CHIAMACI +39 333 8864490

Spazio Elfo Puccini|||

Spazio Atelier Elfo Puccini: nuova mostra e nuovi spettacoli

A partire da martedì 7 maggio allo Spazio Elfo Puccini sono andati in scena due nuovi spettacoli: "I ragazzi che si amano" di Jacques Prévert con Gabriella Lavia e "Settimo Cielo" di Caryl Churchill con la regia di Giorgina Pi. Nello stesso giorno è stata inaugurata anche la mostra "Breakalega" di Laila Pozzo. 

 

I ragazzi che si amano, il recital da Jacques Prévert di Gabriele Lavia, racconta la storia di un amore dal potere salvifico a cui due giovani amanti tendono ad aggrapparsi. «I ragazzi che si amano sono in un altrove – racconta Lavia – per quanto riguarda l’universo di Prévert si tratta di una realtà post platonica, in cui gli uomini vivono in un luogo delle ombre tipico della dimensione della caverna e al contrario i ragazzi che si amano stanno dove c’è la luce sconosciuta fuori dalla caverna.

 

 

Uno spettacolo intenso che propone allo spettatore una riflessione condivisa sul senso dell'amore e della condivisione emozionale. 

 

"Settimo cielo" di Caryl Churchill con la regia di Giorgina Pi è la seconda opera andata in scena ieri, 7 maggio, allo Spazio Elfo Puccini. È una commedia ambientata tra la Londra swinging della rivoluzione sessuale e l'Africa coloniale. Un viaggio compiuto da una famiglia catapultata in queste due epoche diverse e divergenti tra loro. 

Un modo per «essere quello che si vuole essere, non quello che si può. È il divenire postumano che modifica luoghi e relazioni», come condivide la regista Giorgina Pi. 

 

"Breakaleg", invece, è la collezione di scatti di Laila Pozzo. La fotografa milanese, attenta osservatrice, ha deciso di procedere con la sua ricerca fotografica proponendo una nuova galleria di personaggi per raccontare ciò che avviene sui palcoscenici milanese. Il nome del progetto prende spunto dall'espressione inglese "Break a leg" (rompiti una gamba): una sorta di in bocca al lupo usato nei paesi anglosassoni. 

La mostra, visitabile dal martedì al sabato dalle 18:30 alle 20:30 e la domenica dalle 15 alle 16, sarà disponibile fino al giorno 17. 

 

"I ragazzi che si amano" fino a domenica 12, Sala Shakespeare - da martedì a sabato ore 20.30,
domenica ore 16.00 – Info e prenotazione: tel. 02.0066.0606 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Prezzi:
Intero € 32.50, online € 16.50, Martedì € 21,50 - www.elfo.org

"Settimo cielo" fino a domenica 12, Sala Fassbinder – da martedì a sabato ore 21.00/domenica ore 16.30 – Info e
prenotazione: tel. 02.0066.0606 – Prezzi: Intero € 32.50, online € 16.50, Martedì € 21,50

 

Antonietta Marrazzo

 

 

Antonietta Marrazzo

Sarà che sono nata il 2 giugno (nel 1946 fu la prima volta in cui le donne votarono), credo che nella mia data di nascita c’è la ragione del mio interesse alle tematiche legate alle donne e alla violenza di genere. Sono nata a Napoli nel 1987. Ho studiato a Salerno, Bar- cellona, Urbino e Roma. Ho scritto una tesi di laurea in semiotica “Camorra femminile singolare” sul ruolo delle donne all’interno della Camorra. Ho iniziato a scrivere che avevo 10 anni e non mi sono ancora stufata

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

coupon-code-amazon-deal-codici-sconto-amazon

immobili sanremo

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.