CHIAMACI +39 333 8864490

|||

A 50 anni Francesco Renga si rimette in discussione con “L'altra metà”, il nuovo album uscito il 19 aprile

È uscito il 19 aprile “L'altra metà”, il nuovo attesissimo album di Francesco Renga. Un disco – l'ottavo per l'autore di successi come “Tu sarai”, “Angelo” e “Guardami amore” – che nelle intenzioni del cantante bresciano è destinato a fare da spartiacque alla sua ormai trentacinquennale carriera.

Un'avventura partita a fine anni Ottanta con il rock dei Timoria e proseguita all'inizio del terzo millennio in un'avventura da solista condotta sui binari di un pop modellato da uno stile canoro ricco di vibrati e melodie ampie, forma espressiva che ha trasformato Renga in una delle voci più apprezzate del panorama musicale italiano. Nel frattempo però, come racconta lo stesso Renga, la musica italiana è cambiata profondamente. Da qui la necessità di rivedere le certezze di una vita che, nel 2018, lo ha visto tagliare il traguardo dei 50 anni.

“Il nuovo disco – spiega Renga – è il frutto di oltre 35 anni di lavoro, di ricerca, di passione, d’amore, di vita spesa a cercare di raccontare e raccontarmi attraverso la musica e le parole... attraverso la mia voce. Ho scritto 'L'altra metà' insieme a moltissimi giovani autori, musicisti e artisti perché avevo bisogno di trovare il linguaggio giusto per riuscire a parlare – attraverso queste canzoni – anche ai miei figli.

È questo, credo, il miglior pregio del disco: canzoni, parole e musica che riescono a raccontare la vita che mi attraversa e che, a sua volta, è attraversata dallo sguardo di un uomo di 50 anni”.

Francesco Renga si rimette in discussione con “L'altra metà”, il suo nuovo album uscito il 19 aprile

Per Renga, “L'altra metà” è al tempo stesso il punto di arrivo di un vecchio percorso e il punto di partenza di un nuovo viaggio, con nuovi linguaggi e nuove musiche. Da tempo il cantante bresciano era alla ricerca di uno stile più asciutto, nei testi e nelle sonorità, che gli consentisse di avvicinarsi a un target diverso, vale a dire quel pubblico che ha la stessa età dei suoi figli. “Volevo parlare a una platea diversa, più giovane”, ha spiegato Renga.

Non è un caso che dietro al primo singolo tratto da “L'altra metà”, “L'odore del caffè”, diffuso in radio e in digitale già il 22 marzo, ci sia uno dei cantanti di più grande successo della contemporaneità: Ultimo, arrivato – a dispetto del nome – secondo al Festival di Sanremo 2019 e tra i punti di riferimento musicali di molti ragazzi.

Il testo de “L'odore del caffè” è stato scritto proprio dal cantante romano e rivisitato da Renga. Dal loro lavoro a quattro mani è uscito un brano essenziale, che racconta di sentimenti e stati d’animo con un linguaggio semplice e diretto e grande intensità emotiva e vocale, quell'intensità che caratterizza da sempre un artista che cavalca il successo da una vita.

Vorrei incontrarti stanotte / Quando il vuoto si scioglie / Quando sei meno distante / Vorrei trovarti stanotte / Mentre il mondo qui dorme / Quando mi manca una parte di te / E la mattina quando mi alzo e c'è / Solo l'odore del caffè”. Una canzone intrisa di un sentimento fatto di vicinanza e distacco, alba e tramonto, rumore e silenzio, sogno e realtà, tatto e olfatto: in una parola, amore.

L'amore, tema essenziale della poetica di Renga, ma che da un certo punto di vista non gli basta più. Ecco perché nell'album, composto da 12 tracce, c'è spazio anche per “L'amore del mostro”, che descrive i social come realtà dove sembra “necessario raccontare tutto”. Ma l'amore rimane il filo conduttore de “L'altra metà”. Non solo quello fisico, carnale, ma anche il sentimento che lega un figlio ai genitori. “Aspetto che torni”, dedicato da Renga al padre recentemente scomparso e alla madre malata del morbo di Alzheimer, è il pezzo più “renghiano” dell'album, nel senso di tradizionale e melodrammatico, in una sola parola sanremese.

Come detto l'ex cantante dei Timoria ha lavorato molto sulla scrittura, (r)innovandola rispetto al passato ma senza snaturarsi, riuscendo a rimanere sempre coerente con la sua storia.

A 50 anni Francesco Renga si rimette in discussione con “L'altra metà”, il suo nuovo album uscito il 19 aprile

A supportarlo i 19 autori che hanno collaborato al nuovo disco: Paolo Antonacci, Bungaro, Cesare Chiodo, Daniele Conti, Simone Cremonini, Antonio Di Martino, Matteo Grandi, Daniele Lazzarin (Danti), Leo Pari, Flavio Pardini (Gazzelle), Rakele, Edwyn Roberts, Luca Serpenti, Davide Simonetta, Patrizio Simonini, il già citato Ultimo, Lorenzo Urciullo (Colapesce), Fortunato Zampaglione, Michele Zocca.

(Quasi) tutti giovani, tutti con una freschezza di linguaggio che a loro viene naturale, in un processo di reciproco arricchimento che ha visto Renga offrire in cambio la sua esperienza, il suo grande talento artistico, la sua voglia di sperimentare e di andare oltre i suoi limiti abbandonando le acque sicure del passato.

Francesco Renga si rimette in discussione con “L'altra metà”, il suo nuovo album uscito il 19 aprile

Contemporaneamente all'uscita del disco, il 19 aprile è cominciato il tour promozionale de “L'altra metà”. Dopo i firmacopie di Brescia e Torino, Renga incontrerà i suoi fan il 23 aprile a Roma (La Feltrinelli in via Appia Nuova, 427 - ore 18.00), il 24 aprile a Firenze (C.C. “Coop” Lastra a Signa, Firenze - ore 18.00), il 26 aprile a Genova (La Feltrinelli di Via Ceccardi, 16 - ore 18.00), il 27 aprile a Milano (Mondadori Megastore di Piazza Duomo, 1 - ore 18.00), il 28 aprile a Padova (C.C. “Piazzagrande” di Piove di Sacco, Padova - ore 18.00), il 29 aprile a Napoli (Mondadori Bookstore in Piazza Vanvitelli, 10/A - ore 18.00), il 30 aprile a Salerno (C.C. “Maximall” di Pontecagnano Faiano, Salerno - ore 18.00), il 2 maggio ad Ascoli Piceno (C.C. “Città delle Stelle” - ore 18.00); il 3 maggio a Chieti (C.C. “Centro D’Abruzzo” di San Giovanni Teatino, Chieti - ore 18.00), il 4 maggio a Bari (C.C. “Mongolfiera” Santa Caterina - ore 18.00), il 5 maggio a Taranto (C.C. “Porte dello Jonio” - ore 18.00), l’8 maggio a Modena (C.C. “La Rotonda” - ore 18.00), il 9 maggio a Palermo (La Feltrinelli in via Cavour, 133 - ore 18.00), il 10 maggio a Catania (C.C. “Etnapolis” di Belpasso, Catania - ore 18.00), l’11 maggio a Caltanissetta (C.C. “Il Casale” di San Cataldo, Caltanissetta - ore 18.00).

Il disco sarà poi presentato in due concerti-evento all'interno delle magiche cornici dell'Arena di Verona (27 maggio) e del Teatro Antico di Taormina (13 giugno). Due speciali anteprime live del tour che a partire dal prossimo autunno lo porterà in giro per l'Italia. La prima tappa sarà l'11 ottobre a Milano, Teatro degli Arcimboldi.

INFORMAZIONI UTILI

Sito ufficiale: https://francescorenga.it/ita/

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/RengaOfficial/

Roberto Bordi

Roberto Bordi

Genovese classe 1989, vivo ogni giorno come se fosse il penultimo. Musica e cinema solo d'autore. Come il pesto.

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

coupon-code-amazon-deal-codici-sconto-amazon

immobili sanremo

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.