CHIAMACI +39 333 8864490

A Milano, si sa, passeggiando si hanno sempre delle gradevoli sorprese.

Si scoprono veri e propri mondi che possono soddisfare le nostre passioni o la voglia di qualcosa di esotico, di lontano, di trascendentale e di affascinante.

 

Ed è proprio a questo desiderio che Kunsang e Thonla, una coppia felicemente sposata con due bellissime bambine, rispondono.

Tibetani, vivono in Italia da una decina di anni , e Milano è la loro città di adozione: qui infatti hanno iniziato la loro attività commerciale, della quale sono molto fieri. Questi due punti di riferimento, il Tibet e Milano, danno origine al nome del loro progetto commerciale.

 

Kunsang e Thonla possono dire che sono felici di vivere facendo conoscere la loro cultura: dagli oggetti fatti a mano dai loro connazionali in Tibet ed in Nepal ad oggetti che riguardano la propria cultura ed il Buddhismo.

I negozi presenti a Milano sono due: Shambala in Corso Garibaldi 46 e Himalaya in Viale Montegrappa, 2.

 

Tra gli oggetti che potete trovare ci sono antichità, mala buddhisti (rosari), bracciali, sciarpe, campane tibetane, incensi fatti a mano (comprati e li consiglio vivamente), ciondoli, portafortuna di tradizione Tibetana e tanto altro.

La proposta di oggetti tradizionali buddhisti e, non solo permette il dialogo e lo scambio di informazioni e di conoscenze, ma anche il fiorire di nuove amicizie.

 

“Molte persone possono attraverso un mandala di protezione, o anche un semplice incenso, avvicinarsi ad un insieme di metodi di rilassamento e di pacificazione dello stress quotidiano che può essere molto utile a tutti, indipendentemente dalle proprie convinzioni filosofiche o religiose" - Kunsang e Thonla.

 

Per info e una visita senza impegno:

web_ www.tibetmilano.com

 

Shambala

C.so Garibaldi 46 (02.39661139)

 

Himalaya

V.le Montegrappa,2 (02. 6551288)

 

 

Namasté,

Vittorio Pascale

Allievo praticante di Yoga Integrale presso il Centro Parsifal Yoga, Milano

Fondatore della pagina Fb: Yogamando

Studioso e praticante di Buddhismo Tibetano

hai domande? Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Quando si parla di Gae Aulenti è immediato il collegamento con Milano, l’architettura, il design, la razionalità tipica di chi fa del proprio lavoro la propria vita. Ambrosiana di adozione, Gae Aulenti, studia alla Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano, luogo dove entra in contatto con alcune personalità determinanti per la sua carriera, uno su tutti Ernesto Nathan Rogers, anch’egli architetto, che lei stessa definisce il suo mentore, o meglio, suo “padre” accademicamente e professionalmente parlando. La sua ricerca stilistica si spinge oltre il razionalismo tipico del dopoguerra per aspirare al neo liberty: insieme ad altri architetti e designer in quegli anni realizza attraverso un utilizzo figurato delle forme, sia gli allestimenti per la XIII Triennale di Milano del ’64, sia svariati arredamenti durante gli anni Settanta. In un ambiente fortemente maschilista, Gae Aulenti emerge per le sue indiscusse abilità, per la sua innata capacità di giungere a soluzioni funzionali ed esteticamente apprezzabili. É una donna “Severa, e rigorosa, maschile nei tratti, i capelli tagliati come quelli dell’Auriga di Delfi. La “ magicienne des formes”, come la chiamano in Francia, miscelatrice di simmetrie e asimmetrie. La “pendolare del bello”, secondo un’altra etichetta, l’architetto della ragione, è una donna insieme aspra e cordiale, di semplicità francescana se non claustrale. Se le chiedi qual è il suo odore preferito, quello più inebriante, non ha esitazioni: l’odore del cemento. Il suo punto d’arrivo è la semplicità (“uno dei traguardi più difficili”). Dal particolare al generale, dal cucchiaio alla città era il motto del suo maestro Ernesto Nathan Rogers”, come riporta Laura Laurenzi, giornalista negli anni dell’ascesa dell’architetto. Pioniera in Italia e all’estero, collaborò con Renzo Piano ed altre figure di spicco come Joe Colombo, Marco Zanuso, Gaetano Pesce: realizza diversi pezzi di design per studi milanesi ed entra in contatto con Achille Castiglioni e Pierluigi Cerri. Negli anni centrali della sua carriera si delinea la vera personalità di Gae Aulenti, un architetto che non può prescindere dallo studio dell’arte, della letteratura, del teatro (collabora anche con Luca Ronconi), materie della quali “non può non interessarsi”. La sua ricerca si fonda sulla commistione di ragione ed estro, una fusione profonda tra reale e immaginario, osservazione del concreto e viaggio onirico. Gae Aulenti muore a 84 anni, dopo aver ricevuto diversi riconoscimenti a livello italiano ed internazionale. Rimane un simbolo di genialità ed emancipazione, noi di Neropsinto non possiamo che amarla.

Per riassumere il suo pensiero ecco una delle sue citazioni più sentite, il suo modo di vedere la sua professione, grande amore e passione della sua intera esistenza:

«L’architettura nella quale mi piacerebbe riconoscermi deriva da tre capacità fondamentali di ordine estetico e non morale. La prima capacità è quella analitica nel senso che dobbiamo saper riconoscere la continuità delle tracce urbane e geografiche sia concettuali che fisiche, come essenze specifiche dell’architettura […]. La seconda capacità è quella sintetica cioè quella di saper operare le sintesi necessarie a rendere prioritari ed evidenti i principi dell’architettura, in grado di contenere qualsiasi variazione e cercando di allontanare così dal progetto quel tanto di arbitrario che esso naturalmente possiede. La terza capacità è quella profetica, propria degli artisti, dei poeti, degli inventori. Se la tradizione di una cultura non è qualche cosa che si eredita passivamente, ma qualche cosa che si costruisce ogni giorno, questa terza capacità non può che essere una aspirazione. Una aspirazione a creare un effetto di continuità della cultura, a costruire le sue forme e le sue figure, con un contenuto personale e contemporaneo.»

Il prossimo appuntamento col dottore è sabato 4 maggio alle ore 23.30, segnatelo sull’ agenda e venite all’ HD Disco Milano, in via Enrico Caruso 7, per un’altra imperdibile serata.

 

Per vivere bene e in salute, ascoltate sempre i consigli del vostro dottore, se il dottore dice party… fate festa! E noi di Nerospinto non possiamo certo perderci un check up completo!

 

Per ogni male ci sono iniezioni di elettro lolly candy pop a cura di Dj set Mary K e Shener.

 

Ingresso 10 euro con consumazione

A seguire birra a 5 euro e drink a 7 euro

 

Powered by: MY DOCTOR SAYS PARTY!: http://www.facebook.com/MyDoctorSaysParty GAIA360: http://www.facebook.com/groups/210853325646999/

 

Torna anche il consueto appuntamento estivo a partire da venerdì 7 giugno, con una formula esplosiva, composta da Gaia360, Cool Kids Can't Die e Toilet Club.

 

Info:

http://gaia360.com

 

HD Disco Via Enrico Caruso angolo Tajani 20133 Milano

È aperta fino al 21 luglio 2013 la mostra Louise Nevelson, presso il Museo Fondazione Roma a Palazzo Sciarra.

 

La Fondazione, grazie anche alla partecipazione dell'Ambasciata Americana, la Fondazione Marconi di Milano e la Nevelson Foundation di Philadelphia, prosegue nel suo intento di diffondere la cultura internazionale (e femminile) nel nostro Paese.

 

70 opere dell'artista americana (anche se nata a vicino a Kiev nel 1899) poco conosciuta dal grande pubblico, ma fondamentale per l'arte americana del XX secolo: a lei spetta il riconoscimento di aver contribuito allo sviluppo della nozione plastica, attraverso il recupero dell'oggetto e del frammento con intenti compositivi.

 

Il percorso espositivo aiuta a comprende l'evoluzione artistica della scultrice, dalle piccole opere degli anni Trenta fino alle ultime (è morta nel 1988). Evidenti, le influenze delle avanguardie e dei movimenti artistici con cui è entrata in contatto nei suoi tour europei, soprattutto Mark Rothko e l'espressionismo astratto. Importante l'incontro con Diego Rivera, Frida Kahlo e l'arte precolombiana.

Fotografie storiche accompagnano e raccontano il lavoro e l'artista, mentre un video la mostra all'opera nel proprio studio.

 

 

Informazioni e prenotazioni

+39 06 6920506

www.fondazioneromamuseo.it

 

Orario apertura

Tutti i giorni dalle 10.00 alle 20.00 - lunedì chiuso. La biglietteria chiude unʼora prima.

 

Biglietti

Intero € 10.00

Ridotto € 8.00

 

 

Museo Fondazione Roma - Palazzo Sciarra

Via Marco Minghetti, 22 – Roma

Il teatro Elfo Puccini porta in scena, dal 7 al 12 maggio, lo spettacolo Tè nero notte.

 

In seguito ad una lunga ricerca, condotta al fianco delle unità di strada del servizio Segnavia - Padri Somaschi, che ha consentito di incontrare centinaia di donne e ascoltarne le storie, due allieve, un'autrice e una regista della scuola Paolo grassi hanno sviluppato un percorso teatrale in cui esplorano l'esperienza vissuta dalle prostitute ed il loro sfruttamento.

 

Ne sono nati due spettacoli, due testimonianze differenti, ma ugualmente vere e appassionanti: Strada Provinciale di Cristina Belgioioso e La prostituzione raccontata al mio omeopata di Laura Tassi, presentati in un'unica serata.

Il primo è un viaggio straniante tra i clacson, il buio, le macchine che sfrecciano a gran velocità come i racconti delle ragazze: quattro lucciole che, affidandosi alle flebili luci di alcune lampade, creano un movimento continuo che tiene ancorati gli spettatori all'ascolto e al conforto, come fossero operatori sul campo.

Il secondo spettacolo è un dialogo immaginario tra una narratrice e il suo omeopata: qui l'inconsapevolezza, i timori, le bugie e i sogni delle ragazze di strada sono filtrati dal racconto di questa ragazza dalla vita "normale", con le sue paure, speranze e utopie, sempre a confronto con la ferocia della realtà.

 

 

Info su costi e orari:

 

Biglietto 15€

 

Da martedì a sabato: ore 19.30

domenica: ore 15.30

 

 

Teatro Elfo Puccini

Corso Buenos Aires, 33

Milano

Molte persone con l’HIV non erano a conoscenza della loro infezione finché non si è manifestata con gravi sintomi, trovandosi ormai in uno stato piuttosto avanzato.

 

Il test hiv rapido salivare, promosso dal ministero della salute e gestito dall’istituto Nazionale per le Malattie Infettive Spallanzani, è il modo migliore per prevenire l’hiv/aids, favorendo una diagnosi tempestiva dell’infezione con un metodo non invasivo.

 

La novità del 2013 è che in soli venti minuti, senza prelievo di sangue ma solo con un campione di saliva, si può avere l’esito, in forma anonima e gratuita sotto la supervisione di medici e psicologi appositamente formati e a disposizione.

 

Il test viene eseguito presso la sede di ASA di Via Arena 25 a Milano una volta al mese, dalle 12.30 alle 18.00 senza appuntamento. Questo mese il controllo si terrà martedì 14 maggio.

 

Dopo aver compilato un breve questionario anonimo, un medico infettivologo del San Raffaele eseguirà il test e darà il responso in circa venti minuti.

Coloro che sono interessati, non devono aver mangiato o bevuto nulla nella mezzora precedente e non devono aver fumato, masticato gomme o lavato i denti.

 

Questa iniziativa è un progetto di ASA, Associazione Solidarietà Aids, e del Ministero della Salute, ed è promosso dalla Consulta delle Associazioni di lotta all’AIDS.

 

Presso ASA Onlus

Via Arena 25, Milano

MM2 Sant’Agostino / P.ta Genova

Martedì 14 maggio dalle 12.30 alle 18.00

 

Per informazioni:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Tel: 0258107084

Fax:0258106490

 

Ci sono dei luoghi, a Milano, poco frequentati, ma non per questo meno belli di molte altre mete turistiche che la città offre.

Alcuni, “i miei luoghi del cuore”, li trovo così affascinanti da farmi entrare subito in uno strano mood di felicità e pace interiore.

 

Uno di questi è la Villa Reale di via Palestro e il suo magnifico giardino. Nonostante sia sede della Galleria d’Arte Moderna (e l’ingresso sia gratis), ogni volta che vado è completamente vuoto.

Camminando su preziosi pavimenti a intarsio, si scoprono opere dei maggiori artisti del XVIII e del XIX secolo (per citarne solo alcuni: Antonio Canova, Francesco Hayez, Giovanni Segantini e Medardo Rosso) e del Novecento, rappresentati dalle opere dono di importanti famiglie (tra cui Pablo Picasso, Amedeo Modigliani e Vincent Van Gogh).

 

Gli interni sono, a dir poco, meravigliosi. La sala da ballo, con i suoi grandi lampadari e gli affreschi di Andrea Appiani, assume un'aura magica quando il sole filtra dai grandi tendaggi delle finestre.

Uscendo, per il grande scalone, si raggiunge l'incantevole giardino all'inglese, il primo realizzato a Milano, che ha, al suo centro, un laghetto a “S” abitato da anatre e tartarughe.

La naturalità del verde si abbina perfettamente alla struttura classica della palazzo. Provate a sedervi sulla panchina vicino al tempietto: il rumore della metropoli sparisce e vi sembrerà di stare in un'altra città o, forse, in un'altra epoca.

Un posto da vivere e da riscoprire.

 

 

Galleria d'Arte Moderna di Milano

via Palestro 16 - 20121 Milano

Telefono 02 884.459.47

Fax 02 884.4459.51

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

INGRESSO GRATUITO

 

ORARI DI APERTURA:

Da martedì a domenica dalle ore 9:00 alle 13:00 e dalle ore 14:00 alle 17:30

 

Sabato 4 maggio l'Alcatraz ospita "Queenmania & Friends" in una serata omaggio all'intramontabile band inglese e al suo inimitabile frontman.

 

La famosa tribute band, che rientra in patria trionfante dopo un tour sold-out in Olanda, torna a Milano per regalare agli appassionati una nuova entusiasmante esibizione con il contributo di un'ospite davvero speciale.

Cristina Scabbia, vocalist dei Lacuna Coil, affiancherà il gruppo nell'omaggiare i più grandi successi dei Queen.

Durante la serata interverranno anche i ragazzi del MAS (Scuola d'Arte e Spettacolo) di Milano.

L'evento è patrocinato da ANDLAIDS (Associazione Nazionale per la Lotta contro l'AIDS) che ormai da tempo ha intrapreso un percorso comune al gruppo, portando avanti le proprie iniziative in un rapporto di reciproca collaborazione. Durante la serata, infatti, affiancherà l'esibizione con la diffusione di informazioni su una corretta educazione sessuale e sulla prevenzione e la lotta contro l'AIDS.

 

Il concerto si preannuncia un'esplosione di emozioni, i ricordi prenderanno il sopravvento non solo attraverso la musica -eseguita da alcuni tra i migliori strumentisti presenti attualmente sulla scena europea come Andrea Ge, Tiziano Giampieri e Fabrizio Palermo-, ma anche grazie alla presenza scenica e vocale del cantante Sonny Ensabella, la cui somiglianza con il leader dei Queen lascia esterrefatti.

 

La serata è un'occasione imperdibile per i fans di una delle band più amate al mondo di riviverne la leggenda; un appuntamento che, come sostiene Enrico Ruggeri -spesso ospite dei Queenmania e padrino della band-, sta diventando "una piacevolissima abitudine, e non un semplice concerto".

 

Il live show dei Queenmania ha infatti proiettato, dal 2006 ad oggi, la storia e il percorso della leggendaria band in oltre 400 shows in tour per l'Europa (Italia, Inghilterra, Olanda, Austria, Cecoslovacchia), con innumerevoli riconoscimenti e una serie di special guests di rilievo come Enrico Ruggeri, Tullio De Piscopo, Luigi Schiavone, Maurizio Solieri (Vasco Rossi), Giusy Ferreri, Stef Burns (Huey Lewis & The News, Vasco Rossi), Mattia Bigi (Biagio Antonacci), Irene Fornaciari, Andrea Mirò, Roberto Tiranti (Labyrinth, New Trolls), Entics, Davide ‘Cesareo’ Civaschi (Elio & Le Storie Tese), la stessa Cristina Scabbia (Lacuna Coil) e altri ancora.

 

I Queen mania sono:

Sonny Ensabella – voce

Tiziano Giampieri – chitarra e voce

Andrea Ge – batteria e voce

Fabrizio Palermo – basso e voce

 

Nerospinto vi invita a non perdere l'opportunità di assistere alla loro esibizione e a lasciarvi trasportare in un'atmosfera calda e nostalgica che riaccenda in voi l'ardore del rock.

 

 

Apertura cancelli: ore 22.00

Inizio concerto: ore 22.30

 

Biglietti:

Intero 10€ con consumazione

 

 

Alcatraz Milano

via Valtellina, 25

Milano

Nerospinto vi invita ancora una volta a lasciarvi andare e godervi la serata di giovedì 02 maggio con Razzputin.

Ricordate le feste genuine di una volta?

Quando il futuro era prossimo e dolcissimo ed ogni lieta promessa passava attraverso gli umori e gli istinti più primordiali?

Razzputin è la versione 2.0 della festa del liceo: solo più cinica e senza derive dell'ego.

Musica, ballo, chiacchiere, alcol, sorrisi e un sacco di squarci metropolitani.

Indossate il vostro abito migliore!

Il giovedì allo Zoom è come Grease e per questa volta c'è anche un regalo: il nuovo live di Anna Magdalena.

1st Floor: Miss Brownie Party

Basement no more war: Dj Donut + Deejay Dave

+ superspecial live set: Anna Magdalena

https://www.facebook.com/pages/Anna-Magdalena/220943991269277

VJ anarco supreme:

Giulio Glamnoise

http://glamnoise.com/

Link della serata:

https://www.facebook.com/events/643683235648858

Zoom Bar

via Panfilo Castaldi, 26

Milano

Come ogni settimana, Nerospinto vi propone un ricco programma per il fine settimana, accontentando anche i più esosi per cui il weekend inizia sempre con un giorno di anticipo!

 

Giovedì 02 maggio *Antibagno*

 

La Fosca ha invitato nuovamente Dan. Cosa sta succedendo? Saranno forse amanti?

Artista eccentrico, attore, trasformista, animale da palcoscenico e adesso anche principe della consolle.

Riuscirà a rubare la scena anche lì? Che musica ci farà ascoltare? Intellettuale e casinaro: per noi sei importante Dan!

 

Link dell'evento:

https://www.facebook.com/events/638606939499562/

 

 

Venerdì 03 maggio *Cool kids can't die - Leopard Day*

 

Il venerdì del Toilet sarà totalmente dedicato al Leopardo.

 

Dress code: leopard, maculato, macchiato, cheetah girls

(il Dress Code non è obbligatorio ma indispensabile per vincere il contest per miglior outfit con in palio 3 free drinks).

 

Per chi il Toilet l'ha vissuto sin dai primi party e per i più nostalgici, questo venerdì si differenzia per due Special Guests Bar Amarcord.

A far compagnia a Dan e alla Negra torneranno Nico e Bonni.

Per un'ora random saranno al bar per far finta che quest'anno non sia ancora passato, per sentirsi giovani come un anno fa, per non pensare che il tempo passa.

Andate a trovarli!

 

In consolle:

Japi Queer & LaEMI dj show

 

Free chupito (entro L'1:00)

 

Cineforum nella sala al piano di sotto!!

 

Link dell'evento:

https://www.facebook.com/events/132766013581323/

 

 

In collaborazione con:

Yeep – Tutti gli eventi della tua città in un click!

(per iPhone e presto per Android Completamente Gratuita)

www.yeep.it

 

 

Sabato 04 maggio *Polyester - We love R'n'R - Women in rock tribute

 

Questo sabato il Toilet dedica un'ora alle donne più cazzute del rock e del pop.

60 minuti di dj set senza maschi, suoni ruvidi o elettronici, ma sempre e solo dominati dalle donne (dal '77 a oggi).

 

DJs:

Black Candy, Juno, Donut

 

Scatti + Polyart: ALE & DAVIDE

 

È la nostra penultima serata, poi sarete tutti liberi di andare al mare, in montagna, in giro per il mondo, anche sottoterra!

 

Link dell'evento:

https://www.facebook.com/events/566938336679601/

 

 

INGRESSO GRATUITO

con tessera Arci, Arcigay, Arcilesbica, Uisp

Non hai la tessera? Richiedila qui: www.circolotoilet.it/tessera

 

Toilet Club

via Ludovico il Moro, 171

Milano

Pagina 125 di 135

SANREMO LIVE

coupon-code-amazon-deal-codici-sconto-amazon

immobili sanremo

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.