CHIAMACI +39 333 8864490

|||

Venerdì 31 luglio, al Magnolia di Milano, il repertorio dei TARM arrangiato da un'orchestra di 30 elementi.

Il coraggio di andare oltre gli steccati dei generi i TARM lo hanno sempre avuto e quest'ultima iniziativa è l'ennesima conferma di una band che non ha mai smesso di osare artisticamente. Quando eravamo swing è il regalo di una grande orchestra di jazz (l’Abbey Town Jazz Orchestra) alla musica e all’immaginario di Tre allegri ragazzi morti e con loro a tutta la musica indipendente italiana. Gli arrangiamenti in stile swing o esotico riconsegnano alle canzoni di Tre allegri ragazzi morti vita nuova e allo stesso tempo classica.

Gli arrangiamenti accompagnano con naturalezza le melodie della band friulana ripercorrendo tutta la loro storia, da Occhi bassi a I cacciatori quindi da Mostri e normali a Il giardino dei fantasmi. Spesso sembra di ascoltare le versioni originali dei brani. Fate una prova con La mia vita senza te o con Signorina Primavolta. Quando eravamo swing, registrato in presa diretta nel bel Teatro Arrigoni di San Vito al Tagliamento (in provincia di Pordenone) sotto la direzione del pianista Bruno Cesselli e rifinito all’Alambic Conspiracy Studio da Paolo Baldini, mette per la prima volta assieme musicisti di area stilistica diversa attorno ad un progetto comune.

Un concerto che si annuncia memorabile. D'altri tempi, ma in tempi nostri. Apertura cancelli: 19:00 Inizio spettacoli: 22:00 Ingresso: 10,00 euro Dopo le ore 23:30, ingresso gratuito

 

Marco Trabucchi

|||||

Se anche voi siete stati dei fan sfegatati di Sister Act, sia l'1 che il 2, e amavate quella ragazzina che cantava "Joyful, Joyful", con una dolcezza e una voce che avrebbe fatto sciogliere il cuore della persona più seria del mondo, allora sarete lieti di sapere che quella ragazzina, ormai donna, sarà in Italia in concerto per due date indimenticabili.

12 luglio a Roma, all'auditorium Parco della Musica, e il 20 luglio a Lucca, all'interno del Lucca Summer Festival, in Piazza Napoleone. Due date all'insegna della musica, due date dedicate a lei, la prima donna ad aver vinto ben 5 Grammy Awards in un'unica serata, record battuto soltanto dall'immensa Beyoncè e poi eguagliato da Adele nel 2012.

Tra i suoi successi più famosi ricordiamo la malinconica "Killing Me Softly with His Song", di quando la Hill si esibiva insieme al gruppo hip hop Fugees nel 1996, cover di un brano scritto da Charles Fox e Norman Gimbel, ispirata a una poesia di Lori Lieberman, Killing Me Softly With His Blues. 

Il successo come solista arriva però nel 1998 con l'album The Miseducation of Lauryn Hill, segnalato dalla rivista Rolling Stone tra i 500 migliori album di sempre. Da allora un brano tira l'altro e il successo non si fa attendere, cosa che non impedisce alla cantautrice, chitarrista, pianista e attrice statunitense di crearsi una famiglia, al fianco di Rohan Marley, figlio di Bob Marley.

Finalmente, dopo le incredibili esibizioni del 2005 e del 2007, Lauryn Hill torna a far sognare il pubblico italiano con la sua voce calda e piena di emozioni con un concerto da non perdere, che vedrà il nostro paese protagonista per ben due volte.

MS LAURYN HILL CONCERT ITALIAN TOUR DATES:

13 luglio 2015 Auditorium Parco della Musica - Roma. ore 21:00 Biglietti da 40,25 €

20 luglio 2015 Piazza Napoleone - Lucca ore 21:30 Biglietti da 39.10 €

INFO E BIGLIETTI: http://www.ticketone.it/

 

Al Carroponte, domenica 5 luglio alle ore 21.30, arriva direttamente dalla città Medaglia d'Oro Reggio Emilia un emozionante ricordo della Resistenza. I Giardini di Mirò & Max Collini, voce degli Offlaga Disco Pax, racconteranno con musica e narrazioni le gesta, le sofferenze, le esperienze e le memorie delle generazioni che hanno vissuto in quel momento storico, evento fondante dell'Italia contemporanea.

Lo spettacolo Settant'anni, qualche mese, alcuni giorni è un viaggio tra i suoni e le storie quotidiane, distante dalle liturgie istituzionali.

I Giardini di Mirò & Max Collini affiancano alla cara e vecchia retorica, da sempre protagonista di questi appuntamenti, la forza dei nuovi linguaggi per comunicare la magia che ancora ci permette di prender parte spiritualmente a quel periodo di ribellione.

La serata rientra nel progetto della città di Sesto San Giovanni dal nome “Oggi, 25 aprile 1945”che proporrà incontri, riflessioni e appuntamenti dedicati alla Resistenza fino a novembre 2015.

 

Giardini di Mirò & Max Collini, voce degli Offlaga Disco Pax Domenica 5 luglio 2015 Carroponte - via Luigi Granelli 1, 20099 Sesto San Giovanni (MI) Apertura cancelli: ore 20.00 - Inizio concerto: ore 21.30 Ingresso gratuito Infoline: 392 32 44 674

 

[gallery type="rectangular" ids="44857,44858,44859"]

Dal 26 Giugno al 18 Luglio, a Colico, piccolo e suggestivo borgo sul ramo lecchese del lago di Como, si tiene il Festival internazionale "Musica sull'Acqua".

Un ricco programma di eventi e sopratutto l'opportunità per molti giovani talenti di conoscere ed esibirsi con alcuni tra i nomi più affermati del concertismo internazionale.

Cuore del Festival è il Chiostro dell'Abbazia di Piona, vero e proprio gioiello di architettura romanica posto sulla punta della piccola penisola di Olgiasca, insieme ad altri complessi storici presenti sulle sponde del Lago di Como.

Fondato e diretto da Francesco Senese, affermato violinista di Colico (LC), membro dell’Orchestra Mozart e della Lucerne Festival Orchestra, il Festival compie dieci anni di vita. Per l’importante traguardo saranno ospitati artisti di fama internazionale: per citarne solo alcuni, i violinisti Sergej Krylov e Alexander Sitkovetsky, i pianisti Louis Lortie, Itamar Golan e Ingrid Fliter, la cantante Cristina Zavalloni, il mimo Tony Lopresti e tanti altri interpreti di prim’ordine, impegnati nella realizzazione di concerti, atelier e masterclass insieme ai bambini e alle giovani promesse della musica da camera.

Un traguardo importante che viene festeggiato celebrando, sopratutto, due figure celeberrime nella storia della musica classica novecentesca: Béla Bartók, a settanta anni dalla sua scomparsa -frequentando la sua musica per archi da quella per bambini fino alla più complessa evoluzione del Divertimento e della Sonata per violino solo- e Claudio Abbado. Il noto direttore d'orchestra, infatti, è sempre stato sostenitore e mentore di tanti degli artisti che hanno partecipato alle varie edizioni del Festival.

Questo omaggio avverrà in particolar modo Domenica 5 luglio (ore 17) all’HangarBicocca di Milano con la prima assoluta del "Concerto per alberi" di Félix Mendoza (chiaro riferimento all'impegno ambientalista manifestato in diverse occasioni da Abbado).

L'opera è tratta dall’omonimo libro della pluripremiata autrice di libri per bambini Laëtitia Devernay (Terre di Mezzo Editore): un autentico inno alla natura e al potere illusorio della fantasia in cui, al tocco magico di un piccolo direttore d’orchestra, gli alberi prendono vita e si trasformano in uno stormo di uccelli che volano via.

Giovane compositore e musicista venezuelano, cresciuto nell’eccellente El Sistema di Abreu, primo percussionista della Simón Bolívar Symphony Orchestra e poi timpanista della Mozart Orchestra, Mendoza ha scritto "Concerto per alberi" espressamente per l’Orchestra giovanile e l’Ensemble di percussioni del Festival. Nell'esibizione, un ruolo rilevante verrà assunto anche dalla Compagnia mimica dell’atelier diretta da Tony Lopresti, che ne ha creato la coreografia mimica rendendo visibili le evoluzioni del gesto musicale emanato da questa nuovissima partitura.

Accanto ai giovanissimi interpreti di questo speciale appuntamento, affiancati dai loro docenti, anche due astri del concertismo internazionale: la pianista argentina Ingrid Fliter ed il violinista russo Alexander Sitkovetsky.

A loro si uniranno i bambini del progetto Archi del Cherubino de L’Aquila, che dopo il sisma, porta avanti con caparbietà un percorso musicale ed educativo di notevole valore sociale.

La loro presenza richiama alla memoria il particolare legame instaurato dalla città abruzzese con Claudio Abbado, che ha voluto fortemente l’Auditorium del Parco, progettato da Renzo Piano, donandole così un luogo di incontro e di creazione di bellezza.

 

Di seguito vi proponiamo il programma dei principali appuntamenti del Festival:

 

Venerdì 3 luglio - ore 21 Abbazia di Piona, Colico (LC)

Franz Schubert (1797-1828) Fantasia in fa minore per pianoforte a quattro mani D 940

Béla Bartók (1881-1945) Sonata in sol minore per violino solo Sz 117 con la coreografia mimica Apocalypse Man di Tony Lopresti

Rapsodia in sol maggiore per violino e pianoforte Sz 86

Johannes Brahms (1833-1897) Danze ungheresi per pianoforte a quattro mani

 

Louis Lortie, Ingrid Fliter pianoforte Francesco Senese violino Tony Lopresti mimo director

 

Domenica 5 luglio - ore 17 HangarBicocca, Milano

Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791) Sinfonia in mi bemolle maggiore KV 16

Johann Sebastian Bach (1685-1750) Concerto in la minore per violino e orchestra BWV 1041

Franz Joseph Haydn (1732-1809) Concerto in re maggiore per pianoforte e orchestra Hob. XVIII : 11

Félix Mendoza (1983) Concerto per alberi coreografia mimica di Tony Lopresti prima esecuzione assoluta nuova commissione del Festival Internazionale “Musica sull’Acqua”

 

Orchestra Giovanile del Festival Ensemble di Percussioni del Festival Gli Archi del Cherubino de L’Aquila Compagnia Mimica del Festival Ingrid Fliter pianoforte Alexander Sitkovetsky violino Félix Mendoza direttore

 

Domenica 12 luglio - ore 21 Abbazia di Piona, Colico (LC)

Robert Schumann (1810-1856) Marchenbilder per viola e pianoforte op. 113

Johannes Brahms (1833-1897) Due Gesänge per contralto, viola e pianoforte op. 91

Franz Schubert (1797-1828) Der Hirt auf dem Felsen per voce, clarinetto e pianoforte D 965

Alexander von Zemlinsky (1872-1942) Trio in re minore per clarinetto, violoncello e pianoforte op. 3

 

Cristina Zavalloni voce Andrea Rebaudengo pianoforte Danusha Waskiewicz viola Anton Dressler clarinetto Patrizio Serino violoncello

 

Sabato 18 luglio - ore 21 Abbazia di Piona, Colico (LC)

Concerto di chiusura

Béla Bartók (1881-1945) 44 Duo per due violini Sz 98 (Libro IV)

Johannes Brahms (1833-1897) Quintetto in sol maggiore per archi op. 111

Béla Bartók (1881-1945) Divertimento per archi Sz 113

 

Alexis Cardenas violino Francesco Senese violino Simone Briatore viola Danusha Waskiewicz viola Patrizio Serino violoncello Johane Gonzalez contrabbasso Giovani musicisti della Masterclass di violino, viola, violoncello e contrabbasso

 

 

Festival internazionale di musica da camera "Musica sull'Aqua" Dal 26 Giugno al 18 Luglio Colico (Lago di Como) e Milano Info : www.festivalmusicasullacqua.org Ufficio informazioni e prevendite: Expo Lake Cape Colico, P.zza Garibaldi (Colico), da sabato 20 giugno a sabato 18 luglio, da martedì a sabato dalle ore 15.00 alle ore 19.00 - tel. 334.9277571 Biglietti: 18 € intero; 15 € ridotto (ridotto per Concerto Atelier, membri dell'Associazione Festival Musica sull'acqua, Associati Coro Musica Viva e Coro Femminile di Colico, Associati alla Scuola Sperimentale di Musica R. Goitre, Soci Touring Club Italiano muniti di tessera associativa e documento di identità). Ingresso gratuito per ragazzi fino ai 14 anni.

                    

[gallery ids="44881,44879"]

Grande concerto al Fabrique di Milano per i Libertines il prossimo 4 luglio alle ore 21.00. La tappa milanese, unica data italiana, inizialmente annunciata nell'Area Esterna al Mediolanum Forum di Assago (Mi) subisce uno spostamento di location e si trasferisce al Fabrique.

I biglietti già acquistati per assistere allo spettacolo della band di Pete Doherty rimangono validi anche per il nuovo luogo del concerto.

Durante il tour, il quartetto inglese ha proposto in concerto la nuova canzone Gunga Gin (primo inedito in dieci anni), assaggio del nuovo album che dovrebbe essere in fase di ultimazione.

Musa dell'intero disco è stata Amy Winehouse, scomparsa nel 2011 a soli 27 anni. Il frontman Pete Doherty ha sottolineato, in un'intervista concessa alla testata britannica NME, come la cantante abbia avuto un ruolo fondamentale nell'ispirare il mood dell'intero lavoro.

Ad Amy, Doherty ha dedicato lo scorso gennaio il singolo Flags of the old regime, i cui proventi sono stati donati alla Amy Winehouse Foundation, associazione che si prefigge di aiutare i giovani a combattere l'uso e l'abuso di alcolici e stupefacenti.

Libertines 4 Luglio 2015 ore 21.00 Fabrique Via Gaudenzio Fantoli 9, Milano costo: 36 euro

 

[gallery type="rectangular" ids="44785,44786,44787,44790,44788"]

|||||

Il duo eccentrico delle sorelle Casady, CocoRosie, arriva sul palco del Carroponte giovedì 2 luglio alle ore 21.30 per una delle due uniche date in Italia. La grinta, lo stile unico ed inimitabile e la miscela di generi caratterizzano la loro più che decennale carriera.

Un concerto attesissimo e un’occasione imperdibile per ascoltare in anteprima assoluta, a distanza di due anni dall'album GrassWidow, i brani che faranno parte del nuovo disco in uscita ad autunno.

Bianca e Sierra hanno creato tutte le canzoni nel loro casolare adibito a studio nella Francia del Sud, circondate da vecchi strumenti e giocattoli vintage. L'intento è stato quello di tornare a un approccio musicale più acustico, arricchito da percussioni e giocattoli ripescati da La Maison de Mon Rêve, il loro disco d'esordio del 2004.

Rispetto alle atmosfere elettro-psichedeliche dei lavori precedenti, la proposta sound polverosa e retrò segna una svolta. Tuttavia, non cambiano il fascino e l'originalità che le circonda: la ricetta segreta del loro successo è probabilmente dovuta agli spartiti imprevedibili, ai costumi di scena e alle seducenti performance live.

Indira Fassioni

CocoRosie al Carroponte - via Luigi Granelli 1, 20099 Sesto San Giovanni (MI) giovedì 2 luglio 2015 Apertura cancelli: ore 20.00 - Inizio concerto: ore 21.30 Ingresso: 15 € Infoline: 392 32 44 674

 

Indira Fassioni

 

|||

Martedì 21 Luglio, a partire dalle ore 20.30, vi attende una nuova ed emozionante serata di concerti a Castellazzo di Bollate: protagonisti, questa volta, i Giorgieness e la band britannica The Kooks.

Sabato 20 Giugno, infatti, la sacerdotessa del rock Patti Smith ha inaugurato il Festival di Villa Arconati, che anche quest'anno intende soddisfare le aspettative di un pubblico sempre più incuriosito.

Il progetto musicale e culturale -realizzato grazie alla collaborazione fra il Comune di Bollate, Il Polo Culturale Insieme Groane, la proprietà di Villa Arconati e i sostenitori della manifestazione- da anni si è affermato come una delle principali manifestazioni dell’estate milanese.

Martedì 21 Luglio, il quartetto indie rock britannico The Kooks, sorto nel 2005 a Brighton, torna in Italia e approda a Villa Arconati, per presentare i brani del suo ultimo album, "Listen": si tratta di un disco decisamente più sperimentale dei precedenti, con sonorità più ricercate. Il loro sound è maturato, appare più espressivo e più vicino agli stili musicali degli anni sessanta e Ottanta, con qualche vago accenno alla musica elettronica.

Ad inaugurare la serata i Giorgieness, giovane band valtellinese reduce da una buona esibizione al Carroponte in apertura al concerto di Cristina Donà, lo scorso 18 Giugno.

Il gruppo, capitanato dalla cantautrice Giorgie D'Eraclea, è composto dal polistrumentista Andrea De Poi (basso), Lou Capozzi (batteria) e Davide Lasala (chitarra).

Il Live a Villa Arconati rappresenta una ottima occasione per presentare ancora una volta ad un pubblico variegato il nuovo singolo "K2": il primo dei tre singoli, che anticipano l'uscita dell'album nel 2016, ha raggiunto più di 1000 ascolti in meno di 24 ore su YouTube e dimostra il tono energico, scabro ma coinvolgente della band, che riesce ad interpretare la forma canzone in una chiave rock istintiva ma determinata e convincente, con testi in italiano e una voce solida.

 

The Kooks + Giorgieness Live

Martedì 21 Luglio, ore 21.00

Festival di Villa Arconati - Via Madonna Fametta, Bollate (MI)

prezzo del biglietto: 20 € + diritti di prevendita - prevendite attive su www.mailticket.it

 

GIORGIENESS-gallery-nerospinto

|||

Leggenda vivente della musica rock, ex componente dei Guns N’ Roses, Slash arriva a Milano il 24 giugno alla Summer Arena del Mediolanum Forum di Milano durante il Poste Pay Milano Summer Festival.

Insieme a Myles Kennedy and The Cospirators, Slash presenta l’album “World On Fire” uscito a settembre 2014. Questo album ha visto il chitarrista più famoso del mondo rock insieme alla sua fidata band partire in un tour mondiale da grandi numeri e grandi eventi.

Slash è uno degli autori di brani di successo quali November Rain, Paradise City, Sweet Child O' Mine, Welcome to the Jungle, You Could Be Mine.

Il soprannome "Slash" gli fu affibbiato da Seymour Cassel, padre di un suo amico d'infanzia. Slash è alla 65ª posizione nella classifica dei 100 migliori chitarristi di tutti i tempi secondo la rivista Rolling Stone e con la sua chitarra torna in Italia con l’imperdibile data al Poste Pay Milano Summer Festival.

L’Assago Summer Arena è un'area circoscritta da container navali colorati, un progetto di design che servirà da barriera per il festival e per contenere gli stand di cibo, bevande e shopping. Si suddivide in due parti: Area Concerti e Area Village.

Slash 24 giugno 2015, ore 21.00 Assago Summer Arena Via Giuseppe di Vittorio 6, 20090Assago Milano

Info prezzi: Biglietto in prevendita: €40,00+d.p. Prezzo del biglietto in cassa la sera dello show: €45,00

 

|||

Giovedì 16 luglio fa il suo debutto al Festival di Villa Arconati, uno dei talenti più intriganti della nuova canzone italiana: Brunori Sas.

Il cantautore cosentino Dario Brunori, conosciuto come Brunori Sas, porta in scena lo spettacolo "Brunori Srl: una società a responsabilità limitata", un connubio perfetto di teatro, cabaret e canzone.

Reduce dal suo ultimo tour europeo "Il Cammino di Santiago in Interrail" dedicato all'ultimo album "Il Cammino di Santiago in taxi", Brunori Sas, nel suo nuovo spettacolo, si ispira alle stand up comedy americane per raccontare la nostra epoca con canzoni ironiche e monologhi con qualche tonalità amara.

Il titolo dello spettacolo gioca sul suo nome d'arte, trasformando Brunori Sas da società di persone a società di capitali (Srl) per descrivere le mutazioni di una realtà fatta di luoghi non fisici, come la Rete, dove la responsabilità degli uomini è sempre più limitata.

Lo spettacolo è già stato apprezzato dal pubblico e dalla critica, attraverso aneddoti, ricordi e storie personali Dario Brunori ironizza sulla società odierna e sull’abitudine di delegare, soprattutto le proprie responsabilità.

Festival di Villa Arconati Brunori Sas 16 luglio, ore 21.00 20€ + prevendita Via Madonna Fametta, Bollate MI

 

 

|||

La meravigliosa cantante piacentina Nina Zilli torna a Villa Arconati, il prossimo sabato 18 luglio con il suo Frasi&Fumo Tour in cui spazia dalla canzone d'esordio "50 mila" agli ultimi singoli "#RLL" (Riprenditi Le Lacrime), "Sola" ed infine altri successi come "L'inferno" e "L'uomo che amava le donne".

La voce stupenda, calda e raffinata di Nina Zilli viaggia con un'eleganza retrò dal soul, al blues, al jazz e al reggae.

Due anni dopo l'esibizione in coppia con il trombettista jazz Fabrizio Bosso, Nina Zilli torna sul palco di Villa Arconati più carica di sempre.

Sul palco sarà accompagnata dalla Smoke Orchestra: Riccardo Gibertini alla tromba, Gian Luca Pelosi al basso, Antonio Vezzano alla chitarra, Nicola Roccamo alla batteria, Marco Zaghi al sax e flauto traverso e Angelo Cattoni al piano e tastiera. Inoltre ci sarà Gabriele Montanari al violoncello.

La cantautrice, dopo le esperienze in TV con Giorgio Panariello nel 2012 e di recente come giudice di Italia's Got Talent, conduce ora il programma musicale Stay Soul su Radio2Rai.

Festival di Villa Arconati Nina Zilli 18 luglio, ore 21.00 25€ + prevendita Via Madonna Fametta, Bollate MI

 

 

 

 

Pagina 3 di 8

coupon-code-amazon-deal-codici-sconto-amazon

immobili sanremo

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.