CHIAMACI +39 333 8864490

|||||

Stasera al Teatro della Città di Catania va in scena lo spettacolo Centomila, Uno, Nessuno: la curiosa storia di Luigi Pirandello

Stasera, al Teatro della Città di Catania, torna uno spettacolo unico e inimitabile: Centomila, Uno, Nessuno, la curiosa storia di Luigi Pirandello.

Chi di noi non ha letto "Uno, Nessuno, Centomila" di Luigi Pirandello?
Testo chiave della cultura moderna che ci ha accompagnato nell'apprendimento di nuove tecniche di scrittura e di invenzione, il libro del grande autore Pirandello è stato più volte rappresentato anche sui palchi dei teatri più famosi ed oggi torna a Catania.

Stasera, alle 20,45, sarà possibile assistere ad uno spettacolo straordinario firmato Giuseppe Pambieri.
Centomila, Uno, Nessuno è un cammino, un viaggio appassionato ed ironica nell'universo dalle mille forme invento dal grande maestro Pirandello. Uno spettacolo che riporta un ritratto inedito disegnato attraverso le figure più significative della vita, delle opere, del pensiero dello scrittore siciliano.

Centomila, uno, nessuno vuole trasportarci nella mente dello straordinario Pirandello; lo spettacolo ci permetterà di immergerci in una riflessione scanzonata e umoristica sull’uomo del Novecento, a cui solo la scena può dare voce. “Una notte di giugno caddi come una lucciola sotto un gran pino solitario in una campagna d’olivi saraceni affacciata agli orli d’un altipiano d’argille azzurre sul mare africano”. Ecco come Pirandello descrive l’inizio del suo “involontario soggiorno sulla terra”.
L’uomo nato dal Caos si consegna al mito e guarda vivere i suoi personaggi che riannodano i fili segreti e misteriosi della sua biografia.
Il conosciutissimo e affermato Pirandello conosce bene la vita, scrivendola e vivendola in toto, identificandosi in ognuna delle sue creature.

Lo spettacolo, scritto e diretto da Giuseppe Argirò, vuole raccontarci gli aspetti meno visitati dell’esistenza di Pirandello: dai tumultuosi anni giovanili e dal rapporto conflittuale con il padre al soggiorno tedesco, dal rapporto con la domestica Maria Stella che nutrì l’immaginazione religiosa dell’autore e il suo mondo magico popolare, tanto da guadagnarsi una citazione nella prefazione dei Sei personaggi, alla figura del precettore, custode del suo apprendistato culturale, fino ai tumultuosi anni giovanili, o agli amori specchio di un immaginario erotico ossessivo e di una personalità complessa e tormentata.

Luigi Pirandello uomo, prima che scrittore, si rivela e si fa conoscere attraverso le parole dei suoi personaggi, camminando lungo i confini di narrativa, poesia e teatro.
Tutte le sue opere, da “Il fu Mattia Pascal” fino al “L'uomo dal fiore in bocca”, racchiuderanno un nuovo volto dell'autore che, in questo spettacolo più che mai, si mostra nelle sue debolezze e entro i suoi limiti.

Amore, follia, tragedia e morte si mescolano e diventano sempre più vividi e tangibile, tanto da far confondere immaginazione con la realtà.
Così come nella vita reale, la scena e lo spettacolo non si concludo, restando aperti a diverse possibilità e congetture.
Lo stesso Pirandello è la metafora più viva dell'inconcluso, come testimonia l'incontro fra Ilse e Cotrone vicino all’olivo saraceno, dove tutto ebbe inizio, ma non una fine.
Tuttavia, forse, una fine c'è, basta saper guardare con la mente oltre che con gli occhi.

 

 

Serena Riva

Redazione Nerospinto

Sito web: www.nerospinto.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.