CHIAMACI +39 333 8864490

||||

Sanremo 2019: il Festival del Baglioni Bis decolla alla seconda serata

Una serata con meno canzoni in gara e più momenti di spettacolo permette a Sanremo 2019 di decollare dopo il tiepido debutto.  La seconda serata del Festival è stata seguita da 9,1 milioni di telespettatori, per uno share totale del 47,3%. Dati di poco inferiori a quelli dello scorso anno quando davanti al televisore c’erano 9 milioni 687 mila ascolti, pari al 47,7%.

La serata è stata più ritmata rispetto al debutto. Claudio Baglioni apre cantando uno dei suoi successi, Noi no, accompagnato da una coreografia molto spettacolare di Giuliano Peparini.

E si inizia subito con una standing ovation. Arrivano poi i suoi “co-piloti” che sono sembrati più rilassati. Virginia Raffaele fatica a trovare una sua cifra come presentatrice. Decisamente più disinvolto Claudio Bisio che però dà il meglio di sé quando divide la scena con Michelle Hunziker, gradito ritorno dopo il successo dello scorso anno.

I due ricreano la fortunata accoppiata di Zelig e divertono con La lega dell’amore di Elio e le storie tese. Virginia Raffaele dimostra di essere più convincente negli intermezzi comici.

Molto riuscito il numero in cui unisce Habanera della Carmen di Bizet con Sabato Pomeriggio di Claudio Nostro. E conferma che se come attrice comica e imitatrice è insuperabile, come conduttrice ha più difficoltà.

Dopo le prime due serate resta senza risposta un grande quesito:

chi conduce – nel vero senso della parola - questo Sanremo 2019?

La sensazione più tangibile è che manchi un presentatore capace di tenere le fila della lunghissima diretta.
Questa sensazione si è fatta certezza quando è salito sul palco Pippo Baudo.

Il Pippo Nazionale, a 82 anni, si prende la scena e presenta – mostrando come si dovrebbe presenta una canzone – l’immortale Questo piccolo grande amore.

Grandi protagonisti sono stati gli ospiti musicali italiani. Fiorella Mannoia canta il suo nuovo singolo Il peso del coraggio e poi in duetto con Re Claudio Quello che le donne non dicono, suo successo nato proprio a Sanremo nel 1987 e che all’epoca le valse il Premio della critica.

Fiorella incanta tutti e, alla fine dell’esibizione, il pubblico si alza in piedi. Standing ovation anche per Marco Mengoni che torna dopo la vittoria del 2013 con L’essenziale. Duetta prima con Tom Walker sulle note di Hola (I say), terzo singolo estratto dal suo ultimo album Atlantico, poi con Claudio Baglioni in un evergreen della musica italiana Emozioni di Lucio Battisti.

Resta, a mio avviso, discutibile la scelta di far esibire i super ospiti italiani con brani in promozione, mancando di rispetto a coloro che invece si sono messi in gioco con la gara.

Ultimo ospite musicale della serata Riccardo Cocciante. Canta prima Bella, dal musical Notre Dame de Paris, con alcuni protagonisti e poi si cimenta in un emozionante duetto con Baglioni.

Sulla scena al pianoforte nero di Cocciante se ne aggiunge uno bianco per il direttore artistico; suonando e cantando Margherita regalano uno dei momenti migliori della serata. Alla fine dell’esibizione, ennesima standing ovation.

La durata inferiore della serata e il minor numero di brani hanno permesso di ascoltare meglio i 12 artisti che si sono esibiti ieri.

La gara si apre con Achille Lauro, poi cantano Einar, Il Volo.
Mi sento bene di Arisa migliora al secondo ascolto. Una sferzata di energia arriva da Mi farò trovare pronto di Nek, che viene ingiustamente relegato nella parte bassa della classifica della sala stampa.

Daniele Silvetri con Rancore si confermano i candidati principali al Premio della Critica con Argentovivo.

La canzone degli Ex-Otago Solo una canzone convince sempre più. Arriva poi Ghemon con Rose viola. Standing ovation per Loredana Bertè, Cosa ti aspetti da me colpisce ascolto dopo ascolto.

La leonessa è tornata e lascia il palco visibilmente emozionata da tanto affetto. Chiudono, senza particolari guizzi, Paola Turci, Negrita, Federica Carta e Shade.

Prima della classifica parziale arrivano Pio e Amedeo, il duo comico pugliese scherza anche su temi scottanti come la politica e la questione migranti.

Tanto che il Ministro dell'Interno Matteo Salvini risponde in tempo reale sul suo profilo Instagram con un selfie davanti al televisore.
I due divertono e risvegliano i più provati dalla lunga serata.

È paradossale che con due comici alla conduzione le uniche vere risate vengano strappate dagli ospiti.

La serata si conclude con il Premio alla carriera Città di Sanremo a Pino Daniele, ritirato dalle figlie del cantautore scomparso troppo presto.

Insomma sembra che Sanremo 2019 stia decollando, speriamo.

 

Luca Forlani

coupon-code-amazon-deal-codici-sconto-amazon

immobili sanremo

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.