CHIAMACI +39 333 8864490

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa estesa Cookie Policy

Utilizziamo i cookie per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo. I dati raccolti grazie ai cookie servono per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.

Cosa sono i cookie?

I cookie sono piccoli file di testo inviati dal sito al terminale dell’interessato (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi al sito alla successiva visita del medesimo utente. Un cookie non può richiamare nessun altro dato dal disco fisso dell’utente né trasmettere virus informatici o acquisire indirizzi email. Ogni cookie è unico per il web browser dell’utente. Alcune delle funzioni dei cookie possono essere demandate ad altre tecnologie. Nel presente documento con il termine ‘cookie’ si vuol far riferimento sia ai cookie, propriamente detti, sia a tutte le tecnologie similari.

Tipologia dei cookie

I cookie possono essere di prima o di terza parte, dove per "prima parte" si intendono i cookie che riportano come dominio il sito, mentre per "terza parte" si intendono i cookie che sono relativi a domini esterni. I cookie di terza parte sono necessariamente installati da un soggetto esterno, sempre definito come "terza parte", non gestito dal sito. Tali soggetti possono eventualmente installare anche cookie di prima parte, salvando sul dominio del sito i propri cookie.

Natura dei cookie

Relativamente alla natura dei cookie, ne esistono di diversi tipi:

Cookie tecnici

I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di "effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio" (cfr. art. 122, comma 1, del Codice). Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in: • cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di autenticarsi per accedere ad aree riservate); essi sono di fatto necessari per il corretto funzionamento del sito; • cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso, al fine di migliorare le performance del sito; • cookie di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.

Cookie di profilazione

I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all'utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell'ambito della navigazione in rete. Per l'utilizzo dei cookie di profilazione è richiesto il consenso dell'interessato. L’utente può autorizzare o negare il consenso all'installazione dei cookie attraverso le opzioni fornite nella sezione "Gestione dei cookie". In caso di cookie di terze parti, il sito non ha un controllo diretto dei singoli cookie e non può controllarli (non può né installarli direttamente né cancellarli). Puoi comunque gestire questi cookie attraverso le impostazioni del browser (segui le istruzioni riportate più avanti), o i siti indicati nella sezione "Gestione dei cookie".

Cookie installati su questo sito

Ecco l'elenco dei cookie presenti su questo sito. I cookie di terze parti presentano il collegamento all'informativa della privacy del relativo fornitore esterno, dove è possibile trovare una dettagliata descrizione dei singoli cookie e del trattamento che ne viene fatto.

Elenco dei cookie presenti sul sito NEROSPINTO

Cookie di sistema Il sito NEROSPINTO utilizza cookie per garantire all'utente una migliore esperienza di navigazione; tali cookie sono indispensabili per la fruizione corretta del sito. Puoi disabilitare questi cookie dal browser seguendo le indicazioni nel paragrafo dedicato, ma comprometterai la tua esperienza sul sito e non potremo rispondere dei malfunzionamenti. Facebook Facebook utilizza cookie per offrire all'utente funzionalità di condivisione e di “like” sulla propria bacheca. Per maggiori informazioni, consultare la pagina https://www.facebook.com/about/privacy Twitter Twitter utilizza cookie per offrire all'utente funzionalità di condivisione sulla propria bacheca. Per maggiori informazioni, consultare le pagine: https://support.twitter.com/articles/20170519-uso-dei-cookie-e-di-altre-tecnologie-simili-da-parte-di-twitter e https://twitter.com/privacy?lang=it Google+ Google+ utilizza cookie per offrire all'utente funzionalità di condivisione sulla propria bacheca. Per maggiori informazioni, consultare la pagina http://www.google.com/policies/technologies/cookies/ Pinterest Pinterest utilizza cookie per offrire all'utente funzionalità di condivisione sulla propria bacheca. Per maggiori informazioni, consultare la pagina https://about.pinterest.com/it/privacy-policy Durata dei cookie I cookie hanno una durata dettata dalla data di scadenza (o da un'azione specifica come la chiusura del browser) impostata al momento dell'installazione. I cookie possono essere: • temporanei o di sessione (session cookie): sono utilizzati per archiviare informazioni temporanee, consentono di collegare le azioni eseguite durante una sessione specifica e vengono rimossi dal computer alla chiusura del browser; • permanenti (persistent cookie): sono utilizzati per archiviare informazioni, ad esempio il nome e la password di accesso, in modo da evitare che l'utente debba digitarli nuovamente ogni volta che visita un sito specifico. Questi rimangono memorizzati nel computer anche dopo aver chiuso il browser. NEROSPINTO terrà opportuna traccia del/dei consenso/i dell’Utente attraverso un apposito cookie tecnico, considerato dal Garante Privacy uno strumento “non particolarmente invasivo”. L’Utente può negare il suo consenso e/o modificare in ogni momento le proprie opzioni relative all’uso dei cookie da parte del presente Sito Web, tramite accesso alla presente Informativa Privacy che è “linkabile” da ogni pagina del presente Sito. L’Utente ha la facoltá in qualsiasi momento di esercitare i diritti riconosciuti dall'art. 7 del D.Lgs. 196/2003 ed, in particolare, tra gli altri, di ottenere copia dei dati trattati, il loro aggiornamento, la loro origine, la finalità e la modalità del trattamento, la loro rettifica o integrazione, la loro cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco per i trattamenti in violazione di legge e di opporsi per motivi legittimi al trattamento. Per esercitare tali diritti, scrivere a NEROSPINTO . Se è già stato dato il consenso ma si vogliono cambiare le autorizzazioni dei cookie, bisogna cancellarli attraverso il browser, come indicato sotto, perché altrimenti quelli già installati non verranno rimossi. In particolare, si tenga presente che non è possibile in alcun modo controllare i cookie di terze parti, quindi se è già stato dato precedentemente il consenso, è necessario procedere alla cancellazione dei cookie attraverso il browser oppure chiedendo l'opt-out direttamente alle terze parti o tramite il sito http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte Se vuoi saperne di più, puoi consultare i seguenti siti: • http://www.youronlinechoices.com/ • http://www.allaboutcookies.org/ • https://www.cookiechoices.org/ • http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/3118884

Come disabilitare/cancellare i cookie mediante configurazione del browser

Chrome 1. Eseguire il Browser Chrome 2. Fare click sul menù presente nella barra degli strumenti del browser a fianco della finestra di inserimento url per la navigazione 3. Selezionare Impostazioni 4. Fare clic su Mostra Impostazioni Avanzate 5. Nella sezione “Privacy” fare clic su bottone “Impostazioni contenuti“ 6. Nella sezione “Cookie” è possibile modificare le seguenti impostazioni relative ai cookie: • Consentire il salvataggio dei dati in locale • Modificare i dati locali solo fino alla chiusura del browser • Impedire ai siti di impostare i cookie • Bloccare i cookie di terze parti e i dati dei siti • Gestire le eccezioni per alcuni siti internet • Eliminare uno o tutti i cookie Mozilla Firefox 1. Eseguire il Browser Mozilla Firefox 2. Fare click sul menù presente nella barra degli strumenti del browser a fianco della finestra di inserimento url per la navigazione 3. Selezionare Opzioni 4. Selezionare il pannello Privacy 5. Fare clic su Mostra Impostazioni Avanzate 6. Nella sezione “Privacy” fare clic su bottone “Impostazioni contenuti“ 7. Nella sezione “Tracciamento” è possibile modificare le seguenti impostazioni relative ai cookie: • Richiedi ai siti di non effettuare alcun tracciamento • Comunica ai siti la disponibilità ad essere tracciato • Non comunicare alcuna preferenza relativa al tracciamento dei dati personali 8. Dalla sezione “Cronologia” è possibile: • Abilitando “Utilizza impostazioni personalizzate” selezionare di accettare i cookie di terze parti (sempre, dai siti più visitato o mai) e di conservarli per un periodo determinato (fino alla loro scadenza, alla chiusura di Firefox o di chiedere ogni volta) • Rimuovere i singoli cookie immagazzinati. Internet Explorer 1. Eseguire il Browser Internet Explorer 2. Fare click sul pulsante Strumenti e scegliere Opzioni Internet 3. Fare click sulla scheda Privacy e, nella sezione Impostazioni, modificare il dispositivo di scorrimento in funzione dell’azione desiderata per i cookie: • Bloccare tutti i cookie • Consentire tutti i cookie • Selezionare i siti da cui ottenere cookie: spostare il cursore in una posizione intermedia in modo da non bloccare o consentire tutti i cookie, premere quindi su Siti, nella casella Indirizzo Sito Web inserire un sito internet e quindi premere su Blocca o Consenti. Safari 1. Eseguire il Browser Safari 2. Fare click su Safari, selezionare Preferenze e premere su Privacy 3. Nella sezione Blocca Cookie specificare come Safari deve accettare i cookie dai siti internet. 4. Per visionare quali siti hanno immagazzinato i cookie cliccare su Dettagli Safari iOS (dispositivi mobile) 1. Eseguire il Browser Safari iOS 2. Tocca su Impostazioni e poi Safari 3. Tocca su Blocca Cookie e scegli tra le varie opzioni: “Mai”, “Di terze parti e inserzionisti” o “Sempre” 4. Per cancellare tutti i cookie immagazzinati da Safari, tocca su Impostazioni, poi su Safari e infine su Cancella Cookie e dati Opera 1. Eseguire il Browser Opera 2. Fare click sul Preferenze poi su Avanzate e infine su Cookie 3. Selezionare una delle seguenti opzioni: • Accetta tutti i cookie • Accetta i cookie solo dal sito che si visita: i cookie di terze parti e quelli che vengono inviati da un dominio diverso da quello che si sta visitando verranno rifiutati • Non accettare mai i cookie: tutti i cookie non verranno mai salvati.

|||

Intervista al batterista Tommaso Bradascio, venerdì 23 febbraio 2024, ore 21.00, al Teatro Bello con l’ Italian Organ Trio.

Venerdì 23 febbraio 2024, ore 21.00, appuntamento al Teatro Bello con l’ Italian Organ Trio.
Il trio, di assoluta eccellenza, riunisce l’organista Alberto Marsico, originario di Torino, il batterista milanese Tommaso Bradascio e il chitarrista crotonese, ma residente a Stoccarda, Lorenzo Petrocca.
Nel solco della scuola dei trii d'organo degli anni '50 e ’60, Italian Organ Trio veste di soul jazz il grande canzoniere italiano, vivificando la tradizione melodica del Belpaese con innata attitudine ludica e accenti bop, blues e gospel.


Italian Organ Trio presenta al Teatro Bello il secondo lavoro in studio, “Nessun Dorma” (Ionian Sound Record, 2023), che contiene otto riletture di brani di musica italiana, nella definizione del critico Mario Luzzatto Fegiz “grandi canzoni rilette con passione e virtù in un sapiente gioco di chiaroscuri”.
Da “Bella Ciao” alla morriconiana “Giù la testa", colonna sonora dell’omonimo cult di Sergio Leone, passando per la celebre romanza pucciniana che dà il titolo all’album, fino all’evergreen “Quando quando quando” e ad altri grandi classici della canzone italiana nel mondo.
Nel corso della serata non mancheranno, oltre a qualche standard della tradizione jazzistica americana, incursioni nel precedente lavoro del trio, “oh soul mio”(Mochermusic, 2019); blues shuffle e bebop con un’anima melodica tutta italiana.

Nerospinto ha raggiunto per voi telefonicamente il batterista Tommaso Bradascio a Zermatt, in una pausa dalle prove del tour.

Batterista e percussionista, diplomato al Conservatorio di Milano in Strumenti a percussione e in Musica Jazz, svolge attività concertistica sia in ambito jazzistico, sia in quello pop, classico e contemporaneo.Ha fatto parte del gruppo di percussioni Naqqara, sotto la direzione di Maurizio Ben Omar, e ha collaborato, per uno stage al Piccolo Teatro, con la ballerina Carolyn Carlson; è stato un componente anche del Percussion Staff di Guner Sommer e ha collaborato stabilmente con il cantante Bruno Lauzi. In ambito jazzistico, è stato partner di Don Friedman e di altri musicisti americani, oltre che di molti jazzisti di rilievo della scena nazionale, tra i quali Bruno De Filippi, Franco Cerri, Dado Moroni, Ornella Vanoni, Paolo Fresu e e Tino Tracanna.


Alberto Marsico e Lorenzo Petrocca si sono riuniti per la prima volta, nel 1995, in occasione del compleanno del chitarrista e compositore statunitense Barney Kessel, allora già gravemente malato. Soltanto con il suo “avvento”, nel 2018 è nato però “Italian Organ Trio”…vuole raccontarci il vostro incontro?

Sì, nel 1995 Petrocca collaborava già con Marsico che, saltuariamente, lo raggiungeva in Germania per suonare insieme; “utilizzavano”, però, dei batteristi tedeschi. Nel 2015/ 2016 Petrocca venne invitato da  Max De Aloe, uno dei più attivi armonicisti jazz in Europa, a suonare in Italia in alcuni jazz club per alcune date, e fummo coinvolti sia io che il contrabbassista Attilio Zanchi. Avevo sentito già nominare Petrocca, perché avevamo un amico in comune, Bruno De Filippi, straordinario chitarrista e armonicista jazz (che tra l’altro ha composto per Mina la musica di Tintarella di luna, N.d.R.). Durante i concerti italiani ci fu grande sintonia umana e artistica con Petrocca. Nel 2018 organizzò 4 o 5 date in Germania, in cui era presente anche Marsico, e mi chiamò; lì nacque il trio.

La vostra collaborazione è sfociata subito nella pubblicazione dell’album “Oh soul mio”(Mochermusic, 2019). Vuole parlarci della gestazione e della realizzazione di questo album?

Dopo aver fatto una serie di date, quattro o cinque che io ricordi, quasi tutte all’estero, Petrocca volle dare immediatamente un’impronta precisa e personale al trio. Dopo il “rodaggio” live entrammo dunque negli studi di registrazione della Mochermusic e la scelta stilistica fu quella di affiancare ad alcuni inediti di Petrocca e Marsico brani della grande tradizione melodica italiana, amatissima in Germania. Il lavoro è stato prodotto da Patrick Tompert di Mochermusic, che è anche è anche un’etichetta indipendente.


Era chiaro fin dall'inizio che volevano mescolare brani originali, italiani e americani. Count Basie ha trasformato “O sole mio” nel pezzo da big band “Oh soul mio” utilizzando un arrangiamento di Billy Byers, che qui celebra un ritorno “organizzato”. “Soul mio” potrebbe anche significare: soul jazz con accento italiano. I trii d'organo erano tipici del soul jazz degli anni '60.
Jack McDuff, uno dei principali rappresentanti, lo presentò ad Alberto Marsico e incise addirittura il suo “Jack-Pot”. Oggi, come pochi organisti, Marsico costruisce assoli che hanno la bellezza naturale di uno specchio d'acqua che scorre con raggi di sole che lampeggiano qua e là.
Naturalmente, come ci si può aspettare dai gruppi di questa formazione, l'Italian Organ Trio è stato influenzato dalla ribollente tradizione bop, blues e gospel di quegli anni (basta ascoltare “Full House” di Montgomery). Ma solo pochi gruppi riescono a far emergere il lato rilassato e giocosamente leggero di questa musica, come il ritmo leggero, a volte quasi delicato di Bradascio, l'eleganza calda e fluente di Marsico e il suono rilassato di Petrocca.
Vuole commentare questo estratto di critica di Marcus A. Woelfle (Radio bavarese)?

Marcus A. Wofler, autentica autorità in materia, uno dei critici e giornalisti jazz più quotati in Germania, ha colto profondamente l’essenza del nostro disco, che vuole combinare il Great American Songbook con la musica italiana.


Al “Teatro Bello”, il 23 febbraio, presenterete il vostro secondo lavoro, “Nessun Dorma” (Ionian Sound Record, 2023), nel quale rileggete otto brani di musica italiana. Si può dire che rivisitate in chiave blues, jazz e swing la tradizione melodica italiana?

Questo cd è stato registrato in pandemia, eravamo tutti confinati in casa, con l’umore sotto i piedi, e ci sentivamo per messaggio. Mochermusic in quel periodo organizzava delle dirette nel suo studio di registrazione (una prassi diffusa durante l’emergenza sanitaria, in una situazione in cui i concerti erano impossibili) e ci chiese di venire a Stoccarda proprio per prendere parte ad una diretta. Abbiamo deciso di accogliere l’invito e di cogliere questa opportunità per registrare anche un nuovo lavoro. Della tracklist, così come degli arrangiamenti, si è occupato prevalentemente Alberto Marsico. Ha scelto brani italiani degli anni '40, ’50 e '60. Sono stati inseriti nel disco anche una canzone popolare italiana come “Bella Ciao”, un pezzo di Morricone…
Nella diretta abbiamo suonato “Nessun dorma”; la versione è piaciuta talmente tanto ed è venuta talmente bene che l’abbiamo inserita nel cd senza inciderla nuovamente. Il disco è rimasto nel cassetto per qualche anno, poi ha visto la luce attraverso Leo Caligiuri e Danilo Rossi, due amici della Ionian Sound Record (il nome è un tributo alla Costa ionica, perché siamo tutti calabresi!)

 

Avete un’imponente rassegna stampa tedesca. L’intenzione è di sottoporre il vostro lavoro anche agli addetti ai lavori italiani, oltre che al pubblico italiano? Che impatto pensate che il vostro progetto possa avere nel “Belpaese”?

In Germania piacciono molto i musicisti italiani e la musica italiana. Si tratta di un progetto pensato per la Germania ma che ben volentieri portiamo non solo in Italia, ma in tutto il mondo. E’, in fondo, l’aspirazione di ogni progetto artistico, valicare i confini.


Estate (di Bruno Martino, con testo di Franco Califano) è forse, ad oggi, l’unica canzone italiana ad essere considerata uno standard jazz internazionale…uno degli obbiettivi del vostro lavoro è di far conoscere maggiormente il canzoniere italiano “degno” del jazz?

Estate è entrato nell’olimpo degli standard jazz, indubbiamente.
Abbiamo scelto dei pezzi che, prima di tutto, incontravano i nostri gusti e, in secondo luogo, intuivamo che sarebbero piaciuti molto (come effettivamente è stato) in Germania.

Qual è la versione di Estate che preferisce, in assoluto?
La mia preferita in assoluto è quella di Michel Petrucciani.

Tra gli altri, lei ha lavorato assiduamente con Bruno Lauzi; cosa le ha lasciato la vostra collaborazione?
E’ una domanda che mi tocca il cuore. Ho lavorato con Lauzi nell’ambito del jazz…Nell’ ottobre 2004 ho inciso un album per Bruno Lauzi ed il pianista Sante Palumbo, "Attenti A Quei Due" prodotto dalla casa discografica MAP Records, con Sante Palumbo al pianoforte e Marco Ricci al contrabbasso. Lauzi era ironico, di un’intelligenza acuta…cresciuto a Genova, ci raccontava le barzellette sui genovesi, aveva una umanità straordinaria che mi ha lasciato moltissimo. Cerco sempre di ricordarlo nei miei concerti con l’esecuzione di qualche suo brano. Io insegno percussioni nella scuola Enrico Fermi di Cusano Milanino e, nel saggio con gli allievi, cerco sempre di suonare Ritornerai. Era capace di ironizzare sulla sua malattia, negli ultimi anni…se c’è una persona che mi manca tanto è Bruno Lauzi, era un grande uomo.

A cosa sta lavorando attualmente? Quali sono i suoi prossimi impegni live?
Tra i tanti progetti mi piace ricordare il cd dedicato a Mingus, Mingus portrait, che vuole essere un omaggio ad uno dei più importanti compositori del Novecento, che io adoro.
E’ un settetto, ci sono validissimi musicisti: Tino Tracanna al sax soprano e alto; Gianni Azzali al sax tenore e flauto; Daniele Nocella alla tromba; Andrea Andreoli al trombone; Massimo Colombo al pianoforte; Attilio Zanchi al contrabbasso e il sottoscritto alla batteria.
Il nove marzo lo presenteremo al Piacenza Jazz Festival.

 

 

Redazione Nerospinto

Sito web: www.nerospinto.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Instagram

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.