CHIAMACI +39 333 8864490

Per chi non vuole trascorrere la solita Pasqua, a Roma due alberghi esclusivi vi coccolano con un pic-nic d’eccezione o un brunch gourmet.

Pubblicato in Hotel Experience
Lunedì, 10 Agosto 2015 22:42

FERRAGOSTO AL CARROPONTE

Il Ferragosto milanese si festeggia al CarroPonte con il PONTE RADIO PARTY di Radio Popolare. La festa inizierà alle ore 18.00 e sarà incentrata sulla raccolta di materiale storico relativo ai primi 40 anni della storica emittente, che ricorreranno nel 2016. Durante l’aperitivo si potranno condividere cibi e bevande tra tutti i partecipanti: ognuno potrà portare da mangiare e da bere e metterlo a disposizione di tutti.

Il pre serata sarà affidato al dj set di Vito War, mentre sul Palco della Luna ci sarà spazio per la musica dal vivo con Mr. T.O. Rootical e Vodoo Vee e, a seguire, il dj set di Tommaso Toma. Alle ore 23.00 gli amplificatori e i led delle casse si spegneranno, e le luci della Silent Disco, organizzata in collaborazione con I Distratti, daranno il via alle danze. I colori dei led delle cuffie wireless, offerte dai ragazzi del Carroponte, indicheranno i diversi canali che trasmetteranno vari generi musicali: rock o reggae, hip hop o dubstep, soul o ska. Tutti avranno la possibilità di scegliere la colonna sonora del proprio Ferragosto 2015!

  • PONTE RADIO PARTY
  • Carroponte - via Granelli 1, Sesto San Giovanni (MI)
  • Inizio ore 18:00. Silent Disco ore 23:00
  • Ingresso gratuito
  • Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

    [gallery ids="46282,46283,46280"]

Pubblicato in Musica

Nuovo giro, nuova corsa! Il weekend ritorna prepotentemente in quel della Sacrestia Farmacia Alcolica, per offrirvi il meglio della scena musicale alternativa e crossover, il tutto accompagnato da una buona birra o un delizioso piatto preparato con amore e con le migliori materie prime.

Il fine settimana parte in quinta con la "Festa del Cazzo" (solo per gente s-porca), l'appuntamento che da un anno a questa parte fa divertire migliaia di ragazzi e ragazze alla ricerca di un party senza pensieri, allegro e cool come pochi!

Appuntamento a venerdi 15 novembre con il djset a cura di Bold as Gold, John,Mary K e Jasta. Inizio h 22, free entry.

 

Sabato 16 novembre le sonorità cambiano e si fanno caraibiche, con reminescenze londinesi: l'house lascia infatti spazio allo ska, con il dj set di Shanty Town, che accenderà la notte con una selection reggae, ska, rocksteady, Jamaican R&b e soul!

Non mancherà l'appuntamento con i dj resident, Rudies On Time e Filippo Dr.Jekyll.

Start h 22, free entry

 

Il fine settimana si chiude in bellezza con la musica italiana di qualità, grazie ad un omaggio reso ad una delle più belle voci del nostro panorama musicale: Mina, la tigre di Cremona.

La Sacrestia Farmacia Alcolica presenta infatti "Macc canta Mina", tributo jazz-rock-new wave e jazz, con un twist maschile.

Ad interpretare il repertorio più recente di Annamaria Mazzini sarà infatti un ensemble maschile: Alessandro De Gasperi alla chitarra,Ivo Barbieri al  basso, Giorgio Di Tullio alla  batteria, Mario Zara alle tastiere e Fabio Macchitella - Macc alla voce.

Start 18.30, ingresso a numero chiuso su prenotazione.

Per info e prenotazioni: Valentina 388 3979020

I TICKET DELLA DOMENICA inizio ore 18.30:

SPETTACOLO + CONSUMAZIONE EURO 13.50 SPETTACOLO + CONSUMAZIONE E TAGLIERE EURO 18.50 SPETTACOLO + CENA EURO 33

offerte speciali se si viene in 4 o per 4 volte:

I TICKET PER 4 DEI POMERIGGI DELLA DOMENICA:

SPETTACOLO + CONSUMAZIONE per quattro EURO 48 SPETTACOLO + CONSUMAZIONE E TAGLIERE per quattro EURO 64 SPETTACOLO + CENA per quattro EURO 100

 

Il weekend della Sacrestia Farmacia Alcolica

Venerdi 15 novembre

Festa del cazzo

h 22, free entry

 

Sabato 16 novembre

Shanty Town

h 22, free entry

 

Domenica 17 novembre

Macc canta Mina

h.18.30, ingresso su prenotazione

tel Valentina 388 3979020

 

Pubblicato in Clubbing

Amanti del blue beat: tenetevi liberi. Dopo nove mesi di silenzio, riparte il tour dei BlueBeaters, la band attiva da 19 anni, famosa per la sua collaborazione con Giuliano Palma, con il quale hanno realizzato ben cinque album.

Un nuovo gruppo accompagnerà nuovi “singers”, interni ed esterni alla band: Pat Cosmo (Casino Royale, Neffa, BB), Mr T Bone (Young Lions, BB) e MayaLady Soul” (Soulful Orchestra). Ma non solo: il super special guest per alcune serate sarà Bunna (Africa Unite, BB). Il tour inizierà venerdì 20 dicembre al Live Club di Trezzo D’Adda e porterà la band in giro per l’Italia fino a gennaio 2014; in alcune date potranno esserci altri ospiti, amici con cui sono stati condivisi negli ultimi anni palchi e backstage. L'obiettivo rimane quello di recuperare e mantenere un suono assolutamente originale, costruito negli anni: un valore unico e senza tempo, derivazione di quel suono originario, il Blue Beat – una derivazione emozionale dello Ska Giamaicano anni ’60 – che ha cullato e fatto crescere prima il Rock Steady poi il Reggae.

Ecco le date confermate: 20 dicembre – Live Club, Trezzo D’Adda (MI) 25 dicembre – Spazio 211, Torino 26 dicembre – Vibra, Modena 28 dicembre – Lecce TBA 29 dicembre – PalaVillanova, Torri di Quartesolo (VI) 4 gennaio – Estragon, Bologna 9 gennaio – Circolo degli Artisti, Roma 11 gennaio – Flog, Firenze

Pubblicato in Musica
Venerdì, 25 Ottobre 2013 20:20

Gentleman's Dub Club - L'intervista

In questi lunghi pomeriggi mi ritrovo sempre più spesso a collassare sul divano senza preoccuparmi particolarmente delle scadenze, dei doveri e degli impegni presi. Verso le tre migro dalla scrivania al divano, una birra in mano e una sigaretta nell'altra. Allungo le gambe e con i piedi su una sedia mi dedico all'ozio, che mi piacerebbe fosse otium letterario, ma a conti fatti mi limito a procrastinare.

L'unico aspetto positivo di quest'attività è il poter ascoltare buona musica da un ottimo impianto con la cassa dei bassi più grande dello schermo del mio computer. E' in uno di questi pomeriggio che ho scoperto i Gentleman's Dub Club. Guardando il cielo grigio fuori dalla finestra cercavo giustificazioni per il mio pessimo comportamento e i GDC si spandevano nell'appartamento col loro sound prettamente inglese e un poco mi è sembrato di essere a Londra, in periferia, o a Edimburgo, in un appartamento per studenti accanto al Royal Mile, vista sul castello e malinconia a catinelle.

 

Oggi però sacrificherò il mio ozio per parlarvi proprio del gruppo che mi ha tanto contagiato nell'ultimo periodo. Non sono reggae, non sono dub, non sono ska, sono tutto questo e molto di più. I Gentleman's Dub Club: un club di gentiluomini dediti a nient'altro che la musica, la loro musica.

 

Sono in nove i protagonisti di questo viaggio, nove ragazzi di Leeds che hanno conquistato il pubblico di mezzo mondo con il loro sound variegato e profondamente radicato nella più pura tradizione Dub inglese.

Il 12 ottobre hanno suonato a Milano, al Leoncavallo, e il 18 è uscito il loro primo album, preceduto solo da 2 Ep. Ne abbiamo approfittato e, grazie agli amici di Low Fi Promotion, organizzatori dell'evento, ci siamo procurati un'intervista che vi proponiamo senza censure! W: Com'è possibile gestire un gruppo di 9 membri? Non è difficile prendere delle decisioni e trovare il sound giusto che vada bene a tutti? GDC: Si, può essere difficile, sebbene condividiamo tutti una passione per la dub e la musica reggae, per questo tiriamo avanti da sette anni. Sappiamo cosa va bene per i GDB e cosa no. In passato abbiamo sperimentato diversi modi per scrivere e registrare la nostra musica, ma alla fine ci limitiamo a suonare qualsiasi cosa funzioni al meglio Live e che faccia uscire di testa il pubblico!

 

W:  Come descrivereste il vostro sound?

GDC: Ci ispiriamo alla dub, alla dubby-dubstep, roots, levers e allo ska. Non vogliamo limitarci a un genere, semplicemente suoniamo la musica che ci favenire voglia di ballare!

 

W: Chi sono gli artisti che vi hanno influenzato di più?

GDC: Tutti, da King Tubby a Mala, dai Iration Steppas a J DIlla, dai Madness ai Beach Boys, dai Channel One  a Capleton. E tutto quello che ci sta in mezzo. SIamo in 9 e abbiamo background musicali molto diversi, le nostre influenze sono tantissime.

 

W: Quali sono i punti forti della vostra carriera? GDC: Abbiamo rilasciato 2 EP negli ultimi anni, ma ad ottobre abbiamo rilasciato "FourtyFour", il nostro album di debutto e siamo molto eccitati per questo. Sono sette anni che lo prepariamo e adesso abbiamo aspettato fin troppo...! Questo è un importante passo per la band. Siamo stati abbastanza fortunati da poter suonare in alcuni locali e festival impressionanti negli anni. I più famosi sono l'Outlook Festival in Croazia (n.d.r. Il più grande festival di Bass music d'Europa), il Glastonbury Festival e il Bestival.

 

W: Cosa c'è dietro al nuovo album? GDC: In passato non abbiamo rilasciato molto materiale e la ragione è che volevamo intrappolare l'energia di un Live anche nelle produzioni. Tuttavia la soluzione è arrivata dal nostro bassista Toby Davi, che ha prodotto le registrazioni ed è responsabile della gestione di ricreare l'energia dei live nel disco. Questo è stato un grosso passo avanti per noi nella produzione dell'album, ma volevamo anche mostrare gli altri lati della band, infatti in "44" abbiamo inserito dub, ska, lovers e digi-dub.

 

W: Ho sentito la preview dell'album su ITunes e sembra avere molte più influenze electro delle altre produzioni, ho sentito bene? GDC:Certo. Negli ultimi anni la band è stato più che influenzata dall'EDM di tutti i tipi e abbiamo assorbito le influenze riportandole nei nostri show live e nelle produzioni. E' qualcosa che penso esploreremo ancora di più in futuro.

 

W: Perchè si chiama "44"?

GDC:Ottima domanda! Abbiamo cominciato a suonare a Leeds e ci riunivamo nel seminterrato di Niall e Toby, che è al 44 di Otley Road... Abbiamo voluto lasciare una traccia di come abbiamo cominciato e delle idee originali dietro il progetto, così "44" sembrò un ottimo titolo.

 

W: Qual'è la storia della canzone e del video dietro il singolo dell'album, Riot? GDC: ovviamente, la canzone Riot stata influenzata da quello che è successo a Londra 2 anni fa. Tutti nella band vivono a Londra e sono stati coinvolti in quello che è successo. La traccia (e il video) non sono una dichiarazione politica, ma solo una riflessione su quello che è successo.

 

W: Quanto è influenzata la vostra musica dalla politica e dalla lotta sociale?

GDC: Non scriviamo niente di apertamente politico, tantomeno le nostre lyrics. Sentiamo che il fatto stesso di suonare musica sia abbastanza un atto politico e una protesta.

 

W: Se foste le ultime persone sulla terra, cosa fareste? GDC: Ci faremmo una birra e una Jam! E proveremmo a trovare qualche ragazza...

 

Buon ozio con i Gentleman's Dub Club!

 

 

Pubblicato in Musica
Sabato, 27 Luglio 2013 13:05

Il battito del Toilet

L'estate è arrivata.

Il caldo anche.

Come ci si rinfresca d'estate quando fa caldo?

Bevendo tanta acqua? Mangiando tanta frutta? Andando in piscina?

Certo, lo si può fare facendo tutte queste cose.

Ma quale miglior rimedio se non quello di stare all'aria aperta e divertirsi?

Il Toilet non va in ferie.

E si sposta nella sua tenuta estiva che, quest'anno, è al Chiringuito Forlanini.

Il battito del Toilet batterà direttamente dall'interno del parco.

Quali sono gli ingredienti?

Musica, colori, suoni, cieli stellati, ospiti, ottimi drink e gustosi panini.

Il tutto condito da ingresso rigorosamente gratuito e nessun obbligo di consumazione.

Sabato 27 luglio lasciate a casa la tessere Arci e andate a sentire il battito del Toilet che pomperà al ritmo dell'estate.

Chi animerà la serata di questo scorcio di fine luglio?

Rispondono all'appello ERIK DEEP e LoZELMO, i Resident dj del sabato sera al Toilet Club, in trasferta nel parco, portano il loro inconfondibile (quanto inetichettabile) sound dance-pop, contaminato da elettronica, anni90 e frequenze disturbate. Poliedrici, polifonici e polisex, i loro djset sono sempre ricchi di novità e imprevedibili, fanno perdere il senso del tempo e ballare fino al mattino.

Special guest della serata DJ DAMIAN (Rockette) con il suo dj set. Per chi non lo sapesse Rockette è la serata gay friendly Rock a 360º. Rock'n'roll, glam, punk rock, ska, 80/90, elettro, trash, dark, pop, old school e molto altro ancora.

One Night party al Company Club (milano), approda al Battito con i suoi due Dj (Damian e Courtney Hate) per scuotere la nostra estate!

Pronti per scatenarvi?

IL BATTITO DEL TOILET

L'estate BATTE sul dancefloor!

 

Erik Deep & LoZelmo dj set

GUEST STAR: DJ DAMIAN (Rockette) dj set

FREE ENTRY

 

CHIRINGUITO FORLANINI

all'interno del parco forlanini

accesso e parcheggio da via Salesina

Milano

 

Gli album fotografici del Battito del Toilet saranno di Davide Iacobone & Alessandro Lecchi

Pubblicato in Musica
Venerdì, 19 Luglio 2013 14:53

Stasera i Portugnol Connection!

I PORTUGNOL CONNECTION, gruppo Patchanka italiano caratterizzato da una commistione di colori, suoni, stili, lingue, musiche e tradizioni diverse, nascono nel 2002 a Milano.

Danza sfrenata,ipnotica e riflessione,un cargo mestizo di stili che va dal reggae allo ska passando dal punk/rock al latin e al jazz. Portugnol e' la connessione per l'interazione attiva tra culture diverse, la ricerca della propria storia e identita' messa allo specchio di un'osteria con quelle del mondo

Hanno suonato nei più svariati locali del nord italia, per Emergency a Novara,cena per raccolta fondi nel 2005,Circolo Arci Magnolia in occasione delle serate dedicate alla Manonegra e a Renato Carosone, alle Scimmie di Milano,in tre edizioni del "Musicassociando" di Porto Tolle, sono arrivati in finale nazionale al concorso per bands "Emergenza" e sono stati ospiti della trasmissione "Musicando Live" su Radioblabla Network.

Questa sera suoneranno a Le Scimmie di Milano alle ore 22.30. Non mancate!

Ingresso libero

Le Scimmie - Via Cardinale Ascanio Sforza 49

Milano (MI) Tel: 02.89.40.28.74 Contatti:

02.89.40.28.74 www.scimmie.it

Pubblicato in Musica

Al Circolo Magnolia va di scena il jazz.

E va di scena lo ska.

E anche il reggae.

Tutto in una sera?

Tutto in una sera.

Potere dei New York Ska Jazz Ensemble che mercoledì 17 luglio saranno a Milano per un imperdibile concerto e che sin dai loro esordi nel lontano 1994 fanno della miscela di generi diversi il proprio tratto distintivo.

La band, nata come side-project dei The Toasters e che nel tempo ha arruolato anche membri degli Scofflaws e degli Skatalites, si diverte a giocare con la musica e lo fa esplorando suoni che provengono dalle estrazioni più disparate, dal jazz alla dance hall, passando per lo ska, il reggae e il rock steady.

Progetto multiculturale ed ambizioso quello dei NYSJE, originari di New York e capitanati da Fred “Rocksteady” Reiter, che in tutti i loro album non si dimenticano mai di inserire  cover di pezzi classici del jazz rivedute e corrette alla luce della lezione bluebeat e di affiancarli a brani dal sapore tropicale.

Se avete voglia di ballare non potete mancare.

Conclude la serata Vito War (Rock Steady Version) ed il suo dj set.

 

 

 

 

Mercoledì 17 Luglio

NEW YORK SKA JAZZ ENSEMBLE (live) VITO WAR [RockSteady Version] (dj set)

 

 

Circolo Magnolia

Via Circonvallazione Idroscalo, 41

20090 - Segrate (MI)

Ingresso: 10,00 euro

Apertura cancelli: ore 19.00

Inizio spettacoli: ore 22.30

 

 

 

 

Pubblicato in Clubbing

La nostra mente si sa, spesso viaggia per fugaci associazioni di idee ed immagini, a volte condivise, a volte solo nostre. Non voglio e non posso credere però, che quello che due parole come jazz e ska evocano alla mia mente, non sia condiviso dalla stragrande maggioranza delle persone. Swing e calice di vino rosso rubino in umidi bar di New Orleans degli anni ’20 da un lato, groove travolgente, sorrisi tropicali e naturali sostanze illecite (o per molti illecitamente illecite) dall’altro. Due realtà forse apparentemente diverse, ma in verità legatissime, entrambe con radici culturali profonde profondamente vicine. Il Jazz è il genere colto che arriva dal basso per eccellenza, modulato dalla cultura popolare africana e da quella dei circoli d’èlite europei,  figlio scapestrato, ma consapevole del blues, contaminato da così tanti influssi diversi che si può dire stia alla base della maggior parte dei generi musicali più moderni.  Dicono di lui « In genere, il jazz è sempre stato come il tipo d'uomo con cui non vorreste far uscire vostra figlia. » Lo ska? Anche lui, seppur spesso associato al semplice divertimento, è in realtà un genere musicale pregno di un forte senso di identità e di appartenenza che ha permesso alle comunità caraibiche immigrate, soprattutto in Inghilterra, di mantenere una forma culturale coesa, dopo le esperienze della DUB e dell’ RNB, e non senza gli influssi del sopracitato zio Jazz. Due parenti che hanno preso strade diverse? No signori. Anche oggi, a quasi cent’anni da quei magici anni ’20, il Jazz continua ad emozionare, ed insieme allo ska, fa divertire e ballare, creando un universo parallelo che è un po’ un tuffo nel passato. Di questo frullato frizzante fanno il loro piatto forte i ragazzi della New York Jazz Ensemble, che dal 1994 animano i corpi e le menti degli avventori a ritmo di uno ska dalle forti componenti Jazz, prima fra tutte l’improvvisazione. Nati come side project dei The Toasters acquiscono presto tutta l’autonomia che meritano, diventando forse il gruppo di maggior pregio della scena. All’interno dell’ensemble artisti già noti nel panorama ska, reggeae e jazz: il trombone di Ric Becker, il sassofono, nonché flauto traverso, di Freddie Reiter, la batteria di Yao Dinizulu, la chitarra di Alberto Tarin, le tastiere di Earl Appleton e il basso di Wayne Bachelor. Impossibile non farsi coinvolgere dalla febbre della loro energia dal loro sapore un po’ retrò, un po’ esotico, e dai ritmi travolgenti. (Si narra inoltre di una grande capacità intrattenitiva dei membri della band.)

 

I ragazzi della NYSJE saranno in Italia per due date, il 17/07 al circolo Magnolia di Milano e il 20/07 al Botanique Garden di Bologna. Performance artistica di livello e divertimento, assicurati!

 

 

Pubblicato in Musica
Mercoledì, 08 Maggio 2013 18:15

I'avvolgente sound di Mac Demarco

Timbro profondo e tonalità a tratti gutturali e cavernose sono le peculiarità dello stile vocale di Mac Demarco. Contornate da un Rock Psichedelico dalle intonazioni calde, che rimandano quasi a un ambiente Texano, tipico del Sud degli Stati Uniti, discordano totalmente dall’effettiva provenienza del cantautore, il Canada.

Il cantante annovera nel suo repertorio due album Studio: “Rock’n’Roll night club” e “2”.

 

Ed è proprio la canzone “Rock’n’Roll night club” a rappresentare a pieno l’apice della sua arte. L’ambientazione da fumoso whiskey bar, da J&B senza ghiaccio, quel non so che di polveroso, sporco, trasporta l’ascoltatore in una Dallas post proibizionismo, tipica delle ambientazioni di John Fante o di Bukowski e dei suoi Whiskey & Soda.

 

Il 29 Aprile 2013 Mac DeMarco si è esibito nella capitale, al Lanificio159, club ricavato appunto dalla struttura di un vecchio lanificio.

La redazione di Nerospinto, solo per voi, si è recata in quel di Roma per rendervi partecipi dell’intensa arte del cantautore.

 

L'edificio scevro di fronzoli, l’asetticismo dellLocale, il suo aspetto fortemente underground si è conciliato perfettamente con il concerto di Demarco, il quale, sorseggiando birra in lattina e dialogando con il pubblico quasi come un ragazzo farebbe con i suoi amici di infanzia, si è esibito in una performance degna dell’Album studio.

 

La voce calda e pacata non ne è uscita intaccata da quelli che possono essere i rischi di un live; ritmicamente, invece, ha optato per un ritmo più rapido, tendente quasi allo Ska, ottenendo una situazione piacevole e ballabile.

La redazione, dunque consiglia caldamente quest’artista, lasciandovi qui sotto relativi link e rimandi video.

 

http://www.youtube.com/watch?v=92Z1zUS65Gw

 

http://www.youtube.com/watch?v=SI2gPvreoG4

 

http://macdemarco.bandcamp.com/

 

Pubblicato in Musica

coupon-code-amazon-deal-codici-sconto-amazon

immobili sanremo

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.