CHIAMACI +39 333 8864490

Ph Lucia Iuorio|||

Che Dio ci aiuti 6: anticipazioni e dichiarazioni dei protagonisti. Dal 7 gennaio su Rai1

Nelle nuove puntate della sesta stagione di “Che Dio ci aiuti”, il Convento degli Angeli trasloca ad Assisi, la città in cui Suor Angela (Elena Sofia Ricci) è cresciuta e ha trovato la vocazione. Inevitabilmente Suor Angela si troverà a fare i conti con un segreto, una ferita nascosta ma ancora aperta nella sua anima. Tutte le anticipazioni e le dichiarazioni del cast, che non vede l’ora di tornare in onda dal 7 gennaio 2021, in prima serata su Rai1, in ben 10 puntate.

Che Dio ci aiuti 6: sinossi

«Anno nuovo, città nuova. Per la sesta stagione di “Che Dio ci aiuti” il Convento degli Angeli prepara le valigie e trasloca ad Assisi, la città in cui suor Angela è cresciuta, dove ha trovato la vocazione e dove vive ancora oggi suo padre, Primo (Luigi Diberti), con cui non ha più rapporti da anni. Questa volta suor Angela deve compiere una missione particolarmente difficile perché riguarda se stessa e il suo passato. Deve fare i conti con un segreto, una ferita nascosta nella sua anima, ma ancora aperta. Di certo è in buona compagnia C’è suor Costanza (Valeria Fabrizi), che dovrebbe farsi da parte per lasciare spazio alla nuova Madre Superiora del convento, ma che fa di tutto per dimostrarsi ancora utile. Come cercare la nuova barista dell’Angolo Divino e assumere Carolina (Isabella Mottinelli), una ragazza misteriosa e cinica, che le dà filo da torcere. C’è Azzurra (Francesca Chillemi), che ha appeso al chiodo le sue scarpe Chanel per portare al collo il Crocefisso. Azzurra è una novizia, ha abbracciato la vocazione, ma le prove per lei non sono ancora finite: al convento arriva Penelope (Olimpia Noviello), una bambina che ha perso entrambi i genitori in un incidente e da allora non ha più parlato. Una bambina con un cuore prezioso, in particolare per Azzurra. Ci sono poi Nico (Gianmarco Saurino) e Ginevra (Simonetta Columbu), che stanno per sposarsi. Il loro amore è dolce e costante, un balsamo per entrambi. Ma Ginevra è inesperta, ha un cuore acerbo e tanta paura di non essere all’altezza di Nico, anche se finge tranquillità, soprattutto di fronte a Monica Giulietti (Diana Del Bufalo), la ex di Nico. Sì, quest’anno ci sarà anche il ritorno di Monica in una versione inedita. Quando si perde tutto può succedere di crollare e di doversi ricostruire da zero. Monica ha perso tutto e cerca di ripartire seguendo un ritrovato istinto materno e contando sull’amicizia del suo primo grande amore, Nico. L’arrivo di Erasmo (Erasmo Genzini) sembra la sfida che Ginevra aspettava, sarà lui l’occasione per Ginevra di mettersi alla prova. Erasmo sconvolge l’esistenza di suor Angela (e non solo). Un ragazzo di strada, impulsivo e attaccabrighe, ma con il cuore di un bambino che ha sofferto. Un cuore che suor Angela ancora non sa essere vicino al suo. Tanto vicino, forse troppo. E così, ancora una volta, non può che rivolgere gli occhi al Cielo e dire… Che Dio ci aiuti!» (dalla presentazione ufficiale).

Che Dio ci aiuti 6: l’incontro stampa

In tempo di pandemia, le conferenze stampa continuano a svolgersi virtualmente e per fortuna che almeno il mezzo tecnologico ci stia aiutando nel ‘sopperire’ (parzialmente) all’incontro di persona. Abbiamo raccolto le dichiarazioni del cast collegato via zoom (non tutti potevano essere presenti), il quale ci ha offerto anche delle interessanti anticipazioni

ELENA SOFIA RICCI

«“Che Dio ci aiuti 6” quest’anno ci porta in un’altra bellezza d’Italia, Assisi. Questo ha reso la serie ancora più curata esteticamente, con una forte carica spirituale ma allo stesso tempo piena di umanità con questi suoi personaggi imperfetti, fallibili, a cominciare dalle stesse suore che guardano a Dio con energia». L’attrice ha tenuto a sottolineare quello che, a suo parere, è il segreto del successo di questa fiction: «C’è la comicità della commedia all’italiana, così come vengono trasmesse una coralità, una gioia e una voglia di vivere, sperando che siano contagiose. Portiamo la bellezza dell’umanità e dell’Italia nelle case». Anche la lavorazione di questo progetto ha dovuto fare i conti col Covid-19: «Per noi quest’anno è stato un doppio successo perché abbiamo avuto il privilegio di poter girare quando altri colleghi erano senza lavoro. Se oggi possiamo andare in onda lo dobbiamo a chi ci ha permesso di dare il massimo nonostante il difficile momento; anche se il coronavirus ha colpito alcuni di noi, siamo riusciti a contenere i danni adottando varie precauzioni, tra cui tre tamponi a settimana. Siamo stati supportati da una grande produzione, un grande regista (Francesco Vicario, nda) e una troupe fantastica. Sono molto contenta di aver partecipato anche alla sesta serie. Di solito non faccio più di tre serie e solo una volta avevo deciso di proseguire perché l’avevo promesso ad una persona cara». Un momento di commozione si è creato con questa dichiarazione: «Io non ho più la mia mamma e Valeria Fabrizi è come se lo fosse».

A proposito del suo personaggio, la Ricci ha anticipato: «Suor Angela avrà una crisi importante sul suo passato, sulla sua famiglia, che dovrà convivere con la sua famiglia adottiva, quella del convento. La sua missione sarà cercare di uscire indenne da un altro tsunami. I panni di Suor Angela sono un po' quelli di un supereroe: quando recito smetto di essere Elena Sofia e divento davvero il mio personaggio, divento lei alle prese con quello che succede a tutti noi. Qualcosa che ci pone davanti a delle scelte di vita. Un aspetto di questo personaggio che fa sì che ci si affezioni consiste nell’essere reale, è come tutti noi». Con tenerezza ha voluto aggiungere: «Quando incontro i miei ragazzi e le ragazze sul set mi emoziono spesso: sono la mia grande famiglia, con cui ho deciso di trascorrere tantissimo tempo». In merito al futuro sembra che qualcosa bolla in pentola: «Ho qualche idea nel cassetto, alcuni sono già pronti in attesa che riaprano i teatri; in più inizio ad avere l’età giusta per alcuni ruoli, come ad esempio la principessa de “La dolce ala della giovinezza” di Tennessee Williams, uno dei miei autori preferiti. Infine posso dirvi che sto preparando anche una regia teatrale».

 

               Ph Lucia Iuorio

 

VALERIA FABRIZI

«Suor Costanza è un personaggio che è sempre presente anche se non fa qualcosa di particolare, è come una costante (forse non è un caso il suo nome, nda) di cui non possiamo fare a meno. Mi piacerebbe che venisse approfondito ulteriormente il suo passato, di cui si sa molto poco (a parte il personaggio di Carolina che abbiamo conosciuto, nda)». Anche la grande Fabrizi si pronuncia sui giovani interpreti: «Questi giovani sono adorabili. Auguro loro una carriera come la mia nell’accezione più positiva del termine».  

Sul proprio futuro professionale ha confessato: «Vorrei realizzare una commedia musicale, “Angeli con la pistola”. Sarebbe il finale perfetto della mia carriera, magari anche tra 8 anni».


               Ph Lucia Iuorio

 

FRANCESCA CHILLEMI

«Gli sceneggiatori riescono a creare sempre un prodotto vivo. Azzurra è un personaggio che cambia di continuo, uscendo dagli schemi e stravolgendoli. Da novizia, decide di abbandonare la parte più frivola, ma rimane sempre Azzurra con la sua ironia, portandosi dietro anche la sua ignoranza». Per quanto concerne il tasto della fede, la Chillemi ha asserito: «Io credo a modo mio, credo che ci sia qualcos’altro al di fuori di noi. Lo chiamo Dio perché mi hanno insegnato così, anche se poi ognuno gli dà un nome diverso. I miei genitori non sono credenti e forse io lo sono più di loro. Ad ogni modo, non ho conosciuto la spiritualità con “Che Dio ci aiuti”».

               Ph Lucia Iuorio

 

SIMONETTA COLUMBU

«Se prima il personaggio di Ginevra era concentrato sul suo passato e sul presente, ora sarà proiettato verso il futuro. Gli incontri che avverranno serviranno a farla maturare e riflettere sulla propria vita. La sua bontà e genuinità rimarranno invariati, ma sarà molto più donna e sicura di sé stessa dopo un percorso di messa in discussione. Accoglierà, infatti, il ritorno di Monica - l’ex di Nico - come un’occasione per guardarsi dentro».

 

               Ph Lucia Iuorio

 

GIANMARCO SAURINO

«Il mio personaggio è cambiato dall'inizio, da donnaiolo frivolo a una persona responsabile con una famiglia a cui badare. Con il ritorno di Monica ci sarà un piccolo triangolo fatto di amicizia e di amore, ma nulla sarà scontato».

                Ph Anastasia Angelini 

 

DIANA DEL BUFALO

«Sono molto contenta di essere tornata, creerò un po’ di scompiglio; ma state tranquilli, Monica non è da temere, anzi, perderà diverse cose che la faranno crescere come persona e come personaggio. Abbiate fiducia negli sceneggiatori! Monica era una ragazza con solo certezze, ora deve ricostruirsele. Farà molto ridere e piangere. Nel dolore sarò anche comica. Monica e Nico provano ad essere amici, grazie anche a suor Angela». Interrogata su questo tasto, la Del Bufalo con serenità ha dichiarato: «Sono rimasta amica di tutti i miei ex. Se le persone sono intelligenti e moderano le loro emozioni è possibile».

               Ph Lucia Iuorio

 

In questa foto di scena notiamo come l’aspetto investigativo di Suor Angela - mossa dal desiderio di risolvere le situazioni - continui come elemento caratterizzante anche in questa sesta stagione.

 

               Ph Lucia Iuorio

 

Che Dio ci aiuti 6: le new entry nel cast

PIERPAOLO SPOLLON

«Posso raccontare pochi dettagli: il mio Emiliano è uno psichiatra dell’infanzia, si troverà nel mezzo di un triangolo amoroso. Sarà spalleggiato un po’ da Suor Angela e da Suor Costanza. Per quanto riguarda l’entrare in un gruppo già affiatato posso solo dire che mi sono sentito subito accolto. Mi reputo fortunato perché tutti mi hanno voluto bene. Elena Sofia Ricci è stata gentilissima perché mi ha aiutato anche a capire meglio le dinamiche di questa serie. Confesso anche di avere un debole particolare per Valeria Fabrizi: ho scoperto una donna meravigliosa, spontanea e simpatica. Francesca Chillemi e Diana Del Bufalo sono state poi stranamente gentilissime (si è avvertito l’humour con cui l’ha detto, nda)».

               Ph Lucia Iuorio

 

ERASMO GENZINI

«Interpreto un ragazzo di ventisette anni che si trova nel convento perché alla ricerca di risposte sulla madre. Ha un carattere molto chiuso, fa fatica ad approcciarsi alle persone. È abbastanza tenebroso, a tratti non va molto d’accordo con tutti, ma riesce con l’aiuto di questi personaggi a creare delle dinamiche più o meno utili che lo aiutano a trovare queste risposte che cerca da anni – sulla madre e il suo passato, merito anche dell’aiuto di Suor Angela».

 

               Ph Lucia Iuorio

 

IRENE FERRI

Dà volto a Elisa Rapetti, sorella di suor Angela

               Ph Lucia Iuorio

 

LUIGI DIBERTI

Interpreta il padre di Suor Angela.

               Ph Lucia Iuorio

Altri nuovi arrivi sono costituiti da Isabella Mottinelli, Christian Monaldi, Olimpia Noviello e Damiano Cuccuru

STEFANO DE MARTINO

Immaginiamo che possa trattarsi di una sorta di guest star, magari di un episodio particolare, ma ci faceva piacere segnalarvi la presenza.

 

               Ph Lucia Iuorio

 

 

“Che Dio ci aiuti”: potesi settima stagione?

In merito alla domanda se ci sarà un prosieguo, la Ricci ha preferito rispondere mantenendo i piedi saldi nella realtà in cui stiamo vivendo: «per ora finiamo di girare questa».

 

               Ph Lucia Iuorio

 

 

 

 

Maria Lucia Tangorra

Pugliese di nascita e milanese di adozione, pensa che in particolare di teatro e cinema non si possa fare a meno. Giornalista pubblicista, laureata in Lettere moderne percorso 'Letteratura e arti' in Cattolica, scrive in particolare modo di Settima Arte e di quella più antica - quella teatrale - ma negli anni ha ampliato occupandosi anche di tv, mostre, libri ed eventi. Vive nella città meneghina, ma effettua trasferte ad hoc anche per seguire festival di settore.

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

immobili sanremo

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.