CHIAMACI +39 333 8864490

Non è Venerdì senza l'Alphabet!

Torna l'appuntamento settimanale con la nightlife milanese al Rocket Club, ormai appuntamento fisso per tutti gli appassionati che amano scatenarsi sul dancefloor per festeggiare l'inizio del week-end.

Per prepararsi alla serata, questa settimana i ragazzi di Alphabet ci regalano una divertente intervista a quattro. Le quattro menti dietro la serata del venerdì del rocket si lasciano andare tra un'indiscrezione e l'altra!

 

Qual è l’album che ti ha cambiato la vita?

Luca: “Kissing to be clever” dei Culture Club. Era il 1982 e io ero praticamente un bambino: la foto di Boy George in copertina e quelle canzoni così ‘esotiche’ hanno segnato la mia immaginazione.

Michele: "Emozioni" di Lucio Battisti. La mia professoressa di musica mi ha fatto suonare tutte le sue canzoni, fino a innamorarmene. Questo gusto musicale mi ha portato a frequentare determinati posti a Milano, in cui ho conosciuto persone che mi hanno stravolto la vita.

Simona: “Everything changes” dei Take That, il primo cd che ho comprato. Era la primavera del 1994, il lettore cd era grande quanto un giradischi ed io ero innamoratissima di Gary Barlow (perché, poi?!). Ha quasi 20 anni ma ogni tanto lo ascolto ancora.

Gianni: Direi "Ray of light" della Ciccone, lo avrò consumato a furia di ascoltarlo.

 

Come ci si prepara psicologicamente e fisicamente a una serata Alphabet?

Luca: Lavorando tantissimo!

Michele: Io mi preparo ad Alphabet con la solita routine: faccio un bagno bollente, per desiderare il freddo che troverò fuori davanti l’ingresso, in cui passo qualche ora; mangio una pizza, per assorbire l’eventuale alcol che berrò per superare lo stress della serata; bevo un caffè, per rimanere sveglio fino alle 6 del mattino.

Simona: Il venerdì è per me la giornata più intensa della settimana. Psicologicamente è un sollievo sapere che, comunque questa sia andata, il venerdì sera potrò sfogarmi, lasciando da parte tutto il resto. Fisicamente risento un po’ delle dieci ore passate in ufficio. Ma quando mi ritrovo sul dancefloor la stanchezza si trasforma in energia e allora provate a fermarmi.

Gianni: Fino alle 23:59 la testa è impegnata a fare check delle cose che devono essere pronte e perfette per la serata, fisicamente direi che una doccia e uno ‘shottino’ prima di iniziare sono terapeutici!

 

Un film che non si può non vedere?

Luca: Per divertirsi, ‘La morte ti fa bella’ di Robert Zemeckis;  per innamorarsi, ‘Maurice’ di James Ivory; per pensare, ‘Vincitori e vinti’ di Stanley Kramer.

Michele: “Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto” di Lina Wertmüller. Non si può vivere senza il mito del signor Carunchio.

Simona: Che domande. Party Monster, ispirato a "Disco Bloodbath" di James St. James. Mi sarebbe piaciuto partecipare a qualcuna di quelle feste.

Gianni: Andando da un estremo all'altro: "Una giornata particolare" di Ettore Scola, "Parenti Serpenti" di Mario Monicelli, e per finire " Bram Stoker’s Dracula" di Coppola.

 

 Se dovessi dare un nome a un cocktail come lo chiameresti?

Luca: Poison.

Michele: Lo chiamerei Amanda. Come colei che ci ha ispirati per Alphabet.

Simona: Alphadrink! Agitato, non mescolato. E non occupate spazio con quelle inutili olive!

Gianni: Blueyes.

 

Se fossi l’ultima persona sulla terra, cosa faresti?

Luca: Proverei a rifare il mondo, finalmente come piace a me.

Michele:Una di quelle cose che di solito faccio pochissimo: dormire, magari tutto il giorno.

Simona: Da sola mi annoierei tantissimo. Dicono che i marziani siano molto socievoli però.

Gianni: Non mi arrenderei e cercherei un altro superstite, il mondo è troppo grande per uno solo!

 

Ora siamo pronti per la serata Kawaii di venerdì 13 dicembre!

Le piste aprono alle 11.30, ecco per voi il programma della serata:

 

ROOM 1: Enza Van De Kamp (Nu-disco, Electrodance, Big Beat, Dirty Disco and world's top-charted tracks).

ROOM 2: Djette Barbarella Thomas Constantin (Indie Rock, Electropop)

★ Week's Emoticon: Kawaii ★ Alphabet Skaters will welcome you on the dancefloor!

 

At the door: Superhot Edoardo Velicskov.

No dress codes: we always want stylish and open-minded people.

€ 13 till 1:00am GUEST ADMISSION w DRINK € 15 from 1:00 till 2:00am GUEST ADMISSION w DRINK

 

Free Parking Area.

Get your name on a guest list and feel free to ask for further infos:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Ecco il link per le foto di venerdì:

https://www.facebook.com/alphabet.milano/media_set?set=a.227351697443084.1073741851.100005047663503&type=1

 

ALPHABET, Friday December 13th. THE ADMISSION IS STRICTLY ON GUEST LIST

Rocket Club, Alzaia Naviglio Grande 98, Porta Genova, Milan. From 11:30 PM till late.

Indira Fassioni

Dimenticate le ordinarie serate infrasettimanali in pantofole davanti alla televisione perché il giovedì sera si reinventa allo Zoom Bar e da bruco diventa splendida farfalla che porta sulle ali la scritta Razzputin. Lasciate a casa i problemi e le uova di cioccolato perché questa settimana Razzputin offre rimedio allo stress e ai chili di troppo: musica, musica e ancora musica. Come sempre, due dancefloor: ©©©© 1ST FLOOR :

† MISS BROWNIE PARTY

Dolcettini di cioccolato e tons di vinili ska, r&b, northern soul, motown, stax, rocksteady. Bombe dai tropici e ben pettinati! ©©©© BASEMENT:

† RAZZPUTIN CREW /// DJ DONUT & DEEJAY DAVE

Die Antwoord, Slayer, ShitKatapult, Nomeansno, AC/Dc, Lemmy, Keith Richards, Altamont, Charles Manson, Soft Cell, Los Ninos Del Parque, Burzum, Catatonia, Peter Fonda, Big Boobs, Bad Manners, Cure, Poolside, Typhoon, Danceteria, ABC No Rio, Black Flag, Powell Peralta, Putin 4 Prezident, CCCP the band not the country, Negazione, Rino Gaetano, Lucio Fulci, Adrenalin OD, Marc Bolan & T Rex, Stone Roses, Bad Religion, Dancehall Killa, Public Enemy, SOD, Joy Division, Wamdue, Danny Tenaglia, David Bowie, Stop Al Panico, Sangue Misto, Decibel, Andrea Pazienza, John Peel, Dj Harvey, Iron Maiden, Iggy Pop, Ska, Hole, Blur, SxE, James Brown, Apollo 440, Beck, Per Lui.

 

Non vi basta? E infatti non è finita qui. Tra gli ospiti di eccezione noi di Nerospinto vogliamo segnalarvene una in particolare. Direttamente dalle rive piacentine del Po arriva Elisa Presley. Classe 1989 sbarca a Milano nel 2009 per laurearsi in Mediazione Linguistica, ma la sua passione più grande, prima dello yoga, della chimical generation e della body art, è chiaramente il pentagramma. Da qui inizia la doppia vita per Elisa che di giorno frequenta un master in tradizione audiovisiva, ma di notte si trasforma nella Dea con le ginocchia sbucciate e il corpo tatuato che scompiglia la pettinatura ai milanesi ormai da qualche anno. L’underground la chiama a gran voce, tanto che questo giovedì metterà i dischi per il Razzputin e per voi, per quelli che di saltare non sono mai stanchi, per quelli che se gli passi New Dawn Fades e Blitzgrieg bop sei il deejay della sua vita, per quelli che la musica migliore è quella che ti lascia senza fiato e senza voce, al centro della pista, con un cuore più grande qualche livido in più.

A questo punto, riuscireste ancora a scegliere la cara vecchia coperta di lana e la tisanina prima di dormire? ZOOM BAR - VIA PANFILO CASTALDI, 26 - MILANO

coupon-code-amazon-deal-codici-sconto-amazon

immobili sanremo

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.