzalez_Inarritu_26279

“Nonostante la natura estremamente eclettica di questa selezione, si può trovare un elemento in comune: le esperienze ricche di emozioni che i diversi film riescono a suscitare. Tutti hanno provocato in me appetiti che non avrei mai immaginato di avere” - Alejandro González Iñárritu

Le proiezioni sono aperte al pubblico, quotidiane e gratuite dal 13 gennaio al 1 febbraio 2016, e guideranno lo spettatore alla scoperta di una visione inedita sul mondo divisa in tre categorie di grandissima attualità.

“La maggior parte dei cortometraggi affrontano il tema della famiglia in crisi. La forza dei legami familiari è un elemento chiave per interpretare il modo in cui Iñárritu lavora, pensa e sente come regista e come persona” - Elvis Mitchell

Flesh, Mind and Spirit si fa così emblema dello sguardo mutevole di un regista da sempre attivo in ambito sociale e del proprio intorno creativo dal 1955 ad oggi.

Alejandro_González_Iñárritu_with_a_camera_in_production

 

FONDAZIONE PRADA Largo Isarco 2 20139 Milano T +39 02 56 66 26 13 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

- Serena Savardi -

Pagina 3 di 138

coupon-code-amazon-deal-codici-sconto-amazon

immobili sanremo

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.