CHIAMACI +39 333 8864490

|||||

Il Living di Milano ha in serbo una speciale serata di Halloween per i suoi amici! La serata inizia alle 19:00, l’ora dell’aperitivo, con un ricco buffet di carne e pesce curato alla perfezione.

Un 31 Ottobre senza il trucco giusto non è un vero Halloween: ecco perchè l’ospite speciale della serata, Wahanda, il più grande portale online in Europa per la prenotazione di trattamenti di bellezza, omaggerà con un make up da paura tutti coloro che vorranno avere un look spaventosamente perfetto. A dirigere ed eseguire trucco e manicure ci sarà Giancarlo Guccione del centro Runwaythefirst srl, vincitore dello show di Real Time “Best in town 2015”.

Streghe, vampiri o fantasmi? Tutti potranno farsi fotografare sul red carpet davanti al corner appositamente allestito, mentre i Wahanda Angel guideranno gli ospiti alla scoperta dell’universo di Wahanda e distribuiranno regali esclusivi, makeup e nail art. In un’atmosfera da Halloween, lo staff del Living con abiti e trucco a tema servirà agli ospiti - tra le proposte della carta dei vini e del barman - lo Stork Club, eletto cocktail della festa per il suo colore simile a quello di una zucca!

A capo della consolle ci sarà il DJ Raf Ven3 e, a seguire, la proposta deep house di Lorenzo Calvio, special guest DJ.

HALLOWEEN PARTY AL LIVING Sabato 31 ottobre, ore 19:00 Piazza Sempione 2, Milano tel.0233100824 www.livingmilano.com

 

||||||

Sabato 31 ottobre 2015, il MIC - Museo Interattivo del Cinema presenta HALLOWEEN NELL’ARCHIVIO DA PAURA: una serata tutta dedicata al genere horror, con due film strepitosi e una visita notturna all’Archivio storico dei film. Sarà un percorso multimediale che, attraverso la realtà aumentata degli occhiali Epson Moverio, aprirà al visitatore un luogo solitamente inaccessibile e segreto dove i film del passato prendono vita.

La serata prevede due turni composti da 2 film horror – i primi realizzati in Brasile - e due fasce orarie in cui sarà possibile visitare l’Archivio Da Paura. Alle ore 20 è in programma A mezzanotte possiederò la tua anima, il primo grande capolavoro di José Mojica Marins: il crudele e sadico Coffin Joe è il gestore delle pompe funebri di un piccolo paese, temuto e odiato dagli abitanti dell’isolata cittadina di campagna a causa della sua violenza gratuita e del suo disprezzo per ogni mortale. Nonostante sia sposato con Lenita, approccia Terezinha, la donna del suo migliore amico, poichè è ossessionato dalla generazione del figlio perfetto per dare continuità al suo sangue, credendosi una creatura assolutamente pura. Alle ore 22 si proseguirà con Questa notte mi incarnerò nel tuo cadavere, dove il temibile becchino continua la ricerca ossessiva della donna ideale. Con l’aiuto del fedele servitore Bruno, rapisce sei belle ragazze, sottoponendole alle torture più orribili usando una gran quantità di serpenti e ragni enormi. Solo la più coraggiosa, che supererà viva queste terribili prove, potrà essere la madre di suo figlio.

I due turni per visitare Un archivio da paura saranno alle ore 20.30 e alle ore 22.15. Se la visita vi intriga, è obbligatoria una prenotazione, e non sarà possibile creare gruppi con più di 12 persone. Una visita all’Archivio e un film saranno gratuiti per chi si prenoterà dal lunedì al venerdì in orario d’ufficio.

HALLOWEEN NELL’ARCHIVIO DA PAURA MIC - Museo interattivo del cinema Viale Fulvio Testi 121, Milano Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.www.cinetecamilano.it Tel 02 87242114

 

Manifatture Teatrali Milanesi presenta la prima compagnia ospite per questa costellazione 15-16: I Demoni. Proseguendo il loro percorso di rilettura dei testi classici, I Demoni focalizzano l’attenzione ora su Shakespeare. Shylock – “Io non sono come voi” rappresenta il primo capitolo di una trilogia dedicata al potere e al suo abuso, pubblico e privato. Partendo dagli scritti del Bardo inglese, Alberto Oliva e Mino Manni utilizzano una drammaturgia originale, contaminata da suggestioni e fonti contemporanee, per scandagliare l’animo umano attraverso adattamenti che stringono il fuoco su alcuni personaggi. Gli spettacoli andranno in scena dal 23 ottobre all'1 novembre presso il Teatro Litta - La Cavallerizza

Eventi straordinari: venerdì 23 ottobre: per la serata di debutto interverrà Massimo Campanini, celebre professore di Pensiero Islamico e Storia dei Paesi Islamici - modera il Prof. Bruno Milone; mercoledì 28 ottobre: interverrà Margaret Rose, professoressa di Letteratura Inglese dell’Università Statale; venerdì 30 ottobre la replica sarà introdotta dal filosofo milanese Giulio Giorello, cui sarà presente come moderatore il giornalista Luca Gallesi.

SHYLOCK - "IO NON SONO COME VOI” tratto da William Shakespeare - di Alberto Oliva e Mino Manni - regia Alberto Oliva - con Mino Manni assistente regia Serena Piazzacostumi Marco Ferraraluci Alessandro Tinellivideo Leonardo Rinella

Shylock rappresenta il reietto, l’escluso, l’emarginato, il diverso. Intorno a questa figura si sono sviluppate nei secoli interpretazioni diverse, che lo hanno visto colpevole o vittima, buono o cattivo, abile imprenditore o meschino usuraio. Questo testo – in forma di monologo – prende le mosse dal famosissimo brano shakespeariano in cui Shylock si paragona agli altri esseri umani, negando il pregiudizio della diversità di razza, per poi contaminarsi con altre suggestioni tratte dalla letteratura ebraica e da altri testi come il breve ma folgorante racconto YosslRakover si rivolge a Dio di Zvi Kolitz, per scavare nelle radici dell’odio religioso, fino a toccare i conflitti che stanno incendiando il mondo nella nostra epoca.

Info:

Teatro Litta - La Cavallerizza Corso Magenta 24, Milano da martedì a sabato ore 21:00 - domenica 17:00 - lunedì riposo - Durata: 1 ora - Biglietti: intero 14€, ridotti 10€ - Abbonamenti: MTM Abbonamenti e convenzioni - www.mtmteatro.it

BIGLIETTERIA UNICA Corso Magenta 24, Milano 02 86 45 45 45 -  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Prenotazioni e prevendita da lunedì a sabato dalle 15:00 alle 19:30 Biglietti e abbonamenti sono acquistabili sul sito www.mtmteatro.it e sul sito e punti vendita

Shylock-gallery-nerospinto1

Con la stagione autunnale tornano gli appuntamenti musicali al Museo Bagatti: per due giovedì durante il mese di ottobre e tre sabato in novembre, la musica classica risuonerà nel salone della casa museo di via Gesù. Si consolida nuovamente la collaborazione con l’Associazione Wagneriana di Milano, che propone due concerti per soprano e pianoforte: il 15 ottobre Parigi e Vienna: il Lied e la Mélodie dopo Richard Wagner e il 22 Il Rinascimento nei compositori italiani del ‘900. In novembre è di scena la collaborazione con l’Associazione culturale “Omaggio al clavicembalo”; tre gli appuntamenti dedicati a questo antico strumento. Il programma prevede: il 7 novembre J. S. Bach: le Variazioni Goldberg, il 14 novembre Boccherini: 6 quartetti trascritti per due clavicembali e il 21 novembre Il violino italiano nel barocco europeo.

Per i Giovedì del Museo

15 ottobre, ore 20 Parigi e Vienna: il Lied e la Mélodie dopo Richard Wagner Lorna Windsor, soprano e Antonio Ballista, pianoforte

22 ottobre, ore 20 Il Rinascimento dei compositori italiani del ‘900 Margherita Tomasi, soprano e Alberto Malazzi, pianoforte

Per i Sabato in musica

7 novembre, ore 16 J. S. Bach: in viaggio verso Itaca con le Variazioni Goldberg Bruna Panella, clavicembalo e Francesca Bosi, voce recitante

14 Novembre, ore 16 L. Boccherini: I sei quartetti op. 26 nella trascrizione per due clavicembali Graziella Baroli e Barbara Spano, clavicembali

21 novembre, ore 16 Il violino italiano nel Barocco europeo Jérémie Chigioni, violino barocco e Daniela Fontana, clavicembalo

Info:

Ingresso al museo 9 €, comprensivo del concerto Si consiglia la prenotazione a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o T. 02 76006132

 Dal 21 ottobre al 4 novembre presso il teatro Elfo Puccini di Milano sarà possibile visitare la mostra fotografica BreakalegRitratti di scena della fotografa milanese Laila Pozzo.

 

Il progetto prende il nome dal motto inglese “Break a leg! Rompiti una gamba!”: una sorta di “In bocca al lupo” usato dai teatranti dei paesi anglosassoni.

Le opere sono frutto di un lungo lavoro di ricerca fotografica e costituiscono il racconto del fervente panorama teatrale cittadino.

 

Fotografare il teatro è difficile: ingabbiare in una piccola superficie la grandezza della scena e dei gesti risulta quasi impossibile. Per superare la mera documentazione è necessario osservare con profondità e scavare nell’animo dei protagonisti.

 

Attraverso sguardi e gesti misurati, i "ritratti di scena" di Laila Pozzo descrivono storie e relazioni tra i personaggi. Gli attori, non risultano ingabbiati nel scatto, ma si sentono liberi di dare nuova vita al personaggio che interpretano, giocando tra di loro e con l'obiettivo. La fotografa propone una serie di ritratti realizzati agli attori pochi istanti prima dell'atto finale, quando sta per avvenire la metamorfosi che li trasformerà in personaggi.

 

Per maggiori informazioni sul lavoro di Laila Pozzo

www.breakaleg.it

 

BREAKALEG RITRATTI DI SCENA 

fotografie di Laila Pozzo

 dal 21 ottobre al 4 novembre Teatro Elfo Puccini – Milano

Evento inserito nell’ambito di Photofestival 2015

INGRESSO LIBERO

 

La mostra sarà aperta negli orari di apertura del teatro.

TEATRO ELFO PUCCINI corso Buenos Aires 33, Milano tel. 02/0066.06.06 www.elfo.org

 breakaleg-gallery-nerospinto2

|||

Grandi chef e 150 ristoranti a sostegno dell'associazione Azione contro la Fame

In seguito al grande successo ottenuto in Spagna ed Inghilterra, in occasione della Giornata Mondiale dell'Alimentazione, l'associazione umanitaria Azione contro la Fame, lancia anche in Italia l'iniziativa “Ristoranti contro la fame”. La campagna, supportata da una coltre di numerosi e prestigiosi chef nazionali, vede la partecipazione di circa 150 ristoranti in tutta Italia che, dal 16 ottobre al 16 dicembre, attraverso il loro lavoro e il sostegno offerto dai clienti, contribuiranno a supportare la Fondazione nel suo impegno umanitario.

Azione contro la Fame è un'organizzazione internazionale impegnata nella lotta alla malnutrizione. Ogni giorno, lavora con l'obiettivo di salvare la vita a bambini gravemente malnutriti e fornire alle famiglie accesso all'acqua pulita. L'impegno è altresì rivolto a trovare soluzioni a lungo termine per combattere le cause strutturali di fame e denutrizione. Nata in Francia nel 1979, è oggi attiva in 47 Paesi del mondo, anche in situazioni di emergenza determinate da catastrofi naturali o carenza cronica di cibo.

Tuttora, oltre 3 milioni di bambini sotto i 5 anni muoiono ogni anno per cause legate alla malnutrizione, casistiche sconcertanti se si pensa che esistono cure salva-vita efficaci e a costi contenuti. Con soli 2 euro infatti, si fornisce un giorno di cure a base di cibo terapeutico utile a restituire la salute a un bambino malnutrito e a offrirgli la possibilità di un futuro migliore.

Per questa ragione, quest'anno Azione contro la Fame lancia la sua iniziativa Ristoranti contro la Fame contemporaneamente in Italia, Germania, Canada e Stati Uniti.

Gli amanti del cibo è potranno contribuire alla raccolta fondi ai tavoli di uno o più dei circa 150 ristoranti aderenti all'iniziativa in tutta Italia, avendo la possibilità di scegliere tra un'ampia rosa di proposte gastronomiche. I clienti potranno donare 2 Euro aggiungendoli al loro conto, mentre i ristoranti promuoveranno la campagna proponendo un menù solidale al quale associare una propria donazione.

La conferenza stampa della campagna di lancio dell'iniziativa si è tenuta in data odierna nella splendida location del Park Hyatt hotel di Milano. Nella foto qui sotto, alcuni tra gli chef ambasciatori dell'iniziativa.

Info: www.ristoranticontrolafame.itwww.azionecontrolafame.it Twitter @acf italia #Ristoranticontrolafame facebook: Azionecontrolafame

Chiara Zanetti

20151115_115415-1

Dal 24 ottobre 2015 al 16 aprile 2016, dopo il successo riscosso nella scorsa stagione, ritorna a grande richiesta il cartellone teatrale dedicato ai più piccoli – ma adatto a tutta la famiglia - Manzoni Family.

In programma ci saranno dodici veri e propri musical in formato ridotto, della durata di circa 80 minuti, che raccontano le storie più famose, immergendole in un mondo fatato, fatto di personaggi originali e divertenti, di costumi e scenografie colorate, sempre accompagnati dall’allegria delle musiche. Inoltre, alla fine di ogni spettacolo, i bambini potranno conoscere nel foyer del teatro i personaggi in costume appena ammirati sul palcoscenico.

Il primo appuntamento del Family Show è con Aladin, spettacolo che racconta la famosissima storia di un ladruncolo che ne combina di cotte e di crude nel mercato della città, Agrabha, e proprio per questo motivo viene mandato in prigione. Proprio qui, scopre un’antica lampada ad olio e strofinandola si ritrova accanto un Genio simpatico e chiacchierone,  che gli offre la possibilità di avvicinare la donna di cui è follemente innamorato, la principessa Jasmine. La fanciulla è tenuta sotto controllo dal malefico Gran Visir, insieme al Sultano, suo padre. Ma l'amore, la generosità e l'intelligenza di Aladin vengono ricompensati dai famosi tre desideri del Genio, e portano al tanto atteso lieto fine.

Teatro Manzoni Via Manzoni, 42 – Milano Sabato 24 ottobre, ore 15:30 Info: 02 7636901 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.teatromanzoni.it

[gallery ids="47384,47385,47387"]

Nella serata di venerdì 16 ottobre, alle ore 21.00, l'Elfo Puccini ospiterà il Teatro Filodrammatici per una replica di “Albania”, lo spettacolo ispirato a un romanzo di Augusto Bianchi Rizzi, per la regia di Bruno Fornasari.

"…ho un figlio che appena si regge ai primi passi. Per lui voglio scrivere questo mio diario di guerra intessuto fedelmente sui pochi appunti presi quasi ogni giorno nella Campagna italo-greca (28.10.1940 – 22.04.1941), cui io partecipai in qualità di medico di Compagnia alpina."

Il protagonista di Albanaia è il tenente medico Vittorio Bellei che ci accompagna in prima persona, attraverso frammenti del suo personale diario di guerra. La drammaturgia, tratta dal romanzo di Augusto Bianchi Rizzi, mette al centro un uomo e le sue convinzioni, la storia di un medico che aderisce con rigore etico e morale al sistema di valori del suo tempo e dedica tutto se stesso alla causa in cui crede. Dopo la nascita del figlio, Vittorio Bellei parte con le truppe Alpine per la guerra d'Albania. Assistiamo insieme a lui alla guerra in trincea sotto il fuoco nemico, per poi affrontare il gelo del monte Guri i Topit. A quota 2120 il nemico peggiore è proprio il freddo e gli alpini, mal nutriti e male attrezzati, combattono sotto terra e nelle trune ghiacciate la loro più dura battaglia di resistenza contro un esercito greco in forze e meglio organizzato. Il dottor Vittorio Bellei è lì per loro, per aiutarli a superare la nottata, in alcuni casi a sopravvivere al male della lontananza. La sua professione, o forse missione, lo costringe a sentire la vita correre via dai suoi commilitoni, sotto forma di bomba a mano o di nostalgia fredda come le trincee gelate in alta quota. L'unico sollievo sembrano essere le partite a carte in tenda, tra un allarme e l'altro, il momento del pasto scarso e condiviso, il momento di cantare insieme per non sentire il silenzio, per non aver paura di quel silenzio. Albanaia è quindi, e soprattutto, la storia di un uomo che si trova a dover confrontare il rigore dei principi con la comprensione umana degli affetti, l'insensatezza della sofferenza quotidiana con la sua legittimazione idealistica.

Info: 16 ottobre, ore 21.00 Teatro Elfo Puccini, corso Buenos Aires 33 Sala Fassbinder

Albanaia-gallery-nerospinto2

Un insieme di scritti, un raffinato gioiello e una serie fotografica con nove immagini in bianco e nero diventano parte dell'installazione live concepita da Corpicrudi. Questa volta è la Beatrice di Dante a ispirare il progetto: "Vita Nova", al centro della visione dei due artisti.

Corpicrudi è un progetto artistico per visioni firmato dagli artisti Samantha Stella e Sergio Frazzingaro, presenti presso gallerie d'arte contemporanea, musei e teatri internazionali. Samanta e Sergio hanno indagato negli anni diversi linguaggi (fotografia, video, installazioni con elementi strutturali e corporei) incentrandosi principalmente sul corpo e su pratiche di discipline live. Questa ricerca inesauribile ha dato vita a intense riflessioni sui sottili equilibri tra vita e morte, eternità, bellezza e armonia.

Vita Nova” è l'ultimo progetto strutturato da Corpicrudi, ispirato all’omonima opera in prosa e liriche di Dante Alighieri datata intorno al 1293 ed incentrata sulla figura dell’amata Beatrice, e alle raffigurazioni ad essa dedicate dal pittore e poeta Preraffaellita Dante Gabriel Rossetti che per primo effettuò la traduzione in inglese del testo (1861). Beatrice è amore non consumato, fonte di beatitudine, sofferenza e salvezza, in un passaggio dal senso allo spirito, dal reale all’ideale, dal contingente all’eterno. La visione degli artisti si concentra soprattutto sul sogno di Dante che presagisce la morte di Beatrice nel capitolo III, dove Amore fa mangiare il cuore di Dante a Beatrice per poi portarla in cielo. Antonio Arévalo (poeta, curatore di arte), Claudia Attimonelli (scrittrice, ricercatrice in Teorie del linguaggio e scienze dei segni), Elena Bordignon (giornalista, curatrice indipendente), Ilenia Corti (designer di gioielli e calzature), Luigi Lazzerini (saggista), Luigi Presicce (artista visivo), Jean-Marie Reynier (curatore di arte, artista visivo) e Vincenzo Susca (scrittore, ricercatore in Sociologia dell'immaginario), sono stati invitati da Corpicrudi a formulare pensieri in qualsiasi forma scritta dettati dalla suggestione del sogno di Dante nella Vita Nova e al dipinto Dante’s Dream at the Time of the Death of Beatrice (Il sogno di Dante al momento della morte di Beatrice, 1871), di D. G. Rossetti. I designers Lavinia Fuksas e Alessandro Grimoldieu hanno dedicato al progetto "Vita Nova" di Corpicrudi il gioiello Beata Beatrix, dall'omonimo dipinto di D. G. Rossetti del 1870 ispirato a Beatrice, incluso nella loro nuova collezione AdMater. Gli scritti e il gioiello diventano parte, insieme alla serie fotografica con nove immagini bianco e nero in piccole dimensioni scattate da Corpicrudi, dell’installazione live concepita da Corpicrudi presentata in collaborazione con la curatrice Zoe De Luca, ed azione diretta e performata da Samantha Stella di Corpicrudi.

info:

Il progetto verrà presentato mercoledì 28 ottobre alle ore 20.00 presso la galleria "Riccardo Crespi", via Mellerio 1, Milano

Chiara Zanetti

Domenica 25 ottobre, dalle 10.30 alle 24.00, al 10 Corso Como 100 intellettuali milanesi leggeranno i 100 canti della Divina Commedia.

Da Camilla Baresani a Gianni Canova, da Eva Cantarella a Nando Dalla Chiesa, dai Legnanesi a Salvatore Natoli, da Maurizio Nichetti a Aldo Nove, da Walter Siti a Ferruccio Soleri, da Mirko Volpi a Luigi Zoja.

Nel 750esimo anniversario della nascita del suo autore, La Divina Commedia smette di essere appannaggio di scuole e aule universitarie per fare il suo ingresso in un luogo – 10 Corso Como a Milano – che rispecchia i vari volti della città: Milano come paradiso della moda e dell'arte e Milano fatta di locali dell'happy hour e della gastronomia più raffinata, fino ai chiaroscuri della movida notturna.

Milano per Dante. 100 voci per 100 canti è un evento ideato da Alberto Cristofori, che coinvolge 100 persone legate alla città di Milano, per nascita o per adozione, e rappresentative della sua cultura, intesa nell’accezione più ampia del termine: scrittori, poeti, artisti, musicisti, attori, scienziati, filosofi, librai.

Milano per Dante nasce dalla collaborazione con l’Associazione Progetto Fior di Loto Onlus, impegnata da anni nell’aiuto alle bambine di Calcutta, e con 10 Corso Como.

100 lettori si alterneranno sul palco, per 7/8 minuti ciascuno, il tempo di leggere un canto, mentre alle loro spalle i versi di Dante scorrono a video. Lo spazio di 10 Corso Como è nello stesso tempo intimo, quale richiede l’attività di lettura ad alta voce, e aperto: è previsto che il pubblico arrivi, si fermi ad assistere allo spettacolo, si allontani, ritorni, con la possibilità di alternare l'ascolto ad altre attività, come visitare il negozio, la libreria, il ristorante e la galleria che resteranno aperti tutta la giornata.

Con il patrocinio di Commissione Europea, Fondazione Cariplo, ARCI Milano, Circolo dei Lettori di Milano diretto da Laura Lepri e Fondazione Adolfo Pini, un grande coro di voci, una varietà di intonazioni e di personaggi, che contribuirà ad avvicinare la Divina Commedia al pubblico più vario, promuovendo un simbolo della cultura italiana ed esaltando una città sempre in fermento.

Perché Dante? Perché, ancora una volta, Dante e la Commedia, dopo i grandi successi delle letture di Sermonti e di Benigni? Perché leggere la Divina Commedia, coinvolgendo attivamente gli intellettuali milanesi di ogni formazione, è un modo per riaffermare il valore della cultura. Non si tratta solo di riscoprire un grande classico e un capolavoro della poesia mondiale. Si tratta di ribadire che l’esistenza umana, per potersi davvero definire umana, non si può ridurre ai bisogni materiali: la nostra natura, il nostro Dna, ci spinge a cercare “virtute e canoscenza”, cioè una dimensione spirituale, estetica, umana.

Info:

10 Corso Como, Milano Domenica 25 ottobre Dalle ore 10.30 alle 24.00 Ingresso libero

Chiara Zanetti

Pagina 13 di 135

coupon-code-amazon-deal-codici-sconto-amazon

immobili sanremo

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.