CHIAMACI +39 333 8864490

Sono appena stati svelati i titoli in concorso per l’edizione 2017 della Mostra del Cinema di Venezia, e i film italiani promettono più che bene.

Pubblicato in 16mm
Venerdì, 08 Maggio 2015 15:10

L'Ov Milano: il ristorante a tutto uovo

Noi di Nerospinto, che siamo sempre alla ricerca di nuovi locali da segnalare ai nostri lettori, abbiamo scoperto questo delizioso bistrot-ristorante: L’Ov Milano.

Un posto davvero unico nel suo genere, il cui punto di forza e protagonista del menù, è rigorosamente l’uovo. Anche l’ambientazione è sui generis, resa calda ed accogliente dai mattoni a vista e dai mobili in legno, con richiami all'affascinante New York anni ’30. Il locale adotta la formula all day long, aperto tutto il giorno senza pausa. Menù ad hoc per colazione, pranzo e cena, oltre a una selezione di drink per l’aperitivo e brunch alla carta. A fare da padroni, sono tutti ingredienti freschi e genuini del territorio, aderendo al principio di sostenibilità, ma la vera chicca sono i 9 diversi tipi di uova, accuratamente selezionate e impiegate in sempre nuove ricette. Strapazzato, fritto, alla coque, alla benedict...insomma l'uovo per tutti i gusti! Da provare le polpettine di carciofo con cuore filante e uova l'uovo in cocotte con salmone affumicato. L’Ov Milano è sì un locale intimo, ma anche l’ideale per cene con amici o un pranzo di lavoro, dove si ha la garanzia di provare piatti creativi e ottimi, consapevoli di cosa si sta mangiando. Se volete sentirvi un pò a New York e volete trasgredire alla dieta questo è il locale giusto per voi.

 

L’Ov Milano Viale Premuda 14, MI

Giorni e orari di apertura:

Lunedì – Mercoledì: 8.00 - 19.00 Giovedì – Domenica: 8.00 - 24

Info e contatti:

Telefono: +39 02 36638692

Sito Webhttp://www.lovmilano.com/

[gallery type="rectangular" ids="42554,42548,42552,42551,42550,42549,42545,42546,42547"]

Pubblicato in Food
Giovedì, 19 Febbraio 2015 12:02

Frida

In piena zona Isola, il Frida è il locale ideale per un brunch rilassato e alla portata di tutti.

Il locale ha quell’aria di liberty e post industriale, che tanto piace alla Milano alternativa, ed è molto alla mano. Oltre alla zona interna, il Frida condivide un bellissimo giardino esterno – ideale e affollatissimo in estate – con un grazioso negozio vintage.

Ogni domenica, dalle 12.00 alle 16.00 il Frida propone il suo brunch, che – ovviamente – si distingue da quello di molti altri locali.

Il menù infatti non prevede il tipico buffet all’inglese, ma è alla carta. E dunque molto conveniente.

Ogni tavolo è apparecchiato con l’essenziale per una colazione: thermos di tè e caffè solubile e un cestino di pane tostato e marmellate. Il resto si ordina. Non mancano insalate, hamburger di vario tipo, yogurt e frutta fresca, quiche e piatti vegetariani. Ma il punto forte sono le uova, servite con pane, funghi e spinaci, bacon e salmone … insomma, una delizia!

Consigliata se non d’obbligo la prenotazione.

Frida

Via Pollaiuolo 3, zona Isola

02/680260

www.fridaisola.it

 

[gallery type="rectangular" ids="37544,37545,37543"]

 

Pubblicato in Food

Il pesce viene escluso dalla dieta vegetariana, banalmente perché viene ucciso. A differenza dei mammiferi di cui l’uomo si nutre, il pesce non emette alcun grido, ma muore di asfissia e provoca meno empatia rispetto alla morte di un qualsiasi mammifero. Alcuni ricercatori in Irlanda hanno da pochissimo concluso uno studio per determinare se l’aragosta una volta bollita viva soffra o meno. Un vegetariano per definizione non mangia nulla che viene ucciso e di conseguenza non si nutre di pesce. Quelle persone che si nutrono di pesce, ma escludono ogni altro animale dalle loro tavole si definiscono “pescetariani” e non sono vegetariani.

 

Dal punto di vista ambientale la pesca è un bene o meno?

I pesci allevati sono per la maggior parte predatori che richiedono enormi quantità di pesce pescato per essere nutriti. Il futuro stesso della pesca è, di conseguenza, messo a rischio. Tonno rosso, Salmone e Halibut del Pacifico sono tra le specie più minacciate dal saccheggio operato dai pescatori ai danni delle specie di cui questi animali si nutrono. Paradossalmente per tutte queste specie sono in corso delle politiche destinate a sostenerne il recupero perché tutte vittime di un eccesso di pesca. È evidente che se le si priva degli alimenti, qualsiasi politica di recupero sarà vana. (dati Hungry Oceans della FAO)

 

Diciamo che un uso più consapevole di questo alimento sarebbe raccomandato anche per pescetariani o onnivori, proprio per evitare il disastro ambientale che già si intravede nel Mediterraneo.

 

Per la salute il pesce è fondamentale?

In realtà nessun alimento è fondamentale ed è facilmente sostituibile. Ad esempio, i tanto millantati Omega-3, sono presenti in molti alimenti di origine vegetale, come i semi di lino o i semi di canapa. Da questi si estrae un olio che è ricchissimo di Omega-3, ma anche di Omega-6 nel corretto rapporto che serve all’uomo, senza sbilanciare minimamente la dieta. Quanto alle proteine, come in tutte le diete vegetariane,  sono facilmente reperibili in cereali e legumi, o nel caso del vegetarismo in uova e latticini.

 

Un uso consapevole di ogni alimento, contribuisce al benessere del pianeta. Ogni piccolo gesto può produrre effetti inaspettati.

 

Pubblicato in in[sano]

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.