CHIAMACI +39 333 8864490

Dal 14 dicembre al 3 gennaio la Fondazione Cineteca Italiana presenta "Fritz Lang", il film di Gordian Maugg, presso lo Spazio Oberdan di Milano.

Pubblicato in 16mm

Dal 5 all’11 dicembre la Fondazione Cineteca Italiana presenta in anteprima il docufilm di Justin Webster, Gabo – Il mondo di Garcia Marquez.

Un ragazzo povero di una sperduta città colombiana è diventato uno degli scrittori più importanti della contemporaneità. Da dove viene il realismo magico dei suoi romanzi, quali eventi gli hanno ispirato i personaggi surreali dei suoi romanzi, quali paesaggi gli hanno suggerito le atmosfere oniriche delle sue storie?

Justin Webster, regista inglese che vive a Barcellona, cerca di scoprirlo, ripercorrendo la vita di Gabriel Garcia Marquez, fin dall’infanzia nella violenta Aracataca, in Colombia. Il regista racconta la vita di “Gabo”, come lo chiamano in Sudamerica, partendo dalla premiazione del Premio Nobel del 1982 per Cent’anni di solitudine.

In 90 minuti, vedremo come le sue vicende personali si sono intrecciate all’ispirazione dei suoi romanzi, all’attivismo politico di sinistra negli anni ’70 e ’80, al giornalismo militante. La narrazione è serrata ed intensa, lo stile cerca di ricreare le atmosfere del Sudamerica reale e quella immaginaria dei suoi romanzi.

I biglietti possono essere acquistati in prevendita presso lo Spazio Oberdan a partire da una settimana prima dell’evento.

 

Spazio Oberdan
Viale Vittorio Veneto 2, Milano

5 dicembre, ore 18
6 dicembre, ore 21.15
7 dicembre, ore 15.45
8 dicembre, ore 21.15
9 dicembre, ore 21.15
10 dicembre, ore 19.15
11 dicembre, ore 15 e 21.15

Biglietto d’ingresso intero: € 7,50
Biglietto d’ingresso ridotto con
Cinetessera: € 5,50
Cinetessera annuale: € 10,00

Raffaella Iacovella

Pubblicato in Foyer

Dal 20 al 23 ottobre la Fondazione Cineteca Italiana presenta presso lo Spazio Oberdan Milano un film sulla figura di Indro Montanelli.

Pubblicato in 16mm

Allo Spazio Oberdan di Milano, la Fondazione Cineteca Italiana presenta la Nouvelle Vague Giapponese, dal 1960 al 1969, una rassegna di film unici e originali.

Pubblicato in 16mm

Lo Spazio Oberdan di Milano propone una rassegna di film in cui Cuba è protagonista, che affiancherà la mostra "Cuba. Tatuare la storia", dall'11 luglio al 29 agosto 2016.

Pubblicato in SvelArte

Dall’1 al 14 luglio, presso lo Spazio Oberdan di Milano, la Fondazione Cineteca Italiana presenterà il documentario Hitchcock - Truffaut.

Pubblicato in SvelArte
Giovedì, 19 Maggio 2016 22:25

Desconocido – Resa dei conti

Thriller d’eccellenza allo Spazio Oberdan Milano dal 25 maggio al 5 giugno: Desconocido - Resa dei conti.

Pubblicato in Foyer

Fondazione Cineteca Italiana presenta Alfredo Bini, ospite inatteso dal 29 Marzo al 2 Aprile 2016 presso Spazio Oberdan.

Pubblicato in 16mm
Sabato, 13 Febbraio 2016 22:13

Il cinema italiano visto da Milano

Il festival Il Cinema Italiano visto da Milano arriva nel capoluogo lombardo dal 5 al 12 marzo.

Pubblicato in 16mm
Giovedì, 26 Marzo 2015 11:28

Una nuova amica: bugie, sesso e complicità

Quando si guarda Ozon viene sempre in mente che lui voglia essere qualcun altro, forse vuole essere Ozpetech o forse vuole essere Almodovar, o magari vuole essere Jarman, il che è ancora peggio. Fatto sta che i suoi film, che dovrebbero essere una diapositiva della società moderna e delle crisi esistenziali dei protagonisti, diventano un pot-pourri di scene assurde, dialoghi al limite del demenziale e una costruzione filmica troppo acerba per essere considerata cinematografia d’autore.

E così anche nella sua ultima pellicola, Una nuova amica, Francois Ozon manca dell’ironia di Almodovar, della classe di Ozpetech e della raffinatezza di Jarman e regala al pubblico una commediola francese ridicola e a tratti noiosa.

Sicuramente è noioso l’antefatto alla drammaturgia stessa, la storia delle due amiche del cuore cresciute insieme e unite come gemelle siamesi, la morte di una delle due, la necessità dell’altra a prendersi cura della famiglia dell’amica e la scoperta della vera identità del marito della stessa.

Si comincia a respirare un po’ solo nel momento stesso in cui la protagonista Claire scopre che David, il vedovo della sua amica, ama vestirsi da donna, truccarsi e indossare tacchi a spillo. Certo lo fa in casa, protetto da quattro mura ma è lo stesso una scoperta sconvolgente.

Claire allora invece di fermarsi un attimo per comprendere le ragioni e le motivazioni di questa scelta di David, di questo modo di vivere una doppia vita e di confrontarsi con la figlia nella doppia veste di uomo e donna, decide di mantenere il suo segreto e di rapportarsi a lui e alla sua famiglia non solo accettando e basta la situazione ma scegliendo consciamente di parteciparvi con anima e corpo.

Claire desidera riavere l’amica che non c’è più e non importa se deve cercarla nei panni di David, che sono falsi e ovviamente menzogneri, o meglio cercare nell’amore e nel sesso del vedovo dell’amica la sua dolce metà reale o presunta.

Incomprensioni, malintesi, scene paradossali e demenzialità allo stato puro sciupano l’idea di commedia divertente e originale e fanno del film di Ozon un'accozzaglia di scenari e sfondi dove a volte si ride ma per tanto altro tempo ci si annoia.

Una nuova amica ha un soggetto originale e l’atmosfera tipica della commedia di oltralpe ma è costruita male e girata anche peggio, pertanto, rimandiamo di cuore Ozon alla prossima prova.

Antonia del Sambro

[gallery type="rectangular" ids="40262,40263,40264,40265,40266"]

Pubblicato in Cultura
Pagina 2 di 3

Immobili Sanremo

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.