CHIAMACI +39 333 8864490

Nadia Nespoli e la sua nuova esposizione Immaginette Contemporanee|||

Nadia Nespoli e la sua nuova esposizione Immaginette Contemporanee

L'artista milanese Nadia Nespoli si è specializzata presso l'Accademia di Brera in arte sacra contemporanea, ma non si è mai abituata alla rappresentazione religiosa, almeno negli ultimi dieci anni: nelle sue più recenti mostre mancava la rappresentazione figurativa.

Nel 2019, a Spazio Filatelia di Poste Italiane a Milano, aveva presentato Meditazioni per occhi  emergevano delle pitture su carta in cui l'immagine risultava coperta. Sulla stessa linea, aveva esposto nella chiesa milanese di San Raffaele una tela dedicata a Maria, un monocromo azzurro composto da fili intrecciati all'uncinetto, che era all'opposto dell'arte figurativa. Nell'autunno del 2020 ha sparpagliato nei prati del Parco Nord di Milano delle tele dedicate all'apocalisse di San Giovanni in cui il colore prevalente era il bianco e la figura risultava ancora nascosta, come le dodici tele di Animal Farm presentate presso lo Spazio Bipielle Arte di Lodi, con gli animali del romanzo di George Orwell visti confusamente sotto il colore bianco.

Da ciò si deduce che Nadia Nespoli ama nascondere e non esibire. Citando Massimo Recalcati, che commentava un'opera di Claudio Parmiggiani, quella di Nespoli è “un’opera introversa, il contrario della esibizione ostentata, provocatoria di cui si nutre gran parte dell’arte contemporanea”.

In occasione del Festival cinematografico Sacrae Scenae, che avverrà nel borgo di Ardesio (BG) dal 27 al 29 agosto 2021, Nadia Nespoli interverrà con Immaginette contemporanee , a cura di Margherita Zanoletti, in cui riprende le immaginette sacre, come i santini evidenziando il culto popolare legato proprio alle figure, ma anzichè nasconderle, dà loro un significato simbolico.

In un muro totalmente bianco di sedici metri quadrati, ha fatto allestire in una stanza nella Casa del Pellegrino, la Nespoli fa fissare trecento immaginette sacre di varie misure, che rappresentano la Madonna delle Grazie di Ardesio.

Le immagini, tutte dipinte a mano, riproducono la statua lignea della Madonna, che si trova nel Santuario dedicatole per ricordare quando si era manifestata nel 1607, commemorata ogni anno nella processione in suo onore per la Festa dell'Apparizione.

La produzione delle immagini sacre si diffuse in Europa dal '500: consisteva nel passaggio di figure prima solo dipinte e in un secondo momento stampate, usando tecniche differenti e create su basi difformi. Seguendo questo evolversi della raffigurazione, Nadia Nespoli si collega alla storia della Chiesa e della religiosità delle persone di una cultura popolare, ma non abbiamo la certezza che ogni immagine sia proprio ciò che riusciamo a vedere e rimaniamo nel dubbio che possa nascondere qualcosa di più profondo.

La Nespoli ci vuole far capire che non è importante solo la rappresentazione delle cose ma che bisogna cogliere il senso profondo che è celato in loro. Per questo invita i visitatori a scegliere un'immaginetta della mostra di Ardesio e portarla a casa come "un mattoncino" del muro di una collettività.

Come ogni Ave Maria è parte del Rosario così ogni immaginetta è una parte di qualcosa di più grande, come una preghiera o una riflessione per gli abitanti della Val Seriana, duramente colpiti da diffioltà nel periodo della pandemia, consigliando che un atto di capacità creativa può essere anche la devozione.

Dunque, da venerdì 27 a domenica 29 agosto 2021 si possono ammirare il Borgo di Ardesio e il suo splendido Santuario, soffermandosi sugli aspetti della cultura religiosa popolare del nostro Paese e iniziare un turismo culturale di questa zona lombarda poco conosciuta ma degna di essere visitata.

 

Veronica Paoletti

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Instagram

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.