CHIAMACI +39 333 8864490

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa estesa Cookie Policy

Utilizziamo i cookie per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo. I dati raccolti grazie ai cookie servono per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.

Cosa sono i cookie?

I cookie sono piccoli file di testo inviati dal sito al terminale dell’interessato (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi al sito alla successiva visita del medesimo utente. Un cookie non può richiamare nessun altro dato dal disco fisso dell’utente né trasmettere virus informatici o acquisire indirizzi email. Ogni cookie è unico per il web browser dell’utente. Alcune delle funzioni dei cookie possono essere demandate ad altre tecnologie. Nel presente documento con il termine ‘cookie’ si vuol far riferimento sia ai cookie, propriamente detti, sia a tutte le tecnologie similari.

Tipologia dei cookie

I cookie possono essere di prima o di terza parte, dove per "prima parte" si intendono i cookie che riportano come dominio il sito, mentre per "terza parte" si intendono i cookie che sono relativi a domini esterni. I cookie di terza parte sono necessariamente installati da un soggetto esterno, sempre definito come "terza parte", non gestito dal sito. Tali soggetti possono eventualmente installare anche cookie di prima parte, salvando sul dominio del sito i propri cookie.

Natura dei cookie

Relativamente alla natura dei cookie, ne esistono di diversi tipi:

Cookie tecnici

I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di "effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio" (cfr. art. 122, comma 1, del Codice). Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in: • cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di autenticarsi per accedere ad aree riservate); essi sono di fatto necessari per il corretto funzionamento del sito; • cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso, al fine di migliorare le performance del sito; • cookie di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.

Cookie di profilazione

I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all'utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell'ambito della navigazione in rete. Per l'utilizzo dei cookie di profilazione è richiesto il consenso dell'interessato. L’utente può autorizzare o negare il consenso all'installazione dei cookie attraverso le opzioni fornite nella sezione "Gestione dei cookie". In caso di cookie di terze parti, il sito non ha un controllo diretto dei singoli cookie e non può controllarli (non può né installarli direttamente né cancellarli). Puoi comunque gestire questi cookie attraverso le impostazioni del browser (segui le istruzioni riportate più avanti), o i siti indicati nella sezione "Gestione dei cookie".

Cookie installati su questo sito

Ecco l'elenco dei cookie presenti su questo sito. I cookie di terze parti presentano il collegamento all'informativa della privacy del relativo fornitore esterno, dove è possibile trovare una dettagliata descrizione dei singoli cookie e del trattamento che ne viene fatto.

Elenco dei cookie presenti sul sito NEROSPINTO

Cookie di sistema Il sito NEROSPINTO utilizza cookie per garantire all'utente una migliore esperienza di navigazione; tali cookie sono indispensabili per la fruizione corretta del sito. Puoi disabilitare questi cookie dal browser seguendo le indicazioni nel paragrafo dedicato, ma comprometterai la tua esperienza sul sito e non potremo rispondere dei malfunzionamenti. Facebook Facebook utilizza cookie per offrire all'utente funzionalità di condivisione e di “like” sulla propria bacheca. Per maggiori informazioni, consultare la pagina https://www.facebook.com/about/privacy Twitter Twitter utilizza cookie per offrire all'utente funzionalità di condivisione sulla propria bacheca. Per maggiori informazioni, consultare le pagine: https://support.twitter.com/articles/20170519-uso-dei-cookie-e-di-altre-tecnologie-simili-da-parte-di-twitter e https://twitter.com/privacy?lang=it Google+ Google+ utilizza cookie per offrire all'utente funzionalità di condivisione sulla propria bacheca. Per maggiori informazioni, consultare la pagina http://www.google.com/policies/technologies/cookies/ Pinterest Pinterest utilizza cookie per offrire all'utente funzionalità di condivisione sulla propria bacheca. Per maggiori informazioni, consultare la pagina https://about.pinterest.com/it/privacy-policy Durata dei cookie I cookie hanno una durata dettata dalla data di scadenza (o da un'azione specifica come la chiusura del browser) impostata al momento dell'installazione. I cookie possono essere: • temporanei o di sessione (session cookie): sono utilizzati per archiviare informazioni temporanee, consentono di collegare le azioni eseguite durante una sessione specifica e vengono rimossi dal computer alla chiusura del browser; • permanenti (persistent cookie): sono utilizzati per archiviare informazioni, ad esempio il nome e la password di accesso, in modo da evitare che l'utente debba digitarli nuovamente ogni volta che visita un sito specifico. Questi rimangono memorizzati nel computer anche dopo aver chiuso il browser. NEROSPINTO terrà opportuna traccia del/dei consenso/i dell’Utente attraverso un apposito cookie tecnico, considerato dal Garante Privacy uno strumento “non particolarmente invasivo”. L’Utente può negare il suo consenso e/o modificare in ogni momento le proprie opzioni relative all’uso dei cookie da parte del presente Sito Web, tramite accesso alla presente Informativa Privacy che è “linkabile” da ogni pagina del presente Sito. L’Utente ha la facoltá in qualsiasi momento di esercitare i diritti riconosciuti dall'art. 7 del D.Lgs. 196/2003 ed, in particolare, tra gli altri, di ottenere copia dei dati trattati, il loro aggiornamento, la loro origine, la finalità e la modalità del trattamento, la loro rettifica o integrazione, la loro cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco per i trattamenti in violazione di legge e di opporsi per motivi legittimi al trattamento. Per esercitare tali diritti, scrivere a NEROSPINTO . Se è già stato dato il consenso ma si vogliono cambiare le autorizzazioni dei cookie, bisogna cancellarli attraverso il browser, come indicato sotto, perché altrimenti quelli già installati non verranno rimossi. In particolare, si tenga presente che non è possibile in alcun modo controllare i cookie di terze parti, quindi se è già stato dato precedentemente il consenso, è necessario procedere alla cancellazione dei cookie attraverso il browser oppure chiedendo l'opt-out direttamente alle terze parti o tramite il sito http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte Se vuoi saperne di più, puoi consultare i seguenti siti: • http://www.youronlinechoices.com/ • http://www.allaboutcookies.org/ • https://www.cookiechoices.org/ • http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/3118884

Come disabilitare/cancellare i cookie mediante configurazione del browser

Chrome 1. Eseguire il Browser Chrome 2. Fare click sul menù presente nella barra degli strumenti del browser a fianco della finestra di inserimento url per la navigazione 3. Selezionare Impostazioni 4. Fare clic su Mostra Impostazioni Avanzate 5. Nella sezione “Privacy” fare clic su bottone “Impostazioni contenuti“ 6. Nella sezione “Cookie” è possibile modificare le seguenti impostazioni relative ai cookie: • Consentire il salvataggio dei dati in locale • Modificare i dati locali solo fino alla chiusura del browser • Impedire ai siti di impostare i cookie • Bloccare i cookie di terze parti e i dati dei siti • Gestire le eccezioni per alcuni siti internet • Eliminare uno o tutti i cookie Mozilla Firefox 1. Eseguire il Browser Mozilla Firefox 2. Fare click sul menù presente nella barra degli strumenti del browser a fianco della finestra di inserimento url per la navigazione 3. Selezionare Opzioni 4. Selezionare il pannello Privacy 5. Fare clic su Mostra Impostazioni Avanzate 6. Nella sezione “Privacy” fare clic su bottone “Impostazioni contenuti“ 7. Nella sezione “Tracciamento” è possibile modificare le seguenti impostazioni relative ai cookie: • Richiedi ai siti di non effettuare alcun tracciamento • Comunica ai siti la disponibilità ad essere tracciato • Non comunicare alcuna preferenza relativa al tracciamento dei dati personali 8. Dalla sezione “Cronologia” è possibile: • Abilitando “Utilizza impostazioni personalizzate” selezionare di accettare i cookie di terze parti (sempre, dai siti più visitato o mai) e di conservarli per un periodo determinato (fino alla loro scadenza, alla chiusura di Firefox o di chiedere ogni volta) • Rimuovere i singoli cookie immagazzinati. Internet Explorer 1. Eseguire il Browser Internet Explorer 2. Fare click sul pulsante Strumenti e scegliere Opzioni Internet 3. Fare click sulla scheda Privacy e, nella sezione Impostazioni, modificare il dispositivo di scorrimento in funzione dell’azione desiderata per i cookie: • Bloccare tutti i cookie • Consentire tutti i cookie • Selezionare i siti da cui ottenere cookie: spostare il cursore in una posizione intermedia in modo da non bloccare o consentire tutti i cookie, premere quindi su Siti, nella casella Indirizzo Sito Web inserire un sito internet e quindi premere su Blocca o Consenti. Safari 1. Eseguire il Browser Safari 2. Fare click su Safari, selezionare Preferenze e premere su Privacy 3. Nella sezione Blocca Cookie specificare come Safari deve accettare i cookie dai siti internet. 4. Per visionare quali siti hanno immagazzinato i cookie cliccare su Dettagli Safari iOS (dispositivi mobile) 1. Eseguire il Browser Safari iOS 2. Tocca su Impostazioni e poi Safari 3. Tocca su Blocca Cookie e scegli tra le varie opzioni: “Mai”, “Di terze parti e inserzionisti” o “Sempre” 4. Per cancellare tutti i cookie immagazzinati da Safari, tocca su Impostazioni, poi su Safari e infine su Cancella Cookie e dati Opera 1. Eseguire il Browser Opera 2. Fare click sul Preferenze poi su Avanzate e infine su Cookie 3. Selezionare una delle seguenti opzioni: • Accetta tutti i cookie • Accetta i cookie solo dal sito che si visita: i cookie di terze parti e quelli che vengono inviati da un dominio diverso da quello che si sta visitando verranno rifiutati • Non accettare mai i cookie: tutti i cookie non verranno mai salvati.

Luisa Turuani & Bros all’interno della sua mostra site-specific “SQUARTO – Carne da macello” fino al 31 maggio 2015 allo Studio Museo Francesco Messina.

 

L’associazione cramum e la Fondazione Giorgio Pardi insieme al Museo Francesco Messina continuano il proprio sforzo a favore dei giovani artisti e dell’arte contemporanea a Milano.

All’interno della mostra site-specific di Daniele Salvalai, curata da Sabino Maria Frassà & Andi Kacziba,SQUARTO – Carne da macello” verrà data la possibilità a due giovani artisti, alunni del Maestro, di presentare e allestire temporaneamente una propria opera.

Si innesca un ricco e virtuoso dialogo tra generazioni di artisti: Francesco Messina, Daniele Salvalai e i giovanissimi Bros e Luisa Turuani. La mostra site-specific di Daniele Salvalai è del resto parte integrante del premio cramum, che nasce proprio con l’intento di colmare il gap generazionale e sostenere i migliori giovani artisti in Italia: chi vince il premio cramum ha diritto a due anni dalla sua vittoria di allestire una mostra site-specific allo Studio Museo Francesco Messina.

 

Le opere presentate sono:

 

  • 00:00 (Mente locale) di Luisa Turuani (dal 20 al 24 maggio).
  • David di Bros (dal 27 al 30 maggio).
 

 Il Premio cramum dal 2013 sostiene i migliori giovani artisti in Italia, mettendoli in relazione con artisti di fama internazionale e professionisti del mondo dell’arte.

 

 

Daniele Salvalai presenta due opere di

Luisa Turuani & Bros

All’interno della sua mostra site-specific

SQUARTO – Carne da macello

 

Mostra e allestimenti a cura di Sabino Maria Frassà & Andi Kacziba

 

Studio Museo Francesco Messina Via San Sisto 4/A Milano

 Fino al 31 Maggio 2015: da martedì a domenica dalle 9.00 alle 17.30

 Promotori: Fondazione Giorgio Pardi & Associazione Cramum

 

Partner e patrocini del 3° Premio cramum: Comune di Milano, Città Metropolitana di Milano, Edicola Italiana, Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano, Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, EXPO 2015, Padiglione Italia EXPO 2015, Ministero Armeno della Diaspora, Ambasciata di Danimarca in Italia, Consolato Generale della Repubblica Federale di Germania, Consolato generale di Svizzera a Milano, Consolato generale di Ungheria a Milano, Università degli Studi di Milano, Istituto Europeo di Design, Accademia di Danimarca, British School of Rome, British Council, Goethe-Institut Mailand, amanutricresci.

 

 

[gallery type="rectangular" ids="43106,43107"]

Dal 24 al 29 maggio 2015 doppio appuntamento dedicato a Pier Paolo Pasolini. Spettacolo "La Ricotta, capolavoro cinematografico di Pier Paolo Pasolini portato in scena da Antonello Fassari” e mostra “L'oriente di Pasolini” Il fiore delle mille e una notte nelle fotografie di Roberto Villa al Teatro Franco Parenti.

 

24-29 maggio 2015

Sala Grande

Antonello Fassari

LA RICOTTA

di Pier Paolo Pasolini

Con Antonello Fassari, Adelchi Battista

Produzione Teatro Franco Parenti

 

 

La Ricotta è un cortometraggio del 1963, piccolo capolavoro diretto Pier Paolo Pasolini. È un film dentro un film: il racconto di un set cinematografico dove si sta girando la Passione di Cristo.

Il protagonista è Stracci, che interpreta il buon ladrone, affamato per aver lasciato alla moglie e ai sette figli il suo cestino, nelle pause delle riprese cerca del cibo, vivendo un personale e parallelo calvario. Intorno a lui si muove la troupe cinematografica, incarnata da un’umanità da corte dei miracoli: produttore, giornalista, regista, quasi marionette, la Maddalena e tante comparse. Nella messinscena di Fassari, nata nel 2004, tutto è raccontato in modo scenograficamente minimalista: un tavolo e una sedia di legno, una poltroncina da regista e una postazione per violoncello dove la musica accompagna l’attore nella sua straordinaria performance. Con la sola voce abilmente modulata, in quel misto tra italiano e dialetto romano tanto caro a Pasolini, e una calamitante gestualità, Fassari riesce a recitare tutti i ruoli, a descrivere e spiegare tutte le situazioni, con il solo aiuto dei giochi di luci e delle musiche, composte e interpretate sulla scena da Adelchi Battista.

 

“Non è difficile prevedere per questo mio racconto dei giudizi interessati, ambigui, scandalizzati. Ebbene, io voglio qui dichiarare che comunque si prenda “la ricotta”, la storia della Passione, che indirettamente “la ricotta” rievoca, è per me la più grande che sia mai accaduta, e i testi che la raccontano i più sublimi che siano mai stati scritti.”  Pier Paolo Pasolini

 

In contemporaena

Dal 24 al 29 maggio 2015

orari 10.30/14 - 16.30/21.00

L’ORIENTE di PASOLINI

"Il fiore delle mille e una notte"nelle fotografie di ROBERTO VILLA

INGRESSO GRATUITO

 

La mostra, curata da Virginia Monteverde, vede l'esposizione di un gruppo di fotografie scelte fra oltre 270 immagini, scattate da Villa durante le riprese del film Il fiore delle mille e una notte.

L'incontro fra Pier Paolo Pasolini e Roberto Villa avvenne a Milano nel 1973. Fu lo stesso regista a invitare il fotografo a seguirlo  in Iran e nello Yemen, per seguire le fasi di lavorazione del film nel suggestivo scenario delle città di Isfahan e di Sana’a, . Villa rimase sul set per ben cento giorni e oggi, attraverso i suoi scatti, abbiamo a disposizione uno straordinario documento che ci mostra Pasolini e la sua troupe al lavoro sul set del film che il grande regista ha scelto come  ultimo capitolo della sua Trilogia della vita. Non un semplice backstage, ma una rappresentazione reale e fiabesca al tempo stesso delle persone e dei luoghi che fanno da sfondo all'opera di Pasolini.

Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

PER LO SPETTACOLO PREZZO Platea I settore - 40€;Platea II settore - 32€;over60 18€ - under26 15€;III settore - 25€ over60 18€ - under26 15€

ORARI domenica 24 maggio ore 20.30;lunedì 25 maggio ore 20.30;martedì 26 maggio ore 21.15;mercoledì 27 maggio ore 19.30;giovedì 28 maggio ore 21.15;venerdì 29 maggio ore 19.30;

 

INFO

www.teatrofrancoparenti.it Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.02 59 99 52 06

 

[gallery type="rectangular" ids="43093,43102"]

 

Mayur è il festival che dal 22 maggio al 26 luglio 2015 celebrerà la danza e la musica indiana in tutte le sue sfumature.

 

Un’esperienza eccezionale, un percorso artistico originale e unico di undici settimane che vedrà lo spettatore protagonista di un viaggio autentico attraverso la musica, la danza e le arti indiane, dall’India tradizionale a quella moderna, con la partecipazione di artisti di fama internazionale. Mayur celebra tutto questo attraverso l’esplorazione della musica e della danza indiane con artisti internazionali indiani che attraverso la loro passione e maestria ci riveleranno l’arte pura.

 

Imran Khan, virtuoso sitarista di alto livello ed originario di Jodhpur ci incanterà con le melodie ragas indiane, George Jacob originario del Kerala e Mumbai ci trasporterà nelle danze del Sud dell’India e nella sfavillante Bollywood dance! Karan Pangali , indiano di nascita ma residente a Londra, pluripremiato coreografo e danzatore di Kathak e Bollywood dance, vincitore del talent show in India JUST DANCE ci farà sognare Bollywood ed infine Anuj Mishra e Neha Singh ci trasporteranno nelle corti Mughul di Lucknow con la tradizione più antica (Lucknow Gharana) della danza Kathak.

Una vera kermesse di danza indiana tra workshops, Master class, spettacoli e Mehfil.

 

PROGRAMMA:

 

HINDUSTANI TRADITIONAL INDIA

23 Maggio ore 19.00 – India soul Concerto al consolato indiano di Milano Con Imran Khan & Lorenzo Danzatrici: Maya Devi e Lucrezia Ottoboni

FROM KOLLYWOOD with love

7 Giugno- Bollywood dance workshop 11.00-13.30 15.00-17.30 open level

7 Giugno ore 21.30 Bollywood night Show with George Jacob con DJ SET dal vivo.

 

BOLLYWOOD DIWANA

INTENSIVE WEEK con Karan Pangali Giov. 11 Giugno 20.00-21.15 Kathak Master class-OPEN level Ven. 12 19.30-20.45 Bollywood Master class-OPEN LEVEL Sabato 13 Giugno 2015: 14.30-17.30 Kathak Master class-OPEN LEVEL Domenica 14 Giugno 2015: 15.00-18.00 Bollywood Master class- intermediate level (min 1 anno di studio di danze).

Domenica 14 Giugno ore 21.30 " DREAMING INDIA”con la straordinaria partecipazione di KARAN PANGALI, Bollywood Maharani di maya Devi e Apsaras di Valentina Manduchi con invited guests della danza indiana italiana. SPLENDOUR of MUGHUL ERA

Intensive weekend with ANUJ MISHRA & NEHA SINGH 28 Giugno Kathak workshops 11-13.30-15.00-17.30 29 Giugno ore 19.30 “Mehfil & Kathak performance” con Anuj Mishra & Neha Singh.

 

SHOWS & CONCERTS:

23 Maggio 2015-ore 19.30 “India soul” al consolato generale dell’India 7 Giugno 2015-ore 21.30 “From Kollywood with love” con George Jacob 14 Giugno 2015-ore 21.30 “Dreaming India” con Karan Pangali 29 Giugno 2015-ore 19.30 “Mehfil” con Anuj Mishra& Neha Singh 26 luglio 2015 -SUMMER MELA Un grande bazaar indiano con performance, dance, mercatino artigianale di oggetti indiani e cibo veg.

 

MAYUR Milano India Dance Fest

22 Maggio-26 luglio 2015

Spazio Mudra Via Parenzo, 7 Milano

 

 

L’evento è patrocinato da INCREDIBLE INDIA Milano e General consulate of India Milano.

 

www.mudramilano.com www.facebook.com/mudramilano https://www.facebook.com/events/1599746226906010/

 

[gallery type="rectangular" ids="43080,43077,43076"]

 

Letterpress Workers International Summit è un meeting internazionale di tipografia, che avrà luogo dal 3 al 7 giugno 2015 a Milano. Un raduno annuale di designer e tipografi provenienti da Europa e America Latina, dove i partecipanti lavorano insieme su un tema comune, condividendo le proprie conoscenze e competenze. In poche parole: un social network fisico. Il Letterpress Workers International Summit è partito nel 2012 a cura dell’Officina Tipografica Novepunti e, dal 2014 si tiene presso lo Spazio Pubblico Autogestito Leoncavallo .

Il tema di quest’anno riguarda le danze e le musiche popolari. Durante il giorno più di 30 designers stamperanno le loro tradizioni musicali mentre la sera le balleranno. Saranno 4 giorni intensi di stampa, conferenze, workshop e balli sfrenati.

Molto interessante è il laboratorio per bambini organizzato da ABiCiDi. La danza è movimento, è espressione, colore, ritmo e divertimento. Lo stesso avviene nella tipografia e nel suo cuore pulsante chiamato alfabeto. Il laboratorio offre uno spazio fisico e mentale nel quale il bambino può sperimentare e giocare liberamente con i caratteri mobili in legno.

Il 6 giugno alle ore 11, ABiCiDi ha pensato ad workshop per bambini: Cartoline di Carattere. Le lettere sono dei segni, dei disegni che ci permettono sia di formare delle parole, sia di creare nuove forme, immagini e mondi ad essi correlati: il carattere e la stampa diventano nuovi mezzi espressivi. Il laboratorio è riservato ai bambini di età compresa tra i 5 e i 12 anni.

Il tema è quello di risolvere la monotonia che spesso mettiamo nella creazione di biglietti d’auguri di compleanno e cartoline che raccontano i ricordi delle vacanze. Esprimere un sentimento vero non è facile, ma le lettere possono essere utili sempre. Se non si ha la parola giusta, si può far diventare la M un’onda, MM il mare, VV rovesciate un albero di Natale e CC un abbraccio. Insomma, largo alla fantasia!

Durante il laboratorio, i genitori al seguito verranno accompagnati da Officina Novepunti in tour tra i tipografi.

L’evento è a cura di ABiCiDi, Spazio Bk, 9PT.

Costo 10 euro

Per info e prenotazioni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sito: http://www.letterpressworkers.net/

 

[gallery type="rectangular" ids="43062,43061,43060,43059,43058,43057,43055"]

Torna il secondo appuntamento con l’arte del Mint Cafe, la caffetteria milanese situata in viale Bligny 15, zona universitaria vicino a porta Romana. Questa volta il protagonista è il giovane fotografo Francesco Zigliotto, che omaggia la città di Milano con scatti in bianco e nero.

La mostra “Milano, ricordi dal presente” inaugura sabato 23 Maggio alle 18,00 e sarà visitabile fino al 23 Giugno 2015.

Nato a Vicenza nel 1988, Francesco Zigliotto ha seguito le orme del padre fin dal 2009, diventando un fotografo professionista. Dopo un anno trascorso a lavorare nello studio di famiglia, si è trasferito a Milano e poi a New York, dove ha iniziato la sua carriera nel campo della moda.

Ha collaborato e lavorato come assistente per artisti di fama internazionale come Mario Testino, Steven Klein, Bob Seliger, Inez Van Lamsweerde e Vinoodh Matadin, Andreas H. Bitesnich, Wayne Maser, Richard Phibbs, Pierpaolo Ferrari e molti altri. Ha collaborato con Vogue America, Vogue Italia, Elle, Numero’, Vanity Fair, Dazed, Marieclair e Icon. Attualmente, vive e lavora fra Milano e New York.

Che vogliate prendere un caffè di passaggio, fare uno spuntino o una pausa pranzo buona e salutare, da Mint Cafe troverete un’atmosfera intima e accogliente, che richiama le ambientazioni nordiche. Adeguandosi agli standard internazionali, il locale propone la formula all day long, aperto dalla mattina fino alla sera, offrendo ricche colazioni e piatti deliziosi e leggeri per pranzo, attenti alle esigenze di vegetariani e vegani. Punto di forza del concept è garantire la qualità del cibo e un gusto genuino dei sapori autentici, freschi e stagionali, in un’atmosfera dal design naturale ed ecosostenibile. Facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici, Mint Cafe mette a disposizione di tutta la clientela il collegamento gratuito alla rete wireless e il servizio take away.

 

“Milano, ricordi dal presente” mostra fotografica di Francesco Zigliotto Inaugurazione sabato 23 maggio h 18,00 In mostra fino al 23 giugno 2015

Mint Cafe Viale Bligny 15, 20136 Milano 02 89059930 www.mintcafe.it www.facebook.com/mintcafemilano Aperto dal lunedì al sabato, dalle 7 alle 21

[gallery type="rectangular" ids="43021,43020,43019,43018,43008,43010,43011,43012,43015,43004,43005,43006"]

Meeting the Odyssey è un progetto artistico e sociale itinerante che parte dal Mar Baltico per arrivare nel Mar Mediterraneo. Ogni estate dal 2014 al 2016, artisti e organizzatori di diversi Paesi europei navigano insieme a bordo del veliero Hoppet mettendo in scena pièce teatrali, azioni sul territorio chiamate instant performances, convegni e workshop in tutta Europa.

 

Il progetto intreccia elementi dell’Odissea, tematiche europee attuali e storie raccolte attraverso lo scambio con le popolazioni locali. Meeting the Odyssey è esso stesso viaggio: è collaborazione a lungo termine e scoperta continua di nuovi paesaggi e pratiche culturali per dar vita a sinergie artistiche su scala europea.

 

Dopo il tour del 2014 nel mar Baltico, dal 23 maggio al 3 ottobre 2015 il progetto approda nell’area del Mediterraneo, con una tappa speciale in Lombardia: nella cornice di EXPO 2015, ScarlattineTeatro e Regione Lombardia accolgono artisti e operatori provenienti da tutta Europa. Meeting the Odyssey prevede l’ultimo tour nel 2016 in Grecia.

 

È un sogno che si avvera questa nave di artisti che naviga, come Ulisse 3000 anni fa, tra il Baltico e il Mediterraneo, per approdare a Itaca il 14 giugno 2016. Un progetto visionario che mescola narrazioni, storie, lingue e popoli per raccontarci la contemporaneità complessa dell’Europa di oggi.

Michele Losi, Direttore artistico ScarlattineTeatro_Campsirago Residenza.

 

Meeting the Odyssey 2015 parte il 23 maggio da Milano (Piattaforma dei Navigli) con il convegno Meeting #1 – La questione omerica e un’Odissea contemporanea (ore 16.00), l’inaugurazione della mostra fotografica Voci e sguardi dall’Europa di oggi e, alle 18.00, alle Colonne di San Lorenzo, la prima instant performance a cura di Teatro delle Moire e Qui e Ora. Ogni tappa del progetto prevede, infatti, un appuntamento di instant, ovvero azioni performative nate dall’incontro tra il team internazionale del progetto e artisti, persone e spettatori locali. In Lombardia le instants saranno realizzate anche a Cernobbio (CO) e Campsirago di Colle Brianza (LC). Il 27 maggio (con repliche fino al 31), il debutto in prima assoluta della coproduzione internazionale sbarchi_un’odissea (produzione C) ideata e diretta da Michele Losi (ScarlattineTeatro_ Campsirago Residenza). Lo spettacolo attraverso il corpo, la musica e la parola racconta l’altra faccia del Nostos, della nostalgia del ritorno, dell’impossibilità del riconoscere, del riconoscersi e del tornare ad amare una volta a casa, dopo una lunga assenza. Cuore della scena sarà il pubblico, al centro del Palazzo di Odisseo, trasformato da Penelope e dall’eterno scorrere del tempo.In Lombardia il tour prosegue a Dervio sul Lago di Como (5/7 giugno), per poi far tappa a il Giardino delle Esperidi Festival sul Monte di Brianza (12/15 giugno) per poi tornare sul Lago, a Como e a Cernobbio (19/21 giugno), a bordo della barca a vela Calipso. La navigazione di Hoppet riprende da Camogli (28 giugno) in direzione Malta-Gozo per partecipare al Malta Arts Festival dall’8 al 18 luglio, per portare lo spettacolo proprio nei luoghi nei quali, secondo Omero, Calipso tenne per sette anni Odisseo. La tappa di Meeting the Odyssey nel cuore de il Giardino delle Esperidi Festival (XXI edizione con oltre 30 appuntamenti dal 10 al 28 giugno), assume quest’anno un valore simbolico per ScarlattineTeatro. Campsirago Residenza, infatti, dal 2015 è un vero e proprio centro di produzione. Una piattaforma culturale che promuove la ricerca teatrale, con una forte vocazione alla relazione e grande cura verso il territorio, inteso come intreccio di comunità, storia, paesaggio da tutelare e valorizzare. Sei le linee artistiche: la produzione di spettacoli teatrali, la formazione, l’organizzazione di festival ed eventi culturali, l’attività di rete con altre residenze, associazioni, enti; il sostegno alla produzione, organizzazione e distribuzione di compagnie ed artisti e l’ideazione e realizzazione di progetti nazionali e internazionali.

Regione Lombardia ha scelto di aderire al progetto, considerata la forte coerenza con la programmazione e gli obiettivi regionali: in particolare per sostenere la creatività e la produzione di spettacoli, incentivando scambi internazionali di artisti e progetti di integrazione delle discipline e di contaminazione dei linguaggi, e per promuovere il processo di integrazione tra realtà regionali e locali lombarde con analoghe realtà europee, al fine di valorizzare il territorio e il patrimonio artistico lombardo.

La seconda produzione del 2015 è Nausicaa, io sono io, firmata dalla compagnia Cada die teatro, il cui debutto in prima assoluta è previsto in Sardegna il 4 agosto (Jerzu, Festival dei Tacchi). Nausicaa, io sono io si interroga su come il teatro può raccontare senza retorica l’orrore che quasi quotidianamente si ripresenta alle porte meridionali dell’Europa. Il regista Giancarlo Biffi porta in scena tanti “nuovi Odissei” per raccontare attraverso azioni, parole e rivelazioni, frammenti di storie raccolte durante le sette tappe della tournée del 2014. “Abbiamo raccolto istanti di vita di donne e uomini che abitano in diversi Paesi d’Europa per poi provare a rappresentarli in un unico momento di teatro” (Giancarlo Biffi, Cada die Teatro).

Il tour sardo (4/22 agosto) tocca - dopo Jerzu - Siniscola, Olbia, Bosa-Montresta, Carloforte, Sant'Anna Arresi.

Dal 23 al 27 agosto la navigazione di Hoppet prosegue verso la Francia per toccare tra il 28 agosto e il 19 settembre St. Cyprien, Gruissan, Sète e Port Camargue. Ultima tappa (23 settembre /3 ottobre) Sesto Fiorentino (Fi) per Intercity Festival.

Informazioni e Prenotazioni

sbarchi_un’odissea: Tel. +39 039 92 76 070 - e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Prezzi: Milano 15 euro – Dervio (LC)  ingresso gratuito – Consonno di Olginate (LC) 15 euro - Como 5 euro – Camogli ingresso gratuito – Malta in fase di definizione Nausicàa io sono io: Tel +39 070 56 55 07 / +39 070 56 88 072 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

instant performances, meeting #1 #2 #3 #4 e mostra gratuiti

 

[gallery type="rectangular" ids="42976,42975,42974" orderby="rand"]

 

Dopo il successo delle precedenti edizioni l’AIB ha deciso di realizzare la IV Giornata nazionale delle biblioteche – Bibliopride a Milano il 22 e il 23 maggio 2015.

 

Anche a Milano il Bibliopride sarà una grande festa collettiva. La scelta della città di Milano nell’anno in cui si svolge l’EXPO vuole sottolineare l’aspetto internazionale della manifestazione, che già nelle precedenti edizioni ha raccolto l’adesione della rete degli Istituti Italiani di Cultura all’estero.

 

Come nelle scorse edizioni, il Bibliopride è  un grande evento collettivo, che dal 24 aprile al 6 giugno, in tutta Italia, vedrà centinaia di biblioteche, di ogni tipologia e dimensione, partecipare alla manifestazione e dar vita ad un ricco calendario di incontri, aperture straordinarie, visite guidate e seminari sulle nuove sfide che le biblioteche si trovano ad affrontare, a partire dal divario digitale e dalla scarsa alfabetizzazione informativa.

 

Dopo Andrea Camilleri (2012), Luciano Canfora (2013) e Corrado Augias (2014), testimonial del Bibliopride 2015 sarà lo scrittore francese e già insegnante di lettere Daniel Pennac, che ha appena pubblicato con Feltrinelli “L’amico scrittore”, conversazione con Fabio Gambaro in cui Daniel Pennac ripercorre la sua carriera di scrittore. A condividere il ruolo di testimonial della manifestazione anche la giovane insegnante e autrice di romanzi e racconti Giusi Marchetta, che ha appena stampato con Einaudi “Lettori si cresce”, saggio dedicato ai ragazzi per contagiarli con l’entusiasmo della lettura.

Come da tradizione anche quest’anno alcuni autori e uomini di cultura italiani e stranieri hanno scritto una testimonianza inedita in forma di racconto o testo privato sull’importanza delle biblioteche e sul loro ruolo nella società: Albert Espinosa, autore del Best Seller “Braccialetti rossi” pubblicato in Italia da Salani, Giusi Marchetta, Glenn Cooper, autore della trilogia della “La Biblioteca dei morti” pubblicato in Italia dalla Casa editrice Nord, Giovanna Ferrante, Klaus-Peter Böttger, Giulia Jurinich, Victor Togliani.

 

Novità assoluta è stata la scelta di affidare la realizzazione grafica del manifesto del Bibliopride 2015 a Victor Togliani, illustratore, scenografo e concept–designer: dalle copertine di libri di fantascienza, fantasy e thriller per Mondadori e DeAgostini, a quelle per Ricordi e Baby Records (da Elton John a Benny Goodman), dalla collaborazione con Gabriele Salvatores inventare e realizzare i veicoli, le armi e gli oggetti di scena nel film Nirvana (1997), sino alla realizzazione delle scenografie del cartoon Aida degli alberi di Guido Manuli

 

Venerdì 22 maggio presso la Sala Conferenze di Palazzo Reale si svolgerà il convegno internazionale dal titolo “Strong libraries strong societies” interamente incentrato sulle biblioteche dei paesi di area mediterranea. Fra i relatori che interverranno durante la mattinata alcuni importanti studiosi come Sinikka Sipilä (Presidente IFLA, International Federation of Library Associations and Institutions), Jelena Djurović (direttore della Biblioteca Nationale del Montenegro), Dolores Noemi Melis (Archivio storico – Biblioteche del Comune di Cagliari), Virginia Ortiz-Repiso membro del FESABID (Spanish Federation of Societies of Archivist, Librarians, Documentalist and Museology), Tanja Prevolšek Pajer (Central Regional Library Srečko Vilhar Koper, Slovenia) e Mehmet Manyas (Kadir Has University, Turchia). Nel pomeriggio invece si svolgerà la tavola rotonda dal titolo “Building an agenda for the future” con la partecipazione di decisori politici nazionali. Al termine della tavola Rotonda il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia, durante il corso di una cerimonia simbolica, firmerà la Lyon Declaration, un documento che invita gli stati membri dell’ONU a recepire l’importanza dell’accesso all’informazione, e le competenze per utilizzarle in modo efficace, come elementi necessari per uno sviluppo sostenibile nel senso più ampio del termine.

Sabato 23 alla Rotonda della Besana a partire dalle ore 12.00 si svolgerà una vera e propria festa aperta ai cittadini con diverse iniziative rivolte ai più piccoli, a cura di Nati per Leggere e il Comune di Milano; quindi dalle 17 alle 18.30 si alterneranno sul palco autori e scrittori, coordinati dal giornalista Leonardo Merlini, dando vita a una narrazione fatta di letture, ricordi  personali, testimonianze e videomessaggi per ricordare l’importanza delle biblioteche, culla di tutte le letture possibili senza alcuna barriera culturale, sociale o religiosa. Hanno già dato la loro disponibilità a partecipare: Alice Torriani, Gianni Biondillo, Giusi Marchetta, Giovanna Ferrante, Annarita Briganti, Giulia Jurinich, Victor Togliani e altri testimonial del mondo della cultura (programma in corso di definizione). A seguire dalle 18.30 alle 21 invece è in programma Storie dai libri proibiti, una “maratona letteraria” con lettori professionisti e volontari che si avvicenderanno sul palco, Inoltre verranno letti da cittadini volontari di tutte le età alcuni brani di libri censurati dall’invenzione della stampa ai giorni nostri. La lettura dei brani censurati nel corso della storia avverrà anche in alcuni dei luoghi dove risuonerà la musica della quarta edizione di Piano City Milano creando così un affascinante e inconsueto intreccio fra musica e parole.

 

Il Bibliopride ribadisce il legame fra le biblioteche e i cittadini, ma soprattutto è la voce pubblica dei bibliotecari, sancendo la loro passione per la professione, e chiede alle istituzioni di considerare concretamente il sistema bibliotecario nazionale come un valore aggiunto per la crescita culturale, economica e sociale del nostro Paese, dove l’utopia diventa possibile.

Il Bibliopride, come sempre ideato e organizzato dall’AIB - Associazione Italiana Biblioteche, quest’anno ha ottenuto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, è  realizzato con la fondamentale collaborazione del Comune di Milano, il contributo della Fondazione Cariplo, ed è sostenuto dal Comitato promotore composto dal Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo, Centro per il libro e la lettura, EBLIDA, Regione Lombardia, ANCI, Università degli studi di Milano, Politecnico di Milano, Università degli studi di Milano Bicocca, Università Commerciale “Luigi Bocconi”, IULM, Università Cattolica. Oltre ai seguenti patrocini: Senato della Repubblica, Camera dei Deputati, Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, UPI, Federculture, AIE, ALI, MAB, ANAI, ICOM Italia e Forum del Libro.

 

Media partner della manifestazione diverse testate giornalistiche, di settore ma non solo: Leggere Tutti, Milano24, Giovani Genitori, Club Milano, Libreriamo.it, gliamantideilibri.it, Artspecialday.com, Studenti.it, Nerospinto.it.

 

INFORMAZIONI E PROGRAMMA www.bibliopride.it Facebook: BiblioPride 2015 https://www.facebook.com/events/1423796874601433/ http://www.aib.it/attivita/bibliopride/bibliopride2015/bp-tutti-gli-eventi/

 

[gallery type="rectangular" ids="42967,42965"]

Dal 19 al 24 Maggio 2015,  Franca Valeri sarà al Teatro Franco Parenti nel suo spettacolo “Il Cambio dei Cavalli”, regia di Giuseppe Marini.

 

Una vecchia signora ironica e raffinata; un ricchissimo imprenditore (figlio dell’amante storico, morto da alcuni anni, della vecchia signora); una specie di escort, arrampicatrice sociale. L’imprenditore sfreccia, indolente e infastidito, lungo il suo percorso di finanziere e puttaniere, ma sempre più spesso si concede una sosta, “il cambio dei cavalli”, appunto, da questa sua improbabile e comprensiva matrigna. Con lei intrattiene discorsi bizzarri e laterali, ma che toccano nel profondo la sua debolezza esistenziale. E la ragazza? La ragazza, nonostante tutto, alla fine se lo sposerà.

 

Il cambio dei cavalli è stato nei secoli quello che oggi si chiama (per ora) far benzina. Il viaggio riprende, i cavalli sono freschi, il serbatoio è pieno. Il tema mi affascina metaforicamente dato che, se il teatro ha potuto toccare sublimi vette drammaturgiche, come anche assumersi l’oneroso compito di interprete della causa civile, è certamente, da sempre, il miglior contenitoredelle segrete ambiguità dei rapporti umani. La protagonista di questa commedia ha nella vita di due uomini (uno raccontato, l’altro presente), un ruolo confortante e insieme chiarificatore, che è il senso della vera complicità. I due uomini sono padre e figlio, il che pone spesso in scena il problema del conflitto generazionale. Ho scritto ancora una volta per Urbano Barberini, confidando nella sua raffinata capacità di interpretare l’inquietudine del- l’uomo moderno. A due generazioni bisognava opporre la terza, qui una giovane donna. Anche la sua improntitudine potrebbe mascherare la “stanchezza dei suoi cavalli”. Ma è naturalmente una commedia comica.

Franca Valeri

 

 

Oltre a quel mix inconfondibile e irrinunciabile di garbo, ironia, arguzia e levità che ha costruito negli anni il suo inossidabile e personalissimo stile, la nuova commedia di Franca Valeri mi ha affascinato per la grazia e l’originalità con le quali medita sul problema generazionale, sul peso e l’ingombro dei Padri sulla vita e sul futuro dei Figli, specie se figli maschi… Sembra che Franca Valeri, da sempre dedita a quelle chirurgiche e irresistibili “ispezioni” nell’animo femminile, ne Il cambio dei cavalli, si diverta a scandagliare con la sua penna-bisturi i nodi irrisolti di quello maschile, stigmatizzati dalla paradigmatica domanda amletica “essere o non essere”, declinata, ovviamente, a suo modo. Un interessante fraseggio rapsodico, originalissime “cesure” e “staccati” conferiscono alla nuova commedia quella particolarissima leggerezza della profondità, tipica dei veramente grandi, che dopo aver tanto osservato e compreso, sanno ben guardarsi e mettersi al riparo dal pericolo di prendersi troppo sul serio…

Giuseppe Marini

 

19-24 maggio 2015

Teatro Franco Parenti e Piccolo Teatro di Milano - Teatro D'Europa

presentano

IL CAMBIO DEI CAVALLI

di Franca Valeri

 Con Franca Valeri, Urbano Barberini e con Alice Torriani Regia di Giuseppe Marini Scena Alessandro Chiti Luci Michelangelo Vitullo

 

PREZZO Intero Platea €40/€32 (+2€ pr); Intero Balconata €25 (+2€ pr); Ridotto Over60 20€/18€ (+2€ pr); Under26 18€/15€ (+2€ pr); Convenzioni (Coop, Feltrinelli, Arci...) PLATEA 28€/22,50€ | BALCONATA 18€ (+2€ pr); Ridotto abbonati Tfp /Piccolo Teatro > PLATEA 20€ (+2€ pr) | BALCONATA 18€ (+2€ pr);

ORARI da martedì a sabato h20.30; domenica h15.30

 

INFO

Teatro San Babila Corso Venezia, 2/A

 

[gallery type="rectangular" ids="42945,42943"]

Per chi è rimasto a Milano e per chi, invece, sta per arrivare in città suggeriamo questa mostra suggestiva.

La Grande Madre è la mostra ideata e prodotta dalla Fondazione Nicola Trussardi, impegnata da ormai più di dieci anni nella produzione e promozione dell’arte contemporanea, e Palazzo Reale per Expo in città 2015. Sarà inaugurata il 25 agosto nella metropoli meneghina con la promozione del Comune di Milano.

Attraverso le opere di 127 artisti di fama internazionale, La Grande Madre è una mostra che analizza l'iconografia e la rappresentazione della condizione femminile e della maternità nell'arte, dalle avanguardie futuriste, dadaiste e surrealiste alle artiste femministe degli anni Settanta del Novecento, fino ai nostri giorni.

Il percorso, curato da Massimiliano Gioni, sarà l’occasione per approfondire il tema della donna come incarnazione dell’idea di nutrizione (tema centrale di Expo Milano 2015) e della figura femminile nella società grazie a un allestimento che coprirà circa 2000 metri quadrati all’interno di Palazzo Reale. La mostra sarà arricchita da installazioni, video e cicli fotografici di pregio.

Dalle veneri paleolitiche alle ‘cattive ragazze’ del post-femminismo, passando per la tradizione millenaria della pittura religiosa con le sue innumerevoli scene di maternità, la storia dell’arte e della cultura hanno spesso posto al proprio centro la figura della madre, simbolo della creatività e metafora della definizione stessa di arte. Archetipo e immagine primordiale, la madre e la sua versione più familiare di “mamma” sono anche stereotipi intimamente legati all’immagine dell’Italia.

“Forse il cliché più diffuso e pericoloso legato alla donna nella storia dell’arte è la sua rappresentazione passiva. Nel corso del Novecento si inseguono tanti stereotipi e miti: quelli della femme fatale o quelli della musa” racconta Gioni. “Gran parte della mostra, soprattutto nelle parti concentrate sull'inizio Novecento, raccontano di donne che cercano di sfuggire alle aspettative opprimenti proiettate su di loro dalla famiglia, dalla tradizione, dallo Stato”.

In vari momenti storici l'immagine de La Grande Madre è stata utilizzata da molte artiste per impossessarsi di un nuovo senso di potere e forza, una forza femminile in cui il potere è esercitato non semplicemente come violenza, ma soprattutto come capacità di dare e trasformare la vita.

Un'occasione unica per vedere dal vivo le opere di artisti del calibro di: Frida Kahlo, Dora Maar, Marisa Merz, Eva Hesse e molti altri ancora.

 

LA GRANDE MADRE Palazzo Reale in Piazza Duomo 12

Inaugurazione 25 agosto 26 agosto – 15 novembre 2015

Per maggiori info: Sito Expo Sito Fondazione Trussardi

 

[gallery type="rectangular" ids="42810,42811,42812,42813,42814,42815,42816,42817,42818,42819,42820,42821"]

Francesca Piovesan vince con “Impressioni" il 3° Premio Cramum, presentato dall’Associazione Cramum e dalla Fondazione Giorgio Pardi all’interno della Mostra Internazionale “FRANGIT NUCEM – Cos'è l'arte contemporanea", curata da Sabino Maria Frassà.

 

Al secondo posto si sono classificati a pari merito Luisa Turuani e Michele Ciardulli. 

 

A conclusione degli interventi dell'Assessore Filippo del Corno (Comune di Milano), Daniela Ferrè (Città Metropolitana di Milano), Alberto Fioravanti (Edicola Italiana), Alessandra Lavagnino ( Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano), la vincitrice ha spiegato la sua opera: "Il mio lavoro indaga una delle possibili forme della fotografia come materia: una stretta relazione tra superfici sensibili, tra fotografia e pelle."

 

Peculiarità dell’evento, ideato e curato da Sabino Maria Frassà ed Andi Kacziba,  in mostra a Palazzo Isimbardi di Milano fino al 16 maggio le opere di giovani artisti (finalisti del Premio e under 36) al fianco di artisti affermati fuori concorso e membri della Giuria.

 

Quest'anno gli artisti di fama internazionale fuori concorso e in mostra sono:  Alberto Di Fabio, Andi Kacziba (Ungheria), Ingar Krauss (Germania), H.H. Lim (Cina, Biennale di Venezia 2013), Franco Mazzucchelli (Biennale di Venezia 1976), Paolo Peroni (vincitore Premio cramum 2014), CherylPope (USA), Gerda Ritzman (Svizzera), Daniele Salvalai (vincitore Premio cramum 2013), Eva Sørensen (Danimarca, Biennale di Venezia 1982).

 

Grazie alla Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano, a Francesca è stato consegnato il cubo di pietra, simbolo del premio, realizzato quest’anno con il marmo di Candoglia, lo stesso marmo del Duomo di Milano. Francesca Piovesan vince anche un percorso di accompagnamento che la vedrà impegnata in tre mostre nei prossimi tre anni. Tra due anni vedremo quindi la sua mostra site-specific allo Studio Museo Francesca Messina: la mostra è parte integrante del premio e "spetta" ad ogni vincitore del premio cramum a due anni dalla vittoria.

Fino al 16 Maggio 2015:

Mostra Internazionale “FRANGIT NUCEM – Cos'è l'arte contemporanea"

Palazzo Isimbardi

Corso Monforte 35

10,00 – 18,00

piovesan-nerospinto

Pagina 12 di 31

Instagram

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.