CHIAMACI +39 333 8864490

Lunedì, 06 Marzo 2017 12:42

Nuovo concerto dei Jamiroquai a Milano

I Jamiroquai annunciano il tour europeo con una nuova data italiana: il 20 novembre si esibiranno al Mediolanum Forum di Milano.

Pubblicato in Musica

Il 16 e 17 settembre parte, dal Mediolanum Forum di Assago, l’Adesso Tour di Emma Marrone.

Pubblicato in Onstage

Gli Skunk Anansie amano l’Italia e lo dimostrano annunciando un nuovo concerto: Il 28 Gennaio saranno al Mediolanum Forum di Assago di Milano.

Pubblicato in Onstage
Lunedì, 30 Novembre 2015 23:44

Antonello Venditti e Dolcenera in concerto

 Vi segnaliamo che il 1° dicembre Dolcenera terrà un concerto al Blue Note e Antonello Venditti al Mediolanum Forum.

Pubblicato in Tête-à-tête
Venerdì, 09 Ottobre 2015 14:22

Malika Ayane: doppio concerto a Milano

Doppio sold out Lunedì 12 e Martedì 13 al Teatro Nazionale di Milano per il concerto di Malika Ayane.

La cantantautrice milanese (ambasciatrice di Expo 2015) inaugura così il "Naif Tour 2015".

In questo viaggio musicale l'attuale conduttrice della trasmissione "Hit Parade" su Rai Radio2, porterà in scena tutti i suoi successi: dal sanremese “Adesso e qui (Nostalgico presente)”  con annesso premio della critica al tormentone estivo “Senza fare sul serio” (che vanta più di 15 milioni di visualizzazioni su YouTube), fino all’ultimo singolo “Tempesta”, terzo singolo estratto dal nuovo album "Naif" .

Naturalmente non mancheranno le canzoni meno recenti e altrettanto famose, pescate dal suo ricco bagaglio musicale.

Scritto e registrato tra Milano, Parigi e Berlino, "Naif" nasce dalla visione artistica di MALIKA AYANE e dal lavoro di scrittura musicale di un variegato team di autori internazionali come Shridhar Solanki (già autore di hits per Carrie Underwood, Craig David, Natalie Imbruglia oltre che per diverse serie tv), l’autrice top seller canadese Simon Wilcox e il francese Françoise Villevieille, già metà del duo Elephant e a sua volta autore di hits per artisti del calibro di Vanessa Paradis.

A questo lavoro hanno collaborato anche autorevoli nomi del panorama italiano del songwriting, da Giovanni Caccamo -che firma il brano sanremese- a Antonio Di Martino, da Matteo Buzzanca a Cesare Chiodo.

A grande richiesta dopo lo straordinario successo di prevendite delle prime due tappe, Malika Ayane ha da poco aggiunto una terza data milanese: tornerà, infatti, ad esibirsi il 30 novembre sempre al Barclays Teatro Nazionale.

 

 

Malika Ayane "Naif Tour 2015" Lunedì 12 e Martedì 13 ore 21 Barclays Teatro Nazionale (ex Piazza Piemonte 12), Via Giordano Rota 1, 20145 Milano

 

 

 

Malika Ayane-gallery-Nerospinto1

Pubblicato in Musica
Martedì, 07 Luglio 2015 15:57

Timo Bortolotti a Villa Necchi Campiglio

Dall’8 luglio fino al 6 settembre 2015, saranno esposte a Villa Necchi Campiglio le opere dello scultore bresciano Timo Bortolotti, già presente nella collezione permanente della villa grazie alla donazione della nipote Claudia Gian Ferrari.

Artista dal profondo spessore storico, nel 1930 viene per la prima volta invitato all’Esposizione internazionale d’Arte di Venezia e da allora le commissioni pubbliche di moltiplicarono. Qualche anno più tardi gli vengono assegnati il premio Savoia-Barbante di Roma e successivamente il Gran Premio all’Esposizione Internazionale di Parigi.

Oggi, per la prima volta, la città di Milano dedica a Bortolotti una vera e propria rassegna, dove saranno presenti tutte le sue opere più famose e importanti, in particolare quelle realizzate a cavallo tra le due guerre mondiali.

Soggetto di quel periodo, infatti, era la rappresentazione di figure in età infantile e da qui si comprende la scelta di intitolare questa mostra “La Tenerezza della Scultura”. Si tratta di una vera e propria ricerca psicologica, rappresentata iconograficamente da figure giovanili, che però esprimono una forte carica umana.

Elena Pontigia, la curatrice della mostra, descrive questa grande personalità come “capace di catturare la beatitudine di un neonato che dorme e lo stupore di un bimbetto di pochi anni, la risata dell'infanzia e la grazia dell'adolescenza, un figlio abbracciato dall'amore di una madre e la tenerezza di due fratellini (…)”.

Un evento che coinvolge tutti gli appassionati di arte, ma che è aperto a chiunque voglia anche solo semplicemente conoscere il lavoro di una personalità profonda come quella di Timo Bortolotti, colorata di tenerezza, ma impregnata di eventi storici che hanno segnato, in ogni molecola, le sue sculture.

TIMO BORTOLOTTI: LA TENEREZZA DELLA SCULTURA

ORARI: 10:00 – 18:00

BIGLIETTI: Iscritto FAI: gratuito Intero: 9 euro Ridotto (Bambini 4 – 14 anni): 4 euro

COME ARRIVARE:

In auto: Tangenziale Est di Milano, uscita Palmanova. Seguire per il centro, San Babila – Porta Venezia. Zona Area C, ingresso a pagamento.

In metropolitana: Linea 1 fermata Palestro; Linea 3 fermata Montenapoleone.

In autobus: Linea 54 – 61 – 94: fermata San Damiano - Monforte.

Parcheggio: parcheggio a pagamento in via Mozart e nelle immediate vicinanze.

[gallery type="rectangular" ids="45134,45135,45136,45137"]

Pubblicato in Cultura
Venerdì, 17 Aprile 2015 14:35

La Parigi di Brassaï in mostra a Milano

Fino al 28 giugno 2015 sarà possibile ammirare la mostra a cura di Agnès de Gouvion Saint Cyr: “Brassaï. Pour l’amour de Paris”, a Milano presso il Palazzo Morando, Costume Moda Immagine.

 

La mostra di Brassaï racconta, attraverso fotografie originali, l'amore che ha legato uno dei protagonisti della storia della fotografia con la città che è stata la capitale culturale e artistica del Novecento, dando vita a immagini memorabili, capaci ancora oggi di catapultarci agli "anni folli" di Montparnasse.

 

Gyula Halász, conosciuto con lo pseudonimo di Brassaï, dal nome, Braşov, del paese della ragione della Transilvania in cui nasce nel 1899, si trasferisce a soli tre anni a Parigi, dove il padre è professore di letteratura all'Università della Sorbona.

 

Intraprende dapprima la carriera artistica studiando all'Accademia di Belle Arti di Budapest e poi a quella di Berlino, dove si reca nel 1920, dopo aver combattuto tra le fila dell'esercito austro-ungarico durante la Prima Guerra Mondiale. Nel 1924 si trasferisce definitivamente a Parigi, dove l'incontro con il fotografo ungherese André Kertész lo convince a lasciare la professione di giornalista per dedicarsi alla fotografia.

 

Nascono allora le sue bellissime immagini della Parigi notturna, nelle quali coglie gli aspetti più insoliti della città, ancor più affascinante con le strade deserte, mentre nelle fotografie dei bistrot si agita la fremente vita del quartiere di Montparnasse, centro artistico e mondano della capitale, dove risiedono pittori e scrittori come Picasso, Dalì, Breton e Miller.

 

L'uscita del suo primo libro nel 1933, Paris de nuit, ne decreta subito il successo tanto che Miller conia per lui il soprannome di "occhio di Parigi". Le sue fotografie sanno cogliere con semplicità e franchezza la vita di tutti, dai bambini agli innamorati, dai nottambuli alle prostitute, dalla gente comune ai celebri artisti.

 

A corredo della rassegna milanese sono previsti seminari a Palazzo Morando e una retrospettiva cinematografica, proposta dall’Institut français Milano presso la propria sala cinema nella sede di Corso Magenta 63, con proiezioni a ingresso libero il 21 aprile 2015, alle ore 20:00.

 

Pour l’amour de Paris Fino al 28 giugno 2015 Palazzo Morando Via Sant'Andrea, 6

 

Orari

dal Martedì alla Domenica dalle 9.00 alle 13.00 - dalle ore 14.00 alle 17.30

Contatti

Tel. 02 884 48135 Fax 02 884 65736

Info

Visite guidate al Museo di Milano: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. tel. 02 884 65735 / 64532

 

[gallery type="rectangular" ids="41408,41410,41409"]

 

Pubblicato in Cultura
Mercoledì, 22 Ottobre 2014 13:59

Notti parigine al Refeel

Il Refeel, uno dei locali più in voga di Porta Romana, a Milano, festeggia il suo ottavo anno di attività: sabato 25 ottobre, speciale party  con immancabile dress code. Il tema? “Paris by Night”.

Con il rosso come colore dominante, la serata prende ispirazione dal glamour della capitale francese, a partire dalla moda degli anni ’20 di Coco Chanel, Yves Saint Lauren o Christian Dior, per arrivare ai più moderni look, rivisti ad esempio in Midnight in Paris, film del 2011 scritto e diretto da Woody Allen.

Si potrà sfoggiare il proprio outfit in un apposito corner set, dove il fotografo ufficiale di Paris by Night scatterà foto nelle vostre pose migliori, che naturalmente saranno pubblicate sulla pagina Facebook del Refeel.

Divertimento garantito anche dallo spettacolo burlesque, in cui si esibirà il duo Killer Curves, composto da Ella Bottom Rouge e Lady Lynch.

La Francia fa da padrona anche in consolle: i DJ della serata infatti lanceranno i grandi successi della musique de danse. Faranno gli onori di casa artisti come Bob Sinclair e David Guetta, ma anche i Modjo – ve la ricordate Lady? – e i robot dell’elettronica, i Daft Punk, il cui  ultimo album si intitola Random Access Memories.

E per non farsi mancare nulla, un occhio di riguardo anche per il bancone dei cocktail, su cui protagonista della serata sarà il Serendipity, specialità a base di champagne, calvados e mela.

E' possibile anche cenare à la carte, per cui è gradita la prenotazione.

Paris by Night comincia alle ore 19.o0 e continua fino a notte fonda.

 

INFO

 

REFEEL Coffee&More

Viale Sabotino 20 - Milano

02 5832 4227

www.refeel.it

 

 

 

Pubblicato in Lifestyle

Dopo la riuscitissima mostra dedicata a Robert Doisneau, lo Spazio Oberdan torna a parlarci di fotografia, riconfermandosi come luogo ideale per accogliere e apprezzare la sesta arte. E' la volta di di Izis Bidermanas, il 'poeta della fotografia', presentato dal 12 febbraio al 6 aprile 2014.

Nato in Lituania nel 1911, a Marijampole, negli anni Trenta fugge dalla Russia zarista per raggiunge la meta più ambita da tutti gli artisti: la Parigi reduce dalla Belle Epoque, nonché dimora dei sogni dei più grandi poeti e pittori del tempo.

Portandosi dietro l'esperienza dell'esilio e degli orrori della guerra riesce a mantenere la sua passione per la fotografia,  immortalando, con magnifici ritratti, scrittori, poeti, artisti e figure emblematiche della vita culturale della città. "Paradiso terrestre" è il titolo del suo primo libro pubblicato, con la collaborazione della scrittrice acclamata Colette, che raccontava i luoghi che amava frequentare prima di rimanere paralizzata, e che lui ricostruiva in immagini, trasformando la parola in arte visiva.

Testimone del lavoro di Marc Chagall ci lascia un meraviglioso repertorio fotografico che coglie quel breve attimo d'ispirazione che travolge l'artista durante la creazione dei dipinti. Successivamente questo archivio fotografico si concretizza in "Le Monde de Chagall", volume interamente dedicato all'amico pittore.

Artista ormai affermato e stimato per i suoi duplici interessi di soggetti fotografici, la sua attenzione rimane soprattutto per la città di Parigi, che cerca di raccontare in immagini che la rendono eterna e fuori dal tempo. Il 'sogno' di Parigi, i quartieri popolari, i vicoli, i mercatini, le fieri e lo scorrere della Senna sono i soggetti più fotografati.

Tre opere si succedono a questa forte passione: "Paris des rêves", "Grand Bal du printemps" e l'ultima, nel 1977, "Paris del poètes".

 

Lo spazio Oberdan accoglie 140 scatti, in una mostra curata dal figlio Manuel Bidermanas e Armelle Canitrot; come nella mostra dedicata a Doisneau, una parte della mostra è dedicata alla video-arte, con il film "Scorci di vita".

Artista umanista, Izis Bidermanas regala fotografie dotate di una grande poesia e intuizione, senza però tralasciare l'importanza della tecnica fotografica, riflessa in un utilizzo sapiente delle luci, per conferire atmosfere oniriche e sospese ad ogni suo scatto.

Affiancato a grandi maestri come Brassai, Cartier-Bresson, Doisneau e Ronis durante la mostra al MoMa 'Five French Photographers', Izis rimane comunque un artista di nicchia, non conosciuto al grande pubblico; un grande gioiello nascosto che finalmente viene riscoperto grazie anche alla cura e alla qualità di cui è sempre stato simbolo lo Spazio Oberdan.

 

La mostra sarà visibile dal 12 febbraio al 6 aprile 2014

presso lo Spazio Oberdan, Viale Vittorio Veneto, 2.

Costo del biglietto: intero 8€; ridotto 6.50€; scuole 3.50€

Per ulteriori informazioni: 02 77.40.63.0202 77.40.63.02

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.provincia.milano.it

Call
Send SMS
Add to Skype
You'll need Skype CreditFree via Skype

Pubblicato in Cultura

Anni 60, Parigi, un donnaiolo architetto italiano di successo e tre fidanzate straniere hostess di volo da gestire.

Questi sono gli ingredienti dello spettacolo Boeing Boeing di Marc Camoletti, una delle commedie più divertenti e rappresentate nel mondo, entrata di diritto nel Guinness dei primati: solo a Londra, dal 1965 è rimasta in cartellone per ben sette anni consecutivi, tanto che la Paramount ne produsse un film con Tony Curtis, Jerry Lewis e Thelma Ritter.

Boeing Boeing è tornata sui palcoscenici londinesi nel 2007 fino al 2009, dopo quarant'anni con un restyling anni ‘60, ad opera di uno dei più rappresentativi e giovani registi europei, Matthew Warchus, che ne ha curato uno spassosissimo revival, adattando scene e costumi a quegli anni. Il risultato è stato sorprendente, pubblico e critica hanno decretato il successo di questa commedia che nonostante l'età, dimostra ancora di avere le gambe per camminare a lungo. Nel 2007 è stata nominata agli Oliver Awards, come miglior revival e miglior attore, vincendo il Drama Desk Award come miglior spettacolo, miglior rivisitazione anni ‘60 e come miglior interpretazione maschile a Mark Rylance. La stessa produzione ha poi portato lo spettacolo a Broadway nel 2008 dove ha riscosso un altro enorme successo, vincendo anche qui il Tony Award come miglior revival e ancora Mark Rylance come miglior attore protagonista.

Lo spettacolo viene ora riproposto anche in Italia, dopo l'ultima grande produzione allestita nel 1966 da Lucio Ardenzi con gli allora giovani Carlo Giuffrè, Vittorio Sanipoli, Marina Bonfigli e Valeria Fabrizi. Lo spettacolo ebbe un grande successo per tre stagioni consecutive. Questa volta a distanza di quarant'anni L'Associazione Culturale Artu' di Gianluca Ramazzotti in coproduzione con Ente Teatro Cronaca sas diretta da Mico Galdieri, hanno deciso di riproporre lo spettacolo nella stessa edizione trionfatrice a Londra e Broadway, in accordo con la Sonia Friedman Ltd, con un Cast veramente internazionale che vede in testa di serie il ritorno sulle scene di Gianluca Guidi in coppia per la prima volta con Gianluca Ramazzotti per dar vita ad un duo esplosivo di grande comicità, con la partecipazione della nota attrice Ariella Reggio, nel ruolo della Zia. A cui si aggiungono tre splendide bellezze: Marjo Berasategui, lanciata da Pieraccioni nel film “Ti amo in tutte le lingue de mondo” nel ruolo della Hostess spagnola Gabriela,  Sonja Bader che darà lustro e divertimento alla hostess tedesca Greta, e Barbara Snellenburg  che interpreterà l’americana Gloria. Il tutto condito dalla regia di Mark Schneider che riprende la messa in scena originale, scoppiettante e divertente di Matthew Warchus, in una rivisitazione dal vecchio sapore anni Sessanta per una commedia che, come hanno dimostrato gli amici americani e londinesi, ha quarant'anni…ma non li dimostra.

 

 

 

Boeing Boeing

Teatro Manzoni

dal 20 febbraio  al 9 marzo 2014

Biglietto  poltronissima € 32,00;  poltrona: feriali € 20,00 - sabato e domenica  € 22,00

Orari:  feriali ore 20,45  -  domenica ore 15,30

Pubblicato in Cultura
Pagina 1 di 5

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.