CHIAMACI +39 333 8864490

|||

Quando la musica arriva diritta al cuore… Intervista a Fabio Santini

Intervista al cantante Fabio Santini

CZ: La tua passione per la musica ha radici lontane. La tua prima esibizione su un palcoscenico risale a quando avevi appena 7 anni! La tua prima band, nacque quando avevi 11 anni. Vuoi dirci qualcosa in merito?

FS: Che dire, se non auto citare un mio brano, proprio quello che apre il disco, cioè Jim e Jimi “Sei l’amore mio più grande che da sempre mi accompagna, che mi prende per la mano e che cancella i miei problemi”, ecco cosa devo dire in merito, nel senso che con una passione così grande ci nasci e non credo sia un’eredità, ma un dono innato.
CZ: Per una decina di anni il rock è rimasto il pilastro portante della tua esperienza musicale, sfociato più avanti nel Rock’a’billy, genere grazie al quale hai girato piazze e club d’Italia per diversi anni con la tua band.
Mi sembra di poter affermare che il rock è molto lontano dal genere che coltivi adesso.
Volevo sapere in primis cosa ti hanno lasciato gli anni della tua gioventù in cui ti esibivi in concerti rock, e in secundis qualcosa sulla maturazione artistica che avvenne in seguito.

Credo sia naturale maturare nel tempo,cambiare ed evolversi senza però mai rinnegare le proprie radici, detto questo non sempre i cambiamenti sono scelti o decisi ma siamo noi che ci lasciamo decidere, arriva il ciclone con le novità perciò la tua vita diventa parte di questo cambiamento, ma tutto rimane dentro di noi, tutto quello che abbiamo fatto farà per sempre parte di noi.
CZ: La tua carriera è costellata da importantissimi successi a livello nazionale.
Mi riferisco per esempio alla tua partecipazione nel giugno 2012 al “Concerto per l’Emilia”, evento realizzato per raccogliere fondi a favore delle vittime del terremoto che solo un mese prima aveva colpito proprio la tua terra.
Nel 2013, dopo aver superato infinite selezioni (oltre 60.000 partecipanti), hai preso parte alla fase finale della settima edizione del Talent Show X-Factor in diretta su SKY UNO, esibendoti in 5 puntate ed arrivando alla soglia della finale (classificandoti settimo).
Dopo un primo inedito pubblicato a giugno 2014, Cannibalove, da ottobre 2014 a gennaio 2015 hai fatto altresì parte del cast di “Ancora Volare”, all’interno del programma Domenica In.
Vorrei chiederti che significato hanno avuto per te queste conquiste, come le hai vissute, come hanno inciso sulla tua personalità e in generale sulla tua quotidianità.

FS: Diciamo che tendo a vivere ogni esperienza dando a lei valore ed importanza massima, quindi un concerto davanti a 40mila persone per me ha lo stesso impatto di un concerto davanti a 10 persone.
Per quanto riguarda le esperienze televisive, ho potuto scoprire un mondo che prima di certo mi era sconosciuto e che mi ha sicuramente dato la conferma che al mondo d’oggi, musica e TV non vanno di certo di pari passo.
CZ: Tra dicembre 2015 e gennaio 2016, hai relagistrato il tuo primo album dal titolo Il primo giorno d’autunno, uscito il 21 marzo 2016 per l’etichetta CinicoDisincanto di Fabrizio Brocchieri.
Ho visto diversi video delle tue canzoni, come “La forma del tuo cuore”, “Senza vento né aquiloni”, “Senza un lavoro fisso”.
Ecco, qui Fabio, senza seguire un qualsiasi dogma prefissato, sforni dei gioiellini scanzonati, divertenti, profondi e impegnati allo stesso tempo.
Sono testi che arrivano immediati e sinceri.
E al centro di tutto, troviamo l’amore; per la Musica, per le Donne, per la vita quotidiana… Insomma, canzoni che non si finirebbero mai di ascoltare.
Sei soddisfatto del risultato o ti attendevi qualcosa di diverso?

FS: Anzitutto sono soddisfatto e pieno di orgoglio per le tue parole, poi sì, sono felice di quello che ho fatto, ovviamente qualunque cosa tu faccia la fai in un certo modo perché sei in un certo periodo, se le facessi anche solo il giorno dopo, magari senza aver ricevuto quel messaggino o senza aver visto quel tramonto il giorno prima, le avresti inconsapevolmente fatte in modo diverso, ma il bello del presente credo sia guardarsi alle spalle e sorridere.
CZ: Domanda di default che potrebbe interessare molto i nostri lettori: quali sono i tuoi progetti per il futuro?
Progetti per il futuro ne ho miliardi, dal teatro ai live ad un altro disco che potrebbe essere, chissà, più intimo e sicuramente amando scrivere potrei anche pensare di provare a pubblicare qualche mio racconto.
Grazie a Fabio Santini per questa bella chiacchierata.

Chiara Zanetti

Redazione Nerospinto

Sito web: www.nerospinto.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.