CHIAMACI +39 333 8864490

 

 

Una fucina d'idee, terreno di condivisione e confronto, dove la diversità di pensiero è sinonimo di curiosità e crescita. Questo e molto altro è il Festival Mediterraneo della Laicità che oggi alle 18 vi aspetta nella sala eventi della libreria Feltrinelli di Pescara per l'inizio degli eventi del Ciclo Documentari a cura dell' Associazione Acma.

 

Ad inaugurare questo ciclo di incontri sarà la proiezione di “Mimmo Jodice”, a cura di Giampiero D'Angeli e Alice Maxia, un viaggio alla ricerca delle radici della civiltà mediterranea attraverso le strade e vicoli di Napoli, che si traduce in una appassionata istantanea della vita di Mimmo Jodice uomo e fotografo.

 

A seguire il 23 ottobre “A slum symphony” di Cristiano Barbarossa basato sul “sistema Abreu”  un progetto sociale e musicale nato in Venezuela 32 anni fa dall'idea di José Antonio Abreu con l'obiettivo di salvare i giovani dal richiamo delle bande criminali e dar loro la possibilità di liberarsi dalla condizione di miseria in cui vivono.

 

La serie d'incontri si chiude il 30 ottobre con “Le ragioni del tempo. Breve biografia di Andrea Carandini” un interessante percorso sulla vita dell'archeologo, i multiformi ascendenti che ne animano il lavoro e l'idea di come il tempo viene percepito e vissuto.

 

Chiara Manni, presidentessa dell'Acma, ha dichiarato che la scelta della proiezione di “Mimmo Jodice” è stata dettata dalla possibilità di mostrare al pubblico come la fotografia si tramuta in arte, in concomitanza con le due personali, in corso, proposte da Fondazione Fotografia a Modena e dedicate ai grandi nomi internazionali tra cui quello di Mimmo Jodice. Andrea Cardini invece si inserisce come figura rappresentativa dell'arte contemporanea ed oltre ad essere un affermato archeologo si occupa anche della salvaguardia e valorizzazione del patrimonio artistico italiano in qualità di presidente della Fai.

Entrambi i documentari rientrano nella collezione di 500 film del festival del documentario d'Abruzzo il cui archivio è custodito nella sede dell'ACMA di Pescara e di cui non fa invece parte il terzo film, “A slum symphony” di Cristiano Barbarossa , che però si  incastra perfettamente con i concetti base portati avanti dal Festival Mediterraneo della Laicità. Il progetto di Abreu, da cui  “A slum symphony” trae ispirazione, compie un salto di qualità non limitandosi ad essere solo un progetto artistico ma tramutandosi in una vera e propria iniziativa collettiva che scava nella profondità del tessuto sociale dove la musica diventa il mezzo attraverso il quale stimolare e coltivare un maggior senso d'integrazione e interazione. Ancora una volta il Festival Mediterraneo della Laicità vi offre occasioni uniche e preziose per tracciare insieme una strada comune nel variegato paesaggio degli stimoli a cui il pensiero moderno non può e non deve sottrarsi.

 

 

Info: https://www.facebook.com/pages/Festival-Mediterraneo-della-Laicita/281980455160623?fref=ts www.itinerarilaici.it

 

 

 

 

 

 

“Poche chiacchiere, tanta musica” questo il motto di Bunker TV. Due pezzi in acustico e due domande alla band: un format di puntata che funziona.

 

Un Bunker vero (siamo nelle vecchie cantine di fiducia della Seconda Guerra Mondiale), trasformato in studio di registrazione che, per le esibizioni di Bunker TV, diventa un luogo adatto per fare e ascoltare musica di qualità, chiacchierando con gli artisti in una dimensione molto intima, sottolineata dal set acustico, che fa da filo conduttore fra i diversi generi musicali.

 

A quasi un anno dalla nascita del progetto, l’obiettivo di dare uno spazio ai musicisti per far conoscere il proprio lavoro, diventa, anche per chi è escluso dal circuito mainstream, una possibilità sempre più concreta.

 

Sono più di 80 gli artisti che, ad oggi, sono passati da Bunker, tra gli altri: Davide Van de Sfroos, Selton, Erica Mou, EgoKid, Plastic Made Sofa, There Will Be Blood, Dario Ciffo, Massaroni Pianoforti, Stefano Vergani, Marco Levi, Revo Fever, The Fire, Les Enfantes, Corni Petar e moltissimi altri.

 

Dopo la pausa estiva è iniziata la nuova stagione, che si prospetta ricca di ospiti, novità e progetti, primo fra tutti la sezione dedicata ai LIVE che promette di registrare la puntata in diretta in un locale, durante il live degli artisti. Tra i futuri artisti che si esibiranno prossimamente sui canali di Bunker TV ci sarà Federico Pagani in arte An Harbor, un talento delle selezioni di Xfactor poi scartato dai Boot Camp, i Magellano e Gli Amanti. Stay tuned!

 

 

Canali:

www.bunkertv.it

https://www.facebook.com/LiveBunkerTv

https://www.youtube.com/user/BunkerTVLive

https://twitter.com/BunkerTVlive

 

 

Marco Trabucchi

 

 

 

Scatta il 10 ottobre a Torino il primo tour nei club de Gli Amanti, giovane band che ha attirato l’attenzione del pubblico in pochi mesi. Dopo alcune date estive, il gruppo presenta live il loro primo album, Strade e Santi.

 

Gli Amanti nascono nel 2011 a Milano con l’incontro di Domi Tinelli e Piero D’Aprile, due musicisti pugliesi, che completano in un secondo momento la band con Fabio Sanna e Peppe Nisticò. Nel 2012 hanno inciso il loro primo EP, dal titolo Gli Amanti, accolto positivamente dalla critica musicale e che gli ha permesso di esibirsi su alcuni dei palchi più importanti d’Italia.

Gli Amanti cantano in italiano e il loro stile mescola rock, pop e richiami di musica popolare di estrazione americana.

Nel 2013 hanno composto e registrato l’album d’esordio, uscito nel maggio 2014. Da questo lavoro sono stati estratti due singoli. Il primo video, Cane, è stato nominato video della settimana su MTV New Generation e ha totalizzato più di 20.000 news solo durante la prima settimana.

 

Il tour de Gli Amanti prevede otto date fino a dicembre. Esordiranno il 10 ottobre in uno dei templi italiani della musica live indoor, l’Hiroshima Mon Amour di Torino. Il 16 ottobre saranno all’Honky Tonky di Seregno. Successivamente giungeranno a Milano il 30 ottobre al Biko.

 

INFO

Tour Gli Amanti 2014, date confermate:

10/10 - TORINO - Hiroshima Mon Amour (c/ Il Triangolo) 16/10 - SEREGNO - Honky Tonky 30/10 - MILANO - Biko (c/ Il Triangolo) 07/11 - PIACENZA - Sound Bonico 14/11 – PIANO DI SORRENTO (NA) – Marianiello Jazz Cafè 15/11 - ROMA - Le Mura 29/11 - BRA (CN) - Chiamata alle Arti Festival 04/12 - PAVIA - Spaziomusica

 

Gli Amanti

www.gliamantiband.com facebook.com/gliamantiband twitter.com/GliAmantiBand

 

 

 

|||

 

Di questo duo showgaze danese sentimmo parlare tempo fa, all'epoca dell'uscita del disco di esordio “Chain gang of love” che conquistò in egual misura amatori e critici. Poi “Pretty in black”, un disco prettamente surf-pop con atmosfere retrò che li fece conoscere al grande pubblico.

 

 

E così via andare: in più di dieci anni di attività non una battuta d’arresto: sette dischi e tutti di ottimo livello. Nel computo ci mettiamo anche “Pe'ahi”, uscito a luglio senza annunci, anteprime o proclami. Così mi sono accorto di questo disco solo ora, quando è stato annunciato il tour italiano (il 31 a Bologna e l'1 novembre a Milano).

 

Così corro ai ripari. Apro Spotify deciso ad ascoltarmi quest'album che richiama una spiaggia hawaiana. Detto questo, mi aspettavo un album fotocopia del precedente “Observator” che non mi aveva entusiasmato per nulla: troppo lo scimiottamento di cliché già stra-sentiti.

 

Invece la sorpresa: spogliati del piglio surfeggiante dei primi dischi “In and out of control” e “Pretty in black” prevalgono i synth, i drum beat elettronici e i riverberi per un’atmosfera molto più rarefatta. In altre parole molto meno garage rock e molto più shoegaze, psichedelia e synt pop.

 

Surf, dicevamo, pochino, nonostante i due Raveonettes vivano in California e nonostante il titolo del disco richiami un'idilliaca spiaggia hawaiana: la stessa in cui Sune, leggo, ha rischiato di annegare (ma perchè poi surfare a tutti i costi?).

 

Va da sé che lo scenario marittimo da cartolina si sporchi con l'ineluttabilità della natura umana, come ricorda l’incipit iniziale di Endless Sleeper: “I’ve sand on my shoes, and death on my mind”. E in tutto il disco il senso della tragedia è dietro l'angolo, sostenuto da una musica che alla melodia associa un senso di tensione costante. Questo è il bello del nuovo disco dei Reveonettes, da ascoltare, preferibilmente, come sottofondo passeggiando in autunno su spiagge deserte.

 

 

In Italia transitano a fine mese per due concerti

 

Venerdì 31 Ottobre @ Covo Club, Bologna

Sabato 1 Novembre @ Circolo Magnolia, Segrate (MI)

 

Marco Trabucchi

 

 

 

|||

 

 

 

Il Circolo ARCI La Lo.Co. riparte ad ottobre con un nuovo programma. Dal 3 ottobre il Circolo di Osnago propone diverse serate, che soddisferanno certamente gli amanti della musica dal vivo, dell’arte e della cultura.

 

 

 

La Lo.Co. è posizionata all’interno della stazione dei treni di Osnago, dismessa negli anni ’90 e ristrutturata dal Circolo. Nata nel 2006, si è rapidamente fatta un nome e oggi impiega quasi 50 volontari. Si è da subito impegnata in varie attività, come musica dal vivo, presentazioni di libri e spettacoli teatrali, giochi di società e sport.

 

Il programma di ottobre propone diversi eventi. Segnaliamo, tra gli altri, la serata di sabato 4 ottobre. La Lo.Co. propone il Lo.Co.ktoberfest, trasposizione brianzola della festa birraiola più famosa del mondo. Come in Baviera non mancheranno certamente fiumi di birra, ottima musica e cucina tipica bavarese. In più l’entrata è gratuita.

Altra grande serata il 12 ottobre, alle 18.30 direttamente dagli Stati Uniti al Circolo sbarca un ospite d’eccezione, Texas Slim, bluesman che ha aperto i concerti dei Blues Brothers e di Johnny Winter.

Dopodiché si tenterà di richiamare i defunti dall’oltretomba la notte di Halloween. Venerdì 31, dalle ore 21.45, musica dal vivo con i Bianchi Sporchi, formazione rock/blues.

 

Per gli eventi a pagamento è obbligatoria la tessera ARCI.

 

INFO

 

ARCI LA LO.CO.

Via Trieste – STAZIONE FS 23875 – Osnago (Lecco) Telefono 039 9520089 – 328 6449497 – 320 7940183

 

Facebook: Arci La Lo.Co Email Corsi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Email Info Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

|||

Il giovedì è POSTMODERNO. Dopo il grande successo della serata inaugurale, che ha visto ospiti i Krisma, il 25 settembre POSTMODERNO replica e si prepara ancora una volta a dare vita a una notte indimenticabile, in cui non solo la musica sarà protagonista, ma anche l’arte, il design e la moda.

 

Dalle 22,30, al The Mask Club, saranno presenti in consolle Japi, conosciuto da anni per le sue performance queer, e Aurelio. La coppia è anche l’ideatrice del progetto.

 

Ospite principale della seconda serata è Donut, DJ che da più di dieci anni lavora nei migliori locali milanesi, come Atomic, Magnolia, Toilet Club, Jail, ed in giro per l’Italia, in club come Vibra, Vox, Veronika e Soho. Insieme a Deejay Dave ha dato vita a Razzputin Crew. Nel settembre 2014 è stata in consolle nell’aftershow del primo, storico, concerto italiano dei Blondie. È inoltre la cantante della band Fou.

 

Ha una grande passione per i sound del periodo a cavallo tra gli anni ’70 e ’80. Dalla new alla no-wave, dalle avanguardie del midwest fino alle sonorità più disco. Dal pop poliglotta dei Bandolero al dark rock dei Cure, per arrivare all’electroclash, all’indie e alla new disco di oggi.

 

Altro ospite, che porta il totale dei DJ a 4, è La Tosi. Nata come musicista, si avvicina ben presto alla consolle, dove può sfogare tutta la sua energia e accostare i generi più disparati, dall'elettronica alla trash anni ’80, dalle sonorità funky a quelle dubstep. Attualmente è resident DJ all'Anche Bar di Isola ma si esibisce in molti locali milanesi. Ha collaborato con realtà di vario genere, come Pokai, Surfer's Den, San Vittore, Fabbrica del Vapore, Cascina Martesana, NoName Space e Gaia360.

 

POSTMODERNO è la negazione dello stereotipo. È la genesi di una nuova forma d’arte totalmente nuova e inedita, mai uguale a sé stessa. Le persone entrano in un vortice che le trasforma e le restituisce pronte a tutte le esperienze possibili.

 

POSTMODERNO celebra i grandi artisti ma tende una mano verso chi cerca di emergere. È infatti anche un salotcreativo che invita artisti, designer, videomaker e visual artists a partecipare attivamente con le loro opere. Per sapere come fare parte della famiglia di POSTMODERNO oppure per rimanere aggiornati su tutti gli eventi e le novità basta seguire la pagina Facebook di POSTMODERNO. In alternativa, è attiva una casella di posta elettronica.

 

POSTMODERNO sostiene la lotta contro l’omofobia e ogni discriminazione sociale.

“Behind the hatred there lies a desire for love”.

 

 

INFO

Press office:

Indira Fassioni

Rosaspinto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Pagina Facebook: facebook.com/postmodernopost

Casella e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

POSTMODERNO@The Mask Club

Aperto dalle ore 22.30 alle 3.00

Ingresso libero

 

Consumazioni:

Chupito 2 €

Birra e cocktail da 5 a 8 €

 

The Mask club "ex Revolver"

P.le Cantore 3, Milano

Tel. 02 36513116 Cell. 333 8864490

 

 

 

Arriva a Milano un carico di musica e birra. Il tour della #partyinstinctmachine, da giovedì 2 ottobre fino a domenica 4 il truck Desperados porterà Dj set, elettronica, percussionisti e iron performer per le strade della città.

 

Il Dj set itinerante, sponsorizzato dalla birra francese, era presente ai più grandi Festival internazionali, da Tomorrowland al Melt. Dopo aver girato l’Europa è giunto finalmente in Italia. Forse un po’ tardi, perché le prime foglie cominciano a cadere. Di sicuro nello Stivale trova l’ambiente giusto, la scena clubbing riscuote un successo sempre maggiore e la musica elettronica in Italia è sulla cresta dell’onda da tempo, basti pensare ad artisti come Benny Benassi o a Bob Rifo.

 

Musica per tutti i gusti. Le casse del truck Desperados viaggeranno per più di 30 locations diverse nelle più importanti città italiane e riempiranno l’aria di tutte le ultime tendenze in fatto di electro music, dalla dance alle nuove esperienze EDM, dalla house alla potenza della techno e della dubstep. Appuntamento quindi a Milano per quattro giorni consecutivi. Giovedì 2 ottobre la #partyinstinct machine si troverà in via Vetere, dalle 18 alle 24. Venerdì 3 si sposterà in Ripa di Porta Ticinese 79 sempre dalle 18 alle 24. Con gli stessi orari, sabato 4, il Dj set farà tappa in piazza Gae Aulenti. Data conclusiva domenica 5 ottobre, in via Vetere, all’orario ormai consueto. Dopodiché il truck si rimetterà in moto alla volta della Capitale.

 

Non solo musica. Desperados sarà presente anche negli esercizi commerciali più alla moda di Milano, come negozi di abbigliamento, tatuatori, barbieri, bar e discoteche. I negozi selezionati ospiteranno eventi speciali e serate in cui saranno distribuiti gadget e fiumi di birra.

 

La piattaforma Party Instinct è online dal 20 settembre con lo scopo di diffondere informazioni, approfondimenti e contenuti multimediali legati ai migliori eventi d’Italia. A ospitarla sarà Noisey, il vertical musicale di VICE, una delle voci più autorevoli nel campo del giornalismo musicale online.

 

 

 

|||

 

 

 

I Kaiser Chiefs tornano in Italia con un nuovo disco e un tour che festeggia i dieci anni di attività del gruppo di Leeds. Band tra le più originali della scena rock britannica, reduci da festival mitici come Glastonbury e Lollapalooza, il quintetto inglese presenterà per la prima volta “Education, Education, Education & War”.

Quattro le date italiane previste, tra queste spicca il concerto del 15 ottobre 2014 a Milano, al Fabrique.

I biglietti sono già in vendita online sul circuito Ticketone.

 

Locale nuovissimo e spazioso, è l’erede spirituale del negozio di dischi Venus, di cui ha preso il posto. L’inaugurazione è fissata per giovedì 18 settembre in via Fantoli, 9. A lanciarlo è Daniele Orlando, imprenditore milanese già direttore artistico del Rolling Stone e poi fondatore e gestore dei Magazzini Generali, che nel nuovo spazio vede una struttura ideale per ospitare concerti, dj set ed eventi di arte, moda e cultura.

Locato nel mezzo del polo milanese della moda, il Fabrique apre i battenti in piena "Fashion Week" con una serata a ingresso gratuito che vedrà esibirsi sul palco il dj britannico James Holden e Enroll aka Rame (già membro fondatore dei Pasta Boys). Il giorno dopo, 19 settembre, toccherà ai Club Dogo, protagonisti di uno special event anch'esso gratuito per promuovere il nuovo album "Non siamo più quelli di Mi Fist".

Il 15 ottobre è appunto il turno dei Kaiser Chiefs. Poi sarà la volta di Passenger (il 24) e Anastacia (il 27). Il redivivo Billy Idol si esibirà il 23 novembre. A dicembre toccherà alla metal band Mastodon e a gennaio agli Interpol.

 

Sarà quindi rande occasione per scoprire un locale completamente nuovo e per ammirare una band dalla fama mondiale. E poi non dimentichiamo che la canzone “Ruby”, grande successo dei Kaiser Chiefs del 2007, a Milano può assumere tanti significati, a voi la scelta!

 

INFO

 

Organizzazione D'Alessandro e Galli

www.dalessandroegalli.com

DI and GI s.r.l.

Via dei Girasoli 30

55041, Lido di Camaiore (Lu)

 

Fabrique Milano

facebook.com/FabriqueMilano

fabriquemilano.it

via Fantoli, 9

20010, Milano

 

BIGLIETTI

 

ticketone.it

A partire da 28,75€

 

 

 

|||

Venerdì 26 e Sabato 27 Settembre, a Desio, in Villa Tittoni Traversi, AreaOdeon, realtà specializzata nella produzione di eventi culturali e spettacoli di Audiovisual 3D Mapping, presenta Kernel Theater _ Envisioning Beethoven.

 

Kernel Theater è la naturale evoluzione delle esperienze di successo sviluppate in Villa Tittoni Traversi negli ultimi anni. Una villa del settecento, gioiello neoclassico del Piermarini, trasformata in teatro multimediale del contemporaneo, dove espressioni artistiche diverse trovano nell’audiovisual mapping un comune denominatore.

Si prospetta un evento unico e inedito nel suo genere che coniuga la musica sinfonica con le video proiezioni architetturali, offrendo un nuovo modo di conoscere e vivere la musica classica.

Per il 2014 la proposta coniuga la genialità di un compositore classico con la creatività di emergenti artisti visivi internazionali.

Le visionarie composizioni di Beethoven prendono vita, illuminando e animando la facciata della Villa attraverso la tecnica dell’Audiovisual 3D Mapping. Un’innovativa interpretazione di Beethoven: l’Orchestra Senzaspine di Bologna, diretta da Andrea Albertin, esegue il Coriolano (ouverture) e la Sinfonia n.5 mentre artisti di provenienza internazionale, Deltaprocess, Paradigme, Luis Sanz e Vargasz, danno forma alla musica, invocando un suggestivo immaginario visivo. Un’esperienza coinvolgente e unica che coniuga il carattere e il timbro fortemente emotivo della performance dal vivo con la forza visiva e avvincente delle proiezioni architetturali. Un evento che coniuga due arti, che pur nate in secoli diversi, hanno come comune denominatore un notevole impatto emotivo, coinvolgendo un vasto numero di spettatori, non solo appassionati della musica classica ma anche attenti alle nuove tendenze.

Il Kernel Theater si prolungherà per due serate di musica e proiezioni, due repliche al giorno, (h 21:00 e h 22:30), nell’ambito di pH_2014, in occasione di “Ville Aperte in Brianza”, in collaborazione con la Provincia di Monza e Brianza e l’Amministrazione Comunale di Desio. Con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e di Regione Lombardia e con il supporto di Banca Popolare di Milano e Centostazioni – Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane.

Durante le due giornate sarà possibile partecipare a due public talks fino a esaurimento posti: Territori d’arte in collaborazione con Parco delle Culture e BAAM! e Kernel Theater in collaborazione con Screencity Lab.

Dopo lo spettacolo, a partire dalle 24.00, diverse centinaia di cuffie saranno a disposizione del pubblico per continuare la serata di Silent Disco: 3 Dj in console contemporaneamente (sarà possibile scegliere attraverso le cuffie quale ascoltare) e 4 Vj animeranno la facciata della Villa con una Vj Mapping Jam Session. Solo Silent Disco, ingresso € 5 a partire dalle 24.00.

Un evento imperdibile vi aspetta in Villa Tittoni Traversi nell’ultimo weekend di Settembre. Non potete mancare!

 

 

 

PROGRAMMA SPETTACOLI

 

VENERDI’ 26 e SABATO 27 Settembre /ore 21:00 e 22:30 Villa Tittoni Traversi _Via G. M. Lampugnani 68 | 20832 Desio (MB) PREVENDITA _Mailticket  

 

Musica _Beethoven Coriolano (ouverture) op. 62 Sinfonia n. 5 in Do minore op. 67 _I. Allegro con brio _II. Andante con moto – Più moto _III. Allegro _IV. Allegro – Presto

 

Direttore artistico _Marcello Arosio Direttore musicale _Andrea Albertin Orchestra _Senzaspine Artisti visivi _Luis Sanz [PU] _Vargasz [HU] _Deltaprocess [IT] _Paradigme [FR] Produzione _AreaOdeon _Kernel Festival

 

PUBLIC TALKS (POSTI LIMITATI)

Venerdì 26 _19.00 _Territori d’arte – in collaborazione con Parco delle Culture (Desio) e BAAM! (Milano)

Sabato 27 _19.00 _Kernel Theater – in collaborazione con Screencity Lab (Milano)

 

SILENT DISCO

Scegli il canale, scegli l’artista! _19.00 – 02.00 VJ Mapping Jam Session _24.00 – 02.00

 

INFO

Apertura biglietteria _18.30 Aperture porte _19.00 Area lounge, servizio bar e ristorazione _19.00 – 02.00 Prezzo del biglietto _12 euro* Prenotazione (non obbligatoria)** www.villeaperte.info [è possibile prenotare solo 250 dei 600 posti disponibili] Prevendite _Mailticket 

——–

Per ulteriori informazioni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. _039/5964994 – 380/9098437 [lun-ven 9.30-18.30]

——–

Ingresso gratuito ai bambini fino ai 10 anni compiuti. Durata degli spettacoli: 1 ora. I posti a sedere sono limitati e non numerati.

La prenotazione tramite il canale Ville Aperte non corrisponde all’acquisto effettivo del biglietto effettuabile solo presso la biglietteria dell’evento, il giorno stesso della proiezione. La prenotazione va presentata in cassa e commutata nel biglietto d’ingresso almeno 30 minuti prima dell’inizio dello spettacolo, in caso contrario la stessa sarà considerata nulla.

 

https://www.facebook.com/KernelFestival http://www.areaodeon.org/

https://www.facebook.com/DistrettoCulturaleEvolutoMb https://www.facebook.com/villeaperte

 

|||

Abbiamo incontrato Paola Alma Gemelli, giovane artista di Pavia

Pagina 13 di 30

coupon-code-amazon-deal-codici-sconto-amazon

immobili sanremo

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.