CHIAMACI +39 333 8864490

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa estesa Cookie Policy

Utilizziamo i cookie per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo. I dati raccolti grazie ai cookie servono per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.

Cosa sono i cookie?

I cookie sono piccoli file di testo inviati dal sito al terminale dell’interessato (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi al sito alla successiva visita del medesimo utente. Un cookie non può richiamare nessun altro dato dal disco fisso dell’utente né trasmettere virus informatici o acquisire indirizzi email. Ogni cookie è unico per il web browser dell’utente. Alcune delle funzioni dei cookie possono essere demandate ad altre tecnologie. Nel presente documento con il termine ‘cookie’ si vuol far riferimento sia ai cookie, propriamente detti, sia a tutte le tecnologie similari.

Tipologia dei cookie

I cookie possono essere di prima o di terza parte, dove per "prima parte" si intendono i cookie che riportano come dominio il sito, mentre per "terza parte" si intendono i cookie che sono relativi a domini esterni. I cookie di terza parte sono necessariamente installati da un soggetto esterno, sempre definito come "terza parte", non gestito dal sito. Tali soggetti possono eventualmente installare anche cookie di prima parte, salvando sul dominio del sito i propri cookie.

Natura dei cookie

Relativamente alla natura dei cookie, ne esistono di diversi tipi:

Cookie tecnici

I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di "effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio" (cfr. art. 122, comma 1, del Codice). Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in: • cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di autenticarsi per accedere ad aree riservate); essi sono di fatto necessari per il corretto funzionamento del sito; • cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso, al fine di migliorare le performance del sito; • cookie di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.

Cookie di profilazione

I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all'utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell'ambito della navigazione in rete. Per l'utilizzo dei cookie di profilazione è richiesto il consenso dell'interessato. L’utente può autorizzare o negare il consenso all'installazione dei cookie attraverso le opzioni fornite nella sezione "Gestione dei cookie". In caso di cookie di terze parti, il sito non ha un controllo diretto dei singoli cookie e non può controllarli (non può né installarli direttamente né cancellarli). Puoi comunque gestire questi cookie attraverso le impostazioni del browser (segui le istruzioni riportate più avanti), o i siti indicati nella sezione "Gestione dei cookie".

Cookie installati su questo sito

Ecco l'elenco dei cookie presenti su questo sito. I cookie di terze parti presentano il collegamento all'informativa della privacy del relativo fornitore esterno, dove è possibile trovare una dettagliata descrizione dei singoli cookie e del trattamento che ne viene fatto.

Elenco dei cookie presenti sul sito NEROSPINTO

Cookie di sistema Il sito NEROSPINTO utilizza cookie per garantire all'utente una migliore esperienza di navigazione; tali cookie sono indispensabili per la fruizione corretta del sito. Puoi disabilitare questi cookie dal browser seguendo le indicazioni nel paragrafo dedicato, ma comprometterai la tua esperienza sul sito e non potremo rispondere dei malfunzionamenti. Facebook Facebook utilizza cookie per offrire all'utente funzionalità di condivisione e di “like” sulla propria bacheca. Per maggiori informazioni, consultare la pagina https://www.facebook.com/about/privacy Twitter Twitter utilizza cookie per offrire all'utente funzionalità di condivisione sulla propria bacheca. Per maggiori informazioni, consultare le pagine: https://support.twitter.com/articles/20170519-uso-dei-cookie-e-di-altre-tecnologie-simili-da-parte-di-twitter e https://twitter.com/privacy?lang=it Google+ Google+ utilizza cookie per offrire all'utente funzionalità di condivisione sulla propria bacheca. Per maggiori informazioni, consultare la pagina http://www.google.com/policies/technologies/cookies/ Pinterest Pinterest utilizza cookie per offrire all'utente funzionalità di condivisione sulla propria bacheca. Per maggiori informazioni, consultare la pagina https://about.pinterest.com/it/privacy-policy Durata dei cookie I cookie hanno una durata dettata dalla data di scadenza (o da un'azione specifica come la chiusura del browser) impostata al momento dell'installazione. I cookie possono essere: • temporanei o di sessione (session cookie): sono utilizzati per archiviare informazioni temporanee, consentono di collegare le azioni eseguite durante una sessione specifica e vengono rimossi dal computer alla chiusura del browser; • permanenti (persistent cookie): sono utilizzati per archiviare informazioni, ad esempio il nome e la password di accesso, in modo da evitare che l'utente debba digitarli nuovamente ogni volta che visita un sito specifico. Questi rimangono memorizzati nel computer anche dopo aver chiuso il browser. NEROSPINTO terrà opportuna traccia del/dei consenso/i dell’Utente attraverso un apposito cookie tecnico, considerato dal Garante Privacy uno strumento “non particolarmente invasivo”. L’Utente può negare il suo consenso e/o modificare in ogni momento le proprie opzioni relative all’uso dei cookie da parte del presente Sito Web, tramite accesso alla presente Informativa Privacy che è “linkabile” da ogni pagina del presente Sito. L’Utente ha la facoltá in qualsiasi momento di esercitare i diritti riconosciuti dall'art. 7 del D.Lgs. 196/2003 ed, in particolare, tra gli altri, di ottenere copia dei dati trattati, il loro aggiornamento, la loro origine, la finalità e la modalità del trattamento, la loro rettifica o integrazione, la loro cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco per i trattamenti in violazione di legge e di opporsi per motivi legittimi al trattamento. Per esercitare tali diritti, scrivere a NEROSPINTO . Se è già stato dato il consenso ma si vogliono cambiare le autorizzazioni dei cookie, bisogna cancellarli attraverso il browser, come indicato sotto, perché altrimenti quelli già installati non verranno rimossi. In particolare, si tenga presente che non è possibile in alcun modo controllare i cookie di terze parti, quindi se è già stato dato precedentemente il consenso, è necessario procedere alla cancellazione dei cookie attraverso il browser oppure chiedendo l'opt-out direttamente alle terze parti o tramite il sito http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte Se vuoi saperne di più, puoi consultare i seguenti siti: • http://www.youronlinechoices.com/ • http://www.allaboutcookies.org/ • https://www.cookiechoices.org/ • http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/3118884

Come disabilitare/cancellare i cookie mediante configurazione del browser

Chrome 1. Eseguire il Browser Chrome 2. Fare click sul menù presente nella barra degli strumenti del browser a fianco della finestra di inserimento url per la navigazione 3. Selezionare Impostazioni 4. Fare clic su Mostra Impostazioni Avanzate 5. Nella sezione “Privacy” fare clic su bottone “Impostazioni contenuti“ 6. Nella sezione “Cookie” è possibile modificare le seguenti impostazioni relative ai cookie: • Consentire il salvataggio dei dati in locale • Modificare i dati locali solo fino alla chiusura del browser • Impedire ai siti di impostare i cookie • Bloccare i cookie di terze parti e i dati dei siti • Gestire le eccezioni per alcuni siti internet • Eliminare uno o tutti i cookie Mozilla Firefox 1. Eseguire il Browser Mozilla Firefox 2. Fare click sul menù presente nella barra degli strumenti del browser a fianco della finestra di inserimento url per la navigazione 3. Selezionare Opzioni 4. Selezionare il pannello Privacy 5. Fare clic su Mostra Impostazioni Avanzate 6. Nella sezione “Privacy” fare clic su bottone “Impostazioni contenuti“ 7. Nella sezione “Tracciamento” è possibile modificare le seguenti impostazioni relative ai cookie: • Richiedi ai siti di non effettuare alcun tracciamento • Comunica ai siti la disponibilità ad essere tracciato • Non comunicare alcuna preferenza relativa al tracciamento dei dati personali 8. Dalla sezione “Cronologia” è possibile: • Abilitando “Utilizza impostazioni personalizzate” selezionare di accettare i cookie di terze parti (sempre, dai siti più visitato o mai) e di conservarli per un periodo determinato (fino alla loro scadenza, alla chiusura di Firefox o di chiedere ogni volta) • Rimuovere i singoli cookie immagazzinati. Internet Explorer 1. Eseguire il Browser Internet Explorer 2. Fare click sul pulsante Strumenti e scegliere Opzioni Internet 3. Fare click sulla scheda Privacy e, nella sezione Impostazioni, modificare il dispositivo di scorrimento in funzione dell’azione desiderata per i cookie: • Bloccare tutti i cookie • Consentire tutti i cookie • Selezionare i siti da cui ottenere cookie: spostare il cursore in una posizione intermedia in modo da non bloccare o consentire tutti i cookie, premere quindi su Siti, nella casella Indirizzo Sito Web inserire un sito internet e quindi premere su Blocca o Consenti. Safari 1. Eseguire il Browser Safari 2. Fare click su Safari, selezionare Preferenze e premere su Privacy 3. Nella sezione Blocca Cookie specificare come Safari deve accettare i cookie dai siti internet. 4. Per visionare quali siti hanno immagazzinato i cookie cliccare su Dettagli Safari iOS (dispositivi mobile) 1. Eseguire il Browser Safari iOS 2. Tocca su Impostazioni e poi Safari 3. Tocca su Blocca Cookie e scegli tra le varie opzioni: “Mai”, “Di terze parti e inserzionisti” o “Sempre” 4. Per cancellare tutti i cookie immagazzinati da Safari, tocca su Impostazioni, poi su Safari e infine su Cancella Cookie e dati Opera 1. Eseguire il Browser Opera 2. Fare click sul Preferenze poi su Avanzate e infine su Cookie 3. Selezionare una delle seguenti opzioni: • Accetta tutti i cookie • Accetta i cookie solo dal sito che si visita: i cookie di terze parti e quelli che vengono inviati da un dominio diverso da quello che si sta visitando verranno rifiutati • Non accettare mai i cookie: tutti i cookie non verranno mai salvati.

|||

Intervista a JENA, il rocker da corsa

Abbiamo incontrato negli studi di Indihub Jena per un intervista, un rocker da corsa.

La velocità della vita, l’uomo che scioglie se stesso nella società liquida, la precarietà e il lavoro, la rabbia e gli errori. E tanto altro. Come guardare le luci di Brooklyn da un altro punto di vista. O la caverna di Platone dall’alto. O ripensare il punk nel 2015, svelandone il cuore più ruvido, in grado di colpirti e scuoterti, senza preavviso. Eccolo, ancora, il rocker Jena, pronto a raccontare il nuovo progetto musicale, BRUKLIN (Musica Cruda) senza tanti giri di parole, pronto a mostrare la realtà dei fatti, esattamente come appare, così come Brooklyn si legge Bruklin. Nove tracce: “Capriccio”, “Come vorrei”, “Ti telefono”, “Dove non c’è più”, “Più”, “Mai”, “Bruklin”, “Uomo da corsa” primo singolo e “Polverina”, quasi un tormentone dolce amaro, favola dark di una ragazza persa nel buio dell’eroina, in caduta libera nel vuoto di una non vita. “I brani sono tutti collegati – commenta il rocker – non li ho scritti con la finalità di realizzare un concept – album, ma rispecchiano questo momento della mia vita. BRUKLIN è il frutto di un lavoro molto intenso in cui ogni elemento e ogni suono hanno un loro preciso significato, che esprime il mio stato d’animo e la mia visione della musica”. E da buon “Uomo da corsa”, come canta in BRUKLIN, Jena coglie aspetti della contemporaneità, nella quale si immerge senza paura, sino a raggiungerne gli abissi più bui, per poterli analizzare, sviscerare e cantare. Così come sono, con la durezza della realtà che ti colpisce prima di accarezzarti, con suoni potenti e diretti. Si sente ed è cambiato, Jena (all’anagrafe Gianluca Favero), dai tempi dei Blak Vomit, storica band punk che fondò nel 1989. Erano gli anni dei Punkreas e dei Pornoriviste e la scena punk rock e underground del Nord Italia accolse con grande interesse quella musica cruda e senza compromessi, pura nella sua essenzialità, proposta dalla band di Jena. I Blak Vomit, già dal primo disco, “Nausea da punk”, riescono infatti a conquistare i palcoscenici nazionali e dopo una lunga serie di concerti, entrano nel roster del produttore Franco Godi e con il disco “Paradiso dei Dannati, aprono il Monza Rock Festival nel 1999, suonando con Liftiba, Pino Daniele e Aerosmith. Il singolo “Paura” viene selezionato come unico pezzo rock della colonna sonora del film  “Senza Filtro” degli Articolo 31. La decisione di intraprendere la carriera solista, si concretizza, il 25 settembre, con l’uscita di BRUKLIN. È la firma sulla rinascita del filone del punk rock che non ammette compromessi. C’è riscoperta, analisi, fatti personali che diventano universali, avvicinandosi anche quando sembravano distanti dal nostro mondo. Un disco che accoglie la nostalgia di chi passa dagli occhiali da sole a quelli da vista (Capriccio) e la sindrome da Peter Pan che non ti fa mai crescere, perché “la tentazione ha un’anima” (Mai), la fine di una storia d’amore e la gestione delle relazioni (Come vorreiPiù), menzogne,  tradimenti ed illusioni (Ti telefonoBruklin) sino alle privazioni della vita in carcere dove “non ho più la mia ombra” (Dove non c’è).

 In attesa di vederlo live il 23 ottobre al Black Hole di Milano e il 31 Ottobre al Millenote di Busto Arsizio, lo incontriamo negli studi Indihub, per raccontare vita presente, passata e futura di un rocker da corsa.

 

Anticipiamo BRUKLIN. Come e da dove nascono i suoi testi? 

Sono tutti pezzi musicalmente differenti, condizionati dall’accadere di varie cose: un mio amico è finito in galera e questo, per esempio, è stato uno degli elementi che ha dato il via alla scrittura. Poi, ho avuto una visione mentre, su un ponte della periferia milanese, avevo davanti a me una serie di oggetti – bicicletta rotta, una macchina parcheggiata e l’asfalto sporco d’olio – che mi hanno subito fatto pensare a Brooklyn. La mia immaginazione ha riassunto il tutto nel titolo dell’album: un nome sonoro che accoglie brani attraverso i quali cerco di aprirmi ed elaborare vari aspetti che riguardano lavoro, precarietà e diritti. E, poi, penso che il nostro esser sempre di corsa inibisca oggi ogni forma di tentazione.

 

E’ la sintesi del “Io non vivo, corro e muoio” come canta in “Uomo da corsa”, uno sfogo contro una certa percezione di realtà, malata e avara di emozioni.  

E’ un urlo di sfogo: farlo attraverso il brano è come esorcizzare la paura di morire. Insomma, lo sfondo è nero ma l’immagine che ne traspare è vincente. In fin dei conti, sono proprio gli elementi negativi che ti portano a riflettere e reagire. Mi sono ispirato alla musica americana degli anni Settanta, che amo particolarmente. Il videoclip, invece, è ispirato a Tempi Moderni, di Charlie Chaplin.

 

Si può ancora parlare di punk?

 Se ne parla perché comunque è un marchio ma viene usato un po’ troppo e a sproposito. Ma tutto, in fondo, deve cambiare.

 

Quando ha deciso di avviare la carriera da solista?

Sono sempre stato autore e compositore dei pezzi. Ora mi sento più libero perché non devo contrattare: se ho un pezzo già scritto che funziona, lo propongo direttamente. Ho sempre avuto il desiderio del “ora voglio fare come voglio io”.

 

I Blak Vomit erano diventati un’ istituzione nel panorama musicale punk. Qui la domanda sorge spontanea. Abbandonare il gruppo: chi gliel’ha fatto fare? 

La mia faccia di bronzo. Con l’età diventi più ambizioso e a volte le cose perdono di brillantezza e scopri degli aspetti che non ti aspettavi.

Cambiando, anche la formazione live ti porta delle sensazioni nuove. Mi sento un uomo in divenire e non mi riconosco in quasi niente di quello che ero vent’anni fa. Allora ero molto ingenuo e quando firmai il contratto con la casa discografica, lasciai il lavoro. Oggi non l’avrei mai fatto. Anche perché, dopo la firma, siamo stati lasciati in cantina.

 

So che ha un passato da ciclista. In che modo questo sport ha formato la sua personalità?

La bici mi ha condizionato molto e tutto è partito da mio padre, grande appassionato di questo sport.  Il ciclismo è una disciplina molto rigorosa e ti porta a sfidare te stesso, cercando sempre quella situazione in grado di agevolare il percorso, facendoti succhiare via le ruote. Vincere una corsa ti dava una valanga di adrenalina incredibile. Anche suonare ti dà quella scarica, mettendoti al centro dell’attenzione in maniera meno faticosa ma, comunque, con un notevole dispendio di energia.

 

C'è un pezzo del suo repertorio al quale si sente particolarmente legato?

 A parte “Uomo da corsa”, uno dei pezzi che reputo più completo e che amo di più, cito senza indugio “Il lavoro” dove il testo recita: “Il lavoro uccide le mie idee”. Quando ho smesso di lavorare, inizialmente facevo meno fatica a scrivere i testi. In realtà, le faceva nascere ma l’ho capito dopo quando, riprendendo con il lavoro, sono ricominciati anche gli stimoli.

 

Proviamo a riassumere Jena in una frase?

Faccio ancora troppi sbagli.

 

Ha  rimpianti? 

Chi non ne ha? Alcune cose le cambierei, sicuramente.  Riprenderei in mano alcune relazioni personali rovinate per fesserie o per orgoglio o testa dura. A volte si pensa di esser maturi anche quando non lo si è. Con l’età, impari a dare la giusta importanza alle cose.

 

E se le chiedessi di proiettarsi tra 15 anni?

Spero di esserci. Mi vedo ancora come autore e l’augurio che mi faccio è di avere ancora delle cose da raccontare.

 

 Mariella Cortes

[gallery columns="2" size="full" ids="47517,47516"]

Redazione Nerospinto

Sito web: www.nerospinto.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it