CHIAMACI +39 333 8864490

Da pochi giorni è uscito su YouTube il videoclip di “Il resto del tempo” (Fonoprint), il nuovo singolo dei Disarmo già da qualche tempo in rotazione radiofonica e disponibile in digital download. 

Scatta il 6 novembre la terza edizione di ILLECITE//VISIONI, prima rassegna di teatro dedicata a tematiche LGBT a Milano. Fino al 9 novembre, sei spettacoli saranno accompagnati da eventi culturali e social.

 

La kermesse è promossa dal Teatro Filodrammatici e dalla sezione milanese del Centro d’Iniziativa Gay. La direzione artistica è affidata a Mario Cervio Gualersi, giornalista, critico e studioso di teatro omosessuale. Oltre ai sei appuntamenti, di cui due in anteprima nazionale, da quest’anno ILLECITE//VISIONI ha programmato eventi dedicati a famiglie, bambini e ragazzi, come “Piccolo uovo”, previsto sabato 8 novembre alle ore 16.

 

Tra gli spettacoli segnaliamo la prima assoluta di “Diario di una donna diversamente etero”, in cartellone venerdì 7 novembre alle 21. La pièce prende spunto da un’idea originale della giornalista Giovanna Donini, autrice dell’omonima rubrica online che riscuote grande successo sul Web, a cui le Brugole – Annagaia Marchioro e Roberta Lidia De Stefano – si sono ispirate per narrare le storie tragicomiche di una donna che ama le donne. L’opera si avvale della collaborazione di Paola Galassi alla regia.

 

Chiude la rassegna la seconda anteprima italiana proposta all’interno di ILLECITE//VISIONI. Domenica 9 novembre, alle 21, va in scena “Cock”, storia di John, un uomo sulla trentina che convive felicemente con un uomo di successo. A scombinare la sua vita arriva una maestra elementare della sua età, di cui John si innamora. Si ritrova così a dover scegliere tra due amori e soprattutto due stili di vita diversi. Lo spettacolo fa parte anche della stagione del Teatro Filodrammatici ed è in programma dall’11 al 16 novembre.

 

ILLECITE//VISIONI ha organizzato molti eventi che accompagnano le opere teatrali. Ogni sera a partire dalle 19.30, per tutta la durata della kermesse, il Caffè Scala diventa teatro di un aperitivo e dj set. Mercoledì 5 novembre, presso Indaco, le Brugole metteranno alla prova le donne con un aperitivo molto sexy e molto alcolico.

 

Non solo divertimento ma anche approfondimento di attualità e qualità. Sabato 8 novembre, al termine dello spettacolo “Sissy Boy”, è in programma un incontro dal titolo “Le terapie riparative: triste passato o inquietante presente?”, tema ricorrente che ha fatto recentemente la sua ricomparsa nelle cronache nazionali.

 

 

INFO

 

ILLECITE VISIONI

Teatro Filodrammatici di Milano

Via Filodrammatici 1, Milano

Tel. 02 36727550

 

Prezzi

Intero 16 €

Intero sostenitori 22 €

Ridotto (under 15, over 65, tesserati Arcigay) 13 €

Abbonamento 4 spettacoli 40 €

Abbonamento Sostenitori 60 €

 

Piccolo Uovo

Adulti 10€

Bambini 5/10 anni 5€

Minori di 5 anni Gratis

 

Spettacoli in programma

 

Il senso nascosto – giovedì 6 novembre, ore 21.00

Diario di una donna diversamente etero – venerdì 7 novembre, ore 21.00

Piccolo Uovo – sabato 8 novembre, ore 16.00

Sissy Boy – sabato 8 novembre, ore 21.00

Cock – domenica 9 novembre, ore 21.00

 

Comuni marziani – martedì 25 e mercoledì 26 novembre, ore 10.00

Spettacolo dedicato alle scuole superiori

 

 

Pubblicato in Cultura
Mercoledì, 08 Maggio 2013 12:00

Irreality Show: tutto può succedere

Torna a grande richiesta, dopo il grande successo di pubblico dello scorso febbraio, il terzo appuntamento con l’evento artistico visionario senza precedenti.

Il primo appuntamento fu sabato 29 settembre 2012, il secondo sabato 2 febbraio ed ora, sabato 11 maggio, ecco il terzo magico incontro dell'evento artistico visionario senza precedenti, l'Irreality Show III', alle ore 22.30 presso l’Arci Ohibò in via Brembo/via Benaco 1.

“L’Illusione della realtà in cui viviamo, esiste o no?, è un sogno o per assurdo una gigantesca proiezione dei nostri pensieri?”

Irreality show è un evento senza precedenti per dare spazio e promuovere nuove realtà culturali che, pur vivendo in una grande città come Milano, non trovano luoghi per esprimere e far conoscere ciò che hanno da comunicare attraverso l’arte, coinvolgendo diversi artisti attraverso performance di teatro, pittura, fotografia e magia.

In un’immaginaria fiera dall’arte, tutti gli artisti si confonderanno con il pubblico dando vita in contemporanea a situazioni in parte reali e in parte surreali , occupando l’intero spazio dell’Ohibò, facendo vivere allo spettatore diverse esperienze ed emozioni.

Ogni individuo sarà quindi protagonista di un percorso personale fatto di suggestioni, incontri e storie, per dimostrare che l’arte può dichiaratamente giocare con le illusioni della vita ed essere comunque molto più vera.

Ingresso con tessera Arci. + contributo artistico di 5 euro

http://www.youtube.com/watch?v=YBNw1-zSFf0&feature=youtu.be

Sabato 11 maggio

Ore 22.30

Arci Ohibò

via Brembo/via Benaco 1 – Milano

(Metro Yellow line, Lodi Tibb stop)

Per info:

Donato Mazzarella

Direttore artistico Arci Ohibò

333 2300929

http://www.associazioneohibo.it/

Pubblicato in SvelArte

La galleria Patricia Armocida ospita la prima mostra personale di Marco Mazzoni a Milano, "Il ricordo è un consolatore molesto".

L'artista rende omaggio a figure appartenenti alla tradizione popolare italiana, le guaritrici, che secondo la credenza sarda seducono, incantano, maledicono e guariscono.

 

I disegni raccontano storie legate alle arti segrete detenute da queste donne: nelle composizioni circolari, che alludono al ciclo della natura, si compenetrano piante medicinali, farfalle e volatili che si abbeverano del loro nettare e, seminascoste, emergono le sagome di volti femminili, costrette a nascondere la propria sensualità e i loro saperi.

 

Le guaritrici erano molto rispettate per la loro conoscenza delle erbe medicinali e questo conferiva loro un potere che la Chiesa e lo Stato medievale osteggiavano.

Con la Controriforma, la presa di posizione contro coloro che curavano con le erbe si inasprì e si attuò una politica di controllo delle pratiche terapeutiche per cui solo quelle accademiche esercitate dagli uomini furono consentite, mentre le guaritrici furono accusate di stregoneria e costrette a nascondersi per non subire ritorsioni.

 

Marco Mazzoni riprende ed evidenzia l'importanza dell'interazione tra le donne e le piante sviluppando un progetto che assume ad icona il volto femminile incorniciato da flora e fauna.

Ne svela la percezioni più intime, ricordi narrati su pagine di diario, visioni immaginifiche di animali impossibili, frutto dell'esplorazione estatica di viaggi allucinatori.

 

L'artista non disegna mai gli occhi del soggetto: non si tratta di ritratti, ma di nature morte in cui tutti gli elementi assumono la stessa importanza e si fondono tra loro.

Il risultato è un'opera che racconta del momento in cui la donna prende il controllo di tutto, in completa armonia con la Natura.

 

La mostra, che si concluderà il 4 maggio, espone 15 disegni nuovi, 12 realizzati su carta moleskine ed un'installazione site-specific.

 

 

 

Orari e costi

Da martedí a sabato: dalle ore 11.30 alle 13.00 e dalle ore 15.30 alle ore 19.00

Ingresso Gratuito

 

Patricia Armocida Galleria d'Arte

Via Lattanzio, 77 (Zona Porta Romana)

Milano

Pubblicato in Cultura

coupon-code-amazon-deal-codici-sconto-amazon

immobili sanremo

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.