CHIAMACI +39 333 8864490

|||

Piano City 2019 apre col botto: dieci eccezionali pianisti in Piazza Liberty

Milano che incanta, emoziona e sorprende. Milano risplende sotto la luce blu dell’Apple Store in Piazza Liberty con le note suonate da dieci eccezionali pianisti. Ieri sera è iniziata ufficialmente l’ottava edizione di Piano City Milano e non potremmo esserne più felici.

La piazza era gremita già dal tardo pomeriggio, quando da Corso Vittorio Emanuele iniziavano a sentirsi le prime note dei pianisti che ci avrebbero deliziato per tutta la serata nel meraviglioso anfiteatro in beola grigia.

Ad intrattenere il pubblico si sono susseguiti: Ginevra Costantini Negri, Francesco Grillo, Remo Anzovino, Alfonso Alberti, Ricciarda Belgiojoso, Dardust, Andrea Rebaudengo, Roberta di Mario, Davide Boosta Dileo, Enrico Intra.

Piano City 2019 apre col botto: il primo concerto ieri sera all'Apple Store in Piazza Liberty

Ad aprire il concerto con un brano di Gioacchino Rossini “Le Acciughe”, Ginevra Costantini Negri, una giovanissima pianista italiana, di appena diciotto anni, che si definisce ‘rossiniana’, nella musica e non.

Ginevra è una delle donne protagoniste di Piano City e nel parlare del concerto in Piazza Liberty, spiega: “Ancora una volta siamo di fronte ad una manifestazione al passo con i tempi, che non solo parla ai giovani, ma li rende protagonisti insieme ai grandi interpreti. Un modo molto moderno ed efficace di diffondere la musica classica”.

Piano City 2019 apre col botto: il primo concerto ieri sera all'Apple Store in Piazza Liberty

Alle note di Ginevra sono seguite quelle di Francesco Grillo e poi Remo Anzovino, un famoso compositore e musicista italiano. Prima di iniziare a suonarci il suo meraviglioso “Igloo”, ci ha raccontato che per lui la musica è un caldo rifugio dove proteggersi quando fuori fa freddo: è come una casa costruita col ghiaccio, proprio come un igloo.

A seguire un pezzo a quattro mani eseguito da Alfonso Alberti e Ricciarda Belgiojoso, pianista e direttrice artistica di Piano City.

Poi è stato il turno del famoso pianista Dardust che, con “Birth”, ci ha presentato l’unione tra musica neoclassica e soundtrack: una terra di mezzo, un po’ come l’isola a cui s’ispira.

Un ululato tra i ruderi di un castello, eserciti che si schierano in battaglia e un’aurora boreale inattesa: un brano che punta ai ritmi e alla techno e incarna le contraddizioni della natura islandese, trasformando i paesaggi in soundscapes e i suoni in significati.

Dopo una full immersion nel neoclassical ci siamo lasciati deliziare dalle note di Andrea Rebaudengo, Roberta di Mario e Davide Boosta Dileo che ci ha emozionato con Pajaro triste di Federico Mompou.

Piano City 2019 apre col botto: il primo concerto ieri sera all'Apple Store in Piazza Liberty

“Impossibile non percepire l’eterna profondità che vi era in ogni nota, e in ogni silenzio tra le note” – racconta Davide. Secondo lui, Mompou era un artista che non aveva nessuna fretta, perché non si può amare di corsa. 

E per ultimo, ma non per importanza, abbiamo assistito alle note di Alfonso Alberti ed Enrico Intra che ci ha spiegato: “Elaborare una frase, un suono che mi arriva dal passato mi proietta altrove fuori dalle 'gabbie' limitate e dai muri che separano”.

Il concerto di ieri sera è stato perfetto per inaugurare le oltre 50 ore di musica e 400 concerti che ci attendono in giro per tutta Milano durante questa tre giorni interamente dedicata al pianoforte.

Milano si conferma ancora una volta una città d’eccellenza pronta ad ospitare una manifestazione come Piano City: c’è una disponibilità e una permeabilità degli eventi all’interno della metropoli che la rende piena di successo, di festa e di allegria.

Per il programma completo: www.pianocitymilano.it

Margherita Maroni

Amo la poesia, la matematica è solo un diletto. Leggo giornali, scrivo articoli e amo imparare. Lilli Gruber wanna be.

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

coupon-code-amazon-deal-codici-sconto-amazon

immobili sanremo

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.