CHIAMACI +39 333 8864490

|||

L’ora dannata – Carlos Amorales invade la Fondazione Pini con 15mila farfalle

In occasione della Milano Art Week 2019, il 2 aprile la Fondazione Adolfo Pini di Milano ha inaugurato la mostra L’ora dannata del messicano Carlos Amorales, a cura di Gabi Scardi. Che si articola in Black Cloud, l’installazione ambientale con 15.000 farfalle nere, e in diversi elementi legati al progetto Life in the folds.

 

Fino all’8 luglio uno sciame di migliaia di farfalle nere popola gli ambienti della Fondazione Pini di Milano, dallo scalone d’ingresso fino alle sale di rappresentanza. È Black Cloud, la nuovissima installazione ambientale firmata dall’artista messicano Carlos Amorales. E che fa parte della mostra L’ora dannata, con cui Amorales guarda al proprio paese, il Messico, e nello stesso tempo parla di discrepanze e tensioni estremamente attuali in tutto il mondo, e della necessità di identificare l’origine dei nostri fantasmi, di riconoscerne la portata, la matrice, la valenza ideologica.

L’ora dannata – Carlos Amorales invade la Fondazione Pini con 15mila farfalle

Dopo aver presentato i cinque progetti site-specific, The Missing Link di Michele Gabriele, Materia prima di Lucia Leuci, Memory as Resistance di Nasan Tur, Labyrinth di Jimmie Durhame, SUMMERISNOTOVER di Šejla Kamerić, la Fondazione Adolfo Pini prosegue con questa nuova mostra il proprio percorso dedicato all’arte contemporanea, sotto la guida di Adrian Paci.

L’ora dannata – Carlos Amorales invade la Fondazione Pini con 15mila farfalle

Carlos Amorales nasce, vive e lavora a Città del Messico. Si interessa al linguaggio, alle immagini e alle loro varianti e, più in generale, ai sistemi della comunicazione, al loro costante rinnovamento, alle loro potenzialità e alle loro insidie;

ai meccanismi che consentono ad alcune narrazioni di emergere, a scapito di altre; e, per estensione, alla questione delle rappresentazioni dominanti, della manipolazione della comunicazione e del pensiero stesso. Nella sua pratica confluiscono arte visiva, musica, animazione e poesia, tutte coniugate, con grande rigore formale, nel nome di una consapevolezza rispetto al presente e alle sue tensioni.

L’ora dannata – Carlos Amorales invade la Fondazione Pini con 15mila farfalle

Nella mostra milanese, oltre a Black Cloud, c’è anche una parte del progetto Life in the folds (con cui ha rappresentato il Messico alla 57a Biennale di Venezia), con cui l’artista mette in scena il tema della violenza dell’uomo sull’uomo.

Una violenza che alberga nel profondo e che può esplodere in modo ingiustificato. Il progetto comprende anche un video di animazione in cui, mentre si assiste alla drammatica vicenda rappresenta, si vedono anche le mani del burattinaio che muove i fili dei protagonisti: una metafora della mistificazione a cui (che ne siamo consapevoli o meno) la storia e le nostre azioni sono sottoposte.

L’ora dannata – Carlos Amorales invade la Fondazione Pini con 15mila farfalle

Da questo nucleo centrale deriva una serie di trasposizioni; tra le altre: un’installazione di grandi dimensioni e una serie di ocarine, ognuna delle quali ha la forma di un segno e il cui insieme compone un linguaggio in codice che può essere sia “letto” che “suonato”; proprio il loro suono fa da colonna sonora per il video. Alcune figure appaiono alle pareti della Fondazione come se le avessero attraversate; sono sagome umane e sembrano presentare alcuni fogli su cui sono rappresentati i momenti salienti della storia.
In mostra anche i fogli dello storyboard in cui prendono forma per la prima volta i personaggi e le vicende raccontate nel video.

La mostra è visitabile fino all’8 luglio.

L’ora dannata
2.04.2019 – 8.07.2019

Fondazione Adolfo Pini
Corso Garibaldi 2 – Milano
T 02.874502
www.fondazionepini.net
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Orari di apertura:
dal lunedì al venerdì 10.00 – 13.00 | 15.00 – 17.00

Martina Zito

Lucana di nascita, casertana per 16 anni e milanese d'adozione da 3.
Sono cresciuta a pane e libri, per cui le tre cose a cui proprio non posso rinunciare sono, nell'ordine: mangiare, sguazzare tra le parole, e bivaccare sul divano.
Pignola (sempre), pessimista (quasi sempre), chiacchierona (quando voglio)

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

coupon-code-amazon-deal-codici-sconto-amazon

immobili sanremo

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.