CHIAMACI +39 333 8864490

Giovedì 19 febbraio lezione di rock al teatro Parenti: Gino Castaldo ed Ernesto Assante raccontano i Led Zeppelin. Sono passati più di vent’anni dallo scioglimento della band ma la memoria dei Led Zeppelin è ancora vivissima presso gli amanti del rock. La loro musica ha resistito nel tempo perché rappresenta il rock nella sua forma più essenziale e diretta: chiunque oggi prenda una chitarra elettrica in mano deve confrontarsi con quanto Jimmy Page, Robert Plant, John Paul Jones e John Bonham hanno fatto. Possedevano un suono "soltanto loro", come ricorda Jimmy page, influenzato da musica indiana, araba, pop, jazz e altri generi. E il punto di partenza fu comunque il blues, cuore pulsante di un avventura sonora straordinaria. Assante e Castaldo vi accompagneranno alla riscoperta di “IV”, uno dei capolavori dell’avventura musicale dei Led Zeppelin.

Gino Castaldo ed Ernesto Assante, critici musicali e giornalisti del quotidiano La Repubblica, hanno trasformato la loro passione per la musica in un lavoro a tempo pieno: organizzano infatti nuovi ed originali progetti paralleli. Tra questi, Lezioni di Rock, appuntamenti cult della domenica che con successo da 6 anni a questa parte animano l’Auditorium Parco della Musica di Roma e che, il 16 ottobre, sbarca a Milano al Teatro Franco Parenti.

Un’iniziativa che “i due insegnanti” vivono come momento di confronto e di interscambio con un pubblico che negli anni ha assunto un ruolo sempre più attivo e partecipe, ma anche come occasione per condividere un viaggio, con biglietto di andata e ritorno, al centro dell’universo Musica.

GINO CASTALDO Nella sua attività professionale si occupa di critica musicale, divulgazione musicale e conduzione radiofonica. Inviato del quotidiano la Repubblica, ha curato l’inserto settimanale «Musica» dello stesso quotidiano, ha condotto e scritto molti programmi radiofonici e televisivi. Dal 2005, insieme ad ErnestoAssante, tiene le Lezioni di rock. Viaggio al centro della musica all’Auditorium di Roma. Dal 2011 la domenica pomeriggio dalle 15 alle 17, sempre insieme ad Assante, conduce il programma Playlist su Radio Capital. Ha scritto molti libri, l’ultimo dei quali è “Beatles” (Laterza 2014)

ERNESTO ASSANTE Giornalista, inviato di Repubblica, critico musicale, autore televisivo e radiofonico, ha collaborato con alcune delle principali testate musicali italiane e internazionali. Ha scritto libri di critica musicale, alcuni dei quali insieme al collega Gino Castaldo. È stato uno delle voci più note della trasmissione radiofonica RaiStereoNotte.

LEZIONI DI ROCK

LED ZEPPELIN

giovedì 19 febbraio

Teatro Franco Parenti, sala grande

Via Pier Lombardo, 14 - 20135 Milano

Biglietteria 0259995206

Web www.teatrofrancoparenti.it

Mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Facebook www.facebook.com/teatrofrancoparenti

 

[gallery type="rectangular" ids="37437,37438,37440,37441"]

 

Dal 26 febbraio al 1 marzo al Teatro Menotti andrà in scena Le cattive strade, uno spettacolo scritto e interpretato da Giulio Casale e Andrea Scanzi. Un'accoppiata vincente, capace di raccontare in novanta minuti la vastissima carriera di Fabrizio De André, attraverso le peculiarità giornalistiche e da scrittore di Scanzi, che si alternano alle interpretazioni artistiche del cantautore e attore Giulio Casale, capace di impersonare con rispetto, personalità ed eclettismo il repertorio di De André.

Le cattive strade è uno spettacolo che si guarda bene dal santificare il cantautore e poeta genovese, raccontando, al contrario, le contraddizioni e le continue rivoluzioni (musicali e non) all'interno alla personalità inquieta e a tratti scomoda di Faber.

La pièce si compone anche di proiezione di filmati originali di De André, estratti audio, foto rare, ed esecuzioni dal vivo in acustico. Verrà portata in scena tutta la produzione del grande cantautore ligure, anche quella meno nota, la produzione dialettale e l'apporto di tante collaborazioni.

Le cattive strade

Casale-Scanzi per De Andrè

con Giulio Casale e Andrea Scanzi

produzione Promo Music

in collaborazione con il Comune di Cagli - Istituzione Teatro Comunale

si ringrazia la Fondazione Fabrizio De André Onlus

Teatro Menotti

via Ciro Menotti 11, Milano

tel: 0236592544

sito: http://www.teatromenotti.org/

Prezzi:

intero: 25.00€

convenzioni: 20€

ridotto/under25: 20€

ridotto/over 65 (residenti a Milano): 12,50€

ridotto/over 65 (residenti fuori Milano): 17.50€

prevendita: 1,50€

Orari:

martedì/giovedì/venerdì/sabato: ore 20.30

mercoledì: ore 19.30

domenica: ore 17.00

[gallery type="rectangular" ids="37367,37368,37366,37365,37364,37363"]

È già partita da qualche settimana Pima, concerti prima di tutto, una rassegna musicale organizzata da Rockit. Il live dei Thegiornalisti ha dato il via, ma gli appuntamenti andranno avanti per diversi mesi sempre al Circolo Magnolia.

Il più imminente è quello dei Be Forest il 18 febbraio, una delle band più apprezzate del panorama indipendente in Italia e all'estero. La band presenterà il suo ultimo album Earthbeat con uno spettacolo del tutto insolito che prende il nome di EARTHSTRINGS, a cui prenderà parte anche una sezione di archi e l'arrangiamento della violoncellista Daniela Savoldi. Ad aprire la serata saranno i Welcome Back Sailors, compagni di etichetta dei Be Forest, che presenteranno l'ultima loro fatica Tourismo.

Mercoledì 18 febbraio

Circolo Magnolia

Via Circonvallazione Idroscalo 41, Segrate (MI)

Biglietto: 10€

Tessera ARCI obbligatoria

Apertura cancelli: 21.00

Inizio spettacoli: 23.00

[gallery type="rectangular" ids="37355,37354,37353,37357"]

Il 15 marzo Prima, concerti prima di tutto presenterà, invece, i C'mon Tigre, alla loro prima volta live a Milano. Un collettivo soul che si è rivelato tra le più grandi novità dello scorso anno, con un suono nuovo e originale che ha subito fatto breccia tra gli ascoltatori più attenti.

Sono stati anche protagonisti delle classifiche di fine anno di molte testate musicali, compreso Rockit che li ha inseriti come migliore rivelazione del 2014 e nella top 100 delle più belle canzoni dell'anno.

Mercoledì 18 febbraio

Circolo Magnolia

Via Circonvallazione Idroscalo 41, Segrate (MI)

Biglietto: 10€

Tessera ARCI obbligatoria

Apertura cancelli: 21.00

Inizio spettacoli: 21.30

[gallery type="rectangular" ids="37352,37351,37350,37357,37358"]

I Fucina28 tornano dopo il loro album d'esordio "È arrivato il tempo", infatti la band di Pietro Giamattei porta in scena una grande novità: il loro secondo disco "La Pace Dei Sensi - Il Nulla", uscirà a fine marzo 2015. La band indie rock sta effettuando gli ultimi ritocchi al disco, registrato nel laboratorio artigiano di suono e immagine Funambolo Studio, dove la produzione e la direzione artistica è affidata ad Andrea Salvadori, musicista, compositore e film maker, dal 1997 collaboratore della Compagnia della Fortezza diretta dal regista Armando Punzo, dal 2000 collaboratore del percorso artistico musicale di Ginevra Di Marco e dal 2003 del progetto musicale Stazioni Lunari diretto da Francesco Magnelli, con Piero Pelù, Peppe Servillo, Morgan, Cisco, Cristiano Godano, Cristina Donà, Teresa De Sio, Simone Cristicchi, Alessandro Benvenuti, Enzo Avitabile e molti altri. Un traguardo importante per i Fucina28, al cui tenacia è il tratto distintivo: ci hanno sempre creduto e la loro voglia di fare sta per essere ripagata. Con l'uscita del disco è previsto un tour che porterà la band in giro per tutta Italia.

Ma chi sono i Fucina28?

Tutto ha inizio nell'inverno 2011, quando Pietro Giamattei fa ascoltare durante una cena fra amici, pezzi e melodie composti negli anni precedenti, suscitando subito l'entusiasmo dei commensali: l'idea di creare qualcosa insieme è immediata. La band si compone di Pietro alla chitarra, voce, testi e arrangiamenti, Andrea Marra alla chitarra, Ornella Varvaro al basso e Riccardo Di Paola alla batteria, e il loro nome deriva da una strada di Pisa al “Civico 28″ dove il frontman della band ha abitato per molti anni, assumendo la valenza di luogo magico, che ha fatto da sfondo alla sua crescita umana e musicale. Ecco spiegata la decisione di chiamarsi Fucina28, intendendo per fucina il fornello su cui si arroventa il ferro per poi dargli forma sull'incudine, in senso più ampio quindi la bottega del fabbro, dove si fondono i metalli per creare qualcosa di nuovo. A Luglio 2012 l'incontro con Giacomo "Lupo" Luporini, proprietario dello studio di registrazione "La Tana del Lupo", dà la spinta necessaria alla creazione di qualcosa di concreto, dando forma al sogno di un album totalmente autoprodotto. Il 28 dicembre 2012 esce dopo mesi di lavoro, "È Arrivato il Tempo". Il 4 dicembre del 2013 si occupa dei Fucina28 il quotidiano LaRepubblica, dove Fulvio Paloscia racconta il loro primo disco con queste parole:

"Con i Fucina28 ora è il tempo del suono sporco".

Durante il 2013 e il 2014, la band ha girato tutta la penisola portando in giro la sua musica, continuano a scrivere nuovi pezzi. Nell'agosto del 2014 durante la tournée estiva, nasce la voglia di dare vita a un nuovo progetto, quindi i Fucina decidono di finanziare parte del secondo album tramite la piattaforma di Musicraiser, dove raccoglieranno ben 1600 euro in solo 2 settimane. Nel frattempo e per puro caso, Pietro incontra Andrea Salvadori, che dà una svolta al progetto dei Fucina28, fornendo gli strumenti necessari alla produzione del secondo disco "La Pace Dei Sensi - Il Nulla".

 

Per chi volesse saperne di più sulla musica dei Fucina28, ecco alcuni link:

http://www.facebook.com/#!/Fucina28

http://m.soundcloud.com/tracks/search?q=Fucina%2B28

http://www.fucina28.jimdo.it/

http://www.rockit.it/fucina28

http://www.youtube.com/user/Peterkuntz83

 

 

[gallery type="rectangular" size="full" ids="37403,37401,37400,37399,37398,37408"]

Dopo i tragici fatti del 7 gennaio anche il mondo della musica grida "Je suis Charlie": il rapper Maverick fa diventare un brano rap il noto motto di solidarietà alle vittime dell'attentato. Nel video, già pubblicato su youtube e realizzato con la collaborazione di Paolo Meroni, Maverick sceglie di non apparire per dare maggiore risalto al testo e al messaggio della canzone: le parole più importanti ed evocative del brano appaiono come scritte (

). La base dà un senso di immediatezza, ha bpm molto elevati e strofe rappate molto velocemente, a evidenziare lo shock dell'attentato e la gravità del fatto. Maverick afferma infatti di credere che il rap abbia il dovere di esprimere sentimenti di tipo sociale. Il brano ha colpito l'attenzione di un ragazzo francese, Xavier-Emmanuel Moreau, che ha deciso di tradurlo nella sua lingua. Maverick, classe 1991, bresciano di origine e milanese di adozione, è un rapper emergente del panorama musicale italiano. Intorno ai 16 anni inizia a scrivere i primi testi su basi francesi e americane. Nel 2012 il suo primo lavoro autoprodotto, il mixtape "94x100", seguito subito dopo dal disco "Problemi di fegato". Nel 2014 dall'incontro con il cantautore Davide Melis nasce il remake in chiave rap-pop de "La terra della pace", primo videoclip musicale tradotto in arabo e sottotitolato in 4 lingue (
)

 

[gallery type="rectangular" size="full" ids="35850,35816,35848,35849,35823,35851"]

|||

Chi si diverte a capodanno, si diverte tutto l’anno! Il 2015 è alle porte e per accoglierlo al meglio, quale città più adatta di Milano?

Dalle 21 di mercoledì 31 dicembre alle 00.30 dell’1 gennaio, Piazza del Duomo ospiterà il concerto di Capodanno. Il consueto concerto, offre al pubblico un programma scoppiettante!

Le note di Angelique Kidjo scalderanno i presenti con le sue variegate influenze musicali e culturali. Novità dell’anno è l’energia dell’elettronica, regalata dall’Elita Sound System e alla mezzanotte si festeggerà in compagnia di Roy Paci & Aretuska Allstars che si confermano sempre amati dalla folla durante i loro live divertenti.

Il concerto, sponsorizzato da Discoradio, finirà poco dopo la mezzanotte sia per permettere l’utilizzo dei mezzi pubblici, sia per concedere ai più scatenati di continuare i festeggiamenti con le tante opportunità offerte da Milano.

 

|||

Gli Erreci Studios di via Sant'Eusebio a Milano, sempre più presenti nel panorama degli eventi milanesi, propongono, venerdì 19 dicembre, a partire dalle ore 19.30, una serata all'insegna della musica e degli ottimi drink, con uno spazio dedicato all'approfondimento culturale.

Modalità Demodè, il magazine online spia del fenomeno culturale italiano ed internazionale, infatti, invita i molti ad un Christmas party sulle note della buona musica: dal funk all'old school, dalla disco music all'elettronica.

Eddie Danielli&Jacque Fresco, Lovecast e Riccardo Bhi animeranno la serata, scaldando il cuore della gente, passando per stomaco e orecchie.

E oltre alla musica, un momento di cultura, in cui Alberto Motta presenterà e distribuirà gratuitamente la sua nuova fanzine, "Rivista letteraria", una pubblicazione periodica indipendente di cultura ed attualità che ospita i migliori scrittori italiani e stranieri.

Durante il corso della serata verrà organizzata la riffa, il vincitore della quale riceverà un buono da 50 euro da spendere su Gleest, nuova piattaforma ecommerce di design e accessori.

Modalità Demodè ha pensato proprio a tutto! E per l'occasione si affida a Uber, che metterà a disposizione di tutti i nuovi iscritti uno sconto per raggiungere comodamente la festa, grazie al codice MODALITAXMAS

All I want for Christmas is... musica, cultura e clima natalizio, tutto in un'unica serata!

 

Erreci Studios

Via Sant'Eusebio, 26, Milano

Ore 19.30

19 Dicembre 2014

www.modalitademode.com

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Lo spazio Oberdan, Fondazione Cineteca Italiana in collaborazione con Nexo Digital, ospiterà dal 18 dicembre 2014 al 6 gennaio 2015 POP, ROCK, CINEMA: un'occasione per vedere proiettati diversi film di generi musicali, come David Bowie Is, 20.000 Days on Earth, Quadrophenia, una sinergia di musica pop, rock e cinema.

David Bowie Is porta sul grande schermo l'omonima mostra del 2013 al Victoria and Albert Museum di Londra, in cui sono esposti più di 300 oggetti (tra filmati, fotografie, testi, scenografie, costumi etc.) legati ai 50 anni di carriera dell'artista. La sua uscita ha scatenato una reazione molto positiva da parte del pubblico, raggiungendo un record di spettatori.

Proiettato:

giovedì 18 dicembre ore 21

domenica 21 dicembre ore 21

venerdì 26 dicembre ore 19

domenica 28 dicembre ore 21

20.000 Days on Earth è un film-documentario a metà tra finzione e realtà basato sugli eventi del 20.000esimo giorno sulla terra di Nick Cave, musicista ed artista eclettico della scena musicale contemporanea.

Proiettato:

martedì 23 dicembre ore 21.15

sabato 27 dicembre ore 18.30

lunedì 29 dicembre ore 21

venerdì 2 gennaio ore 21

domenica 4 gennaio ore 19.15

martedì 6 gennaio ore 21.15

Quadrophenia, titolo omonimo al celeberrimo album degli Who, è uno dei lungometraggi rock più famosi del cinema. Il film racconta le vicende adolescenziali dell'Inghilterra degli anni Sessanta, il senso di smarrimento di un ventenne e i suoi rapporti con genitori e amici, le scorribande coi "mods" e le

risse contro i "rockets". Un classico della cinematografia musicale, accompagnato dalla storica colonna sonora degli Who.

Proiettato:

sabato 3 gennaio ore 21.30

 

Dove:

Sala Alda Merini - Spazio Oberdan - Provincia di Milano

Viale Vittorio Veneto 2, Milano

Biglietti:

Biglietto d’ingresso: intero € 7,00

Biglietto d’ingresso ridotto per possessori di Cinetessera o studenti universitari: € 5,50

Proiezione pomeridiana feriale: intero € 5,50, ridotto € 3,50.

Cinetessera annuale: € 6,00, valida anche per le proiezioni al MIC – Museo Interattivo del Cinema - e all’ Area Metropolis 2.0 – Paderno Dugnano.

 

INFO:

T 02.87242114 / Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. / www.cinetecamilano.it

 

 

[gallery type="rectangular" ids="34474,34475,34476,34477,34478,34479,34480"]

 

 

 

 

Stasera venerdì 12 dicembre irrinunciabile appuntamento al tunnel di Milano: serata dalle atmosfere natalizie organizzata da Elita&Voyage, con la musica di Daniele Baldelli e di Robotalco in un doppio djset. Pioniere del djing made in Italy e della disco, Daniele Baldelli ha iniziato la sua carriera nel 1969, ed è stato il primo a introdurre in discoteca l’uso della batteria elettronica, dei sintetizzatori e dei primi campionatori. Nel tempo ha sperimentato e fuso insieme diversi generi musicali: funky, reggae, jazz, musica classica, fusion, brasil, dub, etno e tribale. Ha suonato in centinaia di Club, dalla Baia degli angeli al Cosmic, dalla Baia imperiale al Fura. Di recente ha partecipato all’ultima edizione del Wired Next Fest al fianco di Giorgio Moroder. Robotalco è un ghost project apparso l’anno scorso con una traccia all’interno di un singolo dell’etichetta Home Taping Killing Music insieme a OOFT e Louise Guillame, ha poi debuttato con un intero ep di 4 tracce, stampato sull’etichetta newyorchese On the prowl. I suoi ultimi ep sono usciti per le etichette inglesi Seven Music e Midnight Live Club. Al momento sta lavorando al suo primo album, in uscita i primi mesi del 2015 per la nuova etichetta GET WET Records.

TUNNEL Via Sammartini 30 - Venerdì 12 dicembre - Daniele Baldelli e Robotalco dj set Apertura Porte h. 23.00 Ingresso rid. € 15.00 in lista entro 1.30 Ingresso intero € 18.00 (non in lista e dopo 1.30)

Direct line: Tunnel Milano +39 331 809 9952 Info line: +39 3397605495

[gallery type="rectangular" ids="34334,34332,34330,34337,34329,34328,34326,34325,34324,34322"]

Definiti dalla BBC “la band heavy metal più ambiziosa, coraggiosa e divertente ad aver raggiunto il pubblico mainstream”, saranno in concerto in Italia per un’unica data mercoledì 10 dicembre al Fabrique di Milano (Via Fantoli, 9).

A poco più di un anno dalla loro partecipazione alla tappa italiana del Sonisphere Festival, la metal band di Atlanta torna nel nostro paese per presentare ai fan il suo ultimo disco “ONCE MORE ‘ROUND THE SUN”, uscito il 24 giugno (Reprise Records – Warner Bros).

“Once More ‘Round The Sun” è il sesto album in studio per i Mastodon che, per dare forma al disco, si sono affidati a Nick Raskulinecz, già produttore per Alice in Chains, Foo Fighters e Deftones.

«La musica tiene lontani i demoni - ha dichiarato Bill Kelliher, il chitarrista dei Mastodon - e “Once More ‘Round The Sun” racconta ciò che è accaduto nei due mesi passati, abbastanza turbolenti, per usare un eufemismo».

I Mastodon, metal band di Atlanta con all’attivo una carriera di 14 anni, sono: Bill Kelliher (chitarra e voce), Brent Hinds (chitarra e voce), Troy Sanders (basso e voce) e Brann Dailor (batteria e voce). “Once More ‘Round The Sun” è l’ultimo di una lunga serie di acclamati lavori, tra i quali il concept album “Leviathan” (album dell’anno 2004 per Kerrang! e Terrorizer) e “The Hunter” (Album dell’anno 2011 secondo Metal Hammer).

 

MASTODON + BIG BUSINESS + KROKODIL

Mercoledì 10 dicembre 2014 – Milano, Fabrique

Orario di inizio previsto: 21.00

Posto unico € 25 + d.p / € 30 in cassa la sera del concerto

 

[gallery type="square" ids="34033,34029,34034,34032,34030,34035"]

Pagina 11 di 31

immobili sanremo

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.